Archivio Blog Cerchiamodenise - Gennaio - Dicembre 2014

Mercoledì, Dicembre 25, 2014
Sito Ufficiale: www.cerchiamodenise.it - MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" - Denise è Nata/Born on/Née le il 26/10/2000, Scomparsa/Disappearance/Disparue dal 01/09/2004 a Mazara del Vallo, (TP) Italy - Per informazioni utili/For useful information: 0039 340 5403309 - Official Web Site: www.cerchiamodenise.org - email: aiutiamo@cerchiamodenise.it / aiutiamo@cerchiamodenise.org - Website: www.missingkids.it - In caso di avvistamento, rivolgersi subito al più vicino posto di commissariato dei Carabinieri (112) o di Polizia (113)./If you think you have seen her, please immediately contact your nearest Police Station./Si vous reconnaissez Denise, adressez-vous au plus vite au poste de Police le plus proche.- Denise ha Bisogno di Noi!!
Archivio Blog Gen 2007 - Dic 2007 - Archivio Blog Gen 2008 - Dic 2008 - Archivio Blog Gen 2009 - Dic 2009 - Archivio Blog Gen 2010 - Dic 2010 - Archivio Blog Gen 2011 - Dic 2011 - Archivio Blog Gen 2012 - Dic 2012 - Archivio Blog Gen 2013 - Dic 2013 - Archivio Blog Gen 1014 - Dic 2014
Home

giovedì 2 gennaio 2014

DENISE SEI NEI NOSTRI CUORI E NELLA NOSTRA MENTE SEMPRE. TI ASPETTIAMO

DENISE SEI NEI NOSTRI CUORI E NELLA NOSTRA MENTE SEMPRE. TI ASPETTIAMO
Official Web Site:
www.cerchiamodenise.org
www.cerchiamodenise.it
BLOG: http://informazione.cerchiamodenise.it/
Facebook: https://www.facebook.com/missing.d.mp / https://www.facebook.com/pipitonedenise

_____________________________________________________________________________________

venerdì 3 gennaio 2014

Missing Denise "QR-CODE". Scaricate l'immagine sul vostro SMARTPHONE. Inoltrate / diffondete ai vostri contatti. Grazie

Missing Denise " QR-CODE " . Scaricate l'immagine sul vostro SMARTPHONE. Inoltrate / diffondete l'immagine ai vostri contatti telefonici tramite Whatsapp, Viber, iMessage, Line etc.
 Blu: sito .it - Rosso: sito .org - Rosa: blog informazione

____________________________________________________________________________________________________

sabato 25 gennaio 2014

MISSING DENISE " CODE QR " . Scaricate l'immagine sul vostro SMARTPHONE. Inoltrate / diffondete l'immagine ai vostri contatti telefonici tramite Whatsapp, Viber, iMessage, Line etc.

MISSING DENISE " CODE QR " . Scaricate l'immagine sul vostro SMARTPHONE. Inoltrate / diffondete l'immagine ai vostri contatti telefonici tramite Whatsapp, Viber, iMessage, Line etc. Visita il link DOVE NE TROVERETE VARI : http://www.cerchiamodenise.it/web/bannerdenise.htm

________________________________________________________________________________________________________________________________________

sabato 25 gennaio 2014

NOI CONTINUEREMO A CERCARE DENISE AIUTA ANCHE TU !

NOI CONTINUEREMO A CERCARE DENISE   AIUTA ANCHE TU !
Diffondi e condividi le locandine "MISSING DENISE" CLICCA SUL LINK -> https://www.facebook.com/missing.d.mp/media_set?set=a.10202856174387190.1073741844.1286693723&type=3

_______________________________________________________________________________________________________________________________________

giovedì 30 gennaio 2014

Missing Alessia & Livia, Angela Celentano.......

Sono trascorsi 3 anni dalla loro scomparsa..... Missing Alessia & Livia

 
***
 Missing Angela Celentano. Dove sei?
http://www.angelacelentano.com

________________________________________________________________________________________________________________________________________

venerdì 31 gennaio 2014

I bambini scomparsi vanno cercati NO dimenticati. Grazie

I figli sono un pezzo della tua vita di cui non ne puoi fare a meno, anche chi non è madre ama come tale. I figli non appartengono alla nazione là dove sono nati, sono TUTTI FIGLI NOSTRI!! I bambini scomparsi vanno cercati NO dimenticati. Grazie (PM)
Download Locandine Multilingua – Missing Denise
Official Web Site:
www.cerchiamodenise.org
www.cerchiamodenise.it
BLOG: http://informazione.cerchiamodenise.it/
Facebook: https://www.facebook.com/missing.d.mp / https://www.facebook.com/pipitonedenise

_____________________________________________________________________________________________________________________

venerdì 14 febbraio 2014

Siamo presenti oltre Facebook, Twitter, Google+, adesso anche su altri social network

Siamo presenti oltre Facebook, Twitter, Google+, adesso anche su altri social network:

____________________________________________________________________________________________________________________________

venerdì 14 febbraio 2014

Caso Denise Pipitone: fissata udienza in Corte di Appello

Caso Denise Pipitone: fissata udienza in Corte di Appello nel processo contro Jessica Pulizzi il 18 aprile 2014.

***

 Caso Denise: processo d'appello per Jessica Pulizzi, il 18 aprile prima udienzaPalermo, 15 feb. - (Adnkronos) - Dopo l'assoluzione in primo grado, si apre il processo di secondo grado a Jessica Pulizzi, la sorellastra per parte di padre di Denise Pipitone, scomparsa nel nulla a Mazara del Vallo (Trapani) il primo settembre del 2004, quando aveva poco meno di quattro anni. La prima udienza davanti la Corte d'appello di Palermo è stata fissata per il 18 aprile. Per Jessica Pulizzi i pubblici ministeri avevano chiesto la condanna a 15 anni di carcere, ma lo scorso giugno il Tribunale di Marsala la assolse dall'accusa di concorso nel sequestro della bimba.

____________________________________________________________________________________

martedì 25 febbraio 2014

DENISE TI STIAMO CERCANDO TI RICONOSCI IN QUESTE FOTO? TI RICORDI?

DENISE TI RICORDI? TI RICONOSCI IN QUESTE FOTO? TI STIAMO CERCANDO!! CHIEDI AIUTO ALLE AUTORITA' DEL POSTO, O CHIAMA IL (112) O (113)
MISSING DENISE PIPITONE (Condividi anche tu! Fate girare in rete)

DENISE TI RICORDI LE CANZONCINE CHE CANTAVI? Link: http://www.cerchiamodenise.it/canzoncine.htm / Web sito official: http://www.cerchiamodenise.it  / Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it

___________________________________________________________________________________________________________________________________________

martedì 4 marzo 2014

MISSING DENISE PIPITONE (Condividi anche tu! Fate girare in rete) DENISE TI RICORDI DELLE CANZONCINE CHE CANTAVI?

MISSING DENISE PIPITONE (Condividi anche tu! Fate girare in rete)
DENISE TI RICORDI DELLE CANZONCINE CHE CANTAVI?

Link: http://www.cerchiamodenise.it/canzoncine.htm /
Web/sito ufficiale: www.cerchiamodenise.it /
Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/ /
Pagina Fan UFFICIALE:
Fb: www.facebook.com/pipitonedenise - www.facebook.com/missing.d.mp

___________________________________________________________________________________________________________

sabato 8 marzo 2014

Avv. Frazzitta Giacomo: Riflessioni di un avvocato: "caso Denise" in vista dell'udienza del 18 aprile prossimo in Appello a Palermo

08/03/2014 - AVV. Giacomo Frazzitta Legale di Piera Maggio, scrive dal suo profilo FB.
Riflessioni di un avvocato: "caso Denise" in vista dell'udienza del 18 aprile prossimo in Appello a Palermo vi racconto la sentenza e i motivi che hanno indotto i giudici di Marsala ad assolvere Pulizzi Jessica.
"La sentenza in questa sede gravata, pur dando atto “…di una qualche forza probatoria individuabile : A) nel movente del delitto, costituito dal sentimento di rancore maturato dal’imputata nei confronti del padre Pietro Pulizzi e/o di Pietra Maggio; B) nelle false dichiarazioni rese da Jessica Pulizzi agli investigatori – nei due giorni successivi alla sparizione di Denise – quando fu sentita nella qualità di ” persona informata sui fatti “; C) nella conversazione captata all’interno del commissariato nel corso della quale l’imputata, forse, rivelò alla madre alcune fasi del delitto”( cfr. sentenza fg.262) ha, tuttavia, escluso la responsabilità di Jessica Pulizzi poiché : “il costrutto accusatorio: è connotato da forte ambiguità; è sorretto da un numero modesto di elementi indiziari,caratterizzato da non trascurabili momenti di inverosimiglianza; convive con molteplici ipotesi alternative.” ( cfr. sentenza fg. 266)
Il ragionamento logico-giuridico dei Giudici di prime cure nel pervenire a siffatte apodittiche conclusioni, si snoda attraverso i punti di seguito richiamati.( continua al prossimo post)


***
12/03/2014 - Caso Denise: continua analisi della sentenza proposta con l'appello di Parte civile :
Orario del sequestro della minore Denise Pipitone. Secondo il Tribunale : "L’istruttoria non ha consentito di individuare elementi che consentano di ancorare con certezza il momento della scomparsa di Denise all’uno o all’altro dei periodi individuati.”(cfr. fg. 36)
A tal proposito il Tribunale reputa possibile una ipotesi sul rapimento della minore Denise Pipitone, ossia che:“Jessica Pulizzi, con decisione improvvisa ed occasionale e, comunque, senza alcuna preordinazione ed organizzazione, passando casualmente lungo la via La Bruna, abbia visto Denise sola in strada e in quel momento abbia deciso di prelevarla ( con il proprio scooter) e portarla altrove. E’ essenzialmente su tale ultima ricostruzione ipotetica – d’ora innanzi da assumersi quale “fatto ignoto” oggetto di accertamento – che dovrà soffermarsi l’attenzione, coerentemente del resto con gli esiti di altre acquisizioni cui si è pervenuti . Infatti da un lato, appare incongrua con la preordinazione del delitto e con l’avvicinarsi del momento della sua realizzazione la circostanza che Jessica Pulizzi la mattina del I° settembre 2004 fu impegnata in azioni quotidiane, ( acquisto indumenti; prelievo ematico; iscrizione a scuola), neppure in grado di porsi quali “alibi” rispetto al fatto delittuoso; sotto altro profilo, risulta coerente solo con l’ipotesi della mancata preordinazione del delitto uno dei (pochi) dati indiziari acquisiti nel corso dell’istruttoria.
Ci si riferisce alla conversazione nella quale Jessica avrebbe confessato alla madre di aver prelevato Denise insieme ad Alice allo scopo di condurla al cospetto del padre Pietro Pulizzi che però, in quel momento si trovava al lavoro “ (Cfr. sentenza fg. 49)
8. Le ragioni che portarono Jessica a nutrire sospetti sulla vita sentimentale del padre indicate dall’imputata nell’esame sono :
"il padre di una sua compagna riferì di aver visto il Pulizzi in una strada di campagna in auto con una donna;
casualmente si trovò nella clinica dove era ricoverata Piera Maggio e un’infermiera le riferì che sua madre aveva appena partorito una bimba e che il padre Pietro Pulizzi era andato poco prima a visitarla;
Aveva avuto modo di leggere degli sms provenienti da una donna indicata con il nominativo di “Cucciola”;
di essere stata condotta dal padre nell’erboristeria dove lavorava Piera Maggio e che in quella occasione, per la confidenza manifestata tra i due, sospettò dell’esistenza della relazione sentimentale;
di aver letto un sms conservato nella memoria del padre in cui il mittente scrveva : “Denise ha la febbre”. ( cfr. fg 62-63)
9. "In realtà ad essere dimostrato non è una conoscenza certa quanto piuttosto l’esistenza di valide ragioni di sospetto….ciò che risulta comunque significativo sul piano probatorio ai fini della ricostruzione del movente è la circostanza che essa avesse manifestato ripetutamente all’esterno i suoi forti sospetti e i suoi dubbi consistenti." ( cfr. sentenza fg. 64-65)
10. In relazione ad Anna Corona i testi - tutti appartenenti al nucleo familiare Maggio/ Pipitone- hanno riferito di plurimi comportamenti ( percepiti come) aggressivi e minacciosi che costituirebbero i segnali del rancore e del sentimento di vendetta che animava la donna nei confronti di Pietra Maggio . ( cfr. fg. 66)
11. Episodi riguardanti Jessica Pulizzi, quali telefonate di minaccia a Pietra Maggio, Pedinamenti, ingiurie, taglio delle gomme dell’auto di Pietra Maggio e atteggiamenti ostili mostrati nei confronti di Denise ; (Cfr. sentenza da fg. 74 a fg. 78)
12. La verifica dell’attendibilità dei testi che hanno narrato gli episodi appena descritti tratti tutti dai ricordi dei familiari di Denise Pipitone nella sostanza concordano con le dichiarazioni di Jessica Pulizzi e Anna Corona ……nondimeno le incongruenze sembrano essenzialmente frutto di un (pre)giudizio in ordine al coinvolgimento di Jessica Pulizzi e della madre Anna Corona nel delitto ……attribuendo ex post ad ogni loro comportamento – anche quelli privi di significato- una valenza premonitrice dell’azione che sarebbe in seguito commessa ai danni di Denise Pipitone . (Cfr. sentenza fg. 79) ( continua al prossimo post)

****

28/03/2014 - Dal profilo fb, dell'avv. Frazzitta Giacomo.
Caso Denise: continua pubblicazione parti dell'appello proposto da Piera Maggio e parti della sentenza di assoluzione di Jessica Pulizzi: "Appare quanto mai distonico, sotto il profilo logico, considerare, come hanno fatto i primi Giudici, che gli sguardi “storti” lanciati dall’imputata possano essere “il frutto di un plausibile ( e, forse, inevitabile) "contegno" non essendo esigibile nei confronti di una persona adolescente …….reprimere un sentimento di curiosità e da impedirle di soffermarsi con lo sguardo su chi sospetti essere sua sorella”.
Ammissibile potrebbe apparire tale comportamento, se non fosse costellato da tutte le altre inequivocabili condotte, penalmente rilevanti, quali:
- i disturbi telefonici;
- le ingiurie per strada;
- le minacce telefoniche;
- i pedinamenti all’uscita dal lavoro di Piera Maggio;
- i ripetuti passaggi diretti ad osservare insistentemente la piccola Denise nei pressi del domicilio di via D. La Bruna;
- il taglio delle ruote;
sequela di condotte che, certamente, si caratterizza, per un unico obbiettivo, rendere la vita impossibile a Piera Maggio .
A tal proposito, è inesatto sostenere che Piera Maggio non reagiva alle vessazioni di Jessica, tranne che in alcuni episodi in cui la giovane Jessica ha superato di molto il limite.
Infatti, Piera Maggio, ha riferito di essersi rivolta alla cognata, di Anna Corona, Giovanna Marino, nonchè più volte a Piero Pulizzi, ma in ogni caso il “contegno” – correttamente utilizzando questo vocabolo, che etimologicamente ha una accezione positiva del comportamento, in questo contesto grammaticale e non anche in quello utilizzato in sentenza, perché in ogni caso non può definirsi “contegno” quello di Jessica Pulizzi - tenuto da Piera Maggio in tutte le occasioni provocate da Jessica era di indifferenza per evitare di dare adito a ulteriori e ben più gravi episodi, anche se ciò non è servito a nulla .
La regola di esperienza, in casi simili, conferma che molte delle persone che subiscono i comportamenti vessatori, anche silenziosamente vessatori, non reagiscano né pongano in essere cautele particolari - per esempio per strada - proprio per evitare l’acuirsi degli stessi .

Orbene le sopradescritte condotte non incorrono, certamente, nel rischio di essere suggestive essendo circostanziate, caratterizzate da comportamenti univocamente diretti ad ossessionare Pietra Maggio e i suoi familiari, elementi questi che secondo ormai regole di esperienza consolidate perimetrano le c.d. relazioni “malate” scaturenti da separazioni non elaborate .
In Sentenza si legge : Anche qui sempre allo scopo di rimuovere il rischio di incorrere in suggestioni devianti riguardo all’”intensità” ed “eccezionalità” di tali sentimenti deve sottolinearsi la radicale ed evidente eterogeneità – sui concorrenti piani della gravità e dei beni giuridici lesi ( le ruote di un’ autovettura; la libertà/vita di una bambina) – tra l’azione delittuosa confessata dall’imputata e quella oggetto di accertamento in questo procedimento. Sotto questo profilo, sussiste una tale sproporzione tra i due episodi che non è consentito trarre dal primo un sicuro indice di quella capacità criminale e di quella potenza emozionale che inevitabilmente costituirebbero il substrato psichico per la realizzazione dell’altro.
( cfr. sentenza fg. 84-87 )
Quindi secondo i primi Giudici non è consentito trarre da quelle condotte “un sicuro indice di quella capacità criminale” idonea a commettere il reato ben più grave del sequestro di Denise.
Non può non rilevarsi un ragionamento miope nella misura in cui soccorrono, al riguardo, le regole di esperienza che, dal 2004 a oggi hanno condotto il Legislatore a rivalutare questi “comportamenti anomali”, apparentemente innocui, che nella maggior parte dei casi, sono sfociati in omicidi del partner e in delitti estremamente allarmanti ( famiglie intere sterminate dai vicini di casa), tipicizzando tali condotte con una fattispecie specifica quale ad esempio l’art. 612 bis c.p., ulteriormente aggravato, recentemente, con una novella varata con il c.d. pacchetto sicurezza dell’agosto 2013 .
Tutto questo appare indispensabile per inquadrare, nella corretta visione e all’interno dell’alveo della persecuzione ossessiva, il numeroso e circostanziato elenco di condotte e comportamenti che il dibattimento ci ha consegnato .
I Giudici hanno bollato come “penalmente insignificante” la condotta di Anna Corona, sminuendo, i plurimi comportamenti, della stessa, essenzialmente, nella divulgazione di un segreto. ( continua)

___________________________________________________________________________________________________

domenica 9 marzo 2014

PIERA MAGGIO: RIVOGLIO MIA FIGLIA!!


MISSING DENISE PIPITONE - RIVOGLIO MIA FIGLIA!!
===> Pagina Fan e Profilo UFFICIALE :
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/
=> 2° Profilo Ufficiale Missing Children Denise Pipitone ( Piero Pulizzi )
=> 2° Gruppo www.facebook.com/groups/80318663328
=> 2° Pagina Fan https://www.facebook.com/pages/Missing-Denise-Mp-cerchiamodeniseit-Gruppo-fondato-da-Piera-Maggio/227346334003135
 

_____________________________________________________________________________________

venerdì 14 marzo 2014

DENISE, TI RICORDI DELL'ANGELO SERAFINO IL TUO COMPAGNO DI GIOCHI CON CUI RECITAVI LE PREGHIERINE ?

MISSING DENISE PIPITONE - DENISE, TI RICORDI DI SERAFINO IL TUO COMPAGNO DI GIOCHI CON CUI RECITAVI LE PREGHIERINE ?
LE PREGHIERE DELL'ANGELO SERAFINO >>
http://www.cerchiamodenise.it/angeloserafino.htm


>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :

===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/
=> 1° Gruppo www.facebook.com/groups/missingdenisemp
=> 2° Gruppo www.facebook.com/groups/80318663328
=> 2° Profilo Ufficiale www.facebook.com/missing.pipitone (Piero Pulizzi)
=> 2° Pagina Fan www.facebook.com/pages/Missing-Denise-Mp-cerchiamodeniseit-Gruppo-fondato-da-Piera-Maggio/227346334003135

____________________________________________________________________________________

venerdì 21 marzo 2014

Mazara del Vallo: Il ricordo di Denise Pipitone dimenticato nella “Villa al mare”

Il ricordo di Denise Pipitone dimenticato nella “Villa al mare”

Fa certamente molta sensazione e fa riflettere quel cartello quasi per terra che campeggia davanti a quell'alberello, molto trascurato, dedicato alla piccola Denise Pipitone scomparsa l'1 Settembre 2004 davanti alla sua abitazione di via

Domenico La Bruna. Teatro dello scempio è la villa Jolanda, una delle due ville in città.
Quell'alberello ed il cartello augurante il buon compleanno a Denise Pipitone fu piantato nel 2006 in occasione del sesto compleanno della piccola, un ricordo voluto dai suoi compagni di scuola.
L'inciviltà di qualcuno in questi anni ha prodotto i suoi effetti tanto che la stessa Piera Maggio, madre di Denise, dichiarò: in un'occasione: "la città non dimentica Denise, anche se alcuni gesti mi fanno molto riflettere, vedi una stella in pietra, donatami e collocata nell'alberello dedicato a Denise, a villa Jolanda, però rubata dopo qualche giorno". Beh cara Piera Maggio non siamo d'accordo, forse sarebbe meglio dire, e lo facciamo con molta tristezza ed anche rabbia, che la Città si ricorda di Denise Pipitone solo il 1 settembre di ogni anno, per ricordarne la scomparsa, e solo il 26 ottobre, per ricordarne il compleanno.
Quanto è evidente nella villa comunale è un ottimo indicatore dell'attenzione prestata al caso, mai risolto, della piccola Denise. Certamente vanno da stigmatizzare i vandali, chissà forse gli stessi che hanno rotto alcuni vasi in ceramica animati –come sottolineato dal primo cittadino- da motivi politici, ma nessuno si è accorto delle condizioni di quel cartello (vedi foto), ormai arrugginito (assicuriamo che stavolta non è colpa dello scirocco che ci lascia tranquilli da giorni), e dell'alberello? Abbiamo notato che le stesse condizioni persistono da mesi.
Eppure quasi ogni mattina una squadra di operai comunali sembra impegnata a pulire e potare le piante della stessa villa, definita pochi anni fa dal sindaco Cristaldi la "villa al mare" perché appunto davanti alla "spiaggia in città".
Possibile che nessuno si sia accorto di questo scempio ed atto ignobile, possibile che nessuno (anche fra i molti attenti su facebook a rapportare commenti etc.) abbia riferito al primo cittadino dell'accaduto? Insomma la stessa disattenzione prestata quando nella parte anteriore del vicino Arco Normanno comparvero alcune scritte con lo spray; anche allora le istituzioni lo vennero a sapere a mezzo stampa.   (Fonte: PrimaPagina Mazara)   21-03-2014 8,40

*****
DAL PROFILO UFFICIALE FB ===> www.facebook.com/missing.d.mp  Piera Maggio ha risposto:
Grazie, per aver portato alla luce quello che NOI abbiamo sempre notato negli anni, e che ci ha fatto male, tanto da decidere di fare finta che questo luogo Dedicato a Denise, non esistesse.

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi
e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/
=> 1° Gruppo www.facebook.com/groups/missingdenisemp
=> 2° Gruppo www.facebook.com/groups/80318663328
=> 2° Profilo Ufficiale www.facebook.com/missing.pipitone (Piero Pulizzi)
=> 2° Pagina Fan www.facebook.com/pages/Missing-Denise-Mp-cerchiamodeniseit-Gruppo-fondato-da-Piera-Maggio/227346334003135
_____________________________________________________________________________________

domenica 23 marzo 2014

Piera Maggio e Piero Pulizzi: “Denise va ricordata coi fatti e non solo a parole” Denise non va solo ricordata....

Piera Maggio e Piero Pulizzi: “Denise va ricordata coi fatti e non solo a parole”
 Denise non va solo ricordata, va invece tenuta l'attenzione dovuta ad una bambina scomparsa, no morta". Il processo d'appello legato alla vicenda del suo presunto rapimento inizierà il 18 aprile a Palermo.


Piera Maggio e Piero Pulizzi: “Denise va ricordata coi fatti e non solo a parole”
"Noi abbiamo sempre notato negli anni e che ci ha fatto male, tanto da decidere di fare finta che questo luogo dedicato a Denise, non esistesse". Questo è quanto affermato da Piera Maggio e Piero Pulizzi (entrambi in foto), madre e padre della piccola Denise Pipitone,
a seguito della nostra pubblicazione lo scorso 21 marzo di un articolo relativo alle cattive condizioni del cartello e dell'alberello, presso la centralissima Villa Jolanda, dedicato appunto alla bambina scomparsa l'1 Settembre 2004 davanti alla sua abitazione di via Domenico La Bruna.
L'alberello ed il cartello augurante il buon compleanno a Denise Pipitone fu piantato il 26 ottobre 2006 in occasione del sesto compleanno della piccola, un ricordo voluto dai suoi compagni di scuola. Da mesi si trova in stato di evidente abbandono l'aiuola che dovrebbe ricordare la scomparsa della piccola Denise Pipitone.
Già alcuni anni fa ignoti rubarono una stella in pietra donata e collocata vicino lo stesso alberello di villa Jolanda. Non ci si spiega come mai nessuno dei diversi operai comunali che quotidianamente sono impegnati nella pulizia della stessa villa comunale non abbiano notato le cattive condizioni di quel cartello, ormai arrugginito e dell'alberello (foto 2).
Così Piera Maggio e Piero Pulizzi hanno dichiarato: "volutamente non abbiamo più parlato di questo luogo; credeteci ci ha fatto tanto male vedere la trascuratezza e l'incuria di quel posto, figuratevi che un paio di mesi fa l'albero si stava strozzando con un filo di ferro che un tempo era conficcato nel terreno. Se al ricordo di Denise, per le istituzioni solo l'1 settembre quando scomparsa, ed il 26 ottobre, giorno del suo compleanno, seguissero anche i fatti sarebbe anche meglio e lodevole. Comunque –hanno concluso- Denise non va solo ricordata, va invece tenuta l'attenzione dovuta ad una bambina scomparsa, no morta". Il processo d'appello legato alla vicenda del suo presunto rapimento inizierà il 18 aprile a Palermo.
23-03-2014 11,50   Fonte: Primapaginamazara.it

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/
=> 1° Gruppo www.facebook.com/groups/missingdenisemp
=> 2° Gruppo www.facebook.com/groups/80318663328
=> 2° Profilo Ufficiale www.facebook.com/missing.pipitone (Piero Pulizzi)
=> 2° Pagina Fan www.facebook.com/pages/Missing-Denise-Mp-cerchiamodeniseit-Gruppo-fondato-da-Piera-Maggio/227346334003135

___________________________________________________________________

venerdì 28 marzo 2014

Dal profilo fb, dell'avv. Frazzitta Giacomo. Caso Denise: continua pubblicazione parti dell'appello proposto da Piera Maggio.......


Dal profilo fb, dell'avv. Frazzitta Giacomo.
Caso Denise: continua pubblicazione parti dell'appello proposto da Piera Maggio e parti della sentenza di assoluzione di Jessica Pulizzi: "Appare quanto mai distonico, sotto il profilo logico, considerare, come hanno fatto i primi Giudici, che gli sguardi “storti” lanciati dall’imputata possano essere “il frutto di un plausibile ( e, forse, inevitabile) "contegno" non essendo esigibile nei confronti di una persona adolescente …….reprimere un sentimento di curiosità e da impedirle di soffermarsi con lo sguardo su chi sospetti essere sua sorella”.
Ammissibile potrebbe apparire tale comportamento, se non fosse costellato da tutte le altre inequivocabili condotte, penalmente rilevanti, quali:
- i disturbi telefonici;
- le ingiurie per strada;
- le minacce telefoniche;
- i pedinamenti all’uscita dal lavoro di Piera Maggio;
- i ripetuti passaggi diretti ad osservare insistentemente la piccola Denise nei pressi del domicilio di via D. La Bruna;
- il taglio delle ruote;
sequela di condotte che, certamente, si caratterizza, per un unico obbiettivo, rendere la vita impossibile a Piera Maggio .
A tal proposito, è inesatto sostenere che Piera Maggio non reagiva alle vessazioni di Jessica, tranne che in alcuni episodi in cui la giovane Jessica ha superato di molto il limite.
Infatti, Piera Maggio, ha riferito di essersi rivolta alla cognata, di Anna Corona, Giovanna Marino, nonchè più volte a Piero Pulizzi, ma in ogni caso il “contegno” – correttamente utilizzando questo vocabolo, che etimologicamente ha una accezione positiva del comportamento, in questo contesto grammaticale e non anche in quello utilizzato in sentenza, perché in ogni caso non può definirsi “contegno” quello di Jessica Pulizzi - tenuto da Piera Maggio in tutte le occasioni provocate da Jessica era di indifferenza per evitare di dare adito a ulteriori e ben più gravi episodi, anche se ciò non è servito a nulla .
La regola di esperienza, in casi simili, conferma che molte delle persone che subiscono i comportamenti vessatori, anche silenziosamente vessatori, non reagiscano né pongano in essere cautele particolari - per esempio per strada - proprio per evitare l’acuirsi degli stessi .

Orbene le sopradescritte condotte non incorrono, certamente, nel rischio di essere suggestive essendo circostanziate, caratterizzate da comportamenti univocamente diretti ad ossessionare Pietra Maggio e i suoi familiari, elementi questi che secondo ormai regole di esperienza consolidate perimetrano le c.d. relazioni “malate” scaturenti da separazioni non elaborate .
In Sentenza si legge : Anche qui sempre allo scopo di rimuovere il rischio di incorrere in suggestioni devianti riguardo all’”intensità” ed “eccezionalità” di tali sentimenti deve sottolinearsi la radicale ed evidente eterogeneità – sui concorrenti piani della gravità e dei beni giuridici lesi ( le ruote di un’ autovettura; la libertà/vita di una bambina) – tra l’azione delittuosa confessata dall’imputata e quella oggetto di accertamento in questo procedimento. Sotto questo profilo, sussiste una tale sproporzione tra i due episodi che non è consentito trarre dal primo un sicuro indice di quella capacità criminale e di quella potenza emozionale che inevitabilmente costituirebbero il substrato psichico per la realizzazione dell’altro.
( cfr. sentenza fg. 84-87 )
Quindi secondo i primi Giudici non è consentito trarre da quelle condotte “un sicuro indice di quella capacità criminale” idonea a commettere il reato ben più grave del sequestro di Denise.
Non può non rilevarsi un ragionamento miope nella misura in cui soccorrono, al riguardo, le regole di esperienza che, dal 2004 a oggi hanno condotto il Legislatore a rivalutare questi “comportamenti anomali”, apparentemente innocui, che nella maggior parte dei casi, sono sfociati in omicidi del partner e in delitti estremamente allarmanti ( famiglie intere sterminate dai vicini di casa), tipicizzando tali condotte con una fattispecie specifica quale ad esempio l’art. 612 bis c.p., ulteriormente aggravato, recentemente, con una novella varata con il c.d. pacchetto sicurezza dell’agosto 2013 .
Tutto questo appare indispensabile per inquadrare, nella corretta visione e all’interno dell’alveo della persecuzione ossessiva, il numeroso e circostanziato elenco di condotte e comportamenti che il dibattimento ci ha consegnato .
I Giudici hanno bollato come “penalmente insignificante” la condotta di Anna Corona, sminuendo, i plurimi comportamenti, della stessa, essenzialmente, nella divulgazione di un segreto. ( continua)


***

02 aprile 2014 - Caso Denise : prosegue pubblicazione atto di appello proposto da Piera Maggio : "A sostegno di queste valutazioni il Primo Decidente si adagia acriticamente sulle dichiarazioni della Pulizzi Jessica e sul riscontro che ne dà la sorella Alice, giungendo ad affermare che “la normalità quotidiana” raccontata dalla Pulizzi - ma non riscontrata altrimenti, aggiunge lo scrivente, - “appare incongrua con la preordinazione del delitto e con l’avvicinarsi del momento della sua realizzazione la circostanza che Jessica Pulizzi la mattina del I° settembre 2004 fu impegnata in azioni quotidiane, ( acquisto indumenti; prelievo ematico; iscrizione a scuola), neppure in grado di porsi quali “alibi” rispetto al fatto delittuoso”( cfr. sentenza fg 49).
Con questa affermazione i primi Giudici danno conferma che l’intento difensivo di Jessica Pulizzi è stato raggiunto poiché è proprio questo suo “normale” svolgersi quotidiano delle faccende che, se da un lato secondo i Giudici non è idoneo a dare un alibi , dall’altro, però, consente di dimostrare la sua non colpevolezza, proprio per la normale sequela di incontri e disbrigo di affari domestici che mal si concilia con il grave evento che quella mattina avrebbe commesso.
Ma ciò non di meno, potrebbe avere una suo fondato motivo di essere se, i fatti narrati dall’imputata trovassero un riscontro obbiettivo nelle testimonianze dei vari testimoni, in caso contrario va considerato mendace il racconto che la stessa propone di quella mattina .
In primo luogo, va considerato che Jessica Pulizzi venne sentita il 2 e il 3 settembre del 2004 dando una versione totalmente mendace , ma secondo i Giudici del Tribunale ciò è dipeso dalla giovane età, 17 anni, e dall’ “immaturità del comportamento tenuto dalla Pulizzi ( così come emerge dalle conversazioni intercettate all’interno del commissariato) nel confrontarsi con la gravità del delitto e con i rischi di un suo coinvolgimento nelle indagini.”
Davvero si stenta a comprendere il percorso logico dei Giudici, in contro tendenza rispetto alle regole di esperienza millenarie di valutazione delle dichiarazioni reticenti e mendaci rese nell’immediatezza dalle persone informate dei fatti, la cui posizione subito dopo si aggrava.
Inoltre, non si considera che essendo all’epoca minorenne vi era la presenza di un prossimo congiunto nelle due occasioni in cui è stata escussa. Infatti, il 2 settembre vi era presente la nonna materna e il 3 settembre Anna Corona che viene anch’ella sentita nella medesima occasione, per cui ciò avrebbe dovuto indurre la stessa a far riflettere la figlia su quanto effettivamente compiuto nella giornata del I° settembre .
Inoltre, se Jessica Pulizzi è immatura per cogliere il valore della sua dichiarazione mendace in relazione alla gravità del delitto e ai rischi connessi di un suo coinvolgimento, appare contraddittorio il fatto che i Giudici affermino, allorquando si riferiscono al movente, che vi è sproporzione tra l’eccezionalità dell’evento e le condotte che la stessa aveva posto in essere precedentemente contro Piera Maggio .
Si accostano i due punti motivazionali in forte contraddizione :

Anche qui sempre allo scopo di rimuovere il rischio di incorrere in suggestioni devianti riguardo all’”intensità” ed “eccezionalità” di tali sentimenti deve sottolinearsi la radicale ed evidente eterogeneità – sui concorrenti piani della gravità e dei beni giuridici lesi ( le ruote di un’ autovettura; la libertà/vita di una bambina) – tra l’azione delittuosa confessata dall’imputata e quella oggetto di accertamento in questo procedimento. Sotto questo profilo, sussiste una tale sproporzione tra i due episodi che non è consentito trarre dal primo un sicuro indice di quella capacità criminale e di quella potenza emozionale che inevitabilmente costituirebbero il substrato psichico per la realizzazione dell’altro.
( cfr. sentenza fg. 84-87 )

“immaturità del comportamento tenuto dalla Pulizzi ( così come emerge dalle conversazioni intercettate all’interno del commissariato) nel confrontarsi con la gravità del delitto e con i rischi di un suo coinvolgimento nelle indagini” ( cfr. sentenza fg. 172 -173)
La contraddizione motivazionale appare in tutta la sua amplificata evidenza, perché se l’imputata da un lato per i Giudici è immatura per cogliere il senso della gravità delle mendaci dichiarazioni e nel confrontarsi, in tal senso, con il delitto e allora, a maggior ragione, per altro verso, è immatura al punto da non cogliere la gravità del gesto da lei commesso, ergo è possibile trarre dalle condotte poste in essere prima del sequestro della piccola Denise un sicuro indice di quella capacità criminale, rilevabile appunto nell’immaturità .
......
Orbene, le dichiarazioni mendaci dei primi due giorni compromettono alla genesi la credibilità di Jessica Pulizzi, al di là della valutazione sull’immaturità dell’imputata che, in ogni caso, se presa in considerazione deve essere valutata applicandola come parametro di misura in ogni momento del suo comportamento.
Né tanto meno l’”immaturità” può influenzare positivamente la condotta dell’imputata, divenendone giustificazione.
A questo punto, va fatto un passo alla volta e, va precisato che Anna Corona venne escussa dai Carabinieri il 1 settembre 2004 e il 3 settembre 2004 dai Pubblici Ministeri e dal Capitano dei Carabinieri presso la Stazione di Mazara del Vallo .
La figlia Jessica Pulizzi venne escussa il 2 settembre del 2004 dagli agenti del Commissariato di P.S. e il 3 settembre del 2004 dai Pubblici Ministeri e dal Capitano dei Carabinieri presso la stazione di Mazara del Vallo.
Ordunque, secondo le regole di esperienza e, in considerazione del particolare rapporto che vi era tra madre e figlia, se la minore Jessica, interrogata da due magistrati e da diversi Carabinieri, non coglie, per la sua immaturità, il senso di quello che le sta accadendo, tuttavia non può reputarsi verosimile che le due donne sentite ripetutamente nei giorni immediatamente seguenti non si comunicassero quanto da loro riferito agli inquirenti .
Orbene, la Corona Anna pur essendo, contemporaneamente, Jessica presso la caserma dei Carabinieri, per essere sentita dagli inquirenti nulla, dice sul I° settembre con riferimento a quanto fatto dalla figlia, né tanto meno, può apparire verosimile che la figlia, non abbia parlato con la madre su quanto da lei riferito agli inquirenti" . ( continua)

***
04 aprile 2014 - Dal profilo FB, dell'avv. Giacomo Frazzitta.
Caso Denise: ecco cosa scrivono i Giudici sull'intervento delle forze dell'ordine a casa della Corona alle 15:30 del 1 settembre 2004:"Invece, in maniera completamente contraria alla corretta applicazione dei criteri di riscontro affermano: “Nessun valore probatorio può attribuirsi ai vaghi ricordi sul punto degli agenti di P.G. : al riguardo, appare implausibile che i testi, a distanza di otto anni e pur non avendo maturato alcuna incertezza sull’appartenenza dell’appartamento, abbiano conservato il ricordo di un gesto così marginale ( ed apparentemente ) insignificante, soprattutto ove si consideri il contesto di una rievocazione estremamente lacunosa e spesso reciprocamente contraddittoria” ( cfr. sentenza fg.207)
Orbene, appare in tutta la sua evidenza la parcellizzazione della valutazione indiziaria sul punto, non potendo residuare alcun dubbio che sia stata la Corona a farli entrare in quell’abitazione, avendolo confermato in udienza ed essendo stato riscontrato questo dato dai testimoni qualificati quali gli stessi agenti che vissero in prima persona la vicenda .
I primi Giudici, a questo punto dopo l‘analisi delle dichiarazioni dei verbalizzanti e della vicine di casa della Corona, ossia, Giacoma Pisciotta e la figlia Emanuela Di Giorgi proseguono lo sviluppo logico motivazionale schematizzando la vicenda come segue : “Occorre a questo punto soffermarsi, al fine di valutare le risultanze probatorie in ordine al supposto “raggiro” posto in essere da Anna Corona su tre aspetti significativi trattati dai testi di P.G. :
- le ragioni dell’incontro con la Corona …..
-sul soggetto che formulò la proposta di proseguire il colloquio all’interno dell’abitazione posta al pian terreno …..
-sull’attività di perlustrazione svolta all’interno di quell’appartamento, che se effettuata (peraltro con il consenso della Corona ) assumerebbe decisivo valore probatorio oltre che dell’erroneo convincimento in cui incorsero gli agenti di p.g. circa l’appartenenza dell’abitazione anche dei raggiri posti in essere dalla Corona.
In relazione al primo aspetto, Tumbiolo, Accomando e Di Girolamo hanno riferito di essersi recati a casa della Corona per ricercare la bambina scomparsa . ( cfr. Sentenza fg. 205).
Partendo dal primo dei quesiti posti dai Giudici su “le ragioni dell’incontro con la Corona “ il Tribunale reputa che la cronologia degli eventi porta a ritenere al contrario che gli agenti di P.G. si recano a casa di Anna Corona per cercare Piero Pulizzi, infatti, dapprima si erano recati nell’abitazione di quest’ultimo in via Valdemone non trovandolo, per cui giungono alla convinzione che : “Sotto questo profilo, più coerente appare la spiegazione offerta dalle altre persone presenti all’incontro, le quali hanno in sostanza affermato di aver compreso che quella visita s’inseriva nel contesto della ricerca ( non di Denise ma di ) Pietro Pulizzi. ( Cfr. sentenza fg. 207)
Questo passaggio della sentenza si caratterizza per una particolare miope pignoleria con riguardo alle ragioni che condussero quei poliziotti verso casa di Anna Corona .
Infatti nessun contributo possono offrire le persone presenti ossia ( Anna Corona, Jessica Pulizzi Giacoma Pisciotta e Emanuela Di Giorgi) in quanto gli agenti nello svolgimento delle loro funzioni, mantengono, proprio per le ragioni di segretezza investigativa, un qual certo rigore nello spiegare i motivi del loro intervento, questo ce lo insegna la regola di esperienza, per cui rilevare dalle dichiarazioni dei soggetti che erano oggetto della loro verifica le vere motivazioni del loro intervento appare illogico oltre che fuorviante .
Non bisogna perdere di vista il punto centrale della vicenda ossia che gli agenti apprendono a casa di Piera Maggio la vera paternità di Denise, per cui si recano a casa del Pulizzi, per cercare la bambina e non trovandolo giungono a casa di Anna Corona, ma oggetto della ricerca è sempre la bambina .
Tant’è che lo indicano anche nella annotazione di servizio redatta contestualmente ai fatti .
In quell’annotazione redatta il 2 settembre, si fa riferimento all’attività da loro svolta il 1° settembre, nel pomeriggio, e i testi tutti riferiscono quanto annotato ossia che si sono portati a casa di Anna Corona, dopo che non hanno trovato il Pulizzi nella propria casa, e “che la Corona li faceva accomodare in casa, dando modo di verificare che nell’interno non vi era la presenza della minore oggetto di ricerche.” ( Cfr Annotazione del 2 settembre del Commissariato di P.S. ) (Continua)

***
04 aprile 2014 - Caso Denise: valutazioni conclusive dei Giudici sull'intervento delle forze dell'ordine a casa di Anna Corona : "Orbene la macroscopica contraddizione in cui inciampa il Tribunale viene estremizzata nelle sue conclusioni laddove afferma, fra l’altro che : “ …appare ben più plausibile che i ricordi (incerti e parziali) del Di Girolamo ( e degli altri operanti di P.G.) siano stati profondamente condizionati da esperimenti induttivi, tutti fondati sulle (false) premesse che (anche) in quei momenti essi erano impegnati nella ricerca della bambina . Ed invero appare ben più verosimile, per le ragioni già indicate, che essi in realtà stessero cercando Pietro Pulizzi, padre “occulto” della bambina e che neppure fossero ancora emersi i conflitti tra Anna Corona e Pietra Maggio.
Per le ragioni esposte, la circostanza sottoposta ad analisi deve ritenersi radicalmente incerta nella sua verificazione, così da dover essere del tutto estromessa nel complessivo ragionamento probatorio” ( Cfr. sentenza fg. 208-209)  (ID EST !)

Quindi secondo i primi Giudici trattasi di “ ricordi condizionati da esperimenti induttivi, tutti fondati sulle (false) premesse”, questo giudizio potrebbe fondarsi su una sua ragione logica nel momento in cui non vi fosse l’ accertamento, indicato nell’annotazione descrittiva dell’attività del I° settembre svolta a casa di Anna Corona , di cui al rilievo urgente sui luoghi e sulle cose, avente funzione descrittiva di fatti e situazioni, compiuti in via d’urgenza, prima dell’assunzione della direzione delle indagini da parte del Pubblico ministero.

Ma se, oltre all’accertamento urgente, ci sono a distanza di 8 anni anche le testimonianze degli Ufficiali d P.G. provenienti dai due organismi Carabinieri e Polizia, che hanno partecipato alla attività irripetibile, si appalesa in tutta la sua incomprensibile erroneità in diritto e in fatto la “inaffidabilità di dati probatori” affermata dai Primi Giudici." ( continua)
 

_____________________________________________________________________________________

mercoledì 9 aprile 2014

DENISE TI STIAMO CERCANDO! IN QUESTA FOTO HAI MENO DI 4 ANNI......


DENISE TI STIAMO CERCANDO! IN QUESTA FOTO HAI MENO DI 4 ANNI
, SEI IN BRACCIO ALLA TUA MAMMA PIERA. SE RIESCI A RICORDARE QUALCOSA METTITI IN CONTATTO CON NOI! CI MANCHI TANTO!  (Condividi e fate condividere, in aiuto nella ricerca di Denise) Grazie anticipatamente per la collaborazione

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/
=> 1° Gruppo www.facebook.com/groups/missingdenisemp
=> 2° Gruppo www.facebook.com/groups/80318663328
=> 2° Profilo Ufficiale www.facebook.com/missing.pipitone (Piero Pulizzi)
=> 2° Pagina Fan www.facebook.com/pages/Help-us-find-Denise-Pipitone/227346334003135

LINK QR CODE: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10152198876089283&set=a.10152198874739283.1073741842.301565724282&type=1

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10152369747059283&set=a.310285554282.183299.301565724282&type=1&theater

_________________________________________________________

venerdì 11 aprile 2014

INIZIATIVA DIFFONDI E TIENI NEL TUO CELLULARE LA FOTO IN QR CODE DI DENISE CHIEDIAMO A TUTTI VOI DI ADERIRE A QUESTA RICHIESTA....

 INIZIATIVA DIFFONDI E TIENI NEL TUO CELLULARE LA FOTO IN QR CODE DI DENISE  CHIEDIAMO A TUTTI VOI DI ADERIRE A QUESTA RICHIESTA. Basta  scaricare, (copiare) questa immagine sullo smartphone ed inviatela via whatsapp, Line, Telegram, Viber etc.. ai vostri contatti telefonici ! (DIFFONDI QUESTA INIZIATIVA) grazie (DIFFONDI CONDIVIDI SCARICA)

Download LINK QR CODE MISSING DENISE PIPITONE: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10152198876089283&set=a.10152198874739283.1073741842.301565724282&type=1
>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/
=> 1° Gruppo www.facebook.com/groups/missingdenisemp
=> 2° Gruppo www.facebook.com/groups/80318663328
=> 2° Profilo Ufficiale www.facebook.com/missing.pipitone (Piero Pulizzi)
=> 2° Pagina Fan www.facebook.com/pages/Help-us-find-Denise-Pipitone/227346334003135

_________________________________________________________________________

sabato 12 aprile 2014

IL 18 A PALERMO, INIZIA IL PROCESSO DI APPELLO NEI CONFRONTI DELL'IMPUTATA JESSICA PULIZZI E GASPARE GHALEB.

VOGLIAMO DENISE LIBERA, VOGLIAMO GIUSTIZIA, I BAMBINI NON SI TOCCANO.....
DENISE PIPITONE: Venerdì 18 inizia in Corte di Appello a Palermo il Processo contro Pulizzi Jessica e Gaspare Ghaleb.
 VOGLIAMO DENISE LIBERA, VOGLIAMO GIUSTIZIA, I BAMBINI NON SI TOCCANO...

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it
/

___________________________________________________________________________________________

mercoledì 16 aprile 2014

Caso Denise: Dal profilo fb, dell'avv. Giacomo Frazzitta. La motivazione dei Giudici di Marsala sulla frase di Jessica " quannu eru cu Alice a pigghiai e a casa c'ha purtà"

Caso Denise: Dal profilo fb, dell'avv. Giacomo Frazzitta.
Intanto venerdì 18 inizia in Corte di Appello a Palermo il Processo contro Pulizzi Jessica e Gaspare Ghaleb.
Caso Denise: vi posto la motivazione dei Giudici di Marsala sulla frase di Jessica " quannu eru cu Alice a pigghiai e a casa c'ha purtà" : Il Tribunale afferma : “…Jessica, nel momento in cui domanda alla madre della somiglianza di Denise al padre ( e a lei stessa), abbassa il tono della voce ( per il timore di essere ascoltata o intercettata) e rivela per la prima volata che “ quando ero con Alice ho preso ( n.d.r. la bambina) e a casa glielo ho portata ( n.d.r a papà).
A quel punto Anna Corona, dopo neppure un secondo, divenuta consapevole della gravità della situazione e, ritenendo di potere essere intercettata ( quindi intuendo di dovere occultare le inevitabili emozioni connesse alla confessione), senza cambiare tono della voce ripete la domanda formulata appena prima della rivelazione rispondendo e domandando nuovamente : “Va boh, ti dico, tu problemi cu Dio ci n’hai?”.
Dopo due-tre decimi di secondo Jessica, avendo intuito ciò che la madre gli sta implicitamente suggerendo (ovvero di “riprendersi” e continuare a fingere), alza nuovamente la voce e, cambiando argomento, afferma : “no però già lu dissi io quannu …era” ( Cfr. sentenza fg. 155)
L’ipotesi appena sposata dal Collegio fonda su due elementi, il primo riguardante l’argomento trattato dalle due donne inerente alla somiglianza tra Denise -Jessica-Pietro Pulizzi.
Questo argomento consente di far individuare alla frase, anche, il senso sottinteso riguardante il luogo dove avrebbe portato la bambina, ossia a casa del padre Pietro Pulizzi.
Il secondo elemento che depone, secondo il Tribunale, a sostegno di questa interpretazione è “il tono basso con cui Jessica pronuncia la frase, il quale costituisce il segno della volontà di non consentirne la percezione all’esterno. Sotto questo profilo, costituisce regola logica quella secondo la quale la volontà di nascondimento riveli l’esistenza di un qualcosa da occultare. Nel caso di specie, poiché l’argomento trattato in precedenza è la “somiglianza di Denise” e poichè i diversi contesti della conversazione ( il commissariato; i sospetti degli investigatori; le domande della madre) afferiscono tutti ad una bambina che è stata “prelevata e portata altrove”, l’operazione di occultamento potrebbe riguardare proprio una bambina “prelevata e portata al padre” .
Tuttavia, nonostante lo sviluppo logico argomentativo proposto dal collegio l’ipotesi appare secondo i Giudici “non anche di probabile o di altamente probabile verificazione” ( Cfr. sentenza fg. 156)
Infine l’ultima ipotesi che i Giudici prendono in considerazione è quella secondo cui, anche, solo l’omissione di una singola parola possa incidere in modo decisivo sul significato di una frase.
In questa visione, le espressioni utilizzate da Jessica in quella conversazione, caratterizzata da un contesto provocatorio in cui si muovevano le due interlocutrici, è possibile che :” lo strumento non sia riuscito a registrare un’espressione rivelatrice del riferimento che Jessica fece alle parole degli investigatori, con ciò offrendo un significato esplicito di quella frase radicalmente diverso da quello autentico ( n.d.r. mi ripetono continuamente che / come fanno a credere che / dicono che i testimoni mi hanno visto / dice che / dice : quando ero con Alice ho preso e a casa glielo ho portata) (cfr. sentenza 163-164)
Orbene, la forzata impostazione, che nell’apparato motivazionale, hanno dato i Giudici del Tribunale, fortemente caratterizzata da un’autoreferenzialità delle dichiarazioni dell’indagata o dal riscontro che queste hanno con la sorella e con la madre Anna Corona determina una interpretazione distorta di tutti gli elementi indiziari caratterizzati, invece, al contrario, da univoca e precisa capacità indiziaria nei confronti di Jessica Pulizzi .
Ciò che in questo caso rileva, per quanto concerne, la frase: “quannu eru cu Alice a pigghiai e a casa c’ha purta’ ”, è che tutti i Periti chiamati ad ascoltare e trascrivere la frase, nonché, i consulenti di parte, compresi quelli dell’imputata, non hanno contestato la frase che dunque è certamente stata profferita dall’imputata .
Si esclude, categoricamente, l’ultima delle ipotesi espressa dal Tribunale, ossia che Jessica si stesse riferendo a qualcosa che le era stato rimproverato o detto dagli inquirenti in un altro momento della giornata in Commissariato.
Su questa erronea interpretazione il Tribunale versa in motivazione ben 2 pagine e mezzo da fg. 161 a fg. 163 in cui elenca “tutte le frasi in cui Jessica fece riferimento a quanto le fu detto in quei momenti” .
Uno sforzo onestamente garantista, davvero encomiabile da parte dei Giudici, ma certamente inutile, poiché:
1. non conciliabile con le argomentazioni particolarmente sensibili trattate nella porzione di conversazione oggetto della frase incriminata ( la somiglianza con Denise e non, anche, come nelle altre parti, le accuse che le venivano rivolte );
2. non compatibile con l’abbassamento del tono della voce ( infatti, nelle altre porzioni riportate in sentenza non vi è un abbassamento del tono) , anzi a rigor di logica sarebbe stato opportuno da parte della Pulizzi alzare il tono per rivendicare l’ingiusta accusa ;
3. incoerente con la reazione della madre che, così come ha fatto per tutto il periodo in cui si trovava in Commissariato, si sarebbe dovuta indignare per una così infamante accusa ( al contrario ha una reazione contenuta diretta a fermare la figlia dal ripetere la frase ( va boh !!) ;
4. condotta dell’imputata e reazione della madre assolutamente incoerenti con altre parti della conversazione in cui, invece, al contrario le due donne fanno riferimento a fatti e situazioni che le venivano addebitate dagli inquirenti .
5. Infine, entrambe le donne, sentite in udienza non hanno mai dato questa spiegazione della frase, anzi, hanno escluso di averla sentita per cui appare quanto mai anomalo che se la frase fosse stata espressa riferendosi all’ ingiusta accusa di aver prelevato la bambina rivoltale dagli inquirenti, in tutti questi anni (prima di indagine e poi di processo) l’avrebbero in qualche maniera rammentato .

_____________________________________________________________________________

giovedì 17 aprile 2014

VENERDI' 18, PROCESSO IN CORTE DI APPELLO A PALERMO I GENITORI DI DENISE, DICHIARANO...

IN PROSSIMITA' DEL PROCESSO IN CORTE DI APPELLO A PALERMO, PIERA MAGGIO E PIERO PULIZZI, DICHIARANO:
Mazara del Vallo 17 aprile 2014 - "Noi genitori di Denise, non vogliamo vendetta, vogliamo che i colpevoli del sequestro, abbiano la giusta condanna per l'azione mostruosa e disumana commessa.. confidiamo nell' appello e nella giustizia. A nessun bambino al mondo, va fatto del male"..chi ha sbagliato deve pagare..
Venerdì 18 in Corte di Appello a Palermo il Processo contro Pulizzi Jessica e Gaspare Ghaleb.

VOGLIAMO DENISE LIBERA, VOGLIAMO GIUSTIZIA, I BAMBINI NON SI TOCCANO...

_____________________________________________________________________________

venerdì 18 aprile 2014

Caso Denise, Processo in Corte di Appello: ANCHE SE MOLTO STANCHI QUESTA ATTESISSIMA GIORNATA E' ANDATA...


Mazara del Vallo 18 aprile 2014 - ANCHE SE MOLTO STANCHI QUESTA ATTESISSIMA GIORNATA E' ANDATA, la corte si è riservata di decidere nell’udienza del 16 maggio se ammettere le prove che abbiamo richiesto. Gli avvocati dell'imputata Jessica Pulizzi, si erano opposti alle riprese audio/video, in particolare di alcune trasmissioni di servizio, invece la Corte ha ammesso le riprese televisive del processo dando una specifica motivazione, per “l'interesse sociale particolarmente rilevante alla conoscenza del dibattimento”, il “rilievo a carattere internazionale dato in passato alla scomparsa di Denise” e il riconoscimento del diritto di cronaca.
Un caro saluto a tutti (PM)
Video:  http://youtu.be/waC93SkLEMI

18.04.2014 TG5 ore 20:00 Piera Maggio: " CHI SA PARLI " http://youtu.be/qLD5Tqlp7Sc

______________________________________________________________________

sabato 19 aprile 2014

Caso Denise, processo di appello: LE PAROLE DEL LEGALE - "Crediamo nella giustizia.....


Adnkronos caso Denise: LE PAROLE DEL LEGALE - "Crediamo nella giustizia, oggi siamo qui per questo. La Procura generale di Palermo e la Procura di Trapani hano impugnato la sentenza di primo grado dopo avere letto le motivazioni, riteniamo che molti aspetti escludono moltissimi elementi che invece secondo noi devono far parte del coacervo probatorio". Lo ha detto all'Adnkronos l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, che aggiunge: "Non cerchiamo un colpevole ma il colpevole. Abbiamo la certezza di quale sia il bandolo della matassa, è chiaro che aspettiamo la conferma della giustizia. Noi ci aspettiamo la riforma della sentenza di assoluzione, siamo certi che la Corte d'appello di Palermo non lascerà nulla al caso e valuterà attentamente gli elementi a disposizone".
"Noi stiamo chiedendo di procedere alla rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale per l'acquisizione dell’acquisizione del verbale di sommarie informazioni- spiega Frazzitta - rese al Commissariato di Mazara del Vallo da Jessica Pulizzi il 2 settembre 2004, al solo fine di attestare la presenza della nonna della minore ". Non solo. Il legale chiederà alla Corte d'appello presieduta da Raimondo Loforti l’acquisizione della annotazione di Polizia giudiziaria redatta il 2 settembre del 2004 da parte del Commissariato di Mazara del Vallo, "in quanto atto irripetibile". Si tratta della perquisizione in casa della vicina di Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi, come sostiene la difesa di Piera Maggio.
Inoltre verrà chiesta l'escussione del teste Battista Della Chiave, il teste sordo che in primo grado si era avvalso della facoltà di non rispondere. Infine si chiederà una "nuova perizia sulla porzione di intercettazione tra Gaspare Ghaleb e Jessica Pulizzi della cassetta di registrazione "in considerazione del fatto che l’imputata, captata in altra intercettazione, afferma di aver profferito la parola “Picciridda” parlando con Ghaleb".

Palermo, 18 apr.- (Adnkronos) - Sono ammesse le riprese audio e video del processo d'appello per la scomparsa della piccola Denise Pipitone, la bambina di quattro anni di Mazara del Vallo di cui si sono perse le tracce dieci anni fa. Il legale dell'imputata Jessica Pulizzi, Gioacchino Sbacchi, ei era detta contrario a inizio udienza perche', a suo avviso, da parte della trasmissione 'Chi l'ha visto' di Rai 3 ci sarebbe un "pregiudizio" nei confronti della sorellastra di Denise sotto accusa per sequestro di minore. Il Presidente della Corte d'Apppello Dino Lo Forti ha invece accolto la richiesta dell'accusa e della difesa di parte civile per "l'interesse sociale particolarmente rilevante alla conoscenza del dibattimento, e cio' anche in considerazione del rilievo di carattere internazionale dato in passato alla scomparsa della bambina".


18.04.2014 TG5 ore 20:00 Piera Maggio: " CHI SA PARLI " http://youtu.be/qLD5Tqlp7Sc

_________________________________________________________________________________

mercoledì 23 aprile 2014

“SOSTENIAMO DENISE CHIEDENDO INSIEME, LIBERTA’, VERITA’ E GIUSTIZIA”

“SOSTENIAMO DENISE CHIEDENDO INSIEME, LIBERTA’, VERITA’ E GIUSTIZIA” (Condividete questo post sui vostri profili e pagine. grazie)
CARISSIMI, in molti ci chiedete spesso come essere di aiuto a Denise, la nostra risposta è diffondere le locandine e il materiale messo a disposizione da noi! MA DA OGGI VORREI AGGIUNGERE ALTRO, IN CONSIDERAZIONE DEL PROCESSO IN CORSO IN CORTE DI APPELLO A PALERMO: “SOSTENIAMO DENISE CHIEDENDO INSIEME, LIBERTA’, VERITA’ E GIUSTIZIA” Vi riportiamo uno dei tanti messaggi ricevuti, da una amica come voi che ci segue:
(Più siamo e più verremo "ascoltati" o perlomeno prenderanno in considerazione che c'è una grande parte di "popolo" che appoggia l'idea di voler avere giustizia, di credere che tutto ciò un giorno avrà un lieto fine ....come nelle belle favole.) ALLORA VI CHIEDIAMO SE POTETE DI SEGUIRE IL CONSIGLIO, “INSIEME SI PUO’ FARE TANTO” Grazie (PM) (DIFFONDETE)



>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/
=> 1° Gruppo www.facebook.com/groups/missingdenisemp
=> 2° Gruppo www.facebook.com/groups/80318663328
=> 2° Profilo Ufficiale www.facebook.com/missing.pipitone (Piero Pulizzi)
=> 2° Pagina Fan www.facebook.com/pages/Help-us-find-Denise-Pipitone/227346334003135

_____________________________________________________________________________________________________

giovedì 24 aprile 2014

Chi l'ha visto? puntata del 23/04/2014 - Le ultime novità sul Processo D'appello

Chi l'ha visto? servizio su Denise Pipitone. Andato in onda il: 23/04/2014 - le ultime novità sul Processo di appello e l'intercettazione shock
Guarda il video:   http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-e3c95718-7f5d-4204-ac9c-1380b179a2a9.html
 ______________________________________________________________________________________________

mercoledì 30 aprile 2014

NOI CONTINUAMO A CERCARE DENISE VIVA. BISOGNA NON CREARE ALLARMISMI INUTILI LE NOTIZIE PRIMA DI RITENERLE FONDATE NECESSITANO DI APPROFONDIMENTI.


NOI CONTINUAMO A CERCARE DENISE VIVA.
Mazara del vallo 30 aprile - CARISSIMI,
VOGLIAMO RASSICURARE TUTTE LE PERSONE CHE IN QUESTO MOMENTO STANNO IN APPRENSIONE PER DENISE, DOPO IL LANCIO DELLA TRASMISSIONE CHI L'HA VISTO? SI TRATTA DI UNA LETTERA ANONIMA ARRIVATA NELLA LORO REDAZIONE. Intanto è il caso di non creare allarmisti inutili, le verifiche andranno fatte come sempre, in questi anni ne sono state recapitate a centinaia lettere anonime e tutte senza esito. Siamo sicuri che si tratti dell'ennesima lettera da parte di qualche sensitivo ANCHE SE ANOMIMA, come spesso accade, nella missiva non viene specificato nulla di concreto o dettagliato (come cercare un ago in un pagliaio), come sicuramente farebbe una persona che sà con certezza dei fatti avvenuti. Sistematicamente ogni qualvolta che si parla della vita di Denise, in senso positivo, ecco che si scatenano una caterva di sensitivi, che con le loro sensazione sia in positivo che in negativo parlano di dove potrebbe trovarsi la mia bambina. Oggi io mamma di Denise, chiedo una cortesia a tutti i sensitivi, pur rispettando le loro particolari sensazioni e le loro buone intenzioni, DOPO LE TANTE ESPERIENZE AVUTE IN QUESTI ANNI, VOGLIO CHE NON SI ESPRIMANO PIU' SUL CASO DENISE PIPITONE. BISOGNA NON CREARE ALLARMISMI INUTILI LE NOTIZIE PRIMA DI RITENERLE FONDATE NECESSITANO DI APPROFONDIMENTI. NOI CONTINUAMO A CERCARE DENISE VIVA. Grazie (PM)

________________________________________________________

giovedì 1 maggio 2014

In merito alla lettera anonima pervenuta alla redazione di Chi L'ha Visto? Fino a prova contraria non bisogna cucire la bara addosso AI BAMBINI SCOMPARSI!


ATTENZIONE CORTESEMENTE VI CHIEDIAMO PRIMA DI LEGGERE E DOCUMENTARVI. grazie >>

In merito alla lettera anonima pervenuta alla redazione di Chi L'ha Visto?  Fino a prova contraria non bisogna cucire la bara addosso AI BAMBINI SCOMPARSI! Non bisogna creare allarmismi inutili, le notizie prima di ritenerle fondate necessitano di approfondimenti. cerchiamo di non creare bolle di sapone. NOI CONTINUIAMO A CERCARE DENISE VIVA!! (PM)
***
Sicuramente andranno fatte come sempre le verifiche dovute, in questi anni ne sono state recapitate a centinaia di migliaia lettere anonime e tutte senza esito. Siamo sicuri che si tratti dell'ennesima lettera da parte di qualche sensitivo, medium, ANCHE SE ANOMIMA come spesso accade. Nella missiva non viene specificato nulla di concreto o dettagliato (come cercare un ago in un pagliaio), come sicuramente farebbe una persona che sà con certezza dei fatti avvenuti. Sistematicamente ogni qualvolta che si parla della vita di Denise, in senso positivo, ecco che si scatenano una caterva di sensitivi, che con le loro sensazione sia in positivo che in negativo parlano di dove potrebbe trovarsi la mia bambina. Oggi io mamma di Denise, chiedo una cortesia a tutti i sensitivi, medium ect.. pur rispettando le loro particolari sensazioni e le loro buone intenzioni, DOPO LE TANTE ESPERIENZE AVUTE IN QUESTI ANNI, VOGLIO CHE NON SI ESPRIMANO PIU' SUL CASO DENISE PIPITONE. BISOGNA NON CREARE ALLARMISMI INUTILI LE NOTIZIE PRIMA DI RITENERLE FONDATE NECESSITANO DI APPROFONDIMENTI. NOI CONTINUAMO A CERCARE DENISE VIVA. Grazie (PM)

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/


***

02 maggio 2014 - DAL PROFILO FACEBOOK DELL'AVV. GIACOMO FRAZZITTA, ECCO COSA HA SCRITTO E RISPOSTO RIGUARDO AI SENSITIVI/MEDIUM:
In queste ore ho avuto uno scambio di opinioni con una veggente/sensitiva e vi allego le mie risposte leggete:
14 ore fa Giacomo Frazzitta

Carissima essere veggente non è un problema è un problema dire cose del tipo è morta o è viva senza avere certezze ...se lei è una veggente e scrive "so che la bimba si trova seppellita in via Roma a Mazara" ...sa cosa le dico, venga lei personalmente a cercarla, ma appena non la trova io personalmente la prenderei a calci in culo. Logicamente non mi riferisco a Lei ma in genere ai ciarlatani e truffatori che dicono di esser veggenti e sparano tragedie non avendo rispetto del dolore di una madre . Quindi basta per sempre con i veggenti e sensitivi..vadano ad prender in giro altri . Buona serata e continui a seguirci

13 ore fa Giacomo Frazzitta
Carissima non ce l'ho con lei. Ma lei dice di essere veggente e di sapere che Denise è viva. Bene venga e ci dica dov'è altrimenti anche lei non parli più. Non penso che la distanza sia un problema per un caso così importante. Se lei fosse davvero una veggente e sapesse dove è Denise veramente verrebbe subito. Forse é meglio dire che lei come tanti di noi ha la speranza che denise sia viva. Certezza vuol dire sapere dov'è e se lei ha la certezza venga la trovi altrimenti non dica più sciocchezze. Mi scusi se sono così crudo.

__________________________________________________________________

sabato 3 maggio 2014

MISSING DENISE PIPITONE > NOI CONTINUIAMO A CERCARTI!


MISSING DENISE PIPITONE > NOI CONTINUIAMO A CERCARTI!

Come un famoso film recitava " Dopotutto, domani è un'altro giorno!" o anche "come l'araba fenice che risorge dalle proprie ceneri"
FINO A PROVA CONTRARIA, NOI CONTINUIAMO A CERCARE DENISE VIVA!
Le notizie non vanno alterate dalla loro veridicità dei fatti, così come è accaduto in questi giorni attraverso massmedia, giornali online ect.. (lettera anonima del 30 aprile 2014) e prima di ritenerle fondate necessitano di approfondimenti. Troppo facile cucire la bara addosso ai BAMBINI SCOMPARSI!! (PM)
(Aiutateci a cercare Denise, anche tramite la condivisione. grazie)

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

___________________________________________________________________

mercoledì 7 maggio 2014

DENISE PIPITONE: Le notizie prima di ritenerle fondate ritenendole a priori notizie certe, necessitano prima di approfondimenti e verifiche.


CASO DENISE. ATTENZIONE>>
PURTROPPO COME AVVOLTE ACCADE L'INFORMAZIONE DEI MEDIA CORRE TROPPO OLTRE IL DOVUTO. ATTUALMENTE ANCORA NON C'E' NESSUNO SCAVO IN CORSO NE CI SONO LE RUSPE CHE STANNO SCAVANDO, COSì COME STANNO RIPORTANDO LA MAGGIOR PARTE DEI MASSMEDIA, GIORNALI ONLINE. INOLTRE NON RISULTA ESSERE LA LETTERA ANONIMA ATTENDIBILE PIU' DI ALTRE SEGNALAZIONI PERVENUTE IN QUESTI ANNI, E NON ESISTE NESSUNA SPIAGGIA IN CONTRADA FERLA. NEI PROSSIMI GIORNI LE VERIFICHE IN ANDRANNO FATTE COME SEMPRE IN QUESTI ANNI E' AVVENUTO PER TUTTE LE SEGNALAZIONI) GRAZIE.


Riguardo la lettera anonima pervenuta alla redazione di Chi L'ha Visto? Se questa persona sa davvero qualcosa e vuol dare il suo contributo, vada di presenza a riferire agli inquirenti e non mandi lettere anonime. " Necessariamente bisogna fare le dovute verifiche, esattamente come avvenuto per tutte le altre segnalazioni e lettere anonime pervenute finora, ma non si devono creare allarmismi, le notizie prima di ritenerle fondate ritenendole a priori notizie certe, necessitano prima di approfondimenti e verifiche. Non è il caso di creare bolle di sapone. La Procura di Marsala, assegnerà la delega agli investigatori per avviare i sopralluoghi ed eventuali scavi di contrada ferla.  In questo momento sarebbe opportuno dare maggior risalto al Processo in corso in Corte D'Appello a Palermo contro Pulizzi Jessica e Gaspare Ghaleb, prossima udienza  il 16 maggio. FINO A PROVA CONTRARIA CONTINUIAMO A CERCARE DENISE VIVA!! (PM)

____________________________________________________

domenica 11 maggio 2014

AUGURI A TUTTE LE MAMME DEL MONDO! A TE MAMMA....

AUGURI A TUTTE LE MAMME DEL MONDO! 
A TE MAMMA.... A te che soffri,  A te che gioisci, A te che sei serena, A te che sei felice, A te che sei triste, A te che lo diventerai, A te che mai lo sarai, A te che ci sei, A te che ci sarai. (Piera Maggio)
Si ringrazia per la realizzazione dei post, la signora Maria Falcone

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

______________________________________________________________________

mercoledì 14 maggio 2014

CASO DENISE PIPITONE. IL 16 MAGGIO, PROCESSO IN CORTE DI APPELLO A PALERMO

HASHTAG => #missingdenise, #cerchiamodenise - CASO DENISE PIPITONE: PROCESSO IN CORTE DI APPELLO A PALERMO >> Venerdì 16 maggio 2014 alle ore 9:00, si terrà la 2° udienza a Palermo, la Corte scioglierà la riserva sulla decisione, se ammettere le prove che sono state richieste dall' avvocato Frazzitta Giacomo, legale di Piera Maggio.

***
Dal profilo FB, dell'avv. Giacomo Frazzitta legale di Piera Maggio.
Caso Denise : Domani in Corte di Appello udienza in cui si deciderà:
1. se acquisire il verbale di ispezione della casa sbagliata fatta visitare da Anna Corona;
2. se ascoltare il sordo in appello come testimone;
3. se rifare la trascrizione di alcune intercettazioni molto importanti.


>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

_________________________________________________________________________

venerdì 16 maggio 2014

Denise pipitone: Si riapre il dibattimento in Corte Di Appello, contro Jessica Pulizzi e Gaspare Ghaleb

16.05.2014 News !!! Leggete il post, Grazie ! Vogliamo #giustiziaperdenise #Blog => http://informazione.cerchiamodenise.it/
www.cerchiamodenise.it
#cerchiamodenise #missingdenise #udienza #processo

Denise Pipitone, il 6 giugno si apre il processo d’appello a Jessica Pulizzi
La madre della piccola: abbiamo fiducia in questa corte. Sta a loro adesso capire come sono andate le cose e decidere

TRAPANI - La corte d'appello di Palermo ha deciso di aprire il dibattimento sulla scomparsa di Denise Pipitone sparita da Mazara del Vallo (Trapani) il primo settembre 2004. Nel processo di secondo grado è imputata Jessica Pulizzi, che il 27 giugno scorso fu assolta dal Tribunale di Marsala dall'accusa di concorso nel sequestro di Denise Pipitone, quando aveva poco meno di quattro anni. Saranno risentiti testi come Alice Pulizzi, sorella di Jessica, che disse di avere passato con l'imputata la mattina del giorno in cui Denise scomparse.

PROCESSO - Il processo è stato rinviato al 6 giugno. «Questo processo - ha detto Piera Maggio, madre di Denise -ci può aiutare in tante cose. Abbiamo fiducia in questa corte. Sta a loro adesso capire come sono andate le cose e decidere». Sull'ennesima lettera anonima sulla scomparsa di Denise, nella quale si afferma che la piccola sarebbe sepolta in contrada Ferla, tra Mazara del Vallo e Marsala, Piera Maggio dice: «Sicuramente sono i soliti sciacalli che si intrufolano nella vicenda di Denise. I riscontri devono essere comunque fatti. Sono anni che arrivano lettere anonime e non portano a nulla. Noi crediamo che Denise sia ancora viva. Non ci sono prove che sia morta». Fonte: corrieredelmezzogiorno

___________________________________________________________

sabato 17 maggio 2014

CASO DENISE: RIEPILOGO PROCESSO DEL 16 MAGGIO 2014. LA CORTE D'APPELLO DI PALERMO HA DISPOSTO ULTERIORI ACCERTAMENTI


DENISE: RIEPILOGO PROCESSO DEL 16 MAGGIO 2014, CONTRO JESSICA PULIZZI E GASPARE GHALEB. SONO STATE DISPOSTE ULTERIORI ACCERTAMENTI.

Mazara del Vallo 17 maggio 2014 - La terza sezione della Corte d'Appello di Palermo, dove si sta svolgendo il processo di secondo grado contro l'ex Fidanzato Gaspare Ghaleb e Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise, assolta lo scorso giugno dal tribunale di Marsala (ex insufficenza di prove), ha deciso che venga riascoltata Alice Pulizzi, sorella minore di Jessica, il consulente Gioacchino Genchi, e uno dei marescialli che il 1 settembre 2004, si recò nella casa di Anna Corona per poi scoprirsi essere l'appartamento della vicina di casa. Inoltre la Corte ha disposto che vengano ripulite e ritrascritte tutte le più importanti intercettazioni dando l'incarico ad un consulente. Il rinvio per la prossima udienza è prevista per il 6 giugno alle ore 11:00, le altre date sono il 4 e 18 luglio.

***
Dal profilo Fb, dell'avv. Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio
Caso Denise: la corte di Palermo ha accolto le richieste della difesa di Piera Maggio, respingendo soltanto la richiesta di ascoltare il sordo teste Della Chiave.
La Corte Ha stabilito: di riascoltare il teste che ha ispezionato la casa indicatagli da Anna Corona quel primo settembre, di rifare tutte le trascrizioni delle intercettazioni, di riascoltare la sorella di Jessica, Alice Pulizzi, nonchè di risentire l'ex superpoliziotto Genchi sulle telefonate del primo settembre. Diciamo che ripartiamo con un altro spirito. Noi siamo allo stato soddisfatti per l'accoglimento delle nostre istanze.

 
HASHTAG PER DENISE >> #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise #processo #udienza

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it

___________________________________________________________________

sabato 24 maggio 2014

MISSING CHILDREN - 25 MAGGIO GIORNATA INTERNAZIONALE DEI BAMBINI SCOMPARSI - MAY 25 INTERNATIONAL MISSING CHILDREN'S DAY.


MISSING CHILDREN - 25 MAGGIO GIORNATA INTERNAZIONALE DEI BAMBINI SCOMPARSI - MAY 25 INTERNATIONAL MISSING CHILDREN'S DAY.
 

TUTTI I BAMBINI SCOMPARSI non appartengono solo ad una singola nazione là dove sono nati, ma al mondo intero! "SONO TUTTI I NOSTRI BAMBINI" I BAMBINI SCOMPARSI VANNO CERCATI, NO DIMENTICATI! (PM)    (Condividi) grazie

>> VISIONA QUESTO LINK:  http://www.bambiniscomparsi.it/missingkids/servlet/ResourceServlet?LanguageCountry=it_IT&PageId=4508

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

__________________________________________________________________

lunedì 26 maggio 2014

Denise Pipitone: Due nuovi testimoni mettono nei guai Jessica Pulizzi (Fonte: Settimanale Giallo)

Denise Pipitone: Due nuovi testimoni mettono nei guai Jessica Pulizzi

Sì, il giorno in cui è scomparsa Denise Pipitone io ero con mia sorella, Jessica Pulizzi. Siamo andate prima al laboratorio di analisi cliniche, poi a comprare una giacca, al centro commerciale, e infine siamo andate al mercatino per comprare un panino”. Queste sono le parole pronunciate durante il suo ultimo interrogato- rio, nel 2012, da Alice Pulizzi, 22 anni, una delle due sorellastre della piccola Denise Pipitone, la bimba di 4 anni scomparsa dalla sua casa di Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, il primo settembre del 2004. Alice, già indagata per false dichiarazioni, con queste parole aveva scagionato di fatto la sorella maggiore Jessica Pulizzi, 27 anni, la sospettata numero uno per la scomparsa della piccola Denise. ALICE HA ASSISTITO AL RAPIMENTO? Nei confronti di Jessica, già assolta in primo grado, è in corso proprio in questi giorni il processo dAppello. Secondo l'ipotesi degli inquirenti, Jessica avrebbe partecipato al rapimento della bimba, spinta da una profonda gelosia nei confronti del padre, Pietro Pulizzi, 56 anni, che aveva avuto Denise dalla relazione con un’altra donna, Piera Maggio, 42 anni. In sostanza, Jessica non sopportava l’idea che il padre avesse avuto un altra figlia da una nuova donna e per questo si sarebbe vendicata facendo sparire per sempre la bambina. Ma ecco la novità: i giudici vogliono ascoltare di nuovo Alice Pulizzi, la sorella minore di Jessica, più volte caduta in contraddizione durante l’ultimo interrogatorio. Il sospetto è che Alice, avendo trascorso l’intera giornata con Jessica, possa avere assistito al rapimento o addirittura esserne complice. La ragazza, dunque, verrà riascoltata nei prossimi giorni e le sue parole potrebbero portare il caso a una definitiva svolta. Queste, naturalmente, sono soltanto ipotesi, perché Alice Pulizzi si è sempre detta estranea alla vicenda. D’altra parte, a chiamarla in causa, suo malgrado, era stata proprio Jessica, che in una famosa intercettazione dell’11 settembre 2004 all’interno del commissariato di polizia di Mazara, disse alla madre: «Quando ero con Alice… l’ho presa e a casa gliel’ho portata». Alice, alle domande dei giudici, aveva risposto di avere sentito per la prima volta questa frase mentre guardava un telegiornale. E aveva aggiunto: «Non ho idea di che cosa si stesse parlando. Non so proprio a cosa si riferisse mia sorella». Quindi Alice, secondo l’accusa, tenne a precisare di aver condiviso tutta la giornata con la sorella Jessica, salvo poi evitare di raccontare i particolari del sequestro. È andata davvero così? Sarà lei a condurci alla verità? Oppure non centra nulla? «I CARABINIERI ERANO STATI INGANNATI» La testimonianza di Alice Pulizzi non è l’unica che potrebbe inchiodare la sorellastra Jessica. Nei prossimi giorni, infatti, verranno riascoltati anche il superpoliziotto e consulente dell’accusa, Gioacchino Gen- chi, e uno dei carabinieri che il primo settembre 2004 andò nella casa di Anna Corona, 50 anni, madre di Jessica e Alice, per un primo sopralluogo dopo la scomparsa. Quell’ispezione, ricorderete, avvenne a casa di una vicina al piano sottostante e non a casa della Corona, come confermato nel verbale pubblicato per la prima volta da Giallo nelle scorse settimane. Non sarà più ascoltato, invece, Battista Della Chiave, 75 anni, l’uomo sordomuto che disse di aver visto la piccola Denise, poco dopo il rapimento, entrare in un magazzino di Mazara in braccio a suo nipote, Giuseppe Della Chiave. In attesa di una svolta, Piera Maggio, la mamma di Denise, ci crede ancora e dice: «Questo nuovo processo ci può aiutare a chiarire tanti aspetti che sono ancora da capire. Spetta ai giudici, adesso, capire come sono andate davvero le cose e decidere. Io ho fiducia»   Fonte: Settimanale Giallo  22/5/2014

______________________________________________

giovedì 5 giugno 2014

PROCESSO D'APPELLO CONTRO JESSICA PULIZZI. 6 giugno 2014

PROCESSO D'APPELLO CONTRO JESSICA PULIZZI.
Mazara del Vallo - Venerdì 6 giugno 2014, alle ore 11:00, prosegue il Processo in Corte di Appello a Palermo, con l'escussione del Consulente Gioacchino Genchi.
Le prossime udienze il 4 e18 luglio.

VOGLIAMO #giustiziaperdenise

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

____________________________________________________________________________

venerdì 6 giugno 2014

6 giugno 2014 - PIERA MAGGIO: "Oggi l'udienza in Corte di Appello, è andata bene, il consulente Genchi, ha confermato ciò che aveva già riferito in precedenza....


PIERA MAGGIO:
"Oggi l'udienza in Corte di Appello, è andata bene, il consulente Genchi, ha confermato ciò che aveva già riferito in precedenza, contraddicendo secondo le celle telefoniche le dichiarazioni rese da Jessica Pulizzi, sui suoi spostamenti del 1 settembre 2004, nella giornata del sequestro di Denise"

Caso Denise: 6 giugno 2014 - Oggi la Corte Di Appello di Palermo, ha escusso il consulente Gioacchino Genchi, che ha confermato le stesse dichiarazioni rese nel processo di primo grado svoltosi a Marsala. La Corte ha chiesto specificamente alcuni chiarimenti anche in ordine alle celle telefoniche agganciate dai telefonini il 1 settembre 2004, inerente Jessica Pulizzi. Inoltre hanno prestato giuramento i consulenti nominati dalla Corte, che dovranno ripulire e trascrivere tutte le intercettazioni più importanti. Nella prossima udienza del 4 luglio, verrà ascoltata Alice, sorella minore di Jessica Pulizzi, e uno dei marescialli che il 1 settembre 2004, visionarono la casa al piano terra credendo fosse di Anna Corona, così come le era stato indicato.


>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

_________________________________________________________________

sabato 7 giugno 2014

SMENTITA: Su questo numero del settimanale GIALLO, n.23 - 11 giugno 2014....


SMENTITA: Su questo numero del settimanale GIALLO, n.23 - 11 giugno 2014, sono state pubblicate fatti di vita privata che non risultano veritiere, e mai rilasciate da Piera Maggio. Al contrario dei fatti d'indagine corrispondono al vero della realtà così come è avvenuto ed ampiamente documentato. Andrebbe differenziato il movente dal punto di vista di chi commette il reato, alla vera realtà dei fatti. Già nel 98' Piero Pulizzi, si era separato dall'ex moglie, quindi l'età dei figli Jessica e Alice Pulizzi, così come viene scritto nell'articolo rispettivamente 17 e 12 anni, corrisponde all'anno del sequestro di Denise, avvenuto nel 2004, no ad altro, infatti la separazione era avvenuta già da anni. Troviamo inopportuno usare il Gossip su un fatto così delicato che distoglie l'attenzione su un azione che comunque sia, non può essere tollerata o giustificata da azioni disumane. Il matrimonio viene consacrato con il presupposto che possa durare per sempre, ma se questo non avviene, nn va attribuito a tutti i costi la colpa ad una singola persona, o magari la terza inconveniente, forse per qualcuno potrebbe fare comodo come scusa, esimendosi da ogni responsabilità caratteriale, " solo colpa sua ". Nel processo di primo grado svoltosi a Marsala, è stato dato ampio chiarimento a questi fatti. Bisogna differenziare il movente che parte dal punto di vista o dalla mente di coloro che commettono il reato che non sempre corrisponde poi alla realtà dei fatti avvenuti. In realtà in questo caso nessuno a distrutto la tipica famiglia del " mulino bianco ", così come si vorrebbe intendere. Grazie

__________________________________________

lunedì 9 giugno 2014

Processo Denise tenutosi il 6 giugno 2014. Terza udienza a Palermo. Parla il super consulente Genchi

CRONACA » GIUDIZIARIA  Processo Denise. Terza udienza a Palermo. Parla il super consulente Genchi
09/06/2014 - Un altro colpo a favore dell’accusa nella terza udienza del processo d’appello a Jessica Pulizzi, che il 27 giugno 2013 è stata assolta dal Tribunale di Marsala dall’accusa di concorso nel sequestro di Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara l’1 settembre 2004, quando aveva poco meno di 4 anni. ‘’La Corte – spiega, infatti, l’avvocato di parte civile Luisa Calamia – non ha messo in dubbio l’esito della consulenza affidata dalla Procura di Marsala a Gioacchino Genchi laddove l’ex poliziotto ha accertato che Jessica, o almeno il suo telefono cellulare, nella fascia oraria che ha preceduto e seguito il sequestro, dalle 11 alle 12.10 del primo settembre 2004, era nella zona dell’abitazione di Denise’’. Non è una prova, ma un indizio importante. A inizio udienza, Genchi ha detto di essere indagato dalla Procura di Marsala, non spiegando però perché, e per questo probabilmente non poteva testimoniare. La corte, però, ha stabilito che poteva deporre e gli ha chiesto di riferire sulla sua perizia. Anche se relativamente a fasi successive l’ora della scomparsa della bambina. Dalla procura marsalese Genchi fu, infatti, incaricato di esaminare tutti i tabulati telefonici relativi alle intercettazioni effettuate in fase d’indagine per far luce sui movimenti dei principali indagati. Nel processo di primo grado, Genchi dichiarò: ‘’Ad un certo punto dell’indagine, Stefania Letterato (amica di Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi, e all’epoca fidanzata, poi moglie, dell’allora dirigente del commissariato di polizia di Mazara, Antonio Sfameni, ndr) sparirà dai tabulati delle intercettazioni. Io suggerii al pm di intercettare i maggiori contatti di Anna Corona, tra cui c’era la Letterato, ma da quel momento si interruppero i contatti e credo ci sia stata consapevolezza di essere intercettati. L’insuccesso del 70/80 per cento dell’indagine, secondo me, dipende dall’insuccesso dell’intercettazione Letterato’’. Il processo d’appello riprenderà il 4 luglio, saranno chiamati a deporre Alice Pulizzi, sorella minore di Jessica, e uno dei poliziotti (Di Girolamo) che nel pomeriggio del giorno della scomparsa ispezionarono la casa della vicina di Anna Corona, credendola quella della madre di Jessica. ‘’Fummo ingannati dal gesto della Corona che ci disse di accomodarci’’ dissero gli uomini delle forze dell’ordine. Fonte: (Marsala.it)

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

__________________________________________________________

lunedì 16 giugno 2014

DENISE IN QUALCHE PARTE DEL MONDO TU CI SEI! VOGLIAMO DENISE LIBERA! GIUSTIZIA E VERITA'


DENISE IN QUALCHE PARTE DEL MONDO TU CI SEI!

VOGLIAMO DENISE LIBERA! GIUSTIZIA E VERITA' DEVONO STARE IN GALERA I MOSTRI CHE CI HANNO FATTO TANTO MALE! UN AZIONE ORRENDA IN NESSUN MODO GIUSTIFICABILE!
(Io condivido e Tu?)
 

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

____________________________________________________________

mercoledì 18 giugno 2014

INIZIATIVA PER DENISE: PORTA IN VACANZA CON TE LA LOCANDINA IN AIUTO NELLE RICERCHE DI DENISE PIPITONE

INIZIATIVA PER DENISE: PORTA IN VACANZA CON TE LA LOCANDINA IN AIUTO NELLE RICERCHE DI DENISE PIPITONE
Con un piccolo gesto si può fare TANTO!! Ringraziamo anticipatamente coloro che collaboreranno a questa iniziativa!.
LINK Diretto Locandine, foto e ect.. http://www.cerchiamodenise.it/stampe.htm


(Io condivido e Tu?)
>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

_____________________________________________________________________

sabato 21 giugno 2014

PIERA MAGGIO: IL DIRITTO DI GRIDARE: “MOSTRO !”


IL DIRITTO DI GRIDARE: “MOSTRO !” Ci sono reati che vengono commessi contro la persona. E sono gravi. Ma ci sono azioni che pur danneggiando una o più specifiche persone, sono da considerare reati contro l’umanità. Tutto ciò per la gravità e l’efferatezza che li caratterizza. Non è necessario essere un dittatore di qualche sperduto paese per commettere questo tipo di reati. Basta agire e pensare contro il senso proprio dell’esistenza di un altro individuo, senza rispetto per la dignità della persona e per il diritto alla vita. E se l’individuo danneggiato è un bambino indifeso, non esiste più alcuna attenuante per chi ha commesso questo atto ignobile. La vergogna profonda del nostro silenzio è il male del nostro tempo, perché le nostre città sono culla di mostri senza pietà, rigidamente freddi nel perseguire il loro intento criminale, e spietati nelle loro azioni. Non importa che dall’altra parte vi sia una vittima innocente, l’importante per queste non-persone è soddisfare il loro smisurato bisogno di vendetta e di orrore. E nessuno ha il coraggio di dire basta, perché se si leva la protesta, giusta e sensata, la comune codardia leva la sua voce ancora più cinica e insensata: “è un fatto che riguarda loro, la loro famiglia, ecco perché è successo”. E così di famiglia in famiglia, i mostri vagano indisturbati, rubando e uccidendo, senza alcun freno né morale, perché essi sono disumani, né materiale, perché tanto “sono questioni private”. E così è normale che una ragazza si liberi della sorellina sgradita, magari perché è figlia di un’altra madre. Appunto… si tratta solo di “questioni nella famiglia”. Così tacitiamo la nostra paura di venire un giorno coinvolti in questi sgraditi affari, perché noi siamo “diversi” da “quelle famiglie là”. Ci sentiamo immunizzati contro il male, protetti dallo scudo del nostro buon senso e dalle nostre più che riconosciute “buone frequentazioni”. Ecco perché i mostri esistono. Perché non li vogliamo vedere. Possiamo convivere con l’idea che i mostri possono colpire anche noi? Possiamo accettare la nostra fragilità di fronte al male ignobile che pervade la loro logica incoscienza? Noi rivendichiamo il diritto di esprimere la nostra paura. La nostra voce si leva per focalizzare il punto di origine che determina il male che a noi perviene. E’ un invito rivolto a chiunque, un appello al senso della libertà e della giustizia: non abituiamoci ai mostri. Quando ne riconosciamo uno, abbiamo il coraggio di gridare: “mostro!”. Perché forse, oltre a noi, anche qualcun altro potrà vederlo. 21-07-2009  (PM)


>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

_______________________________________________________

lunedì 30 giugno 2014

PROCESSO DI APPELLO CONTRO JESSICA PULIZZI. Venerdì 4 luglio 2014



PROCESSO DI APPELLO CONTRO JESSICA PULIZZI.
Venerdì 4 luglio 2014, si terrà un altra udienza avanti la Corte Di Appello di Palermo, verrà sentita dalla Corte, Alice, sorella minore di Jessica Pulizzi. Inoltre verrà ascoltato uno dei marescialli dei carabinieri che si recarono il 1 settembre 2004, nell'abitazione di Anna Corona per un controllo, e la stessa li accolse nell'appartamento della vicina di casa, comportandosi come fosse nella propria abitazione. Intanto sono iniziate a Roma, presso la Direzione Anticrimine della polizia di stato, le operazioni peritali di ripulitura dell'audio sulle più importanti intercettazioni.
vogliamo #giustiziaperdenise

(Se vuoi puoi condividere!)
>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

_______________________________________________________________

venerdì 4 luglio 2014

Denise Pipitone: Riepilogo Processo Di Appello 04/07/2014 “DICHIARAZIONI DI ALICE PULIZZI POCO CONVINCENTI. SCOPERTE 5 NUOVE INTERCETTAZIONI”

Denise Pipitone: Riepilogo Processo Di Appello 04/07/2014 AMARAMENTE INCREDIBILE MA VERO, SE NON CI FOSSE DA PIANGERE, CI SAREBBE DA RIDERE......?!
Nell'udienza del 4 luglio 2014, la Corte ha ascoltato Alice, sorella di Jessica Pulizzi, anche lei indagata di reato connesso, la quale ha risposto cadendo più volte in contraddizioni, la sua versione su alcune domande poste dalla Corte, sembravano illogici confusi poco credibili, insomma ha confermato l'alibi della sorella, così come ha fatto già nel processo di primo grado. Invece il maresciallo dei carabinieri che doveva essere ascoltato oggi per motivi personali non è potuto intervenire, verrà sentito nel mese di settembre. Il primo settembre 2004, il maresciallo assieme ad altre autorità, si recarono nell'abitazione di Anna Corona per un controllo, e la stessa li accolse nell'appartamento della vicina di casa, comportandosi come fosse nella propria abitazione. Inoltre dopo che la Corte, ha dato l'incarico alle operazioni peritali svolte a Roma presso la Sezione anticrimine della polizia di stato, di cui oggetto ripulire le intercettazioni ambientali, abbiamo avuto una amara scoperta, sono emerse dal materiale acquisito dal perito, nuove intercettazioni di cui non eravamo a conoscenza. Incredibile che dopo 10 anni dal sequestro di Denise, e dopo varie peripezie, oggi emerge inaspettatamente anche per la Corte, il fatto che esistono almeno 5 intercettazioni che non sono mai state portate a nostra conoscenza, una in particolare addirittura sapevamo che l'intercettatore in quella giornata era stato spento, cioè l'intercettazione dentro l'auto di Anna Corona dopo l'uscita dal commissariato del 11 settembre 2004 che si reputava addirittura inesistente... adesso risulta esistente.
OVVIAMENTE NON SI TROVERA' MAI UN RESPONSABILE DI CIO', NE TANTOMENO QUALCUNO AVRA' MAI DELLE COLPE. TUTTO NORMALE.... L'UNICA RESPONSABILE DI TUTTO MAGARI SARA' DENISE PIPITONE?, CHE SI E' FATTA RAPIRE DA DELLE BRAVE PERSONE?, E MAGARI ANCHE QUESTA MADRE CHE HA MESSO AL MONDO UNA BAMBINA MERAVIGLIOSA E ANCORA LOTTA PER RIAVERLA CON SE' E PER AVERE GIUSTIZIA E VERITA'?... CHISSA'... ORMAI TUTTO E' POSSIBILE!!
La prossima udienza è prevista per il 18 luglio 2014, è stata disposta per interloquire sulle intercettazioni di cui non ne conoscevamo l'esistenza, per ulteriori chiarimenti e conoscenza del materiale in questione. (PM)
 

***

Dal profilo fb, dell'avv. Giacomo Frazzitta
Caso Denise:
udienza terminata dopo l'escussione di Alice Pulizzi, che è stata meno convincente del primo grado ed è caduta in molteplici contraddizioni, ma soprattutto non ha saputo dare spiegazioni
su cose molto semplici. Insomma la sorella dell'imputata che ha dato un alibi, adesso è ancor più debole di prima se non completamente inattendibile . Alla fine dell'udienza si è parlato dell'attività svolta da me è dal nostro pool di consulenti riguardante le operazioni peritali svolte a Roma presso la Sezione anticrimine della polizia di Stato. Infatti per la perizia audio oltre alle conversazioni che conoscevamo e che dovevano essere oggetto di una ulteriore ripulitura, sono saltate fuori intercettazioni di cui si sconosceva l'esistenza, tra cui l'intercettazione dentro l'auto di Anna corona dopo l'uscita dal commissariato del 11 settembre 2004 che si reputava addirittura inesistente .....incredibile che dopo 10 anni dobbiamo casualmente scoprire intercettazioni, almeno 5, di cui non si sapeva l'esistenza....ma come al solito la colpa non è di nessuno, ci mancherebbe ...e quindi si è fatto un rinvio al 18 luglio per interloquire sulle intercettazioni, di cui non conoscevamo l'esistenza, dopo averle ascoltate. E così dopo 10 anni scopriamo saltano fuori sempre dati nuovi.....mah!!!!


(Se vuoi puoi condividere!)
>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

_________________________________________

martedì 8 luglio 2014

10 ANNI SENZA DENISE E SENZA GIUSTIZIA!!

10 ANNI SENZA DENISE E SENZA GIUSTIZIA!
7/7/2014 Estate in Diretta. Durante il processo è stata ascoltata Alice Pulizzi (sorella di Jessica Pulizzi) = Al minuto 50' in poi http://shar.es/N0K1H

__________________________________________________________

giovedì 10 luglio 2014

09/07/2014 CHI L'HA VISTO? Vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

Poichè ancora a oggi erroneamente vengono riferite date non corrette sull'età delle persone coinvolte di questo caso, vorremmo chiarire. Denise Pipitone è nata il 26 ottobre 2000 - sequestrata il 1 settembre 2004. Jessica Pulizzi al momento del sequestro aveva 17 anni e mezzo, dopo pochi mesi compiva il 18° anno di età. Alice Pulizzi al momento del sequestro aveva quasi 12 anni, poichè è nata il 27 ottobre 1992.

09/07/2014 CHI L'HA VISTO ? TORNA SUL CASO DELLA PICCOLA DENISE => clicca il link => al min. 53:05 in poi => http://shar.es/NqFL3

10 ANNI SENZA DENISE E SENZA GIUSTIZIA!
“ LE DICHIARAZIONI DI ALICE PULIZZI POCO CONVINCENTI. SCOPERTE 5 NUOVE INTERCETTAZIONI”

Denise Pipitone: Riepilogo Processo Di Appello 04/07/2014 AMARAMENTE INCREDIBILE MA VERO, SE NON CI FOSSE DA PIANGERE, CI SAREBBE DA RIDERE......?!Nell'udienza del 4 luglio 2014, la Corte ha ascoltato Alice, sorella di Jessica Pulizzi, anche lei indagata di reato connesso, la quale ha risposto cadendo più volte in contraddizioni, la sua versione su alcune domande poste dalla Corte, sembravano illogici confusi poco credibili, insomma ha confermato l'alibi della sorella, così come ha fatto già nel processo di primo grado. Invece il maresciallo dei carabinieri che doveva essere ascoltato oggi per motivi personali non è potuto intervenire, verrà sentito nel mese di settembre. Il primo settembre 2004, il maresciallo assieme ad altre autorità, si recarono nell'abitazione di Anna Corona per un controllo, e la stessa li accolse nell'appartamento della vicina di casa, comportandosi come fosse nella propria abitazione. Inoltre dopo che la Corte, ha dato l'incarico alle operazioni peritali svolte a Roma presso la Sezione anticrimine della polizia di stato, di cui oggetto ripulire le intercettazioni ambientali, abbiamo avuto una amara scoperta, sono emerse dal materiale acquisito dal perito, nuove intercettazioni di cui non eravamo a conoscenza. Incredibile che dopo 10 anni dal sequestro di Denise, e dopo varie peripezie, oggi emerge inaspettatamente anche per la Corte, il fatto che esistono almeno 5 intercettazioni che non sono mai state portate a nostra conoscenza, una in particolare addirittura sapevamo che l'intercettatore in quella giornata era stato spento, cioè l'intercettazione dentro l'auto di Anna Corona dopo l'uscita dal commissariato del 11 settembre 2004 che si reputava addirittura inesistente... adesso risulta esistente.
OVVIAMENTE NON SI TROVERA' MAI UN RESPONSABILE DI CIO', NE TANTOMENO QUALCUNO AVRA' MAI DELLE COLPE. TUTTO NORMALE.... L'UNICA RESPONSABILE DI TUTTO MAGARI SARA' DENISE PIPITONE?, CHE SI E' FATTA RAPIRE DA DELLE BRAVE PERSONE?, E MAGARI ANCHE QUESTA MADRE CHE HA MESSO AL MONDO UNA BAMBINA MERAVIGLIOSA E ANCORA LOTTA PER RIAVERLA CON SE' E PER AVERE GIUSTIZIA E VERITA'?... CHISSA'... ORMAI TUTTO E' POSSIBILE!!
La prossima udienza è prevista per il 18 luglio 2014, è stata disposta per interloquire sulle intercettazioni di cui non ne conoscevamo l'esistenza, per ulteriori chiarimenti e conoscenza del materiale in questione. (PM)
 
***
Dal profilo fb, dell'avv. Giacomo Frazzitta
Caso Denise: udienza terminata dopo l'escussione di Alice Pulizzi, che è stata meno convincente del primo grado ed è caduta in molteplici contraddizioni, ma soprattutto non ha saputo dare spiegazioni su cose molto semplici. Insomma la sorella dell'imputata che ha dato un alibi, adesso è ancor più debole di prima se non completamente inattendibile . Alla fine dell'udienza si è parlato dell'attività svolta da me è dal nostro pool di consulenti riguardante le operazioni peritali svolte a Roma presso la Sezione anticrimine della polizia di Stato. Infatti per la perizia audio oltre alle conversazioni che conoscevamo e che dovevano essere oggetto di una ulteriore ripulitura, sono saltate fuori intercettazioni di cui si sconosceva l'esistenza, tra cui l'intercettazione dentro l'auto di Anna corona dopo l'uscita dal commissariato del 11 settembre 2004 che si reputava addirittura inesistente .....incredibile che dopo 10 anni dobbiamo casualmente scoprire intercettazioni, almeno 5, di cui non si sapeva l'esistenza....ma come al solito la colpa non è di nessuno, ci mancherebbe ...e quindi si è fatto un rinvio al 18 luglio per interloquire sulle intercettazioni, di cui non conoscevamo l'esistenza, dopo averle ascoltate. E così dopo 10 anni scopriamo saltano fuori sempre dati nuovi.....mah!!!!

(Se vuoi puoi condividere!)
>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

________________________________________________________________

sabato 12 luglio 2014

PIERA MAGGIO: NON SO QUANDO... MA TI TROVEREMO MIA PICCOLA DENISE!!


NON SO QUANDO... MA TI TROVEREMO MIA PICCOLA DENISE!! CASCASSE IL MONDO NOI NON MOLLEREMO MAI! FINCHE' NOI NON AVREMO PACE... NEANCHE CHI CI HA FATTO DEL MALE L' AVRA'!! NON SAPRANNO MAI COSA VUOL DIRE AVERE UN PO' DI SERENITA' SE NON METTONO FINE A TUTTO QUESTO DOLORE! Vogliamo #giustiziaperdenise
>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

___________________________________

lunedì 14 luglio 2014

CASO DENISE: 18 LUGLIO, UDIENZA IN CORTE DI APPELLO PER LE NUOVE INTERCETTAZIONI


CASO DENISE: UDIENZA IN CORTE DI APPELLO, PER LE NUOVE INTERCETTAZIONI

- L'udienza di venerdì 18 luglio 2014, è stata disposta per interloquire sulla scoperta di almeno 5 nuove intercettazioni di cui non ne conoscevamo l'esistenza. "Chiederemo ulteriori chiarimenti e conoscenza sul materiale in questione". Vogliamo #giustiziaperdenise

___________________________________________

venerdì 18 luglio 2014

DENISE PIPITONE: RIEPILOGO DELL'UDIENZA TENUTASI OGGI 18 LUGLIO, IN CORTE DI APPELLO A PALERMO

DENISE PIPITONE: RIEPILOGO DELL'UDIENZA TENUTASI OGGI 18 LUGLIO, IN CORTE DI APPELLO A PALERMO

L’udienza in Corte di Appello a Palermo è terminata con la decisione da parte dei legali l’avv. Giacomo Frazzitta, Luisa Calamia e Vito Perricone, di non richiedere la trascrizione delle ultime nuove intercettazioni di cui non si conosceva l’esistenza. Non sono state ritenute irrilevanti e in alcune addirittura non vi era nessun audio, nessun dialogo. La corte ha rinviato all'udienza del 3 ottobre per sentire i periti e il maresciallo Di Girolamo sulla questione della verifica a casa di Anna Corona.


===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it

______________________________________________________

sabato 19 luglio 2014

DOCUFILM SU DENISE IN ONDA SU RAI TRE IL 30 LUGLIO 2014



DOCUFILM SU DENISE PIPITONE, IN ONDA SU RAI TRE IL 30 LUGLIO 2014

19/07/2014
- Immagini delle riprese del Docufilm
prodotto da Rai Tre sul caso della piccola Denise Pipitone che andrà in onda il 30 luglio.
Perché rimanga memoria attraverso un racconto di tutti quegli aspetti centrali della vicenda mai narrati prima di uno dei più gravi fatti di cronaca degli ultimi anni.


>> MISSING DENISE PIPITONE <<
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it


 

 

_____________________________________________________________________

lunedì 21 luglio 2014

INIZIATIVA PER DENISE: PORTA IN VACANZA CON TE LA LOCANDINA IN AIUTO NELLE RICERCHE DI DENISE PIPITONE !!

INIZIATIVA PER DENISE: PORTA IN VACANZA CON TE LA LOCANDINA IN AIUTO NELLE RICERCHE DI DENISE PIPITONE !!Con un piccolo gesto si può fare TANTO !! https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10152537850809283&set=a.310285554282.183299.301565724282&type=1&theater


  INIZIATIVA PER DENISE: PORTA IN VACANZA CON TE LA LOCANDINA IN AIUTO NELLE RICERCHE DI DENISE PIPITONE CON UN PICCOLO GESTO SI PUO' FARE TANTO!! Ringraziamo anticipatamente coloro che collaboreranno a questa iniziativa!.
LINK Locandine, foto e ect.. http://www.cerchiamodenise.it/stampe.htm

(Io condivido e Tu?)
>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan, Gruppi e Profili UFFICIALI :
PROFILO UFFICIALE FB
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

________________________________________________________________________________

giovedì 31 luglio 2014

DOCUFILM SUL SEQUESTRO DI DENISE PIPITONE. CHI L'HA VISTO ? - STORIE

Alcune immagini del DOCUFILM SU DENISE PIPITONE - "Chi l'ha visto?" Storie - del 30 luglio 2014
AL MIN. 00:43:00 DOCUFILM SUL SEQUESTRO DI DENISE
- clicca il link per vedere il servizio =>
http://shar.es/L6IVO " CHI L'HA VISTO ? - STORIE RAI3
 

>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan e Profilo UFFICIALE FB :
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/
HASHTAG PER DENISE >> vogliamo #giustiziaperdenise #missingdenise #cerchiamodenise

____________________________________________________________________

lunedì 18 agosto 2014

Alcuni dei video sul "caso Denise Pipitone", trasmessi negli anni, su TV RAI

In questo link troverete alcuni dei video sul "caso Denise Pipitone", trasmessi negli anni, su TV RAI ( Video compresi quelli di CLV). PER IL MOMENTO MANCA L'ULTIMO ! IL DOCU-FILM CLV-STORIE, TRASMESSO IL 30 LUGLIO 2014 ! Un Caro saluto a tutti!
Cliccate il seguente link: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/ ricerca.html?q=Denise+Pipitone& sort=date%3AD%3AL%3Ad1&filter= 0&getfields=%2A&site=raitv&cli ent=rai_tv2&start=20


Se volete seguirci, Vi informiamo che siamo anche su TUMBLR ! Clicca il seguente Link ==> http://missingdenisepipitone.tumblr.com
>> MISSING DENISE PIPITONE <<
Pagina Fan e Profilo UFFICIALE FB :
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it

___________________________________________________________________

venerdì 29 agosto 2014

10 ANNI SENZA DENISE E SENZA GIUSTIZIA! IL 1 SETTEMBRE 2014, RICORRE IL TRISTE ANNIVERSARIO DEL SEQUESTRO DI DENISE PIPITONE

10 ANNI SENZA DENISE E SENZA GIUSTIZIA! IL 1 SETTEMBRE 2014, RICORRE IL TRISTE ANNIVERSARIO DEL SEQUESTRO DI DENISE PIPITONE.

Hashtag ==> #vogliamogiustiziaperdenise, #cerchiamodenise, #missingdenise>> MISSING DENISE PIPITONE <<
OFFICIAL FACEBOOK FAN PAGE & PROFILE:
===> www.facebook.com/missing.d.mp
===> www.facebook.com/pipitonedenise
===> Web/Sito UFFICIALE : www.cerchiamodenise.it
===> Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it

_______________________________________________________________

domenica 31 agosto 2014

COMUNICATO DAL COMUNE DI MAZARA DEL VALLO, PER LA RICORRENZA DEL 10 ANNO DAL SEQUESTRO DI DENISE

Mazara. 10 anni dalla scomparsa di Denise Pipitone, Cristaldi "non abbandonare mai la speranza"
Mazara - “La Città di Mazara del Vallo ricorda Denise perché è nel cuore di ogni mazarese e nonostante siano trascorsi 10 anni dal suo rapimento la speranza che i suoi cari e tutti i suoi concittadini possano riabbracciarla non è mai venuta meno. Non abbiamo mai abbandonato la speranza di un ritorno della nostra concittadina alla
vita di ogni giorno tra le vie della sua Città, tra la nostra gente. Il Comune ha deciso di istallare una stele in Piazza Macello, area nella quale ricade la scuola frequentata da Denise, che porterà il suo nome e che sarà dedicata a tutti i bambini scomparsi nel mondo”.

Lo ha dichiarato il Sindaco di Mazara del Vallo, on.le Nicola Cristaldi, nella ricorrenza del decennale dalla scomparsa della piccola Denise Pipitone che ricade lunedì 1 settembre 2014

[fonte Comune di Mazara]

__________________________________________________________________

lunedì 1 settembre 2014

Lettera di una mamma. Piera Maggio 01.09.2004 - 01.09.2014. 10 anni senza Denise e senza giustizia!

 
 
 
MISSING DENISE PIPITONE  
01.09.2004 – 01.09.2014
LETTERA DI UNA MAMMA - PIERA MAGGIO
10 anni senza Denise e senza giustizia! 

      Ciao tesoro mio,
tu forse non ti ricordi di me, io sono la tua mamma, mi chiamo Piera. Sono trascorsi dieci lunghi anni senza poterti vedere senza poterti abbracciare e coccolarti come spesso facevo, mi manchi tantissimo. Oggi sarai diventata una bellissima signorina di quasi quattordici anni, che sicuramente non conosce la sua vera identità.  Ti chiami Denise, questo è il tuo vero nome, ti abbiamo fortemente voluta, sei nata a Mazara del Vallo in Sicilia, poi all’età di quasi quattro anni, delle cattive persone ti hanno portata lontano da noi, strappandoti dal nostro amore, facendoci soffrire lasciandoci nell’angoscia più totale. Quando eri piccolina all’età di tre anni, ti piaceva tanto cantare, conservo ancora le canzoncine mentre lo facevi. I tuoi cartoni preferiti erano Hamtaro Piccoli Criceti e le sventure di Sophie, la mattina se non terminava la puntata non volevi andare alla scuola materna. Una volta hai voluto che ti comprassi “la bambola di vetro” così la chiamavi tu! si trattava di una bambola di porcellana, io non volevo fartela tenere fra le braccia per paura che si rompesse e ti facessi del male, non c’è stato nulla da fare era una delle tue preferite e l’hai anche chiamata Sophie, la protagonista del tuo cartone. Ricordi, prima di andare a letto ti raccontavo la favola, tu recitavi le preghierine in compagnia del tuo angioletto Serafino, e dopo beatamente ti addormentavi senza troppe storie. Eri troppo forte e divertente quando facevi le imitazioni delle persone che più ti colpivano, e poi quella mania che avevi delle scarpe con i tacchi e le borse, se vedevi qualcuno che indossava delle scarpe che a te piacevano, allora gli chiedevi “me lo fai fare un giro?”. Per non parlare della stranezza che provai quando un giorno tu, seduta a guardare la tv della domenica mattina, ti senti dire mentre guardavi la messa, che eri estasiata dal talare che indossava il prete che celebrava la funzione, cosa insolità per una bambina di quattro anni, ti piacque così tanto che commentammo insieme quale ti era sembrato più bello. E poi da piccola eri una crocerossina perfetta, ti munivi di cotone intriso di l’alcool, ed eri pronta a curare gli altri, guai se notavi qualcuno di noi con qualche crosticina... Sempre nel 2004, esattamente nel mese di giugno, dopo aver partecipato al matrimonio di un parente, sei rimasta colpita dall’abito da sposa e dal velo nuziale, tanto da giocare con la tua cuginetta “allo sposo e alla sposa”, dicevi sempre che andavi al tuo “patrimonio” storpiando la parola, si! ... perché nelle tue fantasie di bambina, un giorno ti saresti sposata per indossare il velo e l’abito che tanto a te piaceva. Ricordo con rammarico quella volta che ti ho dato qualche sculacciata, oggi per questo mi sento un po’ in colpa… Avrei tante altre cose da scrivere, non basterebbe una pagina, e quindi mi fermo qui!.

Adesso quello che ci rimane sono quei bei ricordi di una bambina tanto buffa e biricchina che amava tanto parlare, sorridere e scherzare e che risultava molto più matura rispetto alla sua età, che sapeva esprimere tanto amore verso chi gli voleva un bene dell’anima.
Denise, sei sempre nei nostri pensieri, nei nostri cuori, hai lasciato un vuoto immenso in noi, manchi tantissimo al tuo papà e a tuo fratello che ha tanto sofferto la tua assenza.
Oggi il dolore ha assunto un retro gusto di rabbia e frustrazione, per tutto quello che è successo in questi anni. Tante sono le persone che ti vogliono bene, ma anche quelle che hanno voluto che questo male continuasse e agisse nel silenzio…
Noi siamo qui ad attendere con speranza il tuo ritorno, vogliamo giustizia per coloro che questo male abominevole e disumano lo hanno procurato! Io non mi arrendo, noi non ci arrendiamo! E assieme a me, tutte le persone che ti vogliono bene e che attraverso noi, hanno imparato a conoscerti!!!  Ovunque tu sia spero che tu stia bene e che ti senta amata come avremmo fatto noi.  

Non so dove, non so quando, io ti riabbraccerò!  TI VOGLIAMO UN MONDO DI BENE!

P.S.  Denise, se ho suscitato in te un qualche ricordo o se ti riconosci in quello che ho scritto, mettiti in contatto con noi!
La tua mamma, Piera Maggio (Pietra)

SITO  www.cerchiamodenise.it / E-MAIL aiutiamo@cerchiamodenise.it
BLOG http://informazione.cerchiamodenise.it
FB   www.facebook.com/pipitonedenise   www.facebook.com/missing.d.mp

_________________________________________________________________________________________

sabato 6 settembre 2014

LA STORIA DI DENISE, " LA BAMBINA SEQUESTRATA"

La Storia di Denise, "la bambina sequestrata"
Denise, la "bambina sequestrata" >> (pdf)

Mi viene chiesto spesso di parlare della storia di Denise.
Ho ritenuto opportuno specificare quale è il contesto nel quale hanno avuto luogo gli avvenimenti che hanno interessato mia figlia, una bambina che giocava e sorrideva come tante altre e che amava la sua famiglia, e che un giorno è stata sequestrata davanti casa, da una mano ignobile. Esiste un tessuto sociale che genera, mantiene e protegge l'illegalità.

L'opinione comune in merito al sequestro di minorenni è naturalmente una ferma condanna. Tutti ci dichiariamo colpevolisti quando viene arrestato chi ha violato l'innocenza di un bambino o chi lo ha ucciso. Questo però solo a parole. Nei fatti la paura di essere coinvolti in problemi che non ci riguardano contribuisce ad alimentare le possibilità di azione dei criminali; il nostro silenzio colpevole nasconde e mistifica la realtà di un mostro che sfrutta l'omertà per colpire innocenti; in alcuni casi la mentalità retrograda e ignorante giustifica le azioni di chi commette il male perché pensa di essersi vendicato di un presunto torto subito.
E' così che nascono i delinquenti: nascono dalla gente che li circonda, che li fa crescere, che li tollera e che li affianca. Da soli nulla sono e nulla rimangono, invece traggono nella loro forma mentale il pieno supporto da coloro con cui hanno contatti, compresi quelli che pensano di non aver contribuito al male perché hanno voltato la faccia dalla parte opposta.

Il non fare è agire a favore, perché questa è una partita che si vince solo con una presa di posizione netta e in controtendenza, non con la piacevole tranquillità delle proprie mura domestiche, che franano senza rimedio quando poi il criminale prende di mira anche noi. L'abbiamo lasciato crescere, e non ci ha "risparmiato" solo perché non ci siamo opposti alla sua esistenza.
C'è chi come me, tutti i giorni, combatte non solo con chi mi ha rubato la vita portando via mia figlia, che per me era tutto. Lotto anche e soprattutto con la mentalità che in modo complice e subdolo giustifica ciò che è successo e con un perbenismo fatto solo di parole sterili e vuote.

E' inutile fare bei discorsi e poi far finta di non vedere e di non sentire. Bisogna innanzi tutto chiedersi se esiste un torto così grande che sia pagabile con la vita di una bambina. Ma quale danno mai può richiedere questo prezzo per essere "risarcito"? E così tra l'indifferenza prudente dei molti, chi ha fatto il male cammina tranquillo per strada e si sente autorizzato anche a ridere dei problemi che ha causato, circondato da persone povere di ogni grado di umanità e socialità.

Invece di isolare il criminale, egli trova anche la compagnia dei deboli, che si fanno plagiare da questa apparente sicurezza e diventano essi stessi emissari del male. Io non ho paura di guardare in faccia chi mi ha fatto atti di questa efferatezza, ma mi ripugna l'idea di associare il concetto di "essere umano" all'indifferenza di queste persone.

A distanza di anni il loro silenzio è sempre più colpevole e la presunta innocenza non può giustificare chi non ha fatto nulla per aiutare una bambina. Sono tanti i bambini del mondo che mancano da casa per colpa di criminali senza scrupoli che non si sono fermati di fronte alla loro innocenza.
I bambini scomparsi non hanno la possibilità di chiedere aiuto e quindi dobbiamo essere noi a diventare la loro voce; lo nostre azioni devono restituire loro la speranza di tornare a casa.

Piera Maggio

_______________________________________________________________

martedì 9 settembre 2014

Missing/Help us/In aiuto a Denise Pipitone (CONDIVIDI, BASTA SOLO UN CLIK IN AIUTO NELLE RICERCHE DI DENISE. GRAZIE)

(CONDIVIDI, BASTA SOLO UN CLIK IN AIUTO NELLE RICERCHE DI DENISE. GRAZIE)
Missing/Help us/In aiuto a Denise Pipitone
Sito, Blog Ufficiale: http://www.cerchiamodenise.it/ - http://informazione.cerchiamodenise.it/ - MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" - Denise è Nata/Born on/Née le il 26/10/2000, Scomparsa/Disappearance/Disparue dal 01/09/2004 a Mazara del Vallo, (TP) Italy - Per informazioni utili/For useful information: 0039 340 5403309 - Official Web Site: http://www.cerchiamodenise.org/ - email: aiutiamo@cerchiamodenise.it / aiutiamo@cerchiamodenise.org
- Website Polizia/Police: http://www.bambiniscomparsi.it/ - http://www.bambiniscomparsi.it/ In caso di avvistamento, rivolgersi subito al più vicino posto di commissariato dei Carabinieri (112) o di Polizia (113)./If you think you have seen her, please immediately contact your nearest Police Station./Si vous reconnaissez Denise, adressez-vous au plus vite au poste de Police le plus proche.
LOCANDINE POSTER MISSING MULTI-LANGUAGE: http://www.cerchiamodenise.it/stampe.htm
***
Denise Pipitone, nacida el 26/10/2000, desaparecida el 01/09/2000 en la ciudad de Mazara del Vallo.Sicilia (Italia).
Ayudanos a encontrarla.
***
Denise Pipitone nascido a pessoa 26/10/2000-perdida em 01/09/04 para Mazara del vallo. Sicília (Itália) - Ajuda nós para a achar
***
Geboren geworden Denise Pipitone 26/10/2000- Overledene 01/09/04 aan Mazara del vallo. Sicilië (Italië) - helpt ons het terugvinden
Denise ha Bisogno di Noi!! aiutateci a diffondere le locandine per la ricerca. grazie
***
DENISE, TU TE RECONNAIS ? TU TE SOUVIENS ? Je suis ta maman, je m'appelle PIERA MAGGIO. Sur cette photo, nous sommes ensemble, toi et moi. Si tu me reconnais appelle le 112 (numéro d'appel d'urgence dans l’Union européenne ) ou bien le poste de police le plus proche ! VIDEO http://youtu.be/yp2z5nhYrNA ==> Denise Pipitone née le 26 octobre 2000, disparue (enlevée) le 1er septembre 2004 en #Sicile, #Mazara del Vallo (TP) #Italie à l’âge de 4 ans.
MISSING DENISE PIPITONE 01.09.2004 - 01.09.2014 HASHTAG: #missingdenise #cerchiamodenise
SITE OFFICIEL: www.cerchiamodenise.it
BLOG OFFICIEL: http://informazione.cerchiamodenise.it/
FB Page Officielle: www.facebook.com/pipitonedenise
FB Profil OFFICIEL: www.facebook.com/missing.d.mp

#AVIS DE RECHERCHE ! #AIDEZ NOUS A RETROUVER #DENISE ! FAITE #PARTAGER A TOUS LE #MONDE SVP Merci !

DOWNLOAD LOCANDINE POSTER MISSING MULTI-LANGUAGE: http://www.cerchiamodenise.it/stampe.htm

__________________________________________________________

venerdì 3 ottobre 2014

3 ottobre 2014. DENISE PIPITONE. PROCESSO DI APPELLO: RINVIATA L'UDIENZA DI OGGI.


DENISE PIPITONE. PROCESSO DI APPELLO: RINVIATA L'UDIENZA DI OGGI.

Mazara del Vallo 3 ottobre 2014 - L'udienza prevista per oggi in Corte Di Appello di Palermo contro l'accusata Jessica Pulizzi, è stata rinviata al 7 novembre alle ore 10:30. La motivazione del rinvio, il test non era presente per motivi di salute, e il perito trascrittore nominato dalla corte, non ha ancora concluso la trascrizione delle intercettazioni.
Il tutto è stato rinviato al 7 novembre, ricordiamo che il test è uno dei marescialli dei carabinieri che il giorno della scomparsa di Denise, si recò a casa di Anna Corona, madre dell’imputata, per effettuare una perquisizione.

MISSING DENISE PIPITONE
SITO: www.cerchiamodenise.it / www.cerchiamodenise.org
BLOG http://informazione.cerchiamodenise.it

________________________________________________

giovedì 16 ottobre 2014

DENISE MONTAGGIO VIDEO ENGLISH SU YOUTUBE - Missing Denise Pipitone "Inglese/english"

##PASSAPAROLA##
DENISE MONTAGGIO VIDEO ENGLISH SU YOUTUBE

Missing Denise Pipitone "Inglese/english" http://youtu.be/VoYtr_H2XAs
In aiuto a Denise Pipitone

Missing "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver."
Sito Ufficiale: http://www.cerchiamodenise.it/ - MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" - Denise è Nata/Born on/Née le il 26/10/2000, Scomparsa/Disappearance/Disparue dal 01/09/2004 a Mazara del Vallo, (TP) Italy - Per informazioni utili/For useful information: 0039 340 5403309 - Official Web Site: http://www.cerchiamodenise.org/ - email: aiutiamo@cerchiamodenise.it / aiutiamo@cerchiamodenise.org - Website: www.bambiniscomparsi.it - In caso di avvistamento, rivolgersi subito al più vicino posto di commissariato dei Carabinieri (112) o di Polizia (113)./If you think you have seen her, please immediately contact your nearest Police Station./Si vous reconnaissez Denise, adressez-vous au plus vite au poste de Police le plus proche.- Denise ha Bisogno di Noi!!

______________________________________________

martedì 21 ottobre 2014

MAZARA, UNA STELE PER DENISE E PER TUTTI I BAMBINI SCOMPARSI DEL MONDO - IN OCCASIONE DEL 14ESIMO COMPLEANNO DI DENISE.



MAZARA, UNA STELE PER DENISE E PER TUTTI I BAMBINI SCOMPARSI DEL MONDO
Sarà scoperta dinanzi alla scuola di piazza Macello lunedì 27 ottobre, in occasione del quattordicesimo compleanno di Denise
 “La piccola Denise manca da casa da ben 10 anni ed il prossimo 26 ottobre, ovunque sia, ricorrerà il suo quattordicesimo compleanno. In questa occasione la nostra Città vuol lanciare un messaggio di speranza dedicato principalmente a Denise ma nel contempo a tutti i bambini scomparsi nel mondo. D’intesa con i genitori della piccola abbiamo deciso di realizzare una stele che collocheremo lunedì 27 ottobre nella piazza Macello, dinanzi al plesso scolastico che Denise frequentava ed avrebbe continuato a frequentare se non fosse stata strappata dall’affetto dei suoi cari”.
 Lo dichiara il Sindaco di Mazara del Vallo on. Nicola Cristaldi annunciando che lunedì 27 ottobre alle ore 10 nella piazza Macello sarà scoperta la stele realizzata dall’Amministrazione Comunale, dedicata a Denise Pipitone ed a tutti i bambini scomparsi del mondo. Alla cerimonia parteciperanno Autorità civili, militari e religiose e delegazioni delle scolaresche materne, elementari e medie inferiori della Città.
D’intesa con la famiglia di Denise è stato deciso di realizzare la manifestazione lunedì 27 ottobre e non domenica 26 ottobre, giorno del quattordicesimo compleanno della piccola, proprio per favorire la partecipazione degli alunni.
 “Siamo lieti – dichiarano Piero Pulizzi e Piera Maggio, genitori della piccola Denise – che il Sindaco Cristaldi e l’Amministrazione Comunale abbiano deciso di accogliere la nostra richiesta di lanciare tramite questa iniziativa un nuovo messaggio di speranza, non solo per Denise ma per tutti i bambini scomparsi del mondo, messaggio che noi in questi anni non abbiamo mai smesso di inviare tramite i media”.
“Auspichiamo una massiccia partecipazione – dichiara l’Assessore comunale alla Pubblica Istruzione Adele Spagnolo – per testimoniare ancora una volta l’affetto e la solidarietà nei confronti dei genitori e familiari della piccola Denise, che da 10 anni soffrono e lottano per riabbracciarla. Abbiamo invitato tutte le scuole di nostra competenza affinché la stele in piazza Macello sia un simbolo di speranza per tutti i bambini strappati all’affetto dei propri cari”. 

Mazara del Vallo, 21 ottobre 2014

__________________________________________________________

domenica 26 ottobre 2014

DENISE OVUNQUE TU SIA AUGURI PER IL TUO 14ESIMO COMPLEANNO

DENISE OVUNQUE TU SIA AUGURI PER IL TUO 14ESIMO COMPLEANNO 
Ti abbiamo cercata voluta e amata, il 26 ottobre del 2000, sei nata tu!Denise, bellissima, un piccolo fagottino con il faccino paffutello che come un raggio di sole ci hai scaldati il cuore dal primo istante in cui ti abbiamo vista. Il 1 settembre del 2004, qualcuno ha deciso per noi, la nostra vita, il nostro amore, il nostro dolore, strappandoti dalle nostre braccia con un gesto tanto vile e disumano. Qualcuno ha deciso che era troppo l'amore che ti davamo, ed allora a messo fine a tutto questo, ma no al nostro pensiero al nostro cuore alla nostra anima e soprattutto alla speranza....
Anche se lontani, mentalmente sempre vicini. Ti auguriamo che la vita ti sorrida sempre e che da tutto questo male tu possa ricevere solo tanto bene. Che Dio ti protegga, ci manchi tanto. T.V.B (Mamma e Papà)

MAZARA DEL VALLO - PIAZZA MACELLO - LUNEDI' 27 OTTOBRE 2014 ALLE ORE 10
In occasione del compleanno di Denise, sarà scoperta la stele realizzata dall’Amministrazione Comunale, d'intesa con i genitori, dedicata a Denise Pipitone ed a tutti i bambini scomparsi del mondo. Alla cerimonia parteciperanno Autorità civili, militari e religiose e delegazioni delle scolaresche materne, elementari e medie inferiori della Città.

____________________________________________________

lunedì 27 ottobre 2014

Una Stele dedicata a Denise e a tutti bambini scomparsi o meglio sequestrati ...un modo per far sentire Denise parte integrante della città di Mazara

VIDEO TGCOM24: http://www.tgcom24.mediaset.it/2014/video/mazara-una-stele-per-denise_2038224.shtml
Mazara, una stele per Denise. Piera Maggio: “Aspettiamo la giustizia, quella vera”

"Questa stele è anche una risposta a quanti hanno già costruito una tomba ad una bimba che è invece e secondo me viva. Pur rispettando la sentenza di primo grado penso che non sia stata fatta vera giustizia. Per questo vorrei ringraziare il sindaco Cristaldi e la sua Amministrazione per aver accolto questa nostra richiesta e le autorità civili, militari religiose per la loro presenza".
Questo è la sintesi del discorso dell'emozionatissima Piera Maggio, madre della piccola Denise, la bimba rapita l'1 settembre 2004 davanti la sua casa di via Domenico La Bruna, questa mattina nel corso dell'inaugurazione (vedi foto 1) della stele in piazza Macello con una targa in ceramica riportante la scritta "A Denise e a tutti i bambini scomparsi nel mondo".
La stele è stata realizzata da Hajto (nome d'arte del sindaco Nicola Cristaldi) nelle officine di Francesco Zizzo è in ferro e presenta dieci elementi che forano la superficie. Dieci elementi, tanti quanti sono gli anni trascorsi dalla scomparsa di Denise. Di giorno svetta col suo intenso colore giallo, il colore del sole e dell'energia, e la sera assume la funzione di piccola fiaccola nella caratteristica piazza.
La cerimonia, alla quale sono intervenuti delegazioni delle scuole primarie e secondarie di primo grado della Città (vedi foto 2), i rappresentanti di Giunta, il Presidente del Consiglio Comunale e consiglieri ed i vertici locali delle forze dell'ordine. "Con questa stele ed altre iniziative che abbiamo in cantiere – ha dichiarato il vice Sindaco Silvano Bonanno, intervenuto se delega del Sindaco Cristaldi impossibilitato a presenziare in quanto a Roma per impegni istituzionali legati alla vicenda Satiro – la nostra Amministrazione intende lanciare un messaggio di speranza rivolto a Denise ed a tutti i bambini scomparsi del mondo e nel contempo ribadire alla piccola Denise ed alla sua famiglia la nostra vicinanza e solidarietà".
Antonina Marino, dirigente del Circolo didattico "Luigi Pirandello", del quale fa parte il plesso "Macello" dove Denise frequentava la scuola dell'infanzia prima di essere rapita, ha detto: "dobbiamo tutti avere rispetto delle piccole vite, dei bambini che sono la speranza per il nostro futuro".
Prima della scopertura della targa della stele (foto n.3) riportante la scritta "A Denise e a tutti i bambini scomparsi nel mondo" la piccola Paola a nome di tutti gli alunni ha letto una preghiera, mentre la cerimonia è stata conclusa dalle parole di don Giuseppe Alcamo che ha benedetto i bambini presenti alla cerimonia e per loro tramite tutti i bambini, a partire da Denise.
"Ieri mia figlia –ha spiegato Piera Maggio- ha compiuto 14 anni e sono trascorsi 10 anni dal suo rapimento, ma io non perdo la speranza di riabbracciarla. Questa stele è un simbolo per dire che Denise c'è nonostante anche la sua identità, considerati i 10 anni trascorsi, risulti rubata. Ciò è causa di una giustizia lunga, di errori nelle indagini si potevano evitare o anche di errori voluti. Non si può costruire una tomba di una bimba scomparsa, mi riferisco alle notizie fuorvianti che volevano Denise sepolta in un terreno di contrada Ferla; lì non sono partiti neanche gli scavi".
Così Piera Maggio ha aggiunto: Rispetto la sentenza di primo grado che però non condivido. Sono invece molto speranzosa nel processo di II grado che possa condannare chi si è macchiato di un fatto disumano, a queste persone, al di là della giustizia e processi, chiedo di dire la verità. Ringrazio il Sindaco e tutta l'amministrazione per avere accolto il nostro invito di realizzare una stele per Denise e per tutti i bambini scomparsi del mondo. Ringrazio le forze dell'ordine e padre Alcamo per la loro presenza ma soprattutto i bambini e le scuole che come sempre ci danno gioia con la loro genuinità".
Al fianco di Piera Maggio vi era Piero Pulizzi, padre della piccola, che ha espresso sentimenti di emozione e speranza per la realizzazione e collocazione di una stele nella piazza Macello.
Presente l'avv. Giacomo Frazzitta, legale della famiglia Maggio che fin da quel fatidico 1 settembre segue la vicenda della piccola Denise, il quale ha dichiarato: "siamo sempre in attesa di giustizia. Siamo molto speranzosi per l'udienza del 7 novembre del processo di secondo grado"
Francesco Mezzapelle 27-10-2014 13,45 Fonte: primapaginamazara.it
***
LA STELE PER DENISE E PER TUTTI I BAMBINI SCOMPARSI DEL MONDO

(27 Ottobre 2014) “Ieri mia figlia ha compiuto 14 anni e sono trascorsi 10 anni dal suo rapimento, ma io non perdo la speranza di riabbracciarla. Ringrazio il Sindaco e tutta l’amministrazione per avere accolto il nostro invito di realizzare una stele per Denise e per tutti i bambini scomparsi del mondo. Ringrazio le forze dell’ordine e padre Alcamo per la loro presenza ma soprattutto i bambini e le scuole che come sempre ci danno gioia con la loro genuinità”.

Una commossa Piera Maggio, madre di Denise, con a fianco Piero Pulizzi, padre della piccola, ha voluto esprimere i sentimenti di emozione e speranza per la realizzazione e collocazione di una stele nella piazza Macello.

“ Con questa stele ed altre iniziative che abbiamo in cantiere – ha dichiarato il vice Sindaco Silvano Bonanno, intervenuto se delega del Sindaco Cristaldi impossibilitato a presenziare in quanto a Roma per impegni istituzionali legati alla vicenda Satiro – la nostra Amministrazione intende lanciare un messaggio di speranza rivolto a Denise ed a tutti i bambini scomparsi del mondo e nel contempo ribadire alla piccola Denise ed alla sua famiglia la nostra vicinanza e solidarietà”.

La cerimonia, alla quale sono intervenuti delegazioni delle scuole primarie e secondarie di primo grado della Città, i rappresentanti di Giunta, il Presidente del Consiglio Comunale e consiglieri ed i vertici locali delle forze dell’ordine, ha registrato l’intervento della dirigente scolastica Antonina Marino, dell’Istituto Comprensivo “Pirandello” del quale fa parte il plesso “Macello” che Denise frequentava quando aveva quattro anni.

Prima della scopertura della targa della stele riportante la scritta “A Denise e a tutti i bambini scomparsi nel mondo” la piccola Paola a nome di tutti gli alunni ha letto una preghiera, mentre la cerimonia è stata conclusa dalle parole di don Giuseppe Alcamo che ha benedetto i bambini presenti alla cerimonia e per loro tramite tutti i bambini, a partire da Denise.

LA STELE: La stele realizzata da Hajto nelle officine di Francesco Zizzo è in ferro e presenta dieci elementi che forano la superficie. Dieci elementi, tanti quanti sono gli anni trascorsi dalla scomparsa di Denise. Di giorno svetta col suo intenso colore giallo e la sera assume la funzione di piccola fiaccola nella caratteristica piazza.  (Fonte comunicato: Ettore Bruno - Comune di Mazara)

___________________________________________________________

martedì 4 novembre 2014

DENISE PIPITONE. IL 7 NOVEMBRE CONTINUA IL PROCESSO DI APPELLO

DENISE PIPITONE. IL 7 NOVEMBRE CONTINUA IL PROCESSO DI APPELLO
Mazara del Vallo 4 novembre 2014 - Venerdì 7 novembre 2014 si terrà l'udienza davanti alla Corte Di Appello di Palermo contro l'accusata Jessica Pulizzi, alle ore 10:30. Sarà ascoltato uno dei marescialli dei carabinieri che il giorno della scomparsa di Denise, si recò a casa di Anna Corona, madre dell’imputata, per effettuare una perquisizione, per motivi di salute non era presente nell'udienza scorsa. dovrebbe essere sentito anche il perito trascrittore nominato dalla corte, sulla trascrizione delle intercettazioni.

_____________________________________

venerdì 7 novembre 2014

DENISE PIPITONE - RIEPILOGO DELL'UDIENZA TENUTASI OGGI 7 NOVEMBRE 2014 IN CORTE DI APPELLO A PALERMO.

DENISE PIPITONE - RIEPILOGO DELL'UDIENZA TENUTASI OGGI 7 NOVEMBRE 2014 IN CORTE DI APPELLO A PALERMO.

Dal profilo FB dell'avv. Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio.

Mazara del Vallo 7 novembre 2014 - Caso Denise: Terminata udienza il maresciallo ha confermato che il suo accesso nella presunta casa della Corona è avvenuto il 1 settembre poche ore dopo il sequestro della minore e poi ha pure confermato che è la Corona che lo ha fatto entrare nell'abitazione sbagliata dopo essersi "congedata" dalla vicina, che in verità era la proprietaria della casa. Inoltre hanno chiesto espressamente se potevano ispezionare la casa per vedere se c'era l bimba e la Corona gli fece ispezionare la casa che non era la sua non dicendo ai poliziotti che la propria abitazione era al secondo piano .
 

Prossima udienza 21 novembre, con l'escussione dei due periti nominati dalla Corte, un trascrittore e uno che ha curato il filtraggio di alcune intercettazioni. Il 5 dicembre inizierà la discussione finale del procuratore generale. il 16 gennaio toccherà alla parte civile.

_______________________________________________

sabato 8 novembre 2014

DALLA PAGINA FB DELL'AVV. GIACOMO FRAZZITTA, LEGALE DI PIERA MAGGIO. SCRIVE UNA PARTE DELL'APPELLO PROPRIO SULL'ASSOLUZIONE DI JESSICA PULIZZI IN PRIMO GRADO, RIGUARDO L'INTERVENTO DELLE FORZE DELL'ORDINE A CASA DI ANNA CORONA.

DALLA PAGINA FB DELL'AVV. GIACOMO FRAZZITTA, LEGALE DI PIERA MAGGIO.
SCRIVE UNA PARTE DELL'APPELLO PROPRIO SULL'ASSOLUZIONE DI JESSICA PULIZZI IN PRIMO GRADO, RIGUARDO L'INTERVENTO DELLE FORZE DELL'ORDINE A CASA DI ANNA CORONA.

Caso Denise : vi posto un brano del mio appello con riguardo a cosa scrivono i Giudici che hanno assolto la Pulizzi sull'intervento delle forze dell'ordine a casa della Corona.
"Orbene la macroscopica contraddizione in cui inciampa il Tribunale viene estremizzata nelle sue conclusioni laddove afferma, fra l’altro che : “ …appare ben più plausibile che i ricordi (incerti e parziali) del Di Girolamo ( e degli altri operanti di P.G.) siano stati profondamente condizionati da esperimenti induttivi, tutti fondati sulle (false) premesse che (anche) in quei momenti essi erano impegnati nella ricerca della bambina . Ed invero appare ben più verosimile, per le ragioni già indicate, che essi in realtà stessero cercando Pietro Pulizzi, padre “occulto” della bambina e che neppure fossero ancora emersi i conflitti tra Anna Corona e Piatra Maggio.
Per le ragioni esposte, la circostanza sottoposta ad analisi deve ritenersi radicalmente incerta nella sua verificazione, così da dover essere del tutto estromessa nel complessivo ragionamento probatorio” ( Cfr. sentenza fg. 208-209) (ID EST !)


Quindi secondo i primi Giudici trattasi di “ ricordi condizionati da esperimenti induttivi, tutti fondati sulle (false) premesse”, questo giudizio potrebbe fondarsi su una sua ragione logica nel momento in cui non vi fosse l’ accertamento, indicato nell’annotazione descrittiva dell’attività del I° settembre svolta a casa di Anna Corona , di cui al rilievo urgente sui luoghi e sulle cose, avente funzione descrittiva di fatti e situazioni, compiuti in via d’urgenza, prima dell’assunzione della direzione delle indagini da parte del Pubblico ministero.
Ma se, oltre all’accertamento urgente, ci sono a distanza di 8 anni anche le testimonianze degli Ufficiali d P.G. provenienti dai due organismi Carabinieri e Polizia, che hanno partecipato alla attività irripetibile, si appalesa in tutta la sua incomprensibile erroneità in diritto e in fatto la “inaffidabilità di dati probatori” affermata dai Primi Giudici." ( continua)
 
Annotazione d'indagine degli Ufficiali ed Agenti di P.G. redatto il 2 settembre 2004, il giorno seguente del sequestro di Denise Pipitone.

_____________________________________________

sabato 8 novembre 2014

CASO DENISE: DOPO L'UDIENZA DEL 21 NOV. SI AVVIERA' LA DISCUSSIONE FINALE

IL PROCESSO IN CORTE DI APPELLO CONTRO JESSICA PULIZZI, STA VOLGENDO A TERMINE
Prossima udienza 21 novembre, con l'escussione dei due periti nominati dalla Corte, un trascrittore e uno che ha curato il filtraggio di alcune intercettazioni. Il 5 dicembre inizierà la discussione finale del procuratore generale. il 16 gennaio toccherà alla parte civile.

________________________________________________________________

sabato 15 novembre 2014

ATTENDIAMO PER DENISE, LIBERTA', VERITA' E GIUSTIZIA !!

CHI LOTTA PUO' PERDERE, CHI NN LOTTA HA GIA' PERSO. SIAMO QUI AD ATTENDERE DENISE, VERITA' E GIUSTIZIA !
Venerdì 21 novembre 2014 ultima udienza in Corte Di Appello a Palermo,saranno sentiti i due periti nominati dalla Corte, si pronunceranno sul lavoro svolto di filtraggio e trascrizione di alcune intercettazioni ambientali. dopodichè il 5 dicembre si avvierà la discussione finale iniziando dal Procuratore generale, il 16 gennaio toccherà alla parte civile.

MISSING DENISE PIPITONE
SITO: www.cerchiamodenise.it / www.cerchiamodenise.org
BLOG http://informazione.cerchiamodenise.it/
HASHTAG PER DENISE: ‪#‎missingdenise‬ ‪#‎cerchiamodenise‬ ‪#‎vogliamogiustiziaperdenise‬ ‪#‎giustiziaperdenise‬

_______________________________________________________________________

lunedì 17 novembre 2014

POST SLOGAN PER COPERTINA FB- PROFILO. #PASSAPAROLA

POST SLOGAN PER COPERTINA FB - PROFILO. #PASSAPAROLA
INVITIAMO TUTTI COLORO CHE CONDIVIDONO IL NOSTRO PENSIERO AD INSERIRE NEI PROFILI, PAGINE ECC.. QUESTO SLOGAN, PER DENISE: ATTENDIAMO PER DENISE, LIBERTA', VERITA' E GIUSTIZIA !!
Download Post vari colori:

VOGLIAMO LIBERTA', VERITA' E GIUSTIZIA PER DENISE  !!! album: https://www.facebook.com/missing.d.mp/media_set?set=a.10205403572310546.1073741855.1286693723&type=3

_______________________________________________________

giovedì 20 novembre 2014

DENISE PIPITONE: PROCESSO DI APPELLO: UDIENZA 21 NOVEMBRE 2014

DENISE PIPITONE: PROCESSO DI APPELLO: UDIENZA 21 NOVEMBRE.
VOGLIAMO DENISE LIBERA, VERITA' E GIUSTIZIA !
Venerdì 21 novembre 2014, ultima udienza in Corte Di Appello a Palermo, saranno sentiti i periti nominati dalla Corte, si pronunceranno sul lavoro svolto di filtraggio e trascrizioni di alcune intercettazioni. Il 5 dicembre, il processo si avvierà alla discussione finale iniziando dal Procuratore generale, il 16 gennaio toccherà alla parte civile.

MISSING DENISE PIPITONE
SITO: www.cerchiamodenise.it / www.cerchiamodenise.org
BLOG http://informazione.cerchiamodenise.it/
HASHTAG PER DENISE: ‪#‎missingdenise‬ ‪#‎cerchiamodenise‬ ‪#‎vogliamogiustiziaperdenise‬ ‪#‎giustiziaperdenise‬

_________________________________________________________

venerdì 21 novembre 2014

Sequestro Denise Pipitone. Processo Di Appello rinviata l'udienza al 5 dicembre, sarà sentito il perito trascrittore.


Sequestro Denise Pipitone. Processo Di Appello rinviata l'udienza al 5 dicembre. Nuove frasi importanti sulle nuove trascrizioni.

Mazara del vallo 21 novembre 2014
- E’ stata rinviata l’udienza del processo di Appello sul rapimento della piccola Denise Pipitone in programma per oggi, al tribunale di Palermo. Il rinvio è stato deciso dalla Corte, che ha accolto la richiesta degli avvocati dell’imputata Jessica Pulizzi, di potere avere del tempo a disposizione per esaminare le nuove intercettazioni emerse durante il lavoro del perito trascrittore incaricato dalla Corte. Dopo 10 anni, sono emerse novità di un certo rilievo frasi molto importanti mai trascritte prima. L'udienza che doveva tenersi oggi è stata rinviata al 5 dicembre, sarà sentito il perito sulla conclusione della attività svolte.

MISSING DENISE PIPITONE
SITO: www.cerchiamodenise.it / www.cerchiamodenise.org
BLOG http://informazione.cerchiamodenise.it/
HASHTAG PER DENISE: ‪#‎missingdenise‬ ‪#‎cerchiamodenise‬ ‪#‎vogliamogiustiziaperdenise‬ ‪#‎giustiziaperdenise‬


*****

DALLA PAGINA FB, DELL'AVV. FRAZZITTA GIACOMO, LEGALE DI PIERA MAGGIO
Caso Denise CHIARIMENTI ULTERIORI: Il perito sovrintendente Rivertoni e il perito Massimo Mendolia hanno depositato i lavori peritali che hanno riguardato il riascolto di tutte le intercettazioni già oggetto delle precedenti perizie. Anche questi periti hanno chiaramente ascoltato la frase pronunciata da Jessica Pulizzi alla madre : "quannu eru cu Alice a casa c'ha purtà". Frase ascoltata da tre periti . Ma le novità sono altre e ritenute da noi molto significative e di rilevanza primaria per quanto sostenuto fino adesso dall'accusa. Ma attendiamo la prossima udienza per parlarne in quanto la difesa dell'imputata ha chiesto un rinvio che la Corte ha accordato al 5 dicembre prossimo.

____________________________________________________________________

giovedì 4 dicembre 2014

CASO DENISE: PROCESSO DI APPELLO CONTRO JESSICA PULIZZI. NOVITA' IMPORTANTI SULLE NUOVE INTERCETTAZIONI

CASO DENISE: PROCESSO DI APPELLO CONTRO JESSICA PULIZZI. NOVITA' IMPORTANTI SULLE NUOVE INTERCETTAZIONI
Mazara del Vallo 4 dicembre 2014 - Venerdì 5 dicembre, si terrà a Palermo l'udienza del processo di Appello contro Jessica Pulizzi accusata del sequestro di Denise. Dopo 10 anni, sono emerse novità di un certo rilievo frasi molto importanti mai trascritte prima. Il perito sovrintendente Rivertoni e il perito Massimo Mendolia nominati dalla Corte, hanno depositato i lavori peritali che hanno riguardato il riascolto di tutte le intercettazioni già oggetto delle precedenti perizie, infatti domani, sarà sentito il perito trascrittore Massimo Mendolia, sulla conclusione della attività svolte.

___________________________________________________________________

venerdì 5 dicembre 2014

RIEPILOGO DELL'UDIENZA TENUTASI OGGI IN CORTE DI APPELLO A PALERMO. Ulteriore conferma di un coinvolgimento dell'imputata nel sequestro della piccola Denise

 RIEPILOGO DELL'UDIENZA TENUTASI OGGI IN CORTE DI APPELLO A PALERMO
Dalla Pagina Fan dell'Avv. Giacomo Frazzitta : " Caso Denise : la frase scoperta grazie alle nuove tecnologie di filtraggio e i nuovi strumenti di ascolto è la seguente : Jessica dice alla sorella Alice : "eramu ncasa...la mamma l'ha uccisa a Denise " ( Interc. Ambientale del 11 ottobre 2004 ) . Questa frase allo stato può soltanto essere valutata nel senso di un'ulteriore conferma di un coinvolgimento dell'imputata nel sequestro della piccola Denise, che per l'accusa era già stato confermato dalla frase "quannu eru cu Alice a casa c'ha purtà". Udienza rinviata al 16 gennaio 2015 per procedere nuovamente all'audizione di Alice Pulizzi . "
***
DENISE: JESSICA A SORELLA, UCCISA DA MAMMA
Un perito che ha fatto trascrizioni riferisce frase al processo
(ANSA) - PALERMO, 5 DIC - Da un'intercettazione ambientale dell'11 ottobre 2004, riferita in aula da un perito, al processo sulla scomparsa di Denise Pipitone, avvenuta a Mazara del Vallo (Tp) l'1 settembre di quell'anno - la sorellastra Jessica Pulizzi dice alla sorella Alice, mentre è a casa della madre Anna Corona, "Quanno eramu 'ncasa, a mamma l'ha uccisa a Denise". Alice, di rimando, le chiede: "A mamma l'ha uccisa a Denise?". Jessica: "Tu di sti cosi unn'ha parlari" (non ne devi parlare). Alice: "E' logico".
***
Processo per Denise: “Mamma l'ha uccisa”, Jessica intercettata direbbe alla sorella secondo un perito
Palermo, 5/12/2014 - Al processo davanti alla terza sezione della Corte d'appello di Palermo sulla scomparsa di Denise Pipitone è stato sentito oggi Massimo Mendolìa , un perito che ha trascritto un'intercettazione ambientale dell'11 ottobre 2004 in casa di Anna Corna. Nella registrazione la sorellastra di Denise, Jessica Pulizzi, parla con la propria sorella sorella minore Alice, che quel giorno doveva recarsi in procura, a Marsala, per essere interrogata. Secondo quanto ha dichiarato il perito in aula, Jessica direbbe ad Alice: “Quanno eramu 'ncasa, a mamma l'ha uccisa a Denise”. Alice, di rimando, le chiederebbe: “A mamma l'ha uccisa a Denise?”. E Jessica: “Tu di sti cosi unn'ha parlari” (“Tu di queste cose non ne devi parlare”). “E' logico”, la replica di Alice. Per il consulente della difesa, però, la prima frase che Jessica avrebbe pronunciato non si sente; e secondo i difensori del'imputata , quando disse alla sorella “Tu di sti cosi unn'ha parlari” si riferiva ad altro. “La frase che avrebbe pronunciato Jessica - ha affermato l'avvocato di parte civile Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio - è molto inquietante” e sarebbe saltata fuori solo adesso perché appena bisbigliata: è stato possibile ascoltarla e trascriverla - secondo il perito - solo dopo un'opera di filtraggio e pulitura dei nastri magnetici. Alla prossima udienza, il 16 gennaio, sara’ ascoltata Alice Pulizzi. Jessica, il 27 giugno 2013, e’ stata assolta dal Tribunale di Marsala dall’accusa di concorso in sequestro di minorenne “per non aver commesso il fatto“. Anche se con la formula del secondo comma dell’articolo 530 del codice di procedura penale. E cioe’ per “mancata o insufficiente formazione della prova”. Per l’imputata, sorella per parte di padre (Piero Pulizzi) di Denise, i pubblici ministeri Francesca Rago e Sabrina Carmazzi avevano chiesto 15 anni di carcere, il massimo della pena per il reato contestato. Anche Anna Corona, assieme ad altri, era stata indagata per concorso in sequestro, ma su richiesta della Procura il procedimento fu archiviato.

__________________________________________________________________

domenica 7 dicembre 2014

CASO DENISE: "DI CHE COLORE E' IL CAVALLO BIANCO DI NAPOLEONE"

CASO DENISE >> DALLA PAGINA FB DELL'AVV. GIACOMO FRAZZITTA, LEGALE DI PIERA MAGGIO
La stampa: Anna Corona, assieme ad altri, era stata indagata per concorso in sequestro, ma poi il procedimento fu archiviato. «Se la notizia relativa all’apertura dell’inchiesta è vera - dice l’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di parte civile che assiste Piera Maggio, mamma di Denise - il fatto che venga divulgata mette sull’avviso gli interessati».
***

PROFILO E PAGINA UFFICIALE, DEDICATA A DENISE
SECONDO INDISCREZIONI DI STAMPA corre notizia ed è scritto su tutti i giornali e detto su tutti i tg, che la Procura di Marsala, abbia aperto un fascicolo per omicidio contro ignoti, dopo quest'ultima nuova e importante intercettazione. Noi nn possiamo credere che ciò sia stato comunicato ai giornalisti dal nostro procuratore capo della Procura della Repubblica di Marsala Alberto Di Pisa, perchè sarebbe una notizia inopportuna e inappropriata che metterebbe in allerta chi è coinvolto nella vicenda e si trova al centro dell'attenzione mediatica in questi giorni... Se ciò risulterebbe vera la divulgazione di questa notizia ai giornalisti, da parte della procura di Marsala, ci sarebbe da chiedersi il perchè! e a favore di quale verità..... "DI CHE COLORE E' IL CAVALLO BIANCO DI NAPOLEONE"

LA NOTIZIA DEL FASCICOLO APERTO CONTRO IGNOTI DALLA PROCURA DI MARSALA, SI APPRENDE ANCHE DA QUI. http://www.lastampa.it/2014/12/06/italia/cronache/svolta-nel-giallo-di-denise-pipitone-la-procura-apre-uninchiesta-per-omicidio-TNvERNWesMUOV9Nt5wmKjK/pagina.html

________________________________________________________________

lunedì 8 dicembre 2014

PIERA MAGGIO: ULTERIORI CONFERME CONTRO L'IMPUTATA....

PIERA MAGGIO: ULTERIORI CONFERME CONTRO L'IMPUTATA...

MISSING DENISE PIPITONE
SITO: www.cerchiamodenise.it / www.cerchiamodenise.org
BLOG http://informazione.cerchiamodenise.it/
HASHTAG PER DENISE: ‪#‎missingdenise‬ ‪#‎cerchiamodenise‬ ‪#‎vogliamogiustiziaperdenise‬ ‪#‎giustiziaperdenise‬

_________________________________________________________

giovedì 11 dicembre 2014

CHI L'HA VISTO? - PUNTATA DEL 10 DICEMBRE 2014 SUL CASO DENISE. INTERCETTAZIONE DELLE SORELLE PULIZZI JESSICA E ALICE.

CHI L'HA VISTO? - PUNTATA DEL 10 DICEMBRE 2014 SUL CASO DENISE. per vedere il diretto spostare il cursore al 01:01:15 - http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-78eb32fa-7101-4a93-8994-0d581e52096a.html
Intercettazione tra Jessica e Alice Pulizzi, all'epoca dei fatti avevano 17 e mezzo e 12 anni. audio e video http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-c7c87359-8216-42f8-80d9-554650736c21.html


Denise Pipitone ultime notizie a Chi l’ha visto?: è stata Anna Corona ad uccidere la figlia di Piera Maggio?
L’intercettazione del colloquio fra Jessica e Alice Pulizzi, in cui Anna Corona verrebbe incolpata della morte di Denise Pipitone, è stata al centro della puntata di questa sera di Chi l’ha visto?, il programma di Rai 3 condotto da Federica Sciarelli.
Nella puntata di Chi l’ha visto? in diretta ora, mercoledì 10 dicembre, Federica Sciarelli, chiedendosi se sia stata Anna Corona ad uccidere Denise Pipitone, ha ospitato Piera Maggio, madre della piccola scomparsa da Mazara Del Vallo, e il suo avvocato, Giacomo Frazzitta per parlare insieme a loro dell’intercettazione ambientale recuperata dopo dieci anni dalla scomparsa della bambina, un’intercettazione in cui le due sorellastre di Denise incolpano la loro madre, Anna Corona, della morte della piccola. Prima di passare, però, a far ascoltare per più volte l’intercettazioni che da ora sarà presente sul sito della nota trasmissione, la conduttrice ha chiesto a Piera Maggio se si ricordasse della telefonata della mamma di Andrea Loris Stival che a quindici anni le segnalava di aver visto Denise con due uomini.

Piera Maggio ha assicurato di essersi ricordata la segnalazione con fatica, ma poi, assieme al suo avvocato, ha sottolineato come il racconto fosse lacunoso e strano. La mamma di Andrea Loris Stival, a solo quindici anni, diceva di aver visto due uomini insieme a Denise, di aver visto la cicatrice della bambina, di essersi avvicinata perché la piccola vomitava, ma anche di aver guardato a lungo l’auto andare via senza però prendere la targa.

Ritornando sull’intercettazione, invece, l’avvocato Frazzitta ha reso noto: “abbiamo chiesto che la corte d’Appello per Jessica Pulizzi ripulisse i nastri dove c’erano le intercettazioni. La corte ha fatto proprie le richieste e ha nominato due periti dei giudici” aggiungendo una contestualizzazione dei fatti e specificando che tale intercettazione fu rilevata il giorno prima dell’interrogatorio di Alice, sorella di Jessica Pulizzi. FONTE: http://urbanpost.it

_____________________________________________________________________________

venerdì 12 dicembre 2014

RINGRAZIAMO TUTTI PER ESSERCI VICINI, ANDIAMO AVANTI. "CHIEDO CORTESEMENTE A TUTTE LE TESTATE GIORNALISTICHE DI EVITARE DI UTILIZZARE UN TITOLO AD EFFETTO"

Buongiorno a tutti. Vi Ringrazio di cuore per esserci vicini. Anche se con tutto il dolore immenso addosso, sappiate che andremo sempre avanti nella ricerca di Denise, della verità e giustizia! Il bene deve vincere sul male! Avrò tanto bisogno del vostro sostegno, partecipazione e collaborazione. Uniti si può fare Tanto!.. Andiamo avanti. (PM)

MOLTI DI VOI CONOSCONO LA VICENDA "CASO DENISE", COME SI SONO SVOLTI I FATTI, MA ANCHE TANTI NON SANNO.
"CHIEDO A TUTTE LE TESTATE GIORNALISTICHE DI EVITARE DI UTILIZZARE UN TITOLO AD EFFETTO". TANTE PERSONE HANNO CREDUTO COSI' COME VIENE RIPORTATO IN ALCUNI TITOLI GIORNALISTICI, CHE "LA MAMMA" FOSSE RIFERITO ALLA MIA PERSONA. CHIEDIAMO DI EVITARE DI CREARE CONFUSIONE VISTO E CONSIDERATO I VARI CASI DI CRONACA ACCADUTI ULTIMAMENTE. Grazie



MISSING DENISE PIPITONE
SITO: www.cerchiamodenise.it / www.cerchiamodenise.org
BLOG http:// informazione.cerchiamodenise.it /
HASHTAG PER DENISE: #missingdenise #cerchiamodenise #vogliamogiustiziaperdenise #giustiziaperdenise

_____________________________________________________________________________

mercoledì 24 dicembre 2014

BUON NATALE.......A TE !...

BUON NATALE....... A COLUI CHE ANCHE SBAGLIANDO RIESCE A PENTIRSI, BUON NATALE A CHI E' DI ANIMO BUONO E GENTILE, BUON NATALE AGLI AMMALATI, ALLE PERSONE SOLE, AGLI ANZIANI, BUON NATALE A CHI SOFFRE, BUON NATALE AI POVERI, AI SENZA TETTO, AI CARCERATI, BUON NATALE A TUTTI I BAMBINI DEL MONDO,  BUON NATALE A COLORO CHE ATTRAVERSO E NONOSTANTE LA SOFFERENZA RIESCE A REGALARE UN PENSIERO POSITIVO, UN SORRISO.... BUON NATALE A TUTTE LE PERSONE CHE NON ASPETTANO CHE ARRIVI IL NATALE PER ESSERE PIU' BUONI. BUON NATALE A TE DENISE, CHE SEI SEMPRE NEI NOSTRI PENSIERI E NEL NOSTRO CUORE!! (Piera Maggio)

MISSING DENISE PIPITONE
SITO: www.cerchiamodenise.it / www.cerchiamodenise.org
BLOG http://informazione.cerchiamodenise.it/
HASHTAG PER DENISE: ‪#‎missingdenise‬ ‪#‎cerchiamodenise‬ ‪#‎vogliamogiustiziaperdenise‬ ‪#‎giustiziaperdenise‬

_______________________________________________________________

mercoledì 31 dicembre 2014

AUGURIAMO A TE ! BUON ANNO 2015 ! UN AUGURIO SPECIALE ALLA NOSTRA DENISE, OVUNQUE LEI SI TROVI!

Auguriamo a te! Buon Anno 2015!
Un Augurio speciale alla nostra Denise, ovunque lei si trovi!
Auguriamo a tutte le persone di buon cuore, un Anno pieno di momenti felici, grandi soddisfazioni  belle emozioni e tanta serenità!
Che il nuovo Anno, illumini il cuore di coloro che non guardano più, il mondo a colori! A coloro che vivono nel buio delle loro paure e della loro esistenza. Auguri a tutti coloro che con dedizione al lavoro e con onestà fanno emergere verità nascoste. Auguri a tutti i bambini del mondo, soprattutto quelli meno fortunati!  Piera Maggio

_______________________________________________________________________________________________