"Una parte della vita privata"

ATTENZIONE IL CONTENUTO DI TUTTA QUESTA PAGINA È DI

USO SOLO LETTURA
NON COPIARE, PER ARTICOLI, STAMPA, VIDEO, WEB O ALTRO... Grazie

Chiarimenti sulla vita privata a seguito delle interviste di Tony Pipitone

 >> È SEVERAMENTE VIETATO IL COPIA E INCOLLA DI QUESTO TESTO, LA DIFFUSIONE PER ARTICOLI DI STAMPA, WEB, VIDEO, O ALTRO... (PER USO SOLO LETTURA)

Le Interviste di (Tony) Antonino Pipitone:  *14 maggio - ll cognome di Denise2021./ *4 giugno - Il sospetto2021./ *25 giugno - Voglio la verità su mia figlia2021./ *2 luglio - La lettera2021./ * 9 luglio - Intervista2021./ *10 settembre - Le parole di Tony2021.

 Tutto inizia da questa intervista rilasciata da Toni Pipitone dopo 17 anni di assenza dal sequestro di Denise. LINK:  https://www.mediasetplay.mediaset.it/video/quartogrado/il-cognome-di-denise-pipitone_F310754401018C02 da quel momento in poi ne rilascerà altre cercando di raddrizzare il tiro inutilmente. 

 A seguito di una serie di interviste in particolare la prima del 14 maggio 2021, rilasciate dopo 17 anni dal rapimento di Denise, dal mio ex marito tramite una nota trasmissione (...), sono stata obbligata a fornire alcuni chiarimenti su una parte della mia vita privata per mezzo di un video e questo scritto, cosa che avrei voluto evitare. Ho sempre dato la priorità assoluta alla ricerca di Denise, mettendo da parte la vita privata per far si che non si perdesse l'obbiettivo principale, e sempre così sarà.
 Oggi, dobbiamo dire, a causa del comportamento avuto in tutti questi anni, (Antonino) detto Tony Pipitone, è un cognome, solo un (diritto legittimo) nei riguardi di Denise, a parte il legame d'affetto che nessuno gli ha mai negato. Lui, ha perso ogni suo diritto morale genitoriale dei MIEI FIGLI, dal momento che li ha abbandonati volontariamente quando avevano estremo bisogno, disinteressandosi completamente su tutto, sia affettivamente, economicamente che nelle ricerche, (documenti verificabili). A sostegno di quanto da me scritto, mio figlio che ne ha sofferto più di tutti perché lo ha vissuto. Kevin, persona autonomamente pensante, mi ha incoraggiato nel rispondere alle sue dichiarazioni da noi non condivise, perché non rispecchiano la realtà. Dopo la prima intervista di Tony Pipitone, Kevin lo chiamò telefonicamente (lui vive a Mazara, Kevin no), gli disse che assolutamente il tipo di intervista da lui rilasciata nella trasmissione (...) non era stata gradita, gli argomenti che aveva  trattato non corrispondevano ai fatti realmente accaduti, quindi lo esortò a non proseguire in questo senso, cosa che non fece. Poiché mio figlio era a conoscenza della sua decisione in tutti questi anni, cioè che "Non voleva assolutamente che il suo nome venisse associato a questa vicenda e quindi con Denise" ne rimase basito del suo intervento, dal modo come si fosse espresso "lui come vittima di tutto" nell'intervista si mostrò tutt'altra persona. (14 maggio - ll cognome di Denise2021).
Già da anni, mio figlio ha interrotto quei pochi rapporti di cortesia che aveva con Tony Pipitone per una serie di situazioni accadute.

 In 17 anni, NON è grazie a Tony Pipitone, che ancora oggi si parli di Denise, e sono attive le ricerche, lui non ha mosso un dito in niente, le sue, sono parole infondate quando dice che in questi anni ha cercato Denise, (documenti verificabili). Dal sequestro, non si è mai prodigato nelle ricerche, (ne di azione ne economica), non ha mai avuto spese legali, (mai pagato l'avvocato, consulenti o altro..), al contrario le sue spese quelle che gli spettavano, sono state pagate da Pietro. Il mio ex, era solo una figura "fantasma" rappresentato in aula da un legale che conosciamo bene e basta. infatti non esiste nessun verbale che testimoni la sua presenza durante le udienze in questi anni di Processi, tranne quando fu sentito direttamente. Da sempre, solo un uomo se ne è preso sempre cura e carico di tutto, dei miei figli, collaborando attivamente nelle ricerche andando nelle varie regioni, città, stadi, ovunque... per affiggere locandine striscioni e tanto altro materiale utile, e si chiama Pietro Pulizzi, il papà naturale, genetico di Denise, e papà morale di mio figlio. Colui che, come stabilito dalla legge non ha mai negato gli alimenti ad entrambe le figlie, ancora ad oggi, nonostante il suo stato lavorativo attuale precario (disoccupato) che per legge ai giudici non interessa. Passa regolarmente gli alimenti alla figlia Alice 30enne, (poiché a detta loro, ancora non lavora. non per altri motivi, come qualcuno vorrebbe asserire). 
  
 1) In ogni modo, Tony Pipitone, ha sempre lavorato (documenti verificabili) ai tempi non era disoccupato come ha dichiarato per giustificarsi in una delle sue interviste, per il fatto che non provvedesse agli alimenti di mio figlio, e comunque non esiste scusante per esimersi dalla proprie responsabilità (Vedi Pietro Pulizzi). Di sicuro se fosse rimasto in famiglia come altri genitori, doveva sostentare i "figli" Perlomeno il minimo indispensabile. Un "padre" che dice e ritiene di non essere solo un cognome, a sua volta non dovrebbe negare ai figli i loro diritti, in particolar modo a mio figlio colui che doveva tutelare in primis ancor prima di parlare di Denise, eppure non lo ha fatto, ha preferito e deciso che fosse un altro uomo a fare le sue veci togliendosi di dosso ogni sua responsabilità. Pietro Pulizzi si è occupato di sostentare coloro che Tony, definisce "FIGLI" che non è solo una parola con cui ci si riempie la bocca per comodità.

 2) Tony Pipitone, ha vissuto con Denise, quasi due anni, mentre nei primi due di vita, ha frequentato costantemente il papà naturale. Chiariamo per sempre questo loro sbandierare nel dire (se l'è cresciuta lui) falso, come se questo fosse una ragione per esigere un trofeo, un premio. Per ragioni lavorative ha vissuto 7 anni in Toscana, ci si vedeva 2/3 volte l'anno, poi si è stabilito nuovamente a Mazara del Vallo, quando Denise aveva 2 anni già compiuti, come si evince dalle foto del compleanno, lui non era presente. 

 3) Una delle motivazioni
per cui non mi sono trasferita in Toscana. Se il mio ex, mi avesse preparato le condizioni adeguate per me e mio figlio, sarei andata via da Mazara.
(Parole piene d'ipocrisia dette durante un intervista, che in assoluto non doveva proferire, visto il dolore che sto vivendo da anni e pur consapevole dei fatti avvenuti tra noi, "Se io mi fossi trasferita, forse tutto questo non sarebbe successo")...(sequestro di Denise)
Boccheggiano, esattamente era il paesetto dove andò a vivere Tony Pipitone per lavoro. contava circa 250 abitanti tutte persone adulte e anziane. Si trovava in un posto sperduto sopra una montagna per cui si rimaneva isolati con il resto del mondo se non avevi un mezzo con cui spostarti e in quel periodo non avevamo l'auto a Boccheggiano. Il mio ex aveva preso in affitto una casetta fatiscente a buon mercato in precedenza era stata l'abitazione di una coppia di vecchietti, era orribile in tutti sensi. Ero molto giovane con un bambino piccolo, non ero d'accordo nel trasferirmi in quella casa, in quel paesino. Più volte gli dissi di cercare un altro alloggio più decoroso magari nella città vicina in pianura dove anche Kevin potesse giocare e socializzare con altri bambini, ma lui niente. Soprattutto anche perché detto dallo stesso, sia a me che ai miei familiari, in quella casa succedevano cose a lui inspiegabili, anomale. Nonostante ciò, alcune volte andai a trovarlo, qualche volta sia da sola che con mio figlio. Stavamo giorni interi isolati a Boccheggiano, io e Kevin, non eravamo abituati a quell'ambiente freddo, ma soprattutto in quella casa tetra si faticava a starci bene. Il mio ex invece si era abituato, tanto da non abbandonare mai quella casa, fino a quando non si trasferì nuovamente a Mazara.
Chiarisco che non ho nulla contro Boccheggiano e i suoi abitanti, anzi ho un bel ricordo di alcune brave persone che ho incontrato in quel posto, anche Kevin, nonostante gli anni, si ricorda di alcuni di loro. Qualsiasi paese dove nasci e vivi, che sia bello che sia brutto, quella è casa tua.

 4) Anche se, non fosse stato messo al corrente della vera paternità, Tony Pipitone, sapeva benissimo che Denise non poteva essere sua figlia naturale, era consapevole di questo, visto "la precedente procreazione". 
In accordo con Pietro, decidemmo di portare avanti una gravidanza con metodo naturale, appunto con la persona che amavo. Denise, è stata fortemente voluta. 
Denise decise quando nascere, il 26 ottobre del 2000, con parto cesareo d'urgenza, non programmato. Smentisco il fatto di aver confermato al mio ex, la paternità di Denise, davanti a degli estranei compreso qualche avvocato, questo non è mai accaduto. 

 5) Era a conoscenza dei miei/nostri sentimenti, anche perché anni prima della nascita di Denise, mi aveva lasciata, quando se ne pentì ormai era  troppo tardi, i miei sentimenti nei suoi confronti erano andati persi. Negli anni successivi trascorsi da coniugi ero stata anche molto sincera con lui, quasi esplicita sulla mia vita privata e quindi (non poteva non accorgersene, per varie ragioni personali successe tra noi). Con gli anni, la nostra, era diventata una famiglia "di apparenza, di comodo" un accordo tacito tra me e lui, perché non voleva che io lo lasciassi. Inoltre come si evince anche dagli atti ufficiali, Tony Pipitone, anni prima del rapimento di Denise, più volte fu contattato, approcciato da più persone che gli raccontarono della mia relazione, di certo "non cascava dal pero" e non era uno stupido.

 6) In 17 anni, per sua volontà, non ho mai potuto nominarlo, voleva starne fuori da tutto. Attraverso mio figlio, ho saputo che Tony Pipitone, "non voleva che il suo nome fosse associato a questa vicenda". Per lui, eravamo come la "peste". Infatti dovevo stare attenta nelle mie interviste, guai a pronunciare Tony (Antonino) Pipitone, diceva che voleva essere lasciato in pace nessun riferimento alla sua persona, si arrabbiava molto quando in qualche trasmissione facevano il suo nome, in uno di quei casi, lui annunciò querele. In 17 anni, abbiamo rispettato la sua volontà.

 7) Il conseguimento del diploma di Tony Pipitone, (argomento tirato in ballo nella sua prima intervista) avvenne molti anni prima della nascita di Denise. Cioè quando mio figlio aveva 3 anni 1996, già da qualche anno aveva terminato gli studi a Mazara del Vallo. Nello stesso anno primavera/estate del "96" io all'epoca 25enne, Tony Pipitone, si trasferì in Toscana per lavoro. Quindi, sbagliato far intendere al pubblico in ascolto, che nel periodo in cui c'era Denise, lui studiasse, è falso, "casa lavoro e studi" per quale motivo, per farsi commiserare dalle persone? 

 Aver preso la decisione dopo 17 anni, di uscire allo scoperto per andare nella trasmissione, (la stessa di cui avevo comunicato pubblicamente di aver diffidato e quindi consapevole di questo), solo per andare a parlare d'affetto e dolore nei riguardi di Denise, per noi "genitori naturali" da  persone civili ed equilibrate, non sarebbe stato un problema, purché si fosse limitato a quello e non fosse andato oltre il dovuto. Invece nella sua intervista, ha fatto finta di stare "fuori dal mondo" estraneo da tutto. Tony Pipitone, non ha scelto di esporsi per lottare o cercare mia figlia, ma per dimostrare la sua completa estraneità dei fatti, rendendosi pubblicamente vittima della situazione, prendendo le distanze da me, mettendomi in cattiva luce negando i fatti reali, creando così tra noi, un insanabile frattura. Purtroppo i verbali del 2004 non dicono lo stesso di quello che ha riferito durante le sue interviste, e sono documentabili. Dichiarare pubblicamente di non aver sospettato di nessuno sui possibili colpevoli del sequestro, non ha aiutato Denise, ma con codardia se stesso dalle possibili minacce, magari le stesse che aveva già ricevuto anni prima. Peccato che nei verbali aveva fatto scrivere da subito nero su bianco i nomi dei sospettati, anche perché prima del sequestro di Denise, anche lui aveva ricevuto vessazioni e insulti dalle medesime persone da noi accusate. Per cui, ci siamo chiesti del perché e il senso del suo intervento in tv, per poi negare i fatti realmente accaduti.  Nell'estate 2021, nonostante ci fossero i presupposti, Tony Pipitone, mi ha negato ciò che avevo chiesto pacificamente, l'annullamento del matrimonio alla Sacra Rota.  

 Nessuno è perfetto tantomeno io, però almeno ho sempre raccontato la verità (riscontrabile). Dopo tutto questo dolore e sofferenza, ancora bugie e ipocrisia da coloro che non dovrebbero, questo anche no! 
Sono stata sempre chiara e coerente e continuerò ad esserlo, a differenza di qualcun altro… 
Non ho detto nulla di nuovo che già non fosse stato confermato anche in presenza del mio legale e messo per iscritto fin dai giorni del rapimento di mia Figlia. Basta con le bugie, se non avete il coraggio di metterci la faccia, rimanete dove siete sempre stati, nel silenzio...

>> In questo scritto, per ulteriore privacy, sono state volutamente omesse alcune spiegazioni, dettagli e altri racconti, anche se sarebbero serviti per una maggiore comprensione per una visione completa e un senso logico, ma va bene così. 
 Tutti i fatti da me esposti in questo scritto sono documentabili e con testimonianze. Per cui se qualcuno avesse qualcosa in contrario lo dimostri attraverso documenti verificabili. 

Con la speranza che qualcuno/a, aldilà di Tony Pipitone, non voglia approfittare di questa mia tragedia, "vicenda che non gli appartiene affatto" e utilizzarla per mania di protagonismo, per cercare una luce riflessa. Dimenticando che dietro tutto questo dolore c'è il rapimento della mia bambina di 4 anni, e non un palcoscenico da oscar. E soprattutto un padre legittimo inesistente. La decenza in questi casi sarebbe d'obbligo. Staremo a vedere se la continuità di alcuni atteggiamenti si baserà sulla priorità utile e necessaria, cioè la ricerca di Denise, oppure sul gossip, il pettegolezzo, il proprio ego personale. Adesso vedremo il vero interesse di alcuni...   

Mazara del Vallo - 12 settembre 2021
Pietra Maggio 
 
NESSUNO È AUTORIZZATO AL COPIA E INCOLLA DI TUTTO QUESTO TESTO "DI VITA PRIVATA". NÉ TANTO MENO SCRIVERE ARTICOLI DI GIORNALI, VIDEO, SCREENSHOT, POST O ALTRO CON QUESTO MATERIALE. PER USO DI SOLO LETTURA. Grazie
***

DENISE PIPITONE - ORE14 PUNTATA SERALE DEL 29 GIUGNO 2021 - PRESENTA SPECIALE DENISE UNA STORIA ITALIANA.
Dopo le ultime dichiarazioni dell' ex marito, Piera Maggio per la prima volta parla e chiarisce alcuni aspetti della sua vita privata. GUARDA il #Video: https://fb.watch/fj2zbI7exq/

https://www.raiplay.it/video/2021/06/Ore-14-Presenta-Speciale-Denise---Una-storia-italiana-e82f06c9-...           


AGGIORNAMENTI - 19 AGOSTO 2022 - E' iniziata nuovamente nei nostri confronti la persecuzione con insulti, bugie, Illazioni infamati e soprattutto mancanza di rispetto. Si tratta degli stessi canali su YouTube gestiti dall' amico di Tony Pipitone e moglie, in questo canale si sono raggruppati alcuni miei odiatori. Ci siamo chiesti se alcune persone ci sono o ci fanno. Perché tutto questo accanimento per quale motivo e qual'è l'obiettivo. E' mai possibile che esista tanta cattiveria umana da continuare ancora a perseguitarci? Così favorendo i veri colpevoli del rapimento di Denise. Nulla di quanto è stato scritto da varie persone nei commenti su questo canale corrisponde a verità. Inoltre ci ha inorridito il benestare, la consapevolezza di quanto sta accadendo ne fa parte dello stesso dialogo di scambio di battute la moglie attuale di Tony Pipitone, quindi presumiamo che lo stesso sia a conoscenza di tutto, visto che la moglie parla e scrive per lui. In più, alcuni argomenti trattati (forvianti, bugie) dal gestore del canale non riguardano fatti di cronaca, ma  vita privata personale (di mio figlio) mai emersi da nessuna parte, né sui social, TV, carta stampata e rete, quindi sicuramente riferito privatamente solo da chi ne era a conoscenza Tony (...) (ovviamente i fatti veri sono andati diversamente, ne restereste sconcertati). Se Tony Pipitone e moglie, fossero stati veramente delle persone rispettose nei nostri riguardi così come più volte la stessa ha scritto in alcuni commenti e fatto intendere in qualche intervista, come minimo avrebbero dovuto prendere le distanze da tali individui che non fanno altro che sparlare continuamente. invece quello che notiamo pare sia al contrario la signora, fa finta di nulla, risponde sempre ai commenti degli altri lasciando che continuino a massacrarci con le illazioni gratuite. Delusione e amarezza allo stato puro per il comportamento di Tony Pipitone che sa realmente come sono andati i fatti e sta zitto compiacente nel sapere che dicono e scrivono bugie su fatti che riguardano mio figlio e il nostro passato (mantenimento Kevin). Spero che la coscienza ad alcuni non gli permetta di dormire e fare sonni tranquilli...
Strategia? direi proprio di no! cattiveria, Ignoranza e voglia di protagonismo? Da quello che si evince parebbe di Si!.

* Tony Pipitone, dopo la nostra separazione ha contribuito solo per il primo anno al mantenimento di Kevin con una mensilità di 200+100 euro, (diventati poi definitivamente 200 euro con la sentenza di divorzio) rifiutandosi di contribuire per le spese extra così come era stato stabilito dal Giudice. Nell'arco di quell'anno, sono dovuta intervenire più volte per vie legali perché non voleva contribuire (fatti documentabili) infatti trascorso quell'anno interruppe i pagamenti. Successivamente dovetti procedere con lettere e solleciti tramite avvocato ma furono da Tony disattesi. Poiché avevamo già avuto problemi legali dovuto al suo mancato pagamento, Tony MAI si sarebbe sognato minimamente di contribuire economicamente senza una tracciabilità. Tutte le dodici mensilità da lui pagate le ricevute sono in nostro e in suo possesso, non emetteva nessun pagamento senza che non vi fosse la ricevuta con la firma apposta.

* Così come hanno scritto in questo canale YouTube, da Parte di Tony Pipitone nei confronti di Kevin, né da minorenne né da maggiorenne ha MAI effettuato nessun tipo di contributo né economico né in aiuto (esempio pagamento rate auto kevin) né di favore (esempio firma di garanzia poi andata a male), né kevin ha mai ricevuto una paghetta quand'era minorenne o altro. Tanto meno Tony ha mai contribuito in nessun modo economicamente a favore di Denise.
Ancora ad oggi sentire dire delle sciocchezze è inaccettabile, Tony Pipitone ha negato a Kevin tutti i suoi diritti che gli spettavano così come fu stabilito dal Giudice, in più non ha mai contribuito alle spese extra. Noi abbiamo prove documentali e testimoni di tutto. Quindi, chiunque dica il contrario lo dimostri con le prove e non sprecando fiato con le bugie o illazioni infamanti soggette a querela. Noi non attacchiamo nessuno ci difendiamo da gente senza scrupoli e senza alcuna sensibilità umana. Il vostro fine è subdolo come il vostro essere. 
Fatevi una vita e lasciateci in pace. "La persona di animo cattivo si nutre sempre della sua stessa natura!" - Publilio Sirio -

Questa è una piccolissima parte di screenshot. Fanno parte di un unico dialogo si trovano sul  canale di YouTube, di proprietà dell'amico di Tony e moglie.

NESSUNO È AUTORIZZATO AL COPIA E INCOLLA DI TUTTO QUESTO TESTO "DI VITA PRIVATA". NÉ TANTO MENO SCRIVERE ARTICOLI DI GIORNALI, VIDEO, SCREENSHOT, POST O ALTRO CON QUESTO MATERIALE. PER USO DI SOLO LETTURA. Grazie