Archivio Blog Cerchiamodenise - Gennaio - Dicembre 2013

Mercoledì, Dicembre 25, 2013
Sito Ufficiale: www.cerchiamodenise.it - MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" - Denise è Nata/Born on/Née le il 26/10/2000, Scomparsa/Disappearance/Disparue dal 01/09/2004 a Mazara del Vallo, (TP) Italy - Per informazioni utili/For useful information: 0039 340 5403309 - Official Web Site: www.cerchiamodenise.org - email: aiutiamo@cerchiamodenise.it / aiutiamo@cerchiamodenise.org - Website: www.missingkids.it - In caso di avvistamento, rivolgersi subito al più vicino posto di commissariato dei Carabinieri (112) o di Polizia (113)./If you think you have seen her, please immediately contact your nearest Police Station./Si vous reconnaissez Denise, adressez-vous au plus vite au poste de Police le plus proche.- Denise ha Bisogno di Noi!!
Archivio Blog Gen 2007 - Dic 2007 - Archivio Blog Gen 2008 - Dic 2008 - Archivio Blog Gen 2009 - Dic 2009 - Archivio Blog Gen 2010 - Dic 2010 - Archivio Blog Gen 2011 - Dic 2011 - Archivio Blog Gen 2012 - Dic 2012 - Archivio Blog Gen 2013 - Dic 2013
Home

martedì 24 dicembre 2013

Buon Natale a TUTTI, meno che "a qualcuno" A TE DENISE OVUNQUE TU SIA BUON NATALE TESORO!!!

Buon Natale Denise! Ovunque tu sia
Un Buon Natale a TUTTI, meno che "a qualcuno"

Official Web Site:

www.cerchiamodenise.org
www.cerchiamodenise.it
BLOG: http://informazione.cerchiamodenise.it/
Facebook: https://www.facebook.com/missing.d.mp / https://www.facebook.com/pipitonedenise

lunedì 9 dicembre 2013

Buon Natale Denise, Ovunque tu sia! ♥ Il 10° Natale senza Denise...! Vogliamo in galera i colpevoli del suo sequestro!!

Buon Natale Denise, Ovunque tu sia! ♥ Il 10° Natale senza Denise...!
Vogliamo in galera i colpevoli del suo sequestro!!


PER QUALSIASI INFORMAZIONE VISITATE: Sito/blog ufficiale http://cerchiamodenise.it http://informazione.cerchiamodenise.it
Link Video su You Tube, denisepipitone04 http://youtu.be/L8dXIQZ58bI

giovedì 5 dicembre 2013

CASO DENISE, Piera Maggio: VADO AVANTI PER LA VERITA' E PER RIABBRACCIARE DENISE.

CASO DENISE, Piera Maggio: VADO AVANTI PER LA VERITA' E PER RIABBRACCIARE DENISE.
Mazara del Vallo 5 dicembre 2013
- Piera Maggio: Dopo avere appreso con rammarico e delusione che il GIP di Marsala, ha rigettato la nostra opposizione, archiviando le indagini su Anna Corona, di cui nn voglio commentare, dico che non è tutto finito, l'indagine può essere riaperta in qualunque momento. Molto dipenderà dall'esito del ricorso presentato in Corte d'appello di Palermo, per il processo di Jessica Pulizzi. La procura di Marsala, ha ottenuto l'esito desiderato. (PM)


DENISE: Archiviata l'indagine sulla madre di Jessica Pulizzi, Anna Corona.

Denise, archiviazione per Anna Corona
Giovedì 05 Dicembre 2013 - MARSALA (TRAPANI)
- Il gip di Marsala ha archiviato la posizione di Anna Corona, come richiesto dalla procura lo scorso gennaio, nell'ambito del secondo troncone d'indagine per la scomparsa di Denise Pipitone, sparita da Mazara del vallo l'1 settembre 2004 quando aveva poco meno di 4 anni. Corona è la madre di Jessica Pulizzi, sorellastra per parte di padre di Denise, che lo scorso giugno era stata assolta dall'accusa di concorso nel sequestro della bambina. Sul proprio profilo Facebook l'avvocato di parte Civile Giacomo Frazzitta, che assiste Piera Maggio, madre di Denise, ha scritto: ''Il Gip di Marsala ha archiviato il procedimento contro Anna Corona, accogliendo la richiesta della Procura di Marsala che ha ottenuto quello che voleva, in questo modo rigettando la nostra opposizione''.

''Prendiamo atto,
con rammarico, nostro e delle persone offese, della decisione del giudice delle indagini preliminari Annalisa Amato''. E' quanto dichiara l'avvocato mazarese Vito Perricone, legale di parte civile che assiste Piero Pulizzi, padre naturale di Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo (Tp) il primo settembre 2004, commentando la decisione del gip di Marsala di archiviare il procedimento penale a carico di Anna Corona e altre persone indagate per concorso nel sequestro. ''Il giudice Amato - continua - ha deciso sulla base degli accertamenti effettuati, dai quali, evidentemente, a suo giudizio, non sono emersi elementi tali da giustificare la prosecuzione del procedimento penale''. ''L'archiviazione - dice Luisa Calamia, legale di Antonino Pipitone, ex marito di Piera Maggio, madre di Denise - non è mai un provvedimento definitivo. L'indagine può essere riaperta in qualunque momento. In questo caso, molto dipenderà dall'esisto del ricorso presentato in Corte d'appello per il processo a Jessica Pulizzi''. (Fonte ANSA)

***
Denise: archiviata indagine sulla madre di Jessica
05 DIC 2013 (AGI) - Trapani, 5 dic. - Dopo l'assoluzione di Jessica Pulizzi dall'accusa di aver sequestrato la sorellastra Denise Pipitone, scomparsa il primo settembre 2004 a Mazara del Vallo, il gip di Marsala (Trapani) Annalisa Amato ha disposto l'archiviazione del procedimento a carico della madre di Jessica, Anna Corona, che era indagata assieme ad altri per sequestro di minore, omicidio e occultamento di cadavere. A darne notizia sulla sua pagina di Facebook e' l'avvocato di parte civile Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, madre di Denise, che si era opposto alla richiesta di archiviazione formulata dai Pm. "Il Gip di Marsala -scrive Frazzitta- ha archiviato il procedimento contro Anna Corona, accogliendo la richiesta della Procura di Marsala che ha ottenuto quello che voleva, in questo modo rigettando la nostra opposizione". Amaro lo sfogo di Piera Maggio sulla pagina "Fans Missing Denise Pipitone Mp" del social network, pubblicato anche sul blog ufficiale informazione.cerchiamodenise.it: "Non ci sono parole -scrive- per commentare questa assurda archiviazione e il criterio adottato. Credo anche che alcuni non sempre faranno sogni tranquilli, sempre che posseggano una coscienza! Un grazie da parte di Denise che da anni elemosina l'amore dei suoi genitori, giustizia e verita'!". Sotto inchiesta, con Anna Corona, c'erano Rosaria Pulizzi, zia di Denise, l'ex marito Giuseppe D'Assaro, la figlia Giovanna D'Assaro il marito di questa, Antonino Cina', e Maria Silvana Costa. Piera Maggio ha gia' chiesto l'avocazione alla Procura generale della Corte d'Appello di Palermo di questo filone d'indagine e di quello a carico di Giuseppe Della Chiave, il cuoco mazarese che, nell'ambito di un'attivita' investigativa degli avvocati di parte civile, e' stato accusato dallo zio sordomuto di essersi recato al magazzino di via Rieti, a Mazara, con in braccio la piccola Denise poco dopo la sua scomparsa. Poco meno di un mese fa la Procura di Marsala e il legale della madre di Denise hanno presentato ricorso alla Procura generale della Corte d'Appello di Palermo (che ha presentato a sua volta appello) contro la sentenza con cui lo scorso 27 giugno il Tribunale di Marsala ha assolto Jessica Pulizzi. (Fonte: AGI) .


mercoledì 4 dicembre 2013

CASO DENISE: GIP di Marsala ha rigettato l'opposizione, ha archiviato il procedimento contro Anna Corona.

Ultima ora Caso Denise: il Gip di Marsala ha archiviato il procedimento contro Anna Corona, accogliendo la richiesta della Procura di Marsala che ha ottenuto quello che voleva, in questo modo rigettando la nostra opposizione. Buona serata

Piera Maggio: NON CI SONO PAROLE PER COMMENTARE QUESTA ASSURDA ARCHIVIAZIONE E IL CRITERIO ADOTTATO. CREDO ANCHE CHE ALCUNI NON SEMPRE FARANNO SOGNI TRANQUILLI, SEMPRE CHE POSSEGGANO UNA COSCIENZA!! UN GRAZIE DA PARTE DI DENISE, CHE DA ANNI ELEMOSINA L'AMORE DEI SUOI GENITORI, GIUSTIZIA E VERITA'!!

martedì 26 novembre 2013

NON ESISTE VITTORIA SE SI FA DEL MALE AD UN BAMBINO! (PM)

NON ESISTE VITTORIA SE SI FA DEL MALE AD UN BAMBINO! E TANTO MENO AVRA' PACE CHI LO HA FATTO!! DOVETE SOLO VERGOGNARVI, NN CI SARA' MAI UN CREDO O RELIGIONE CHE VI POTRA' SALVARE DALLE VOSTRE COLPE, SENZA CHE CI SIA PENTIMENTO! (PM)

La religione non ripulisce E NON LAVA la coscienza senza pentimento! La coscienza resterà sempre sporca per chi si è macchiato di un odioso reato come far male ad un bambino! Anche se vestire nei panni di pecorella può ingannare alcuni, prima o poi il lupo dentro......uscirà nuovamente fuori! Solo chi nn vuol sentire non sente, e chi non vuol capire non capisce... ma soprattutto CHI NON VUOL PARLARE ANCORA NON PARLA E NON DICE LA VERITA'!!..

venerdì 22 novembre 2013

Brevi considerazioni su "avviso orale" emesso dal Questore nei confronti dei soggetti che potrebbero essere oggetto di sospetti per eventuali commissioni di reati:


(Dal profilo FB, dell'avv. Frazzitta Giacomo, legale di Piera Maggio)

Brevi considerazioni su " avviso orale" emesso dal Questore nei confronti dei soggetti che potrebbero essere oggetto di sospetti per eventuali commissioni di reati: " E' un atto con cui l’interessato viene avvisato che esistono sospetti sul suo conto; egli è invitato a tenere una condotta conforme alla legge, con l’avvertenza che in caso contrario potrà essere proposto per l’applicazione di una delle misure di prevenzione previste dalla legge.
Va premesso che la valutazione sulla pericolosità sociale del soggetto avvisato non richiede prove compiute della commissione di reati, essendo sufficienti anche meri sospetti supportati da elementi di fatto, tali da indurre l’Autorità di polizia a ritenere sussistenti i presupposti della misura di prevenzione, in caso di persistenza delle condotte segnalate (cfr. in tal senso Cons. St., sez. VI, 22 febbraio 2010, n. 1023).
L’avviso orale, avendo natura preventiva, può essere sorretto anche solo da una “valutazione indiziaria di portata generale….fondata su contesti significativi nel loro complesso, anziché su fatti univoci e su episodi definiti”. Può essere ritenuto sufficiente per l’applicazione della norma di cui trattasi, in altre parole, “qualora non sia possibile documentare che l’interessato viva dei (soli) proventi di attività delittuosa o sia dedito a traffici illeciti o si associ con pregiudicati….che il modello comportamentale complessivo del soggetto faccia ragionevolmente presumere la persistenza di una pericolosità sociale”.( Consiglio di Stato, Sez. 6, Sent. 02468 del 27 aprile 2011
Il questore della provincia di dimora può avvisare oralmente i medesimi soggetti che esistono sospetti a loro carico, indicando i motivi che li giustificano.

martedì 19 novembre 2013

DIFFONDI LE LOCANDINE IN AIUTO NELLA RICERCA DI DENISE

DIFFONDI LE LOCANDINE IN AIUTO NELLA RICERCA DI DENISE
PER QUALSIASI INFORMAZIONE VISITATE:
Sito/blog ufficiale http://cerchiamodenise.it/ http://informazione.cerchiamodenise.it/ Locandine, Da Scaricare: http://www.cerchiamodenise.it/stampe.htm - http://www.cerchiamodenise.it/locandine/locandinaeuritaingfra.jpg
PAGINE FAN , GRUPPI E PROFILI UFFICIALI:
https://www.facebook.com/missing.d.mp (profilo)
https://www.facebook.com/pipitonedenise (paginafan)
https://www.facebook.com/.../227346334003135 (paginafan)
https://www.facebook.com/missing.pipitone (profilo)
https://www.facebook.com/groups/80318663328/ (gruppo)
https://www.facebook.com/groups/missingdenisemp/ (gruppo)
---> BLOG http://informazione.cerchiamodenise.it/
---> SITO: http://www.cerchiamodenise.it/

sabato 16 novembre 2013

martedì 12 novembre 2013

Denise: Procura di Marsala fa appello contro assoluzione Jessica Pulizzi

Denise: Procura fa appello contro assoluzione Jessica

Trapani, 11 nov. - Anche la Procura di Marsala (Trapani) ricorre contro l'assoluzione di Jessica Pulizzi dal sequestro della sorellastra Denise Pipitone. E' stato infatti depositato alla Procura generale della Corte d'Appello di Palermo l'atto di impugnazione contro la sentenza del Tribunale che lo scorso 27 giugno ha assolto dal'accusa di concorso in sequestro di minore Jessica Pulizzi, sorella per parte di padre della piccola Denise Pipitone, la bambina scomparsa a Mazara del Vallo (Trapani) il primo settembre 2004. Per la Pulizzi, i pm Sabrina Carmazzi e Francesca Rago avevano chiesto 15 anni di reclusione. Nei giorni scorsi la sentenza era stata impugnata anche dall'avvocato di parte civile Giacomo Frazzitta, legale della madre di Denise, Piera Maggio. Fonte: (AGI)

***
Denise, la procura ricorre in appello contro l'assoluzione di Jessica
MARSALA (TRAPANI) - La Procura di Marsala ha depositato presso la Procura generale della Corte d'appello di Palermo l'atto di impugnazione della sentenza con cui, lo scorso 27 giugno, il Tribunale di Marsala (presidente del collegio Riccardo Alcamo) ha assolto Jessica Pulizzi, 26 anni, dall'accusa di concorso nel sequestro della sorellastra Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo (Tp) il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di quattro anni.

L'imputata, figlia dello stesso padre di Denise (Piero Pulizzi) è stata assolta ''per non aver commesso il fatto'', anche se con la formula del secondo comma dell'articolo 530 del codice di procedura penale. E cioè per ''mancata o insufficiente formazione della prova''. Per Jessica Pulizzi, i pubblici ministeri Sabrina Carmazzi e Francesca Rago avevano invocato la condanna a 15 anni di carcere, il massimo della pena prevista dal codice penale per questo reato (sequestro di minorenne). ''Una serie di indizi chiari, univoci e convergenti - affermarono i pm nella requisitoria - inducono a ritenere che Jessica sia stata l'autrice del sequestro. E' colpevole senza alcun dubbio. Anche se non può aver agito da sola''. Per false dichiarazioni al pm, il Tribunale condannò, invece, a 2 anni di reclusione Gaspare Ghaleb, 28 anni, ex fidanzato di Jessica. Nei giorni scorsi, a impugnare la sentenza è stato anche l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di parte civile per Piera Maggio, madre della bambina scomparsa. Fonte: (livesicilia.it)

sabato 9 novembre 2013

Marsala: Procura di Marsala presenta l'appello contro sentenza di assoluzione di Jessica Pulizzi

Marsala 9 novembre 2013: Caso Denise : Anche la Procura di Marsala ha proposto appello contro la sentenza di assoluzione di Jessica Pulizzi, comunicazione avuta nella tarda mattina di oggi.

giovedì 7 novembre 2013

Mazara del Vallo. Rapimento Denise Pipitone, pronto l'appello.

Mazara. Rapimento Denise Pipitone, pronto l'appello.
MAZARA DEL VALLO. Potrebbe essere depositato entro sabato prossimo l’atto di appello contro la sentenza del tribunale di Marsala che lo scorso giugno, al termine del processo di primo grado, ha assolto Jessica Pulizzi dall’accusa di concorso in sequestro di minorenne nell’ambito del processo sul rapimento della piccola Denise Pipitone. A presentare ricorso sarà l’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di parte civile in rappresentanza della madre di Denise, Piera Maggio. Dunque, la vicenda giudiziaria riguardante la scomparsa della bambina potrebbe presto approdare alla corte d’appello di Palermo.
[fonte Televallo]

giovedì 31 ottobre 2013

Carini, stroncata una tratta di minori: numerosi arresti, 31 ottobre 2013 Tra i vari reati contestati anche la "LEGGE DENISE" (Art. 605 C.P.) (Art. 574 bis C.P.)


31 ottobre 2013 - (Dal profilo FB dell'avv. Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio) Legge Denise: nasce dall' esperienza del mio studio legale sul tema dei minori, voluta fortemente da Piera Maggio con l'ausilio dell'on.le Barbara Mannucci abbiamo raggiunto nel 2009 questo importante obbiettivo diretto a tutelare i minori .
Fonte : Marsala.it I Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Carini, supportati da quelli del Gruppo di Palermo e dei Comandi Provinciali di Brescia e Trapani, stanno eseguendo diverse ordinanze di custodia cautelare emesse dal GIP di Palermo su richiesta dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia: i reati contestati sono quelli di associazione a delinquere finalizzata al compimento di vari reati tra cui "tratta di persone" (art. 601 C.P.), "sequestro di persona" (Art. 605 C.P.) e "sottrazione e trattenimento di minore all'estero (Art. 574 bis C.P.). Il reato associativo e' aggravato dal fatto che l'organizzazione era impegnata in attivita' criminali in piu' di uno Stato (art. 4 L. 146/2006). Le indagini hanno consentito di individuare un'organizzazione operante in diversi Paesi del mondo (Tunisia, Cipro, Egitto, Libano, ecc.) dedita alla organizzazione di "recuperi" di minori contesi tra genitori di Paesi diversi, con la pianificazione, organizzazione ed esecuzione di veri e propri sequestri di persona, spesso con l'uso della violenza. Tra le persone coinvolte una ex atleta russa, vincitrice di medaglia di bronzo nella vela alle olimpiadi di Seul 1988, titolare di societa' di noleggio barche di lusso di Palermo.

sabato 26 ottobre 2013

PIERA MAGGIO: BUON COMPLEANNO DENISE OVUNQUE TU SEI! CI MANCHI TANTO, MAMMA E PAPA'.



BUON COMPLEANNO DENISE OVUNQUE TU SEI! - AUGURI PER IL TUO 13ESIMO COMPLEANNO
NATA IL 26 OTTOBRE 2000 - 2013/ SEQUESTRATA IL 1 SETTEMBRE 2004

Mazara del Vallo 26 ottobre 2013 - Il mio silenzio in questi mesi è sinonimo di attesa e di speranza..…..
Nn esiste nessuna espressione per far comprendere il dolore provocato in questi anni per la mancanza della nostra Denise, un male sordo che ci martella la mente ogni giorno che passa, ogni minuto che vivi. Tutte le madri e i padri del mondo non dovrebbero vivere l’ incubo infinito come la mancanza di un figlio scomparso.
Non si capisce la cattiveria che regna in alcune persone, nonché l’accanimento che regna in altri. Chi subisce un torto vivendo nel dolore, merita il rispetto dovuto, senza essere calpestati da critiche sterili o da falso buonismo, servono a poco le belle frasi piene d’ipocrisia.
Mai nessuno potrà ripagarmi dal tempo perduto dall’amore strappato della mia bambina, una corsa contro il tempo che mai più si potrà recuperare, il male ha già agito, quello che per qualcuno è solo lavoro routine di tutti i giorni, per noi è vita piena di sofferenza perpetua e quotidiana.
In questo momento preferisco stare in silenzio, di attendere, ma no di smettere di lottare per la verità, vogliamo giustizia per i colpevoli di cui non ho fatto mai mistero, si sono macchiati di un gesto tanto vile e disumano pieno di cattiveria.
Mi batterò perché il bene vinca sul male, i bambini vanno difesi, tutelati dai mostri, dal lupo cattivo, anche il silenzio rende colpevole di tale gesto. Non smetterò di pensare il momento in cui potrò stringere ancora tra le braccia la mia bambina ormai quasi diventata una piccola donnina.
Riflessione e meditazione, oltre la professione ci vuole un cuore! in fondo tutti siamo stati bambini, solo che alcuni forse lo hanno dimenticato! BUON COMPLEANNO DENISE AMORE MIO!! (Piera Maggio)

cerchiamodenise.it

Video youtube: BUON COMPLEANNO DENISE 26/10/2013 Piera Maggio. Missing Denise Pipitone. Link diretto http://youtu.be/29BKAJvYUJo

***
You Tube tutti i video, denisepipitone04: http://www.youtube.com/user/ denisepipitone04

venerdì 25 ottobre 2013

DEDICATO A DENISE E A TUTTI I BAMBINI SCOMPARSI

L'avv. Frazzitta Giacomo, legale di Piera Maggio, dal suo profilo Facebook, così ha scritto. https://www.facebook.com/giacomofrazzitta?fref=ts

Dedicato a Denise e a tutti i bimbi sequestrati, perchè sappiate che i bimbi NON scompaiono, ma vengono rubati............mi sembra di sentire il rumore dei baci andati a vuoto da parte di una madre. Mi sembra che il silenzio, in cui siamo piombati, dopo la sentenza di assoluzione, faccia un rumore assordante. Mi sembra che il clamore e lo spaesamento siano improvvisamente divenuti un assordante silenzio. Mi sembra che il giusto diritto all'amore, che come il rumore di una cascata è zampillato dal cuore di una madre e di tutti quelli che un cuore ce l'hanno, sia diventato un fiume silenzioso che imperterrito scorre verso il mare della verità. Mi sembra che ci sia un momento per parlare e un momento per fare silenzio . Mi sembra che la cattiveria, di tutti coloro che ci hanno offeso con parole e frasi che dovrebbero essere avulse al diritto, sia diventata inutile stupidità e vuota cupidigia del dolore .
Io credo che la ragione dei giusti emergerà, anche se sarà incomprensibile il ritardo per una madre che ha perso per sempre tutti questi anni di vita con sua figlia. In questa triste e violenta storia non ci saranno nè vincitori nè vinti perchè il tempo in questo caso ha rubato lo spazio ad una madre e alla sua splendida bambina . A presto Denise


(RINGRAZIO IL MIO LEGALE, PER IL PENSIERO AVUTO DETTATO DAL CUORE OLTRE OGNI PROFESSIONE) PM

VIDEO BUON COMPLEANNO DENISE 26 OTTOBRE 2013

 

Video youtube: BUON COMPLEANNO DENISE 26/10/2013 Piera Maggio. Missing Denise Pipitone. Link diretto http://youtu.be/29BKAJvYUJo

***
You Tube tutti i video, denisepipitone04: http://www.youtube.com/user/ denisepipitone04

giovedì 24 ottobre 2013

COMPLEANNO DENISE: LETTERA dei ragazzi del liceo scientifico di Mazara del Vallo.


(giovedì 24 ottobre 2013) COMPLEANNO DENISE.
LETTERA dei ragazzi del liceo scientifico di Mazara del Vallo.


Gentile signora Piera , dopodomani è il compleanno di Denise , una ricorrenza quanto mai triste per lei , la sua famiglia , ma anche per l’intera comunità mazarese. Sarebbero state 13 le candeline che Denise avrebbe soffiato , esprimendo i desideri tipici di tutte le adolescenti .
Questa lettera nasce dal desiderio di far sentire la presenza di noi tutti a lei che, a volte, in questi anni di buio,solitudine, sofferenza e tristezza pensa di essere rimasta sola nel suo dolore. Sola nel ricordo di sua figlia che non ha più abbracciato ,accarezzato , con la quale non ha più giocato,cantato,riso,mangiato o dormito insieme in quel “lettone” dove tante volte, chissà quanto, l’avrà coccolata.
Parlare ad una madre che soffre è difficile, non ci sono parole per alleviare un dolore così devastante. Lei ha dimostrato di essere una donna forte, una donna che non si vuole arrendere, una donna che da subito ha capito che per cercare la sua piccola Denise doveva farsi ascoltare da tutti, doveva gridare al mondo intero che la sua piccola, scomparsa nel nulla, doveva essere cercata. E lei ha accettato interviste televisive, ha pubblicato foto di sua figlia dappertutto, ha mobilitato le nostra “giunta comunale” per organizzare fiaccolate ,per non dimenticare la violenza verso questa creatura innocente che è stata tolta ai suoi genitori e al loro amore. E’ a questa madre speciale che io e la mia classe volevamo rivolgerci per far sentire il nostro calore , il nostro conforto di ragazzi adolescenti quasi coetanei della sua Denise.
Si dice che un genitore non vorrebbe mai sopravvivere al proprio figlio, lei, signora Piera, che conosce bene il significato di questa frase, continui a comportarsi così perché, anche se la sua vita ormai le sembrerà priva di senso senza la sua piccola ,e lei sarà fortemente provata da processi e verità nascoste , la sua piccola Denise ha bisogno di questa “madre coraggio” che, a distanza di anni ,mantiene ancora viva l’attenzione e le ricerche sulla sua bambina che rappresenta anche tutte i bambini che ogni giorno , nel mondo, scompaiono nel nulla.
Con la speranza che ,un sogno non impossibile da realizzare , possa permetterci di ritrovarci tutti insieme presto intorno ad una torta gigante per soffiare le 1000 candeline, che rappresentano i 1000 abbracci che vorremmo concedere ad un’amica che purtroppo conosciamo solo dalle foto segnaletiche , Auguri Denise!

Walter Genna e i compagni della
III B del Liceo Scientifico “G.P. Ballatore”
***
Si ringraziano tutti ragazzi per il pensiero avuto e l’insegnante, Prof.ssa Carolina D'Annibale (Piera Maggio)
***
Si ringrazia la sig.ra Maria Falcone, per il videomontaggio
Video youtube:
BUON COMPLEANNO DENISE 26/10/2013 Piera Maggio. Missing Denise Pipitone. Link diretto http://youtu.be/29BKAJvYUJo

 

You Tube tutti i video, denisepipitone04: http://www.youtube.com/user/ denisepipitone04

lunedì 14 ottobre 2013

L'AVV. FRAZZITTA COMMENTA DAL SUL PROFILO FACEBOOK.

L'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera maggio, così commenta dal suo profilo Facebook.
14 ottobre 2013
E allora penso che fare il proprio dovere, rispettare le leggi sia una cosa corretta e giusta. Penso anche che chi invece ha fatto del male nascondendosi dietro al paravento di una sentenza di assoluzione debba evitare di continuare a perseverare nel male volando sulle anime di persone oneste e sincere . L'Italia è quel paese fondato sull'inciucio sulle raccomandazioni e sono rari coloro che rivestono una posizione apicale per loro meriti, spesso in tutte le istituzioni ci sono dirigenti che non meritano il ruolo che ricoprono e da quella posizione dirigono e avvantaggiano chi vogliono con lo stesso criterio marcio con cui sono arrivati a ricoprire quel ruolo. Buon pomeriggio

UN CUORE X DENISE (condividi e diffondi)

UN CUORE X DENISE (condividi, diffondi)
GRUPPI UFFICIALI / OFFICIAL GROUPS:
https://www.facebook.com/groups/80318663328/
Vogliamo Denise libera, vogliamo giustizia, vogliamo la verità, i bambini non spariscono nel nulla

https://www.facebook.com/groups/missingdenisemp/
♥ Missing Denise - I Bambini non si Toccano! Do Not Touch The Children! ♥

PAGINA FAN UFFICIALI / OFFICIAL FANPAGE:
https://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282
Fans Missing Denise Pipitone Mp

https://www.facebook.com/pages/Missing-Denise-Mp-cerchiamodeniseit-Gruppo-fondato-da-Piera-Maggio/227346334003135
Missing Denise Mp - cerchiamodenise.it - Gruppo fondato da Piera Maggio

PROFILO UFFICIALE / OFFICIAL PROFILE:
https://www.facebook.com/missing.d.mp
Piera Denise Mp Maggio
https://www.facebook.com/missing.pipitone
Missing Children Denise Pipitone

Sito Ufficiale/ Official Web Site: http://www.cerchiamodenise.it / http://www.cerchiamodenise.org
Blog Ufficiale/Official Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/



sabato 12 ottobre 2013

Caso denise pipitone. La perizia non chiarisce i dubbi sul supertestimone


La perizia non chiarisce i dubbi sul supertestimone
11 ottobre 2013 - Non ci sarebbe ancora un parere definitivo sulla capacità di intendere e comunicare di Battista Della Chiave, il sordomuto di 74 anni che in marzo agli avvocati di parte civile ha raccontato di aver visto la piccola Denise Pipitone poco dopo la sua scomparsa, il primo settembre 2004, in un magazzino di via Rieti, a Mazara del Vallo (Trapani), in braccio al nipote, Giuseppe Della Chiave, che per questo è indagato dalla Procura.
Davanti al gup di Marsala, Annalisa Amato, infatti, lo psichiatra Antonino Sammartano, ascoltato nel corso di un incidente probatorio, non avrebbe, secondo i legali di parte civile, espresso un parere chiaro e definitivo. L’11 giugno scorso, sempre davanti al giudice Amato, il super testimone si era avvalso della facoltà di non rispondere in quanto familiare dell’indagato. Giuseppe Della Chiave, cuoco, è l’ultimo indagato per il sequestro di Denise.
Un’accusa dalla quale, lo scorso 27 giugno, il tribunale di Marsala ha assolto (seppur con la formula della mancata o insufficiente formazione della prova) la sorellastra Jessica Pulizzi (imputata e bambina scomparsa sono figlie dello stesso padre: Piero Pulizzi); mentre in un secondo filone d’indagine è coinvolta, con altri, anche Anna Corona, madre di Jessica. Al termine dell’incidente probatorio svoltosi oggi, l’avvocato di parte civile Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, mamma di Denise, ha detto che ”ci sono state delle gravi violazioni del diritto di difesa da parte dei periti (oltre a Sammartano, ascoltati anche due esperti nel linguaggio dei segni, ndr), che faremo valere nelle sedi opportune, per cui avanzeremo un sollecito alla procura per la formulazione di un nuovo incidente probatorio”. Circa l’esito della perizia affidata a Sammartano, l’avvocato Frazzitta ha affermato che ”non sono stati centrati i punti fondamentali”. (Fonte: www.si24.it)

venerdì 11 ottobre 2013

UN CUORE PER DENISE. CONDIVIDI E DIFFONDI ANCHE TU!

UN CUORE PER DENISE
Clicca "Mi piace" e condividi nella tua pagina, profilo facebook, sito web, blog, ect...



DENISE, incidente probatorio: l'avv. Frazzitta "ci sono state a nostro avviso delle gravi violazioni del diritto di difesa da parte dei periti"

Il legale di Piera Maggio, avv. Frazzitta Giacomo, dal suo profilo facebook, ha commentato l'incidente probatorio che si è tenuto stamani davanti alla Procura di marsala.
Mazara del Vallo, 11 ottobre 2013 - Caso Denise : faremo sapere le nostre determinazioni sull'incidente probatorio dopo che valuteremo le trascrizioni dell'udienza odierna. Possiamo affermare che ci sono state a nostro avviso delle gravi violazioni del diritto di difesa da parte dei periti, che faremo valere nelle sedi opportune, per cui avanzeremo un sollecito alla Procura per la formulazione di un nuovo incidente probatorio....purtroppo....que ste sono le lungaggini della giustizia italiana . Sono seriamente deluso ancora una volta come cittadino e padre prima che come avvocato.

Denise, oggi l'incidente probatorio con Della Chiave

Denise, oggi l'incidente probatorio con Della Chiave
11/10/2013 - Si terrà oggi a Marsala, davanti al Gup Annalisa Amato la seconda udienza dell'incidente probatorio di Battista Della Chiave, il sordomuto di 74 anni che ha riferito agli avvocati di parte civile di aver visto la piccola Denise Pipitone poco dopo la sua scomparsa il primo settembre 2004, in un magazzino di via Rieti, a Mazara del Vallo, in braccio al nipote, Giuseppe Della Chiave, ora indagato dalla Procura. Ma davanti al giudice, lo scorso 11 giugno, il testimone si era avvalso della facolta' di non rispondere perche' familiare dell'indagato.
Oggi è prevista l'audizione dello psichiatra Antonino Sammartano che ha eseguito una perizia sul sordomuto, insieme agli altri due periti, Maria Giglio e Pietro Lombardo, ha fatto slittare l'udienza.
Giuseppe Della Chiave, cuoco, e' l'ultimo indagato per il sequestro della minore. La consulente di parte è Tiziana Nicolazzo
Piera Maggio ha gia' chiesto alla Procura generale della Corte d'Appello di Palermo di avocare sia l'indagine scaturita dalle dichiarazioni di Della Chiave sia quella a carico di Anna Corona, madre di Jessica.
Sul caso Denise è stata di recente ascoltata a Marsala la giornalista Sciarelli. L'interrogatorio a cui è stata sottoposta è durato un'ora e mezza. Ad ascoltare la popolare conduttrice del programma di Rai3 «Chi l'ha visto?» è stato il procuratore Alberto Di Pisa. All'ingresso del Palazzo di Giustizia di piazza Borsellino, la Sciarelli ha dichiarato: «Sono stata convocata come persona informata dei fatti. Non so su quali fatti dovrò rispondere». All'uscita si è limitata a dire che l'interrogatorio è stato «secretato» e che perciò non poteva riferire nulla. Neppure sull'argomento su cui è stata ascoltata. Fonte: marsala.it

CASO DENISE: UDIENZA DAVANTI AL GIP. PERIZIA PER IL SORTO MUTO


Caso Denise: AVVISO IMPORTANTE QUALCUNO PARLI È URGENTE!! UDIENZA DAVANTI AL GIP. PERIZIA PER IL SORTO MUTO
Mazara del Vallo 11 ottobre 2013 - Oggi si terrà l'udienza davanti al GIP di Marsala per la perizia sul testimone sordo muto, disposta per stabilire la sua capacità.
L'avvocato Frazzitta Giacomo, legale di Piera Maggio, "Eravamo ad un passo dalla verità ed è tutto diventato così incredibilmente difficile" "qualcuno parli è urgente"

giovedì 3 ottobre 2013

La giornalista Federica Sciarelli, sentita dalla Procura di Marsala....

La giornalista Federica Sciarelli, sentita dalla Procura di Marsala..
AGI) - Trapani, 3 ott.
- La giornalista Federica Sciarelli, conduttrice della trasmissione in onda su Rai 3 "Chi la ha visto?", e' stata sentita questa mattina dalla Procura di Marsala (Trapani). "Sono stata convocata - ha detto Sciarelli al suo arrivo a Palazzo di giustizia - come persona informata sui fatti dal procuratore Alberto Di Pisa, ma non so di quali fatti stiamo parlando". Sull'argomento e sul contenuto dell'interrogatorio viene mantenuto il piu' stretto riserbo, come ha ribadito la giornalista lasciando la Procura dopo circa un'ora e mezzo. Il programma di Sciarelli ha seguito da vicino il caso della piccola Denise Pipitone, scomparsa a Mazara del Vallo il primo settembre 2004 all'eta' di quasi 4 anni, e il processo per il suo sequestro a carico della sorella per parte di padre Jessica Pulizzi, assolta lo scorso 27 giugno. "Ci siamo occupati tanto di Denise - ha concluso la giornalista - e continueremo a farlo fino a che non verra' ritrovata". (AGI) .


DENISE CI MANCHI TANTO.....
#Sito/blog ufficiale
---> BLOG http://informazione.cerchiamodenise.it/
---> SITO: www.cerchiamodenise.it


lunedì 30 settembre 2013

lunedì 23 settembre 2013

23/09/2013 - DENISE PIPITONE: RINVIATA UDIENZA PREVISTA PER OGGI. l’interrogatorio del teste sordomuto


23/09/2013 Mazara del Vallo - Oggi sono state depositate le motivazioni del Tribunale di Marsala, della sentenza con cui è stata assolta ex art. 530 comma 2 JESSICA PULIZZI (assoluzione dubitativa). Nei prossimi giorni ne avremo le copie. Vi terremo informati. Grazie #denisepipitone #pieramaggio #missing #sequestro #bambina #pieropulizzi #chilhavisto #children #disapperance #rapimento

Denise Pipitone, l’interrogatorio del teste sordomuto rinviato
23/09/2013 - Oggi era prevista l'audizione dello psichiatra
Il gup di Marsala, Annalisa Amato, ha rinviato al prossimo 11 ottobre la seconda udienza dell’incidente probatorio di Battista Della Chiave, il sordomuto di 74 anni che ha riferito agli avvocati di parte civile di aver visto la piccola Denise Pipitone poco dopo la sua scomparsa il primo settembre 2004, in un magazzino di via Rieti, a Mazara del Vallo (Trapani), in braccio al nipote, Giuseppe Della Chiave, ora indagato dalla Procura. Ma davanti al giudice, lo scorso 11 giugno, il testimone si era avvalso della facoltà di non rispondere perché familiare dell’indagato.
DENISE PIPITONE E L’INTERROGATORIO DEL TESTE SORDOMUTO - A quasi tre mesi dall’assoluzione di Jessica Pulizzi, sorellastra di Denise, il caso della bambina scomparsa sarebbe dovuto approdare oggi nuovamente in un’aula di Tribunale. Oggi era prevista l’audizione dello psichiatra Antonino Sammartano che ha eseguito una perizia sul sordomuto, ma l’assenza di altri due periti, Maria Giglio e Pietro Lombardo, ha fatto slittare l’udienza. Giuseppe Della Chiave, cuoco, è l’ultimo indagato per il sequestro della minore, ma era assente questa mattina a Palazzo di giustizia come anche lo zio, Battista. “Sono molto tranquillo sull’esito favorevole della vicenda processuale -ha commentato Walter Marino, legale dell’indagato- anche alla luce di quanto mi ha riferito sulla perizia la consulente di parte Tiziana Nicolazzo”.
PIERA MAGGIO A CASA - Ha scelto di non esserci oggi la madre di Denise, Piera Maggio. “La sua assenza -ha detto il suo avvocato, Giacomo Frazzitta- vale piu’ di mille presenze. Le dichiarazioni che Battista Della Chiave ha fatto a noi avvocati di parte civile -ha proseguito- sono veritiere e spontanee e noi ne siamo certi. Forse non possono avere una prosecuzione procedurale, pero’ il fatto c’è”. Piera Maggio ha già chiesto alla Procura generale della Corte d’Appello di Palermo di avocare sia l’indagine scaturita dalle dichiarazioni di Della Chiave sia quella a carico di Anna Corona, madre di Jessica. (AGI)

#denisepipitone #pieramaggio #missing #sequestro #bambina #pieropulizzi #chilhavisto #children #disapperance #rapimento

DENISE, SLITTA L`INCIDENTE PROBATORIO PER TESTIMONE

(23 Settembre 2013) L`assenza di due periti (Maria Giglio e Pietro Lombardo) ha fatto slittare all`11 ottobre l`audizione, davanti al gup di Marsala Annalisa Amato, dello psichiatra Antonino Sammartano, nominato dal giudice per riferire sulla capacità di intendere di Battista Della Chiave, il sordomuto mazarese di 74 anni che agli avvocati di parte civile aveva raccontato di aver visto la piccola Denise Pipitone, qualche ora dopo la sua scomparsa (1 settembre 2004), in un magazzino di via Rieti, a Mazara del Vallo.

La piccola, secondo il testimone, era in braccio al nipote, Giuseppe Della Chiave, che per questo è indagato per concorso in sequestro di minorenne. Lo scorso 11 giugno, però, davanti al gup Amato, nella prima udienza dell`incidente probatorio, il testimone si è avvalso della facoltà di non rispondere perchè familiare dell`indagato. All`udienza di oggi ha deciso di non essere presente Piera Maggio, madre della bambina scomparsa. Il suo legale, Giacomo Frazzitta, ha affermato: «Le dichiarazioni che Battista Della Chiave ha fatto a noi avvocati di parte civile sono veritiere e spontanee e noi ne siamo certi. Forse non possono avere una prosecuzione procedurale, però il fatto c`è».

Dell`indagine scaturita dalle dichiarazioni di Della Chiave e di quella a carico di Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi (assolta circa tre mesi fa dal Tribunale di Marsala con la formula del secondo comma dell`articolo 530 del codice di procedura penale), Piera Maggio ha già chiesto l`avocazione alla Procura generale della Corte d`Appello di Palermo. (Fonte: Gds)

venerdì 20 settembre 2013

IL DIRITTO DI GRIDARE: “MOSTRO !”

IL DIRITTO DI GRIDARE: “MOSTRO !” http://www.cerchiamodenise.it/associazione/gridaremostro.pdf

Ci sono reati che vengono commessi contro la persona. E sono gravi.
Ma ci sono azioni che pur danneggiando una o più specifiche persone,
sono da considerare reati contro l’umanità.
Tutto ciò per la gravità e l’efferatezza che li caratterizza.
Non è necessario essere un dittatore di qualche sperduto paese per
commettere questo tipo di reati.
Basta agire e pensare contro il senso proprio dell’esistenza di un altro
individuo, senza rispetto per la dignità della persona e per il diritto alla vita.
E se l’individuo danneggiato è un bambino indifeso, non esiste più alcuna
attenuante per chi ha commesso questo atto ignobile.
La vergogna profonda del nostro silenzio è il male del nostro tempo,
perché le nostre città sono culla di mostri senza pietà, rigidamente freddi
nel perseguire il loro intento criminale, e spietati nelle loro azioni.
Non importa che dall’altra parte vi sia una vittima innocente, l’importante
per queste non-persone è soddisfare il loro smisurato bisogno di vendetta e
di orrore.
E nessuno ha il coraggio di dire basta, perché se si leva la protesta, giusta
e sensata, la comune codardia leva la sua voce ancora più cinica e
insensata: “è un fatto che riguarda loro, la loro famiglia, ecco perché è
successo”.
E così di famiglia in famiglia, i mostri vagano indisturbati, rubando e
uccidendo, senza alcun freno né morale, perché essi sono disumani, né
materiale, perché tanto “sono questioni private”.
E così è normale che una ragazza si liberi della sorellina sgradita, magari
perché è figlia di un’altra madre. Appunto… si tratta solo di “questioni nella
famiglia”.
Così tacitiamo la nostra paura di venire un giorno coinvolti in questi sgraditi
affari, perché noi siamo “diversi” da “quelle famiglie là”.

Ci sentiamo immunizzati contro il male, protetti dallo scudo del nostro buon
senso e dalle nostre più che riconosciute “buone frequentazioni”.
Ecco perché i mostri esistono. Perché non li vogliamo vedere.
Possiamo convivere con l’idea che i mostri possono colpire anche noi?
Possiamo accettare la nostra fragilità di fronte al male ignobile che pervade
la loro logica incoscienza?
Noi rivendichiamo il diritto di esprimere la nostra paura. La nostra voce si
leva per focalizzare il punto di origine che determina il male che a noi
perviene.
E’ un invito rivolto a chiunque, un appello al senso della libertà e della
giustizia: non abituiamoci ai mostri.
Quando ne riconosciamo uno, abbiamo il coraggio di gridare: “mostro!”.
Perché forse, oltre a noi, anche qualcun altro potrà vederlo.

PER QUALSIASI INFORMAZIONE VISITATE
:
Sito/blog ufficiale
---> BLOG http:// informazione.cerchiamodenise.it /
---> SITO: www.cerchiamodenise.it
Locandine, Da Scaricare: http://www.cerchiamodenise.it/ stampe.htm - http://www.cerchiamodenise.it/ locandine/ locandinaeuritaingfra.jpg


domenica 1 settembre 2013

DENISE: APPELLO ALLA SANTA SEDE PER INIZIATIVE DI RICERCA

DENISE: APPELLO ALLA SANTA SEDE PER INIZIATIVE DI RICERCA

Mazara del Vallo, 1’ Settembre 2013. Sono trascorsi nove anni dal sequestro della piccola Denise, e la madre, Piera Maggio, lotta per il ritorno a casa della figlia scomparsa: “Da oggi qualcosa cambia in me, e nel mio modo di esprimermi pubblicamente. Sono in attesa delle motivazioni della sentenza di primo grado, pronta ad impugnarla… credo che ormai non sia più necessario fornire ulteriori prove o spiegazioni. Per chi segue da anni questa vicenda non vi sono fatti poco chiari. Semmai in passato avessi potuto avere dubbi (e non ne avevo) oggi ho solo certezze. E come me tutte le persone, i cittadini perbene, che hanno la consapevolezza dei fatti avvenuti, anche se nessuno ancora lo può rendere manifesto”. Nel frattempo viene lanciata una pubblica iniziativa rivolta alla Santa Sede, a quel papa Francesco che tanto ha fatto parlare di sé per la grande capacità di comunicare con i fedeli. Piera Maggio scrive una lettera in Vaticano: “Chiedo al nostro Papa di intervenire direttamente per favorire tutte quelle iniziative (vd. Bruxelles, n.d.r.) per la ricerca dei minori scomparsi che attendono solo una forte spinta per poter essere avviate. Al suo spirito di uomo magnanimo e gentile, che tanto ha a cuore i bambini, mi rivolgo per un incontro propositivo. Quando ci sono in gioco le vite dei bambini l’ “ORA” cede il passo al “LABORA". Sono certa che Papa Francesco potrà capire le mie parole e la necessità di fare qualcosa.

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise
ufficiostampa@cerchiamodenise.it

sabato 31 agosto 2013

DENISE PIPITONE: 1 SETTEMBRE 2013, TRISTE ANNIVERSARIO DEL SEQUESTRO

DENISE PIPITONE: 1 SETTEMBRE 2013, TRISTE ANNIVERSARIO DEL SEQUESTRO

Mazara del Vallo 31 Agosto 2013 - Domani 1 settembre 2013, ricorre il triste anniversario, sono trascorsi 9 anni, dal sequestro di una bambina di nome Denise.
Viviamo in paese strano, dove chi fa del male ad un bambino, è libero di fare ciò che vuole, nonostante la consapevolezza di chi siano stati i veri colpevoli dell'abominevole gesto. Ormai nel nostro caso è risaputo da tutti come sono andati i fatti, e oggi più che mai ne abbiamo avuto la certezza, solo qualcuno ancora si ostenta ad non accettare che nonostante gli anni passano nulla è cambiato, chissà perchè?, eppure sono sempre loro, gli stessi di quel maledetto primo settembre del 2004.
Denise dove sei, dove ti hanno portata, quando ti riabbraccierò, queste sono le domande che da 9 lunghi anni mi continuo a chiedere e che ancora nessuno ha saputo dare una risposta. Passano gli anni ma no il dolore, per un male che continua a proliferare a cui ancora non si è dato giusta giustizia. Denise, noi staremo sempre ad aspettarti!!
(Piera Maggio)

***
(Scritto dal legale di Piera Maggio, avv. Giacomo Frazzitta, dal suo profilo Facebook)

Domani 1 settembre 2013 saranno passati 9 anni dal sequestro di Denise Pipitone e mi sembra di sentire il rumore dei baci andati a vuoto da parte di una madre. Mi sembra che il silenzio in cui siamo piombati dopo la sentenza di assoluzione faccia un rumore assordante. Mi sembra che il clamore e lo spaesamento siano improvvisamente divenuti un assordante silenzio. Mi sembra che il giusto diritto all'amore, che come il rumore di una cascata è zampillato dal cuore di una madre e di tutti quelli che un cuore ce l'hanno, sia diventato un fiume silenzioso che imperterrito scorre verso il mare della verità. Mi sembra che ci sia un momento per parlare e un momento per fare silenzio . Mi sembra che la cattiveria, di tutti coloro che ci hanno offeso con parole e frasi che dovrebbero essere avulse al diritto, sia diventata inutile stupidità e vuota cupidigia del dolore .
Io credo che la ragione dei giusti emergerà, anche se sarà incomprensibile il ritardo per una madre che ha perso per sempre tutti questi anni di vita con sua figlia. In questa triste e violenta storia non ci saranno nè vincitori nè vinti perchè il tempo in questo caso ha rubato lo spazio ad una madre e alla sua splendida bambina . A presto Denise (avv. Giacomo Frazzitta)

Si ringrazia per la collaborazione per i montaggi, la Signora Maria Falcone.

sabato 17 agosto 2013

1 SETTEMBRE 2004 - 1 SETTEMBRE 2013, SONO TRASCORSI 9 ANNI DAL SEQUESTRO DI DENISE PIPITONE

MISSING DENISE PIPITONE - IL 1 SETTEMBRE 2013, RICORRE IL TRISTE AVVIVERSARIO DELLA SCOMPARSA DI DENISE. SONO TRASCORSI 9 ANNI DAL GIORNO DEL RAPIMENTO.

PER QUALSIASI INFORMAZIONE VISITATE:
Sito/blog ufficiale
http://cerchiamodenise.it/
http:// informazione.cerchiamodenise.it /
Locandine, Da Scaricare: http://www.cerchiamodenise.it/ stampe.htm -
http://www.cerchiamodenise.it/ locandine/ locandinaeuritaingfra.jpg
 

mercoledì 7 agosto 2013

MISSING DENISE PIPITONE LINK UFFICIALI/ OFFICIAL

MISSING DENISE PIPITONE - LINK UFFICIALI/ OFFICIAL

GRUPPI UFFICIALI / OFFICIAL GROUPS:
https://www.facebook.com/groups/80318663328/
Vogliamo Denise libera, vogliamo giustizia, vogliamo la verità, i bambini non spariscono nel nulla"

https://www.facebook.com/groups/missingdenisemp/
♥ Missing Denise - I Bambini non si Toccano! Do Not Touch The Children! ♥

PAGINA FAN UFFICIALI / OFFICIAL FANPAGE:
https://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282
Fans Missing Denise Pipitone Mp

https://www.facebook.com/pages/Missing-Denise-Mp-cerchiamodeniseit-Gruppo-fondato-da-Piera-Maggio/227346334003135
Missing Denise Mp - cerchiamodenise.it - Gruppo fondato da Piera Maggio

PROFILO UFFICIALE / OFFICIAL PROFILE:
https://www.facebook.com/missing.d.mp
Piera Denise Mp Maggio

https://www.facebook.com/missing.pipitone
Missing Children Denise Pipitone

Sito Ufficiale/ Official Web Site: http://www.cerchiamodenise.it / http://www.cerchiamodenise.org
Blog Ufficiale/Official Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it/

(messaggio per Denise Pipitone) Guarda se ti riconosci..........

(messaggio per Denise Pipitone) DENISE E' A TE CHE CI RIVOLGIAMO, guarda queste immagini, vedi se ti riconosci in queste foto...... (fate girare questo messaggio, condividi) grazie
PER QUALSIASI INFORMAZIONE:
Sito Ufficiale/ Official Web Site: www.cerchiamodenise.it /www.cerchiamodenise.org
Blog Ufficiale/Official Blog: http:// informazione.cerchiamodenise.it /

sabato 20 luglio 2013

Nuove iscrizioni anche sul GRUPPO ♥ Missing Denise - I Bambini non si Toccano! Do Not Touch The Children! ♥



Gentili AMICI, Vi chiediamo di aderire in massa su questo nuovo nostro GRUPPO♥ Missing Denise - I Bambini non si Toccano! Do Not Touch The Children! ♥ https://www.facebook.com/groups/missingdenisemp/ Il TITOLO già dice tutto! Ringraziamo anticipatamente quanti aderiranno all'iscrizione, Vi aspettiamo. Grazie (se aderite Condividete anche)

P.S. La differenza di entrambi i gruppi: Nel (Gruppo) "VOGLIAMO DENISE LIBERA, VOGLIAMO GIUSTIZIA,VOGLIAMO IN GALERA I COLPEVOLI!".
https://www.facebook.com/groups/80318663328/?bookmark_t=group potete postare e commentare/ Nell'altro (Gruppo) Missing Denise - I Bambini non si Toccano! Do Not Touch The Children! https://www.facebook.com/groups/missingdenisemp/?fref=ts potete solo commentare, però avrete sempre le notizie d'informazione in primo piano.

Il bambino non è il nulla. La vita, la gioia, il cielo, il futuro, il presente, Il buio, il dolore, l'assenza, la fine. Ricordo e disperazione. Sono i due estremi tra cui oscilla il pensiero e il sentimento di quelle madri e di quei padri ai quali qualcuno ha portato via la felicità della casa, e della vita stessa. (Piera Maggio)

lunedì 15 luglio 2013

IL BAMBINO NON E' IL NULLA. (Piera Maggio)

Il bambino non è il nulla. La vita, la gioia, il cielo, il futuro, il presente, Il buio, il dolore, l'assenza, la fine. Ricordo e disperazione. Sono i due estremi tra cui oscilla il pensiero e il sentimento di quelle madri e di quei padri ai quali qualcuno ha portato via la felicità della casa, e della vita stessa. (Piera Maggio)

Tratto da un mio scritto. "Da Quel 1° Settembre 2004, il nostro Angelo è sparito nel Nulla" (il 26 Giugno 2007, allora la nuova figura di reato nn era stata approvata. successivamente La Legge 94/2009 entrata in vigore il 14 agosto 2009.

Locandine, Da Scaricare: http://www.cerchiamodenise.it/stampe.htm -
http://www.cerchiamodenise.it/locandine/locandinaeuritaingfra.jpg

sabato 13 luglio 2013

IN DATA 12 LUGLIO 2013, REVOCA NULLA OSTA, PER LA PETIZIONE ONLINE (Petizione Denise Pipitone è figlia di tutti L’appello di Piera Maggio)

(INFORMAZIONE NEWS) IN DATA 12 LUGLIO 2013, REVOCA NULLA OSTA, PER LA PETIZIONE ONLINE - Mazara del Vallo 13 luglio 2013 - Carissimi, invitiamo TUTTI, a sospendere l’adesione sulla (Petizione Denise Pipitone è figlia di tutti L’appello di Piera Maggio) Questa iniziativa era stata avviata circa un anno fa, iniziativa non creata da Piera Maggio, ma che comunque aveva dato il consenso per il comunicato stampa pubblico che vi stava dentro (comunicato stampa lanciato il giorno dell’ottavo triste anniversario della scomparsa di Denise, quindi no creato appositivamente per la petizione) Riteniamo, così, come è anche stato informato e condiviso dall'ideatore e promotore dell’iniziativa “petizione”, CHE DA PARTE NOSTRA NON VADA PIU’ AVANTI LA PETIZIONE, REVOCANDO IL NULLA OSTA, COSI' COME E' SCRITTO, perchè l’obbiettivo per cui era stata creata, è stato raggiunto da tempo, poiché in passato ci era stato riferito, di aver già inviato il tutto ai destinatari di questa iniziativa popolare, quindi per noi, conclusa la motivazione per cui era stata creata, e non proficua nel continuare a portarla avanti. La petizione online, non ha validità giuridica, la firma deve essere autografa, ed accompagnata da una autenticazione forte, come i dati e la copia della carta di identità, per poter dimostrare la coincidenza tra identità dichiarata online e identità reale. La petizione online serve solo da indicatore popolare. Vogliamo ringraziare per la collaborazione avuta. Vi ringraziamo per la cortese attenzione. Cari saluti

giovedì 11 luglio 2013

Una Mamma con tanta speranza

Una Mamma con tanta speranza
Un’infanzia rubata, è la cosa più atroce che possa esistere su questa terra, per le persone che commettono reati nei confronti dei bambini, forse riflettono lo specchio per quello che hanno vissuto nella propria vita.
I bambini vanno rispettati, e non dovrebbero subire alcun tipo di trauma che potrebbe lasciare il segno per tutta una vita.
Nelle discordie tra adulti, dissapori, vendette, i bambini dovrebbero rimanerne fuori, e non stritolati in ciò che non hanno colpa, come è successo per il rapimento della mia piccola Denise, di cui ancora c’è una ricerca costante.
Denise è la bimba che tutta L'Italia, e anche paesi Esteri ha adottato
avvolte si fa l'errore di pensare che è una brutta storia, ma lontana da noi, che non ci riguarda, ma non è così.
I bambini non appartengono alla singola Nazione, là dove sono nati. Tutti i bambini del mondo appartengono al mondo intero, cioè sono tutti “ i nostri bambini”. Far male ad un bambino vuol dire uccidere la Speranza, senza la quale nessun essere umano, giovane, adulto o vecchio che sia , riuscirebbe a dare un senso alla propria esistenza.
Piera Maggio
Diffondete questa pagina in aiuto alle ricerche di Denise http://www.cerchiamodenise.it/web/tantasperanza.htm
***
Si prega di rispettare la policy per la diffusione dell'immagine/ Please respect the: http://www.cerchiamodenise.it/policy.pdf http://www.cerchiamodenise.org/policy.pdf

Missing/Help us/In aiuto a Denise Pipitone Sito, Blog Ufficiale: http://www.cerchiamodenise.it/ - http://informazione.cerchiamodenise.it/ - MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" -... Denise è Nata/Born on/Née le il 26/10/2000, Scomparsa/Disappearance/Disparue dal 01/09/2004 a Mazara del Vallo, (TP) Italy - Per informazioni utili/For useful information: 0039 340 5403309 - Official Web Site: http://www.cerchiamodenise.org/ - email: aiutiamo@cerchiamodenise.it / aiutiamo@cerchiamodenise.org- Website Polizia/Police: http://www.missingkids.it/ - http://www.bambiniscomparsi.it/ In caso di avvistamento, rivolgersi subito al più vicino posto di commissariato dei Carabinieri (112) o di Polizia (113)./If you think you have seen her, please immediately contact your nearest Police Station./Si vous reconnaissez Denise, adressez-vous au plus vite au poste de Police le plus proche.
***
Denise Pipitone, nacida el 26/10/2000, desaparecida el 01/09/2004 en la ciudad de Mazara del Vallo.Sicilia (Italia).Ayudanos a encontrarla.
***
Denise Pipitone nascido a pessoa 26/10/2000-perdida em 01/09/04 para Mazara del vallo. Sicília (Itália) - Ajuda nós para a achar
***
Geboren geworden Denise Pipitone 26/10/2000- Overledene 01/09/04 aan Mazara del vallo. Sicilië (Italië) - helpt ons het terugvindenDenise ha Bisogno di Noi!! aiutateci a diffondere le locandine per la ricerca. grazie

mercoledì 10 luglio 2013

INIZIATIVA IN AIUTO ALLA RICERCA DI DENISE. PORTATE CON VOI IN VACANZA LA LOCANDINA MISSING DENISE PIPITONE

INIZIATIVA IN AIUTO ALLA RICERCA DI DENISE. PORTATE CON VOI IN VACANZA LA LOCANDINA MISSING DENISE PIPITONE
Carissimi AMICI, Abbiamo pensato, in molti andrete in vacanza questa estate, e allora perchè nn stampare la locandina di Denise multilingue, in un formato che deciderete voi stessi, ed appenderla dentro o fuori il vostro mezzo di spostamento che sia auto, camper ecc... in modo da poter essere visibile a tutti! ( vi chiediamo di condividere e diffondere questo messaggio. grazie) Piera Maggio


LINK: Locandine, Stampati, foto, Video Da Scaricare: http://www.cerchiamodenise.it/ stampe.htm
http://www.cerchiamodenise.it/ locandine/ locandinaeuritaingfra.jpg
http://www.cerchiamodenise.it/ locandine/missingeurit.pdf
http://www.cerchiamodenise.it/ locandine/tascabile08.jpg
 

martedì 2 luglio 2013

PER LE RICERCHE DI DENISE: Locandine, Stampati, foto, Video Da Scaricare - UNA BAMBINA DI NOME DENISE, E IL LUPO CATTIVO.

Locandine, Stampati, foto, Video Da Scaricare: http://www.cerchiamodenise.it/ stampe.htm
http://www.cerchiamodenise.it/ locandine/ locandinaeuritaingfra.jpg
http://www.cerchiamodenise.it/ locandine/missingeurit.pdf
http://www.cerchiamodenise.it/ locandine/tascabile08.jpg
UNA BAMBINA DI NOME DENISE, E IL LUPO CATTIVO.
Carissimi, sono stati questi giorni per me difficili, i vostri commenti pieni di affetto sono stati un tocca sana per l'animo di una madre che elemosina l'amore di sua figlia, strappata con violenza dal lupo cattivo, dagli affetti più cari. Quanto dolore ricevuto in questi anni, il vostro conforto la vostra voglia di giustizia, ha fatto in modo di evidenziare quante brave persone, madri, padri nn tollerano questo senso di ingiustizia, dimostrando di stare dalla parte dei più deboli, come I BAMBINI. I vostri pensieri più sinceri mi danno la carica per rialzarmi e continuare a lottare come ho sempre fatto per Denise e per tutti i bambini come lei. La nostra bimba è diventata ormai figlia di tutti! ed è forte la speranza del suo RITORNO A CASA, vogliamo che le ricerche proseguano oggi con maggior vigore e sostegno di tutti. Vi assicuro che continuerò a lottare come e più di prima, perchè oggi alla luce dei fatti emersi, siamo ancora più consapevoli di nn aver sbagliato nulla su quanto è stato portato avanti in questi anni. Attenderemo le motivazioni dell'assoluzione con formula dubitativa e impugneremo la sentenza. MAI nessuna mamma in questo mondo dovrebbe patire un ingiustizia fuori dalla ragione, per questo motivo non ci fermeremo mai davanti a coloro che SENTONO E DICONO DI ESSERE SORDI, VEDONO E FANNO FINTA DI ESSERE CIECHI. FORZA E VOLONTA', VOLERE E POTERE E' QUELLO CHE CI VUOLE QUANDO SI CREDE IN QUELLO CHE SI FA CON AMORE E PASSIONE!! Con affetto (Piera maggio)

lunedì 1 luglio 2013

DOPO LA SENTENZA DI ASSOLUZIONE DUBITATIVA: Attenderemo le motivazioni, impugneremo la sentenza.


Attenderemo le motivazioni e cercheremo di capire se nel loro contesto ci siano spunti importanti per raggiungere la verità, non solo quella processuale. Siamo convinti che una sentenza in cui vi è una assoluzione dubitativa e una condanna per il coimputato che "ha sottaciuto fatti e circostanze di cui era a conoscenza in relazione al sequestro della minore Denise Pipitone ...con particolare riferimento ...a quanto riferitogli da Jessica Pulizzi in relazione al sequestro della minore" -così recita il capo di imputazione contro Gaspare Ghaleb- contenga elementi su cui si debba riflettere ancora, nonstante il tempo trascorso, ma così è la giustizia italiana ...questi sono i tempi della nostra giustizia....

sabato 29 giugno 2013

Ripartiamo da capo....dopo 9 anni e 11 p.m. Che si sono susseguiti, presenteremo appello. “Sollecitiamo un maggiore vigore e più entusiasmo alle Procure che adesso si occuperanno del processo di Denise.

Ripartiamo da capo....dopo 9 anni e 11 p.m. Che si sono susseguiti -
Il legale di Piera Maggio e delle parti civili, annunciano di non arrendersi: “Avevamo messo in conto anche l’assoluzione di Jessica Pulizzi, ma non ci fermiamo ed impugneremo le motivazioni della sentenza che saranno depositate tra 90 gg.– assicurano – presenteremo appello a novembre. “Sollecitiamo un maggiore vigore e più entusiasmo alle Procure che adesso si occuperanno del processo di Denise. Finora riteniamo che la linea seguita dalla Procura sia stata giusta e pensiamo che bisogna proseguire in questa direzione”.

Qualche ottimo avvocato ha sostenuto che la sentenza di assoluzione ex art. 530 co. II non è appellabile, beh forse è una nuova norma varata adesso per l'occasione o forse ha studiato su un'altro codice, perchè in Italia le sentenza di assoluzione sono impugnabili, a maggior ragione quelle con la formula dubitativa.

Assolta sorellastra Denise Pipitone: il legale mamma Denise http://video.sky.it/news/cronaca/assolta_sorellastra_denise_pipitone_il_legale_mamma_denise/v163746.vid

venerdì 28 giugno 2013

PROCESSO JESSICA PULIZZI. RIEPILOGO DELLA SENTENZA DI ASSOLUZIONE CON FORMULA DUBITATIVA : emessa dal collegio del Tribunale di Marsala il 27 giugno 2013, presieduto da Riccardo Alcamo, facevano parte i giudici Gianluigi Visco e Omar Gigi Modica.


Il processo a Jessica Pulizzi e Gaspare Ghaleb, è stato avviato il 16 marzo 2010. si è protratto per 44 udienze, la sentenza è stata emessa il 27 giugno 2013, dopo 47 ore di camera di consiglio.

L'assoluzione per jessica pulizzi, e' stata pronunciata dal Trinunale, presieduto da Riccardo Alcamo, in base al secondo comma dell'articolo 530 del codice di procedura penale, cioe' perche' "manca, e' insufficiente o e' contraddittoria la prova che il fatto sussiste, che l'imputato lo ha commesso, che il fatto costituisce reato o che il reato e' stato commesso da persona imputabile". Invece è stato condannato a due anni l'ex fidanzato tunisino Gaspare Ghaleb, con l'art. 533 del c.p.p per false dichiarazioni ai magistrati.

Il video della conferenza stampa di ieri al Tribunale di marsala, sul
Caso Denise, dopo la sentenza :
http://www.youtube.com/ watch?feature=player_embedded&v =DnWjNDLhUCM

(DA ASCOLTARE) Assolta sorellastra Denise Pipitone: il legale mamma Denise http://video.sky.it/news/cronaca/assolta_sorellastra_denise_pipitone_il_legale_mamma_denise/v163746.vid


La madre di Denise in lacrime "non smettero' mai di cercarla"

(AGI) - Trapani, 27 giu. - "Noi non smetteremo mai di cercare Denise. Mia figlia deve essere trovata". Lo ha detto Piera Maggio, madre della bambina scomparsa a Mazara del Vallo nove anni fa, dopo l'assoluzione della sorellastra Jessica Pulizzi dall'accusa di sequestro.
"7 ANNI A BERLUSCONI E JESSICA ASSOLTA"
Il Tribunale di Marsala (Trapani) ha assolto Jessica Pulizzi, unica imputata del sequestro di Denise Pipitone, la sua sorellastra scomparsa il primo settembre del 2004 a Mazara del Vallo (Trapani). I giudici hanno inflitto due anni all'ex fidanzato di Jessica, Gaspare Ghaleb, che era imputati solo di false dichiarazioni al pm. Per Jessica Pulizzi la Procura aveva chiesto 15 anni, il massimo della pena, e per Ghaleb 5 anni e 4 mesi. Furiosi i genitori di Denise. "Non c'e' giustizia". Sono le uniche parole con cui Pietro Pulizzi ha commentato l'assoluzione della figlia, Jessica, dall'imputazione di concorso in sequestro dell'altra figlia, Denise e nata dalla sua relazione extraconiugale con Piera Maggio. La donna ha commentato distrutta: "A Berlusconi vengono dati 7 anni. Qui per il sequestro di una bambina la persona viene assolta nonostante indizi univoci e convergenti - ha detto Piera Maggio -. Non credo piu' nella gistrizia". Poi ha aggiunto: "Oggi Denise e' stata nuovamente sequestrata. Non smetto e non smettero' mai di dire che Jessica e' colei che ha sequestrato Denise e che l'entourage la ha coperta. Oggi non credo piu' nella giustizia. Sono adirata. C'e' qualcuno che ha impedito di fare giustizia, ma non posso dire chi". Piera Maggio, madre della bambina scomparsa Denise Pipitone, non accetta la sentenza assoluzione di Jessica Pulizzi, dall'accusata di avere sequestrato la sorellastra, e nel Tribunale di Marsala parlando con i giornalisti usa parole durissime: "Denise e' diventata una questione di carriera per alcune persone. Quando alcuni andranno in pensione mi daranno ragione per quello che penso".
Il Tribunale si era ritirato in camera di consiglio alle 11 di martedi' dopo un processo durato tre anni e mezzo.
L'assoluzione e' stata pronunciata dal Trinunale, presieduto da Riccardo Alcamo, in base al secondo comma dell'articolo 530 del codice di procedura penale, cioe' perche' "manca, e' insufficiente o e' contraddittoria la prova che il fatto sussiste, che l'imputato lo ha commesso, che il fatto costituisce reato o che il reato e' stato commesso da persona imputabile". Jessica Pulizzi, che oggi ha 26 anni e ne aveva 17 quando la sorellastra Denise scomparve, non era in aula al momento della lettura del verdetto. C'era invece Piera Maggio, madre di Denise, che si era costituita parte civile assieme a Piero Pulizzi, padre di Jessica e di Denise, nata da una relazione extraconiugale. La tesi della Procura, non accolta dal Tribunale, indicava il movente del sequestro proprio nel rancore di Jessica Pulizzi nei confronti della donna che le aveva sottratto l'affetto del padre.
LA MADRE ACCUSA, QUALCUNO HA IMPEDITO FARE GIUSTIZIA
"Oggi Denise e' stata nuovamente sequestrata. Non smetto e non smettero' mai di dire che Jessica e' colei che ha sequestrato Denise e che l'entourage la ha coperta. Oggi non credo piu' nella giustizia. Sono adirata. C'e' qualcuno che ha impedito di fare giustizia, ma non posso dire chi". Piera Maggio, madre della bambina scomparsa Denise Pipitone, non accetta la sentenza assoluzione di Jessica Pulizzi, dall'accusata di avere sequestrato la sorellastra, e nel Tribunale di Marsala parlando con i giornalisti usa parole durissime: "Denise e' diventata una questione di carriera per alcune persone. Quando alcuni andranno in pensione mi daranno ragione per quello che penso".
IL LEGALE DELLA MADRE, C'E' ANCORA UNA BAMBINA DA CERCARE
"Non dico che non c'e' giustizia. Siamo solo al primo grado e abbiamo l'esempio di altri processi come quello sul caso Garlasco in cui si e' dovuto attendere la Cassazione per avere un po' di luce. Solo che a Garlasco c'e' stato un omicidio, mentre qui c'e' una bambina che e' stata rubata. Lo ha detto l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di parte civile per Piera Maggio, la madre di Denise Pipitone, dopo l'assoluzione della sorellastra Jessica Pulizzi, unica imputata del sequestro.
"C'e' una bambina da cercare", ha aggiunto Frazzitta, che ha proseguito: La Procura di Marsala avra' ancora voglia di cercare questa bambina? Chiedetelo al procuratore capo Alberto Di Pisa". "Noi - ha proseguito il legale - esorteremo sia la Procura di Marsala sia quella generale della Corte di Appello di Palermo, con la quale abbiamo gia' tenuto un colloquio, ad attenzionare questa sentenza e ad appellarsi". Frazzitta ha lamentato l'assenza in aula del procuratore di Marsala alla lettura della sentenza: "La sua presenza l'avremmo gradita -ha detto l'avvocato- ci sono delle cose non scritte nel codice di procedura penale, ma che si dovrebbero sentire". L'avvocato ha poi ricordato che per la scomparsa di Denise c'e' un'altra indagine aperta, e ha sottolineato: "Non vorrei che questa assoluzione avesse un effetto boomerang sull'indagine parallela che vede indagati Anna Corona, madre di Jessica, e altri. C'e' ancora un giudice che deve decidere su una richiesta di archiviazione". E Piera Maggio, sconfrontata e sfiduciata, ha ribadito: "C'e' qualcuno che vuole catapultare in fondo al fiume questo procedimento".

DENISE: PROCURATORE, PROBABILE L'APPELLO E INDAGINI PROSEGUONO
"Attendiamo di leggere le motivazione della sentenza, ma e' probabile che ricorreremo in appello", ha dichiarato il procuratore capo di Marsala (Trapani) Alberto Di Pisa, dopo l'assoluzione di Jessica Pulizzi. "Per noi -ha proseguito Di Pisa- c'era una serie di indizi gravi, univoci e convergenti, cementati da una casuale importante e uniti alla mancanza di un alibi. Ma evidentemente il Tribunale ha ritenuto diversamente".
Il magistrato ha assicurato che "le indagini per ritrovare Denise proseguono. Non sono mai cessate". Riguardo al prosieguo dell'attivita' investigativa, il capo della Procura ha aggiunto: "Continuano ad arrivarci segnalazioni di bambine somiglianti a Denise su cui puntualmente abbiamo condotto degli accertamenti che hanno dato pero' esito negativo. E ci sono due procedimenti paralleli". Con un riferimento indiretto alla polemica sollevata dalla parte civile, Di Pisa ha poi affermato: "E' stato fatto tutto quello che era umanamente possibile. Quella che si definisce inerzia e' in realta' segreto istruttorio. L'aggressione mediatica ha fatto piu' danni che altro, forse sarebbe stato meglio un po' piu' di riservatezza". Riguardo infine alla sua assenza in aula al momento della lettura della sentenza, sottolineata dall'avvocato di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, Di Pisa ha replicato: "Quando mai si e' visto un procuratore capo in aula? Non ne vedo il motivo".
***

Denise Pipitone, assolta la “sorellastra” Jessica: “Non c’entra con il sequestro”
La giovane era accusata di concorso nel presunto rapimento della bambina scomparsa nel 2004. La Procura aveva chiesto il massimo della pena: 15 anni. Condannato l'ex fidanzato Gaspare Ghaleb per false dichiarazioni al pm
I giudici del tribunale di Marsala hanno assolto Jessica Pulizzi, 26 anni, che era accusata di concorso nel sequestro della “sorellastra” Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo (in provincia di Trapani) il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di 4 anni. I giudici, in camera di consiglio da martedì scorso, hanno pronunciato invece sentenza di condanna di 2 anni di reclusione per l’ex fidanzato di Jessica, Gaspare Ghaleb, imputato solo di false dichiarazioni a pm. La procura aveva chiesto per lui 5 anni e 4 mesi. Per la Pulizzi, invece, la richiesta dei pm Sabrina Carmazzi e Francesca Rago era stata 15 anni di carcere, il massimo della pena previsto per questo tipo di reato.
Jessica, che oggi ha 26 anni e ne aveva 17 quando la sorellastra Denise scomparve, non era in aula al momento della lettura del verdetto. C’era invece Piera Maggio, madre di Denise, che si era costituita parte civile assieme a Piero Pulizzi, padre di Jessica e di Denise, nata da una relazione extraconiugale. La tesi della Procura, non accolta dal tribunale, indicava il movente del sequestro proprio nel rancore di Jessica nei confronti della donna che le aveva sottratto l’affetto del padre. Del collegio, con il presidente Riccardo Alcamo, facevano parte i giudici Gianluigi Visco e Omar Gigi Modica. Il tribunale è rimasto in camera di consiglio per 47 ore e ha letto la sentenza nell’aula “Paolo Borsellino”, affollatissima di pubblico e di giornalisti.
L’avvocato Fabrizio Torre, uno dei legali di Jessica Pulizzi, ha espresso la propria soddisfazione per il verdetto: “E’ una sentenza giusta che interviene all’esito di una lunghissima attività dibattimentale dove sono stati fatti tutti gli approfondimenti necessari”. L’altro difensore, Gioacchino Sbacchi, ha aggiunto: “Dirò a Jessica di viversi la sua vita serena e continuare a lavorare e pensare alla sua bambina. E anche alla signora Corona, perché no”.
Poi un commento alla formula assolutoria, che richiama l’insufficienza di prove: “Non diciamo sciocchezze – ha aggiunto Sbacchi – l’assoluzione è l’assoluzione, tanto che non può essere neppure impugnabile“.
”Oggi mia figlia è come se fosse stata sequestrata di nuovo”. Con queste parole Piera Maggio, madre di Denise commenta la decisione dei giudici di Marsala. E’ affranta, e spiega: “Si è arrivati all’assoluzione di Jessica nonostante i pm avessero detto che gli indizi contro di lei fossero chiari, univoci e convergenti – dice la donna – C’è qualcuno che vuole gettare in fondo a un fiume questo procedimento”. E c‘è amarezza anche nelle parole di Piero Pulizzi, padre sia di Jessica che di Denise Pipitone: “Non c’è giustizia…non c’è giustizia”.
E i legali di Piera Maggio annunciano di non arrendersi: “Avevamo messo in conto anche l’assoluzione di Jessica Pulizzi, ma non ci fermiamo ed impugneremo le motivazioni della sentenza – assicurano – presenteremo appello a novembre. Per il collegio c’è stato un ragionevole dubbio, ossia la prova non ha raggiunto il cento per cento di fondatezza e quindi i giudici hanno ritenuto di non poter condannare Jessica”. Poi l’aggiunta: “Sollecitiamo un maggiore vigore e più entusiasmo alle Procure che adesso si occuperanno del processo di Denise. Finora riteniamo che la linea seguita dalla Procura sia stata giusta e pensiamo che bisogna proseguire in questa direzione”. Fonte: ilfattoquotidiano.it
***
venerdì 28 giugno 2013
La scomparsa di Denise Pipitone rimane senza un colpevole
La scomparsa della piccola Denise Pipitone resta senza colpevole. Questa è l’unica certezza all’interno di un mistero che con il passare del tempo, si fa sempre più fitto. Una verità che ieri si è allontanata ancora una volta. La sentenza di primo grado dei giudici del Tribunale di Marsala è arrivata come una bomba dopo nove anni dalla scomparsa della piccola, tre anni e mezzo di processo e due giorni di camera di consiglio. 48 ore per assolvere, per insufficienza di prove, Jessica Pulizzi, unica imputata del sequestro della sorellastra Denise Pipitone, la bambina di 4 anni sparita il primo settembre del 2004 a Mazara del Vallo.

Per Gaspare Ghaleb, ex fidanzato di Jessica, imputato solo di false dichiarazioni al pm, la condanna è stata invece di 2 anni. Il processo si era aperto il 16 marzo 2010 dopo una lunga e complessa attività d´indagine in cui, negli anni, si sono susseguiti undici Pm, da Luigi Boccia e Maria Angioni agli attuali Sabrina Carmazzi e Francesca Rago. Per Jessica Pulizzi la Procura aveva chiesto 15 anni, il massimo della pena, e per Ghaleb 5 anni e 4 mesi.

Ma oggi, all’indomani di questo “primo tempo” dove bisogna prendere atto della sentenza, c’è chi afferma che le sentenze si discutono e fanno discutere. A partire da Piera Maggio, mamma della piccola Denise,che ieri a caldo commentava così: «Oggi mia figlia è come se fosse stata sequestrata di nuovo. e ha continuato - Si è arrivati all´assoluzione di Jessica nonostante i pm avessero detto che gli indizi contro di lei fossero chiari, univoci e convergenti. Denise è diventata una questione di carriera per alcune persone. Quando alcuni andranno in pensione mi daranno ragione– ha detto la donna ai cronisti - C´è qualcuno che vuole gettare in fondo a un fiume questo procedimento ma io non smetto e non smetterò mai di dire che Jessica è colei che ha sequestrato Denise e che l´entourage l´ha coperta. Oggi non credo più nella giustizia. Sono adirata».

Una sentenza che arriva come un fulmine a ciel sereno anche per l’avvocato della donna, Giacomo Frazzitta «Non dico che non c´è giustizia, ma probabilmente il Tribunale non ha ben compreso tutti gli elementi. Solleciteremo la Procura di Marsala e anche la Procura generale di Palermo ad esaminare il caso e a proporre appello alla sentenza». e ha aggiunto: «Non vorrei che questa assoluzione abbia un effetto boomerang per il procedimento che vede indagati Anna Corona (madre di Jessica Pulizzi) e altri, sul quale il gip deve decidere sulla richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura». «Probabilmente proporremo appello alla sentenza, ma prima dobbiamo leggere le motivazioni».

Ha detto invece il procuratore di Marsala, Alberto Di Pisa, in merito alla decisione del Tribunale di assolvere Jessica Pulizzi dall´accusa di concorso nel sequestro della sorellastra Denise Pipitone. «Le indagini sul caso, comunque, proseguono, come pure le ricerche della bambina – ha aggiunto il procuratore - costantemente, infatti, valutiamo le varie segnalazioni di avvistamenti che ci pervengono». Le motivazioni della sentenza saranno depositate dal Tribunale entro 90 giorni.

Si attende, intanto, la pronuncia del gip Annalisa Amato, chiamata a decidere sull´opposizione della parte civile alla richiesta di archiviazione, avanzata dalla Procura, nel procedimento che vede indagati, sempre per concorso nel sequestro di Denise, Anna Corona (madre di Jessica Pulizzi) e altri.«Non c´è giustizia…non c’è giustizia» sono invece le uniche parole che riesce a pronunciare Pietro Pulizzi per commentare l´assoluzione della figlia Jessica dall´imputazione di concorso in sequestro dell´altra figlia. Fonte: trapaniOk

giovedì 27 giugno 2013

Caso Denise: Ripartiamo da capo....dopo 9 anni e 11 p.m.


Avv. Giacomo frazzitta, legale di Piera maggio
Caso Denise: assolta Jessica Pulizzi dal reato di sequestro di minorenne ex art. 530 co. II ( “il giudice pronuncia sentenza di assoluzione anche quando manca, è insufficiente, o è contraddittoria la prova.” ) mentre il coimputato per false dichiarazioni al P.M. è stato condannato alla pena di anni 2 di reclusione ( le false dichiarazioni al pm sarebbero che il Galheb ha nascosto le informazioni sul sequestro di Denise Pipitone rivelate da Jessica e non solo queste) ...tutto abbastanza chiaro ....o forse è meglio attendere le motivazioni della sentenza che saranno depositate tra 90 gg. . Ripartiamo da capo....dopo 9 anni e 11 p.m. Che si sono susseguiti e che dunque verrebbe da dire hanno sbagliato strada? ...io non credo ..ma bisogna rispettare sia i P.M. che i Giudici.
Qualche ottimo avvocato ha sostenuto che la sentenza di assoluzione ex art. 530 co. II non è appellabile, beh forse è una nuova norma varata adesso per l'occasione o forse ha studiato su un'altro codice, perchè in Italia le sentenza di assoluzione sono impugnabili, a maggior ragione quelle con la formula dubitativa. Buon pomeriggio

***

I legali di Piera Maggio annunciano di non arrendersi: “Avevamo messo in conto anche l’assoluzione di Jessica Pulizzi, ma non ci fermiamo ed impugneremo le motivazioni della sentenza – assicurano – presenteremo appello a novembre. “Sollecitiamo un maggiore vigore e più entusiasmo alle Procure che adesso si occuperanno del processo di Denise. Finora riteniamo che la linea seguita dalla Procura sia stata giusta e pensiamo che bisogna proseguire in questa direzione”.

venerdì 31 maggio 2013

MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" (CONDIVIDI, DIFFONDETE)


MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver"
In aiuto a Denise Pipitone (DIFFONDI, CONDIVIDI)
MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" - Denise è Nata/Born on/Née le il 26/10/2000, Scomparsa/Disappearance/Disparue dal 01/09/2004 a Mazara del Vallo, (TP) Italy - Per informazioni utili/For useful information: 0039 340 5403309 - Official Web Site: www.cerchiamodenise.org - email: aiutiamo@cerchiamodenise.it / aiutiamo@cerchiamodenise.org - Website: www.missingkids.it - In caso di avvistamento, rivolgersi subito al più vicino posto di commissariato dei Carabinieri (112) o di Polizia (113)./If you think you have seen her, please immediately contact your nearest Police Station./Si vous reconnaissez Denise, adressez-vous au plus vite au poste de Police le plus proche.- Denise ha Bisogno di Noi!!
aiutateci a diffondere le locandine di Denise. grazie
***
Denise Pipitone, nacida el 26/10/2000, desaparecida el 01/09/2004 en la ciudad de Mazara del Vallo.Sicilia (Italia). Ayudanos a encontrarla.
PER QUALSIASI INFORMAZIONE VISITATE:
Sito/blog ufficiale http://cerchiamodenise.it/ - http://informazione.cerchiamodenise.it/




mercoledì 29 maggio 2013

iniziativa "un nastro rosa per Denise"

UN PICCOLO GESTO DI GRANDE SIGNIFICATO! iniziativa "un nastro rosa per Denise" è disponibile all'indirizzo: http://www.cerchiamodenise.it/ denise/nastrorosa.pdf Un caro ed affettuoso saluto a voi TUTTI di ♥
 
Se vuoi seguirci (ISCRIVITI A QUESTI GRUPPI, sono stati creati dai familiari e comitato di Denise Pipitone) (INVITA ANCHE I TUOI CONTATTI A FARLO) per una causa Buona è Giusta!
(Gruppo) "VOGLIAMO DENISE LIBERA, VOGLIAMO GIUSTIZIA,VOGLIAMO IN GALERA I COLPEVOLI!".
https://www.facebook.com/groups/80318663328/?bookmark_t=group
(Fan) Fans Missing Denise Pipitone Mp
http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282?ref=ts
Missing Denise Mp - cerchiamodenise.it - Gruppo fondato da Piera Maggio https://www.facebook.com/pages/Missing-Denise-Mp-cerchiamodeniseit-Gruppo-fondato-da-Piera-Maggio/227346334003135?sk=wall
Piera Denise Mp Maggio https://www.facebook.com/missing.d.mp

Sicilia, Denise Pipitone: Battista Della Chiave nuovo teste sordomuto sarà interrogato dal Gip


Sicilia, Denise Pipitone: Battista Della Chiave nuovo teste sordomuto sarà interrogato dal Gip

Battista Della Chiave, il 74enne sordomuto mazarese che dichiarò di avere visto la piccola Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo (Tp) il primo settembre 2004, in braccio al nipote Giuseppe Della Chiave circa mezz’ora dopo il rapimento, sarà interrogato dai gip. Il giudice ha accolto la richiesta di incidente probatorio della procura.
Della Chiave lo scorso 2 marzo era stato ascoltato in indagini difensive condotte dall’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di parte civile che assiste Piera Maggio, madre di Denise. L’uomo fece capire di avere visto la piccola in braccio al nipote Giuseppe Della Chiave circa mezz’ora dopo il rapimento. Il nipote del testimone sarebbe andato a trovare lo zio nel magazzino di via Rieti, a Mazara del Vallo, dove l’anziano lavorava, per fare una telefonata da quell’utenza fissa. Alle 12.17 del primo settembre 2004, da quel numero partì una chiamata per Antonietta Lo Cicero, madre di Anna Corona, a sua volta madre di Jessica Pulizzi, imputata, davanti il Tribunale di Marsala, per concorso nel sequestro di Denise Pipitone. Il gip Amato ha fissato l’incidente probatorio per l’11 giugno. In quell’occasione, Battista Della Chiave sarà chiamato a confermare le dichiarazioni rese all’avvocato Frazzitta.
I pubblici ministeri Sabrina Carmazzi e Francesca Rago non hanno prestato il consenso alla richiesta, fatta al tribunale dal legale parte civile Giacomo Frazzitta, di acquisire due cd con la testimonianza resa dal 74enne sordomuto mazarese Battista Della Chiave nel corso di indagini difensive di parte civile. “Dalle dichiarazioni dI Della Chiave – ha detto il pm Carmazzi – è scaturito un altro procedimento a carico di un soggetto noto (Giuseppe Della Chiave, ndr) e per il quale è stato chiesto incidente probatorio. Anche per stabilire se il primo settembre 2004 Della Chiave lavorava per Vito Bonanno e verificare la capacità a comprendere e comunicare di un soggetto sordomuto e analfabeta”. L’avvocato Frazzitta ha quindi chiesto che Battista Della Chiave venga ascoltato in aula assieme a Carmela Buffa, Giuseppe Foderà, Angelo Ferrara e Cinzia Sugamiele. “Tutti – ha affermato Frazzitta – confermano la genuinità della testimonianza di Della Chiave Battista, che è attendibile e capace di intendere e di volere”. Sulle richieste delle parti il Tribunale deciderà nell’udienza del 6 giugno prossimo.
“Il telefono cellulare in uso a Jessica Pulizzi, il primo settembre 2004, viene localizzato alle 10.21 e alle 11.30 in zona nord est di Mazara del Vallo e quindi compatibile con la zona del sequestro e non compatibile con zona laboratorio analisi cliniche dottoressa Di Liberti. Mentre alle 12.08 è nella zona sud ovest della città, compatibile con l’abitazione Jessica e del laboratorio Di Liberti. Alle 13.08 è in zona centro. Alle 14.10 si sta muovendo ancora”. E’ quanto ha dichiarato il professor Roberto Cusani, docente di Telecomunicazioni università “La Sapienza” di Roma, consulente di parte civile nel corso della sua deposizione, in Tribunale, a Marsala, nel processo per il sequestro della piccola Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo (TP) il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di quattro anni. Imputati nel processo sono Jessica Pulizzi, 25 anni, sorella (per parte di padre) della bambina rapita, accusata di concorso in sequestro di minorenne, e il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb, di 27, accusato solo di false dichiarazioni al pm. Sul cellulare utilizzato da Anna Corona, madre dell’imputata, (apparecchio intestato ad altra persona), Cusani ha detto che “la mattina 2 settembre 2004 appaiono sms che partono da stazioni base remote, celle lontane di Carini, Trapani, San Vito Lo Capo. Si chiude con messaggio in zona Mazara”. “Colpisce – ha proseguito il consulente – che questo cellulare abbia ricevuto sms da celle remote. Se un sms, però, arriva da una cella di un luogo, in quella zona il telefono deve esserci stato. Quel telefono, prima delle 6.15 del 2 settembre 2004, deve essere passato da un’area della Sicilia ovest non compatibile con Mazara del Vallo”.
Fonte: LiveSicilia

martedì 28 maggio 2013

RIEPILOLO DELLA 39esima udienza. Jessica Pulizzi, Anna Corona, smentiti dai cellulari.


L'iniziativa "un nastro rosa per Denise" è disponibile all'indirizzo: http://www.cerchiamodenise.it/denise/nastrorosa.pdf

RIEPILOLO DELLA 39esima udienza. Jessica Pulizzi, Anna Corona, smentiti dai cellulari.

Mazara del vallo 28 maggio 2013 - Oggi si è tenuta la 39esima udienza al tribunale di marsala, a causa di alcune imprecisioni da parte di alcune agenzie giornalistiche, ci corre l'obbligo di spiegarvi cosa è successo in udienza . È stato escusso il Prof. Roberto Cusani ordinario di Telecomunicazioni all'università La sapienza di Roma, consulente di parte di Piera Maggio, il quale ha riferito che Jessica Pulizzi si trovava nella zona del rapimento nell'ora in cui è stata sequestrata Denise, inoltre che la Jessica la notte dell'1 settembre del 2004 subito dopo il rapimento non ha dormito a casa sua, ma in un'altra zona di Mazara del Vallo. Il consulente ha confermato, con elementi inconfutabili, che hanno interessato molto il Tribunale, il fatto che Anna Corona nella notte tra 1 e il 2 settembre 2004 si è spostata da Mazara del Vallo, fatto questo, sempre smentito dalla stessa . Infine, nonostante la ferma l'opposizione da parte dei Pubblici Ministeri e della difesa di Jessica Pulizzi il Tribunale ha chiesto il deposito degli atti del teste Della Chiave Battista e ha obbligato i P.M. a depositare anche le loro indagini sul teste Della Chiave .
La prossima udienza si terrà il 6 giugno

CASO DENISE: 39esima udienza. In aula perito di parte.

Ultima novità, il G.I.P. Di Marsala ha accolto la -ormai tardiva- richiesta di incidente probatorio

Mazara del Vallo 28 maggio 2013 - Oggi si terrà ll'udienza davanti al Tribunale di Marsala alle ore 10:30 nel processo contro Jessica Pulizzi sarà sentito il consulente di Piera Maggio, Prof. Roberto Cusani. Inoltre il Tribunale dovrà discutere sulla necessità di acquisire la testimonianza del sig. della Chiave Battista. Intanti ieri è stata depositata alla Procura Generale presso la corte di Appello di Palermo, la richiesta di avocazione di tutte le indagini contro Anna Corona e quelle scaturenti dalle dichiarazioni del Della Chiave Battista. Piera Maggio non vuole più che le indagini sul sequestro della figlia siano seguite dalla Procura di Marsala. Ultima novità, il G.I.P. Di Marsala ha accolto la -ormai tardiva- richiesta di incidente probatorio per sentire il Della Chaive Battista per giorno 11 giugno prossimo.
Nel frattempo la mamma di Denise lancia una iniziativa in tutta Italia,
"un nastro rosa per Denise"
Piera Maggio invita ogni famiglia, ogni cittadino che ha a cuore le sorti di una
bambina, ad unirsi insieme a lei perché sia fatta giustizia. Con questo semplice gesto,
ciascuno può sostenere una madre che lotta per la salvezza di una bambina, che è
figlia di tutti gli italiani, e nell’interesse dei bambini di tutto il mondo perché non
rimanga impunito un atto così vile e spregevole. Appendi un fazzoletto o un nastro
rosa nella tua abitazione, perché possa essere visto da molti, e diffondi questa notizia
tra i tuoi conoscenti. Insieme si può fare molto, sostieni questa iniziativa!

Mazara del Vallo, 27/05/2013


L'iniziativa "un nastro rosa per Denise" è disponibile all'indirizzo:
http://www.cerchiamodenise.it/denise/nastrorosa.pdf

lunedì 29 aprile 2013

PIERA MAGGIO: NON MI ARRENDERO' MAI! VOGLIO RIABBRACCIARE MIA FIGLIA

Caso Denise 58' giorno...... LA PAZIENZA HA UN LIMITE!

NON MI ARRENDERO' MAI! VOGLIO RIABBRACCIARE MIA FIGLIA. LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI MARSALA MI DEVE DELLE RISPOSTE.
Se volete vedere il servizio...
Domenica in - Così è la vita . Durata: 02:06:16
Andato in onda il: 28/04/2013

Al min 00:39:23 parla Piera
http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#day=2013-04-28&ch=1&v=208813&vd=2013-04-28&vc=1

martedì 23 aprile 2013

IN ATTESA DELLA DECISIONE DA PARTE DEL GIUDICE, PER L'OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE PER ANNA CORONA

Mazara del Vallo 23 aprile 2013 - È terminata l'udienza svoltasi oggi davanti al G.I.P di Marsala, sull'opposizione alla richiesta di archiviazione per Anna Corona. Adesso sarà il giudice a decidere, il risultato si saprà nei prossimi giorni. Piera Maggio, rimane in attesa sulla decisione del giudice, è fiduciosa sull'accoglimento dell'opposizione, "Anna Corona, va attenzionata ulteriormente anche perchè la sua posizione durante il processo in corso risulta poco chiara e poco convincente. Rimaniamo in attesa...

UDIENZA DAVANTI AL G.I.P: OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE NEI CONFRONTI DI ANNA CORONA.


Caso Denise 52' giorno..... Estenuante attesa… una madre quanta pazienza deve avere?......

UDIENZA DAVANTI AL G.I.P: OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE NEI CONFRONTI DI ANNA CORONA.

Mazara del Vallo 23 aprile 2013 – Oggi intorno alle ore 12, si terrà l’udienza davanti al G.I.P. di Marsala contro Anna Corona, e altri, per la riapertura delle indagini. L’opposizione alla richiesta di archiviazione è stata presentata dall’ avv. Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, ritenendo che la posizione di Anna Corona, madre dell’imputata Jessica Pulizzi, risulta ancor più poco chiara alla luce dei fatti su quanto è emerso durante il processo in corso. Il reato attribuito e di sequestro di minorenne.
Piera Maggio e il suo legale sono fiduciosi sull’accoglimento dell’opposizione..

Informazione.cerchiamodenise.it

mercoledì 17 aprile 2013

PROCESSO DENISE: Riepilogo della 35esima udienza del 16 aprile 2013. La consulente fonica della difesa ha confermato che Jessica avrebbe detto "a casa c'ha purtà"

Caso Denise 46' giorno ...... Restiamo sempre in attesa di risposte. Quando verrà il momento, vi informeremo del perché e dell’importanza del datagiorni. Continuate a seguirci.

PROCESSO DENISE: Riepilogo della 35esima udienza del 16 aprile 2013. La consulente fonica della difesa ha confermato che Jessica avrebbe detto "a casa c'ha purtà"

Durante la 35esima udienza, i consulenti della difesa di Jessica Pulizzi, nn hanno apportato nulla di nuovo a favore dell’imputata, anzi la loro consulente fonica ha confermato che durante il colloquio nel Commissariato di Mazara del Vallo, 11 giorni dopo il sequestro di Denise, Jessica Pulizzi, avrebbe detto sussurrando "a casa c'ha purtà" leggera variante, ma nella sostanza conferma la frase già ascoltata dal Perito del Tribunale. (In quella conversazione l’argomento principale fra Jessica pulizzi e la madre Anna Corona, era Denise Pipitone). Prossima udienza 7 maggio. Martedì 23 ci sarà il processo avanti al GIP contro Anna Corona per stabilire se l'indagine deve proseguire.
Blog ufficiale: http://informazione.cerchiamodenise.it

martedì 16 aprile 2013

35esima udienza: Anche un consulente della difesa, ha ammesso di avere sentito, ascoltando l'intercettazione ambientale effettuata l'11 settembre 2004.

L'intercettazione
Anche un consulente della difesa, il perito trascrittore Giulia Drago
, ha ammesso di avere sentito, ascoltando l'intercettazione ambientale effettuata l'11 settembre 2004 all'interno del Commissariato di polizia di Mazara del Vallo (Trapani), Jessica Pulizzi pronunciare, parlando a bassa voce con la madre Anna Corona, la frase "a casa c'ha purtai" (l'ho portata a casa, ndr). Secondo l'accusa il riferimento era a Denise. Il consulente è stato ascoltato in Tribunale, a Marsala, nel corso dell' udienza del processo per il sequestro della piccola Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di quattro anni. Alla sbarra, oltre alla Pulizzi, sorella (per parte di padre) della bambina rapita, c'é anche il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb, accusato di false dichiarazioni al pm. "Il fatto che sia un consulente della difesa a dire di avere sentito quella frase - commenta l'avvocato di parte civile Giacomo Frazzitta - è di notevole importanza". Fonte: Live.it

Processo Denise: 35esima udienza. In aula sfileranno i consulenti dell'imputata.

Caso Denise 45' giorno...... Il datagiorni, scandisce l'importante episodio accaduto 45 giorni fa per cui siamo in estenuante attesa di notizie da parte della procura.

Processo Denise: 35esima udienza. In aula sfileranno i consulenti dell'imputata.
Mazara del Vallo 16 aprile 2013 – Oggi alle ore 9:00, continua la 35esima udienza del processo per il sequestro di Denise, presso il Tribunale di Marsala, che vede imputati Jessica Pulizzi 26enne accusata di aver sequestrato Denise, e il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb, accusato per false dichiarazioni ai pm. Il processo contro Jessica Pulizzi è nella fase terminale almeno per quel che riguarda i testimoni portati dalla difesa dell'imputata. Oggi sarà la volta dei suoi consulenti: il Prof. Andrisano dell'università di Bologna, il Prof. Paoloni di Roma e altri nomi altisonanti al servizio della difesa. Martedì 23 ci sarà il processo avanti al GIP contro Anna Corona per stabilire se l'indagine deve proseguire

informazione.cerchiamodenise.it

venerdì 12 aprile 2013

Caso Denise 41' giorno.. Il silenzio non aiuta Denise.

Caso Denise 41' giorno....martedì prossimo il processo contro Jessica Pulizzi vedrà sfilare i suoi consulenti: il Prof. Andrisano dell'università di Bologna, il Prof. Paoloni di Roma e altri nomi altisonanti al servizio della difesa. Martedì 23 ci sarà il processo avanti al GIP contro Anna Corona per stabilire se l'indagine deve proseguire.....e poi c'è l'importante episodio accaduto 41 giorni fa per cui siamo in estenuante attesa.
http://www.cerchiamodenise.it

domenica 7 aprile 2013

Caso Denise 36' giorno.....

Caso Denise 36' giorno..... Il contagiorni datato dal giorno in cui in procura sono venuti a conoscenza di fatti che metteranno fine a questo dolore... attendiamo notizie dalla Procura di Marsala.
Nn possiamo per il momento aggiungere altro.

Un uomo che ha commesso un errore e nn lo ha riparato, ne ha commesso un'altro!
Una buona Domenica a tutti! (PM)

martedì 2 aprile 2013

PROCESSO DENISE: 34esima udienza. Continuano i testi della difesa di Jessica Pulizzi

Caso Denise 31' giorno.......Estenuante ATTESA!

PROCESSO DENISE: 34esima udienza. Continuano i testi della difesa di Jessica Pulizzi

Mazara del Vallo 02 aprile 2013 – Nel pomeriggio alle ore 15, continua la 34esima udienza del processo per il sequestro di Denise, presso il Tribunale di Marsala, che vede imputati Jessica Pulizzi 26enne accusata di aver sequestrato Denise, e il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb, accusato per false dichiarazioni ai pm. Sarà sentito uno dei testi chiamato a testimoniare dagli avvocati della difesa di Jessica Pulizzi, nella scorsa udienza non è potuto intervenire si tratta del sig. Felice Grieco ( il metronotte che avrebbe filmato con un telefonino una bambina a Milano a fine ottobre del 2004) una minore somigliante a Denise, ma nessuno a mai dato conferma che fosse lei.

informazione.cerchiamodenise.it

 

domenica 31 marzo 2013

ANCORA SENZA TE! "BUONA PASQUA DENISE OVUNQUE TI TROVI"
Auguri a tutti, per una Pasqua serena e piena di armonia! ♥ ♥

martedì 19 marzo 2013

VERGOGNOSA INDISPONENZA IN AULA DA PARTE DELLA TESTE STEFANIA LETTERATO, CHIAMATA A TESTIMONIARE DALLA DIFESA DI JESSICA PULIZZI. E LA CHIAMANO GIUSTIZIA?


19 marzo 2013 - PROCESSO DENISE: Oggi nella 33esima udienza è successo quello che normalmente nn dovrebbe accadere, la teste Letterato Stefania, (amica di Anna Corona, fidanzata e oggi moglie del dirigente capo del commissariato di Mazara del Vallo, dott. Antonio Sfameni, all’epoca dei fatti, curava l'indagine su Denise.) chiamata a deporre dalla difesa di Jessica Pulizzi, ha avuto in aula un comportamento intollerabile e aggressivo verso le parti civili, senza che il Tribunale intervenisse nei suoi confronti. Tutta la sua deposizione è stata caratterizzata dalla reticenza, dai troppo nn ricordo, scocciata lamentava di nn sapere il perché si trovava li in aula, posto di cui nn doveva stare (chiamata a testimoniare dalla difesa di Jessica Pulizzi) e di nn potersi dire amica di Anna Corona, ma una semplice conoscente. Quando l’avvocato Giacomo Frazzitta, le ha contestato che in un anno vi erano PIU’ DI MILLE contatti telefonici, in media 3 contatti al giorno, tentennante ha ammesso che si confidava con la Corona Anna. A causa dell’indisponenza della Letterato, più volte lamentata dagli avvocati di parte civile, l’avv. Vito Perricone e l’avv. Luisa Calamia, e in mancanza di un intervento da parte del Tribunale, l’avvocato Frazzitta Giacomo, legale di Piera maggio, ha abbandonato l’aula perché nn si è sentito tutelato dagli atteggiamenti poco rispettosi della teste.
Ci sarebbe da chiedersi, se dopo la deposizione del consulente del P.M. Dott, Genchi, che ha riferito che l'80 per cento dell'insuccesso dell'indagine causa del nn ritrovamento di Denise, è ricollegabile alla vicinanza data dai contatti che intrattenevano la Stefania Letterato e l’amica Anna Corona. Due sarebbero i casi o il consulente del P.M. viene indagato per calunnia o l'ex dirigente e sua moglie vengono indagati per favoreggiamento .....O FORSE E’ MEGLIO CONTINUARE A FARE FINTA DI NN SENTIRE E VEDERE NIENTE….
E LA CHIAMANO GIUSTIZIA?

informazione.cerchiamodenise.it

***
(scritto dall'avv. Giacomo Frazzitta, sul suo profilo facebook)
20 marzo 2013 - Caso Denise 18' giorno: si insinuano in noi gravi e seri dubbi sulla conduzione dell'indagine, ma poichè in questa Italia possiamo tutti essere criticati e poter criticare, ciò nei confronti della magistratura trov
a un forte punto di arresto. "Prima di criticare i magistrati bisogna pensarci due volte", qualcuno ti suggerisce all'orecchio, come se, questo diritto spettante al cittadino nei confronti delle istituzioni che mal funzionano, dovrebbe sospendersi dinanzi alla magistratura che mal funziona! Mi chiedo se questo è uno " stato di diritto" o "dittatura" ..."qui comando io e quello che faccio, anche se è fatto male e con negligenza è per principio sempre e comunque ben fatto e tu cittadino a cui manca una figlia da 9 anni, a cui hanno ucciso una figlia da 17 anni, a cui hanno fatto scomparire un figlio da 6 anni, devi fare silenzio e attendere con contenuta pazienza, altrimenti attirerai l'ira funesta della MAGISTRATURA".
Per rispondere a qualche Post di ieri volevo ricordare che il teste che aveva un atteggiamento scontroso con noi parti civili era la moglie dell'ex dirigente del Commissariato di Mazara che curava le indagini su Denise ed era amica di Anna Corona.

PROCESSO DENISE: 33esima udienza. testi della difesa Jessica Pulizzi, Stefania Letterato, di Anna Corona, e moglie dell'allora dirigente del commissariato di Mazara del Vallo

PROCESSO DENISE: 33esima udienza. testi della difesa Jessica Pulizzi, Stefania Letterato, di Anna Corona, e moglie dell'allora dirigente del commissariato di Mazara del Vallo

Mazara del Vallo 19 marzo 2013 – Oggi pomeriggio alle ore 15, continua la 33esima udienza del processo per il sequestro di Denise, presso il Tribunale di Marsala, che vede imputati Jessica Pulizzi 26enne accusata di aver sequestrato Denise, e il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb, accusato per false dichiarazioni ai pm. I seguenti testi portati della difesa di Jessica Pulizzi, sono: Brigadiere Maiale, Sig. bonasoro, Felice Grieco ( il metronotte che avrebbe filmato con un telefonino una bambina a Milano a fine ottobre del 2004) e Stefania Letterato, amica di Anna Corona, fidanzata e oggi moglie del dirigente del Commissariato di Mazara del Vallo all'epoca dei fatti. La Letterato a causa dei contatti che intratteneva con la Corona, in questa vicenda, la sua posizione ha assunto un ruolo molto grave secondo le dichiarazioni del Dott. Genchi, il consulente chiamato dai P.M. Secondo le sue dichiarazioni, l'80 per cento dell'insuccesso dell'indagine è ricollegabile alla vicinanza di queste persone.

informazione.cerchiamodenise.it

lunedì 18 marzo 2013

TESORO SEI NEI NOSTRI ♥ ♥ ♥ VOGLIAMO DENISE A CASA!
DENISE UNA MERAVIGLIOSA BAMBINA, COSA HA FATTO DI MALE PER RICEVERE TUTTA QUESTA VIOLENZA, COMPRESO L'INDIFFERENZA DI ALCUNI.

I MOSTRI NN SONO SOLO COLORO CHE L'HANNO RAPITA, MA ANCHE CHI ANCORA OCCULTA, NASCONDE, MISTIFICA E COLLABORA CON IL SILENZIO. (PM)

Qualcuno deve venirci a spiegare cosa sta succedendo. Intanto tutto tace.

18 marzo 2013 - Qualcuno deve venirci a spiegare cosa sta succedendo. Perchè nessuno dalla Procura di Marsala, non attiva i meccanismi soliti per fare chiarezza su tutto ciò che può risultare in un indagine poco chiara? Durante il processo, si sono alternati alcuni testi che hanno palesemente dichiarato il FALSO, questo Tribunale ancora nn ha preso nessun provvedimento nei loro confronti perchè?... Ancor più grave il fatto dopo la deposizione del consulente del P.M. Dott, Genchi, che ha riferito che l'80 per cento dell'insuccesso dell'indagine causa del nn ritrovamento di Denise, è ricollegabile alla vicinanza di Stefania Letterato amica di Anna Corona, fidanzata e oggi moglie del dirigente del Commissariato di Mazara del Vallo all'epoca dei fatti. NESSUNO A PRESO SERI PROVVEDIMENTI su queste persone. LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI? E' sopportabile tutto questo? .... due sono i casi, o il consulente del P.M. viene indagato per calunnia o l'ex dirigente e sua moglie vengono indagati per favoreggiamento .....O FORSE E' MEGLIO CONTINUARE A INSABBIARE, A NN ACCORGERSI DEI FATTI O MAGARI ALTRO?..Attenzione sono sempre in buona fede..., intanto distruggono la vita degli altri facendo passare 9 lunghissimi anni sulla pelle di Denise e della sua famiglia. Cosa ha fatto di male questa BIMBA PER MERITARE TUTTO QUESTO?. SIAMO NOI CHE CI STIAMO SBAGLIANDO? LA LEGGE E' DAVVERO UGUALE PER TUTTI? DIREI PROPRIO DI NO!!! (Piera Maggio)

Domani 19 marzo continua la 33esima udienza del processo per il sequestro di Denise. testi della difesa Jessica Pulizzi, tra cui Stefania Letterato, amica intima di Anna Corona, e moglie dell'allora dirigente del commissariato di Mazara del Vallo

Caso Denise 16' giorno: l'attesa continua e inspiegabilmente tutto sembra fermo da parte degli organi deputati ad agire nell'interesse dei cittadini.
Domani 19 marzo 2013 continua la 33esima udienza con i seguenti testi portati della difesa di Jessica Pulizzi: Brigadiere Maiale, Sig. bonaccorso, Felice Grieco ( il metronotte che avrebbe incontrato quella bambina a Milano a fine ottobre del 2004) e Stefania Letterato amica di Anna Corona fidanzata e oggi moglie del dirigente del Commissariato di Mazara del Vallo all'epoca dei fatti . Secondo il consulente del P.M. Dott, Genchi l'80 per cento dell'insuccesso dell'indagine è ricollegabile alla vicinanza di queste persone . E dobbiamo sopportare tutto questo ....voglio dire ...o il consulente del P.M. viene indagato per calunnia o l'ex dirigente e sua moglie vengono indagati per favoreggiamento .....o mi sbaglio? (scritto da Giacomo Frazzitta)

sabato 16 marzo 2013

PROCESSO DENISE: E' stata fissata per il 23 aprile l'udienza davanti al Gip

RICHIESTA D'ARCHIVIAZIONE PER LA CORONA ANNA. OPPOSIZIONE DELLA PARTE CIVILE.
E' stata fissata per il 23 aprile l'udienza che si terrà davanti al Gip, nella quale si discuterà dell'opposizione, presentata dagli avvocati di parte civile, alla richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura per il procedimento che vede indagata, per concorso in sequestro di minore, Anna Corona madre di Jessica Pulizzi, 26enne sotto processo per il rapimento della piccola Denise Pipitone.
Intanto martedì 19 marzo prosegue il processo con la 33esima udienza, i testi che saranno sentiti in aula, sono chiamati a deporre dai legali della difesa di Jessica Pulizzi, tra i presenti, Stefania Letterato, amica intima di Anna Corona e moglie dell'allora capo commissario di Mazara del Vallo. La Letterato a causa dei contatti che intratteneva con la Corona, in questa vicenda la sua posizione, ha assunto un ruolo molto grave secondo le dichiarazioni di Genchi, l'informatico chiamato dalla Procura di Marsala per svolgere alcuni lavori sui tabulati telefonici. Sarà sentito anche Felice Grieco, la guarda giurata che a Milano fece un filmato il 18 ottobre 2004, di una minore in compagnia di un gruppo rom.

mercoledì 13 marzo 2013

Piera Maggio: CREDETEMI avvolte ci si stanca nel LOTTARE CONTRO UN MURO DI GOMMA, MA ANDREMO SEMPRE AVANTI PIU' AGGUERRITI CHE MAI! Rimaniamo in attesa di risposte...


13 marzo 2013 - Ieri giorno della 32esima udienza, ho chiesto ed ottenuto un incontro con i P.M.
all'incontro ho voluto che ci fosse anche presente il mio legale, ne sono uscita più perplessa di prima, non saprei definire i miei sentimenti se amareggiata, confusa, spossata, esasperata... e via di seguito... altrettante il mio legale. NON POSSO RIFERIRE PER IL MOMENTO QUALI SIANO STATI GLI ARGOMENTI TRATTATI. Ma vi assicuro di VITALE IMPORTANZA.. (mi torna in mente un vecchio detto che dice: DEVI ESSERE PUNTO PER SENTIRE DOLORE) penso proprio che in questo detto ci sia del vero, se il male non si vive sulla propria pelle, difficilmente puoi essere compreso, da chi il male non sa cosa sia.
Sono trascorsi quasi 9 anni dal sequestro della mia bambima, CREDETEMI avvolte ci si stanca nel LOTTARE CONTRO UN MURO DI GOMMA, MA ANDREMO SEMPRE AVANTI PIU' AGGUERRITI CHE MAI! Rimaniamo in attesa di risposte.... CHIEDO e Voglio riabbracciare la mia bimba, voglio giustizia e verità, voglio tutti i colpevoli in galera!! (Piera Maggio)
****
ALTRO ARGOMENTO:
"Siamo sicuri che nel nostro caso gli zingari non hanno sequestrato Denise".
La pista alternativa degli avvocati della difesa di Jessica Pulizzi, che tenta di introdurre in dibattimento sono delle piste vecchie battute durante le indagini dall'allora Procuratore capo dott. Silvio Sciuto, piste che non hanno portato a nessun esito, ma attenzionate per non lasciare nulla di intentato.
Tutta questa attività d'indagine è stata riversata nel fascicolo, la difesa ne ha avuto cognizione e cerca a loro modo di utilizzarla provando a dare piste alternative, (non stupitevi, esiste anche l'avvocato del diavolo).
La teste che la difesa ha dichiamato a deporre, è una donna mazarese che nel 2001 denuncio il tentativo di sequestro della figlia di 3 anni all'interno di un supermercato. La donna in aula per certi versi ha escluso che ci sia qualsiasi tipo di collegamento con la storia di Denise Pipitone.
Siamo sicuri che nel nostro caso gli zingari non hanno sequestrato Denise. sono emerse DURANTE LE UDIENZE DI QUESTO PROCESSO elementi gravi e una pista specifica che porta sempre ad un unica e sola direzione sui colpevoli del rapimento di Denise, JESSICA PULIZZI E LA MADRE ANNA CORONA, INFATTI A SEGUITO DELLA LORO DEPOSIZIONE IN AULA, HANNO CONFERMATO LE MENZOGNE CHE DA SEMPRE HANNO RIFERITO AGLI INQUIRENTI, LA LORO POSIZIONE SI E' ULTERIORMENTE AGGRAVATA.
A questo punto SE VOGLIONO "invito gli zingari a difendersi dalle accuse dei legali della difesa di Pulizzi Jessica" (Piera Maggio)


martedì 12 marzo 2013

PIERA MAGGIO: "invito gli zingari a difendersi dalle accuse dei legali della difesa di Pulizzi Jessica"

12 marzo 2013, 32esima udienza - PIERA MAGGIO: "invito gli zingari a difendersi dalle accuse dei legali della difesa di Pulizzi Jessica" non sono i rom che hanno sequestrato mia figlia. Non prendono i bambini sotto casa. Li invito a difendersi” "SAPPIAMO BENISSIMO CHI SONO I VERI COLPEVOLI DEL SEQUESTRO DI DENISE"!! NON SONO STATI DI CERTO GLI ZINGARI" (PM)
***


(Frazzitta Giacomo, legale di Piera Maggio) Processo Denise: la difesa dell'imputata Jessica Pulizzi, questo pomeriggio ha fatto sfilare testi assolutamente inutili come un Carabiniere che ha parlato di voci correnti a Mazara su presunti sequestri di minori mai verificati, nè denunciati. Insomma argomenti importanti verso nuove piste investigative, peccato che sono state già seguite e non hanno dato nessun risultato .....forse ....l 'unica pista che ha dato risultati è quella contro Jessica Pulizzi.....ma questo è un altro discorso e non interessa alla difesa di Jessica che dunque passa al contrattacco con queste armi.
***
Denise Pipitone, la difesa di Jessica Pulizzi: “Rapita dagli zingari”

MARSALA (TRAPANI)La pista degli zingari è quella seguita dalla difesa di Jessica Pulizzi nel processo per il sequestro della piccola Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo (Tp) il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di quattro anni. Davanti il Tribunale di Marsala, infatti, gli avvocati Gioacchino Sbacchi e Fabrizio Torre hanno chiamato a testimoniare una donna mazarese, Marianna Maltese, di 42 anni, che ha dichiarato: ”Nel 2000 denunciai il tentato sequestro di mia figlia, che allora aveva tre anni. Eravamo davanti a un negozio giocattoli quando mia figlia grido’: ‘Mamma, mamma’. Mi girai e vidi una zingara con i capelli neri lunghi e a treccia che tirava mia figlia per un braccio. Gli chiesi:”Che fai?’ e lei, dicendomi ‘signora scusa’, scappò”.
Alla possibile azione di nomadi non crede, però, Piera Maggio, mamma di Denise, che a margine dell’udienza ha dichiarato: ”Gli zingari non hanno sequestrato mia figlia. Non prendono bambini davanti le case. Li invito a difendersi”. Il Tribunale ha ascoltato anche l’avvocatessa mazarese Antonina Figuccia, ex compagna di Claudio Corona, fratello di Anna Corona (madre di Jessica), in carcere per spaccio di droga. ”Sono stata l’avvocato della loro famiglia – ha detto il legale – per 7 sette anni ho convissuto con Claudio Corona, con cui ho una figlia. La sera dell’1 settembre 2004, Jessica e Alice hanno cenato a casa mia perché Anna Corona doveva essere ascoltata dai carabinieri, la cui caserma era davanti la mia abitazione”. Prossima udienza il 19 marzo, quando verranno chiamati a deporre altri testi della difesa. Fonte: blitzquotidiano.it

DENISE: 32esima udienza, sentiti in aula i testi della difesa

DENISE: 32esima udienza, sentiti in aula i testi della difesa.
12 marzo 2013 – Si terrà oggi alle ore 15, presso il Tribunale di Marsala, la 32esima udienza del processo per il sequestro di Denise, che vede imputati Jessica Pulizzi 26enne accusata di aver sequestrato Denise, (sorellastra da parte di padre) e il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb accusato per false dichiarazioni ai pm. Intanto a seguito delle tante novità emerse durante le scorse udienze, Piera Maggio,
attende dagli organi inquirenti IMPORTANTI risposte.... Saranno sentiti in aula i testi della difesa di Jessica Pulizzi.
Prossima udienza 19 marzo.

informazione.it

lunedì 4 marzo 2013

Domenica in - Così è la vita. Piera Maggio: sono persone abominevoli

Domenica in - Così è la vita
Durata: 02:02:59 Andato in onda il: 03/03/2013
PER COLORO CHE NON HANNO POTUTO SEGUIRE LA TRASMISSIONE "DOMENICA IN - COSì E' LA VITA" OSPITI PIERA MAGGIO E IL SUO LEGALE GIACOMO FRAZZITTA. Seguite.....da nn perdere.
per vedere direttamente il servizio spostare il cursore 01:27:36
http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#day=2013-03-03&ch=1&v=186006&vd=2013-03-03&vc=1

venerdì 1 marzo 2013

JESSICA PULIZZI E ANNA CORONA, DITECI DOVE AVETE PORTATO DENISE!!

JESSICA PULIZZI E ANNA CORONA, SIETE DELLE NON-PERSONE. DITECI LA VERITA', DOVE AVETE PORTATO DENISE. DOVETE PARLARE RIDATECI LA NOSTRA BAMBINA VIGLIACCHE. RIDATECI DENISE!!!!

 

giovedì 28 febbraio 2013

LA VITA IN DIRETTA Da non perdere il servizio andato in onda ieri, ospite in studio Piera Maggio, "DENISE DEVE ESSERE CERCATA E PORTATA A CASA"

LA VITA IN DIRETTA Da non perdere il servizio andato in onda ieri, ospite in studio Piera Maggio, che ha lanciato il messaggio DENISE DEVE ESSERE CERCATA E PORTATA A CASA. seguite..
La vita in diretta
Durata: 03:00:24 Andato in onda il: 27/02/2013
per vedere il servizio spostare il cursore 02:07:58
http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#day=2013-02-27&ch=1&v=184762&vd=2013-02-27&vc=1

martedì 26 febbraio 2013

Caso Denise, 31esima udienza: Il perito oggi in aula ha precisato

26 febbraio 2013 - Caso Denise: Il perito oggi in aula ha precisato che a suo avviso mentre il ciclomotore è in movimento, con due donne in sella, si sente un forte rumore e le voci si sentono meglio solo quando il mezzo viene spento e parcheggiato.
Dopo 42 secondi dallo
spegnimento del veicolo si odono due voci maschili in lontananza. Si sente un primo soggetto dire “Va pigghia a Denise. Ma Peppe, chi ti rissi? D’unni l’ha purtare?”
(Tradotto con “Vai a prendere Denise, ma Peppe cosa ti ha detto? Dove la devo portare?”, ndr). Poi Un altro uomo, un po più distante rispetto all’altro risponde: Fora
cioè “Fuori”. Ma c’è di più, la Ciriaco sostiene che c’è una una terza voce femminile che si aggiunge alle altre quando il motorino viene parcheggiato. È la prima volta che se ne parla:
Sul veicolo si sentono due voci femminili - una parla in dialetto, l’altra invece ha un accento italiano. Quando si ferma il motore, si aggiunge una terza voce femminile che si sovrappone alla seconda. C’è un piccolo dialogo tra le tre sulle vacanze, poi le tre voci di donne si allontanano.

PARLA PIERA MAGGIO

PARLA PIERA MAGGIO

LA MADRE, CADUTI GLI ALIBI DI JESSICA - "Tutti i testi chiamati in causa da Jessica Pulizzi per la ricostruzione dei suoi movimenti nella giornata del primo settembre 2004 hanno fatto crollare il castello di sabbia degli alibi che si era costruita. E oggi è cascata anche la sua ultima carta. Abbiamo avuto la prova in assoluto che quanto abbiamo sempre detto su Jessica: sulla sua posizione bisognava prestare attenzione da subito". Lo dice Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo (Tp) il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di quattro anni, commentando le ultime udienze del processo a Jessica Pulizzi, 25 anni, sorella per parte di padre della piccola scomparsa, imputata davanti il Tribunale di Marsala per concorso in sequestro di minorenne. "Anche le ultime persone chiamate in causa da Jessica, come il proprietario dell'officina meccanica in cui dice di avere portato il suo scooter la mattina del primo settembre, l'ha smentita - aggiunge Maggio - ed oggi è emerso un elemento in più che dimostra la colpevolezza. Per Jessica non finirà nel modo in cui loro si aspettavano. E quanto emerso oggi è anche una prova in più per dire che Denise è viva, come ho sempre sostenuto. Anche perché non c'é stato mai alcun elemento che provi il contrario. Se il 24 novembre 2004, infatti, si parla di uno spostamento di una bambina, e non abbiamo dubbi sul fatto che si parlasse di Denise nel dialogo intercettato, adesso c'é anche l'elemento in più costituito da questo 'fora', e cioé fuori, in risposta a chi chiede 'ma dunni l'ha purtari?". Ma chi sono questi due uomini intercettati accanto allo scooter di Jessica? "E' questo il problema - dice la madre di Denise - Allora il procuratore Sciuto incaricò la polizia di piazzare telecamere sul quel tratto di via Pirandello. Ma quell'ordine non fu eseguito. Uno dei tanti gravi errori commessi in questi anni. Se le telecamere fossero state piazzate, avremmo saputo dove stava mia figlia". Fonte: Ansa.it

PIERA MAGGIO, CADUTI GLI ALIBI DI JESSICA

Scomparsa Denise: Jessica smentita in aula. Circa i suoi spostamenti il giorno del sequestro
26 febbraio, 20:15
Jessica Pulizzi è stata smentita in merito ai suoi spostamenti relativi alla mattina del primo settembre 2004, quando a Mazara del Vallo, poco prima di mezzogiorno, sparì Denise Pipitone. L'imputata per il sequestro della "sorellastra" aveva dichiarato che quella mattina, tra le 8.30 e le 9, era andata in un'officina meccanica per una riparazione.

Oggi, però, in Tribunale, Stefano Di Bona, titolare della concessionaria Aprilia dove, nel maggio 2004, fu acquistato lo Scarabeo 50 di Jessica, ha dichiarato che "non risulta che l'1 settembre 2004 ci siano stati interventi nell'officina convenzionata per conto della Pulizzi ed essendo il mezzo ancora in garanzia non poteva rivolgersi ad altre officine, a meno che non volesse pagare per l'intervento".

E' stato, poi, ascoltato anche il contitolare dell'officina convenzionata con il concessionario Aprilia, Giovanni Rallo, che ha detto che Jessica si recò in officina per il "tagliando" nel "luglio del 2004". In precedenza, ai carabinieri aveva dichiarato che "Jessica era stata in officina per una riparazione, non effettuata, tra il 30 agosto e il 4 settembre 2004, ma comunque non l'1 settembre". Intanto, a margine dell'udienza, Piera Maggio, mamma della bambina scomparsa, ha affermato che l'intercettazione ambientale effettuata sullo scooter di Jessica il 24 novembre 2004, "dimostra che Denise è viva".

E ciò in base alla risposta fornita dall'uomo a cui fu detto: "Va pigghia a Denise. Ma Peppe chi ti rissi? Ma dunni l'ha purtari?" ("Vai a prendere Denise, ma Peppe che ti ha detto, ma dove la devo portare?"). Prossima udienza il 12 marzo. Verranno chiamati a deporre altri testi citati dalla difesa.

LA MADRE, CADUTI GLI ALIBI DI JESSICA - "Tutti i testi chiamati in causa da Jessica Pulizzi per la ricostruzione dei suoi movimenti nella giornata del primo settembre 2004 hanno fatto crollare il castello di sabbia degli alibi che si era costruita. E oggi è cascata anche la sua ultima carta. Abbiamo avuto la prova in assoluto che quanto abbiamo sempre detto su Jessica: sulla sua posizione bisognava prestare attenzione da subito". Lo dice Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo (Tp) il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di quattro anni, commentando le ultime udienze del processo a Jessica Pulizzi, 25 anni, sorella per parte di padre della piccola scomparsa, imputata davanti il Tribunale di Marsala per concorso in sequestro di minorenne. "Anche le ultime persone chiamate in causa da Jessica, come il proprietario dell'officina meccanica in cui dice di avere portato il suo scooter la mattina del primo settembre, l'ha smentita - aggiunge Maggio - ed oggi è emerso un elemento in più che dimostra la colpevolezza. Per Jessica non finirà nel modo in cui loro si aspettavano. E quanto emerso oggi è anche una prova in più per dire che Denise è viva, come ho sempre sostenuto. Anche perché non c'é stato mai alcun elemento che provi il contrario. Se il 24 novembre 2004, infatti, si parla di uno spostamento di una bambina, e non abbiamo dubbi sul fatto che si parlasse di Denise nel dialogo intercettato, adesso c'é anche l'elemento in più costituito da questo 'fora', e cioé fuori, in risposta a chi chiede 'ma dunni l'ha purtari?". Ma chi sono questi due uomini intercettati accanto allo scooter di Jessica? "E' questo il problema - dice la madre di Denise - Allora il procuratore Sciuto incaricò la polizia di piazzare telecamere sul quel tratto di via Pirandello. Ma quell'ordine non fu eseguito. Uno dei tanti gravi errori commessi in questi anni. Se le telecamere fossero state piazzate, avremmo saputo dove stava mia figlia". Fonte: Ansa.it

Sequestro Denise Pipitone. Smentita posizione della sorellastra

Sequestro Denise Pipitone. Smentita posizione della sorellastra
Martedì 26 Febbraio 2013 - 14:38

MARSALA (TRAPANI) - E' iniziata con la deposizione di Carla Ciriaco, il perito nominato dal Tribunale per la trascrizione dell'intercettazione ambientale effettuata il 24 novembre 2004 sullo scooter di Jessica Pulizzi, l'udienza del processo per il sequestro della piccola Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo (Tp) il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di quattro anni. Alla sbarra, oltre alla Pulizzi, sorella (per parte di padre) della bambina rapita, c'é anche il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb, accusato di false dichiarazioni al pm. Il perito ha detto che "sono passati 42 secondi dal momento in cui si spegne il motore dello scooter di Jessica (parcheggiato sul marciapiedi di via Pirandello, davanti l'abitazione della ragazza ndr) fino a quando si sentono due voci maschili". Una, più vicina, dice: "Va pigghia a Denise. Ma Peppe chi ti rissi? Ma dunni l'ha purtari?" ("Vai a prendere Denise, ma Peppe che ti ha detto, ma dove la devo portare?", ndr). L'altro uomo risponde: "Fora"(Fuori, ndr). Furono, poi, interrogati dalla polizia tredici persone che avevano figlie che si chiamavano Denise. Ma lo spunto investigativo non ebbe seguito.

Jessica Pulizzi è stata smentita in merito ai suoi spostamenti relativi alla mattina del primo settembre 2004, quando a Mazara del Vallo, poco prima di mezzogiorno, sparì Denise Pipitone. L'imputata per il sequestro della "sorellastra" aveva dichiarato che quella mattina, tra le 8.30 e le 9, era andata in un'officina meccanica per una riparazione.

Oggi, però, in Tribunale, Stefano Di Bona, titolare della concessionaria Aprilia dove, nel maggio 2004, fu acquistato lo Scarabeo 50 di Jessica, ha dichiarato che "non risulta che l'1 settembre 2004 ci siano stati interventi nell'officina convenzionata per conto della Pulizzi ed essendo il mezzo ancora in garanzia non poteva rivolgersi ad altre officine, a meno che non volesse pagare per l'intervento".

E' stato, poi, ascoltato anche il contitolare dell'officina convenzionata
con il concessionario Aprilia, Giovanni Rallo, che ha detto che Jessica si recò in officina per il "tagliando" nel "luglio del 2004". In precedenza, ai carabinieri aveva dichiarato che "Jessica era stata in officina per una riparazione, non effettuata, tra il 30 agosto e il 4 settembre 2004, ma comunque non l'1 settembre".

Intanto, a margine dell'udienza, Piera Maggio, mamma della bambina scomparsa, ha affermato che l'intercettazione ambientale effettuata sullo scooter di Jessica il 24 novembre 2004, "dimostra che Denise è viva". E ciò in base alla risposta fornita dall'uomo a cui fu detto: "Va pigghia a Denise. Ma Peppe chi ti rissi? Ma dunni l'ha purtari?" ("Vai a prendere Denise, ma Peppe che ti ha detto, ma dove la devo portare?", ndr). Prossima udienza il 12 marzo. Verranno chiamati a deporre altri testi citati dalla difesa. Fonte: Live.it

Denise Pipitone: 31esima udienza. Novità intercettazione sul motorino di Jessica


Denise Pipitone: 31esima udienza. Novità intercettazione sul motorino di Jessica

Mazara del Vallo, 26/02/2013. Si terrà oggi alle ore 9: 00 presso il Tribunale di Marsala, la 31esima udienza del processo per il sequestro di Denise Pipitone, rapita a Mazara del Vallo il 1’ settembre 2004. Il perito del Tribunale depositera' nel processo contro l’imputata Jessica Pulizzi 26 enne, l'esito dell'intercettazione ambientale sul suo scooter riguardante la frase : "Va pigghia a Denise, ma Peppe chi ti rissi?" ("Vai a prendere Denise, ma Peppe che ti ha detto", ndr) e l'altro rispondere: "Ma dunni l'ha purtari?" ("Ma dove la devo portare?", ndr). ci sono delle novita' importanti nella risposta che il primo interlocutore da' alla domanda .
Calendario delle prossime udienze – 12, 19 marzo 2013 (ore 15:00) esami testi difesa
9 aprile 2013 (ore 15:00) esami testi difesa ed eventuali richieste ex art. 507 c.p.p.

lunedì 25 febbraio 2013

Jessica Pulizzi ha già una condanna penale sul capo.


INFORMAZIONE - Jessica Pulizzi 26enne (che è madre di una bambina, si è trasferita e vive a Roma) ha già una condanna penale sul capo. Ha, infatti, patteggiato la pena per favoreggiamento in lesioni. Una vicenda che risale a qualche tempo addietro e che ha visto un suo ex fidanzato accoltellare un rivale per gelosia.

venerdì 22 febbraio 2013

"La vita in diretta", ospite in studio Piera Maggio, che chiarisce alcuni aspetti del processo

Se volete seguire la puntata "La vita in diretta", ospite in studio Piera Maggio, che chiarisce alcuni aspetti del processo " Denise". Andata in onda il: 21/02/2013 http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#day=2013-02-21&ch=1&v=182795&vd=2013-02-21&vc=1 per visionare direttamente il servizio, spostate il cursore su: 02:04:32/02:57:00

Chi L'ha Visto? Denise Pipitone - 20 febbraio 2013, le assurde e fantasiose contraddizioni di Jessica Pulizzi.

Chi L'ha Visto? Denise Pipitone - 20 febbraio 2013 - Per chi non ha potuto seguire. il servizio mette in risalto le assurde e fantasiose contraddizioni di Jessica Pulizzi. http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-cf50013c-8355-44c7-9b87-13e628970ebd.html

mercoledì 20 febbraio 2013

Caso Denise. La difesa di Jessica Pulizzi, tra galline, mercatini e analisi cliniche.

Caso Denise. La difesa di Jessica Pulizzi, tra galline, mercatini e analisi cliniche.
Dopo l’intercettazione di alcuni anni fa, che permise con un blitz delle forze dell’ordine di scoprire ....una pianta morta, ora tocca alle galline entrare nella dolorosissima vicenda della scomparsa di Denise Pipitone. Che fine avrà fatto il pennuto? No, non è uno scherzo. Davvero se lo saranno chiesti in molti, ieri, alla fine dell'udienza del processo che si tiene a Marsala.

Sembra assurdo, ma durante l'esame di Jessica Pulizzi - sorellastra della piccola Denise e imputata in questo procedimento giudiziario - cronisti, pubblico, avvocati, pubblici ministeri e Tribunale sono rimasti con il "giallo" irrisolto del pennuto. L'episodio in questione riguarda una frase intercettata a bordo dello scooter di Jessica Pulizzi il 14 dicembre 2004, quando lei assieme al suo amico ed ex fidanzato Fabrizio Foggia si stanno recando presso la villetta di un amico. Arrivati in quella casa di campagna, i due parlano tra di loro e il Foggia dice a Jessica: "Ora v'ammazzu a tutti... e anche d'errore ci l'ammazzasti a chidda". Su questa frase, letta prima dal Pm e sulla quale ritorna anche l'Avv. di parte civile Frazzitta e infine lo stesso Tribunale, Jessica Pulizzi risponde dicendo che il Foggia si riferiva a delle galline che si trovavano nel recinto di quell'abitazione, e che lei scavalcando il muretto di recinzione si sarebbe trovata sotto dei volatili che potevano essere schiacciati.

Frazzitta ha fatto presente che in base alle trascrizioni, la frase viene detta prima che lei scavalcasse il muretto e schiacciasse il pennuto, ma l'imputata ha ribadito che quella frase è stata pronunciata mentre stava scendendo. Si è difesa Jessica Pulizzi, ribadendo più volte che lei non c'entra nulla con la scomparsa di Denise. Rispondendo alle domande del Pm, ha detto che a settembre 2004 non era a conoscenza che suo padre era il papà di Denise, affermando comunque di avere saputo da una conoscente incontrata in ospedale di avere avuto una sorellina. Dopo quell'episodio Jessica chiese spiegazioni al padre che, secondo le sue dichiarazioni, le ha negato di avere avuto una figlia, giurando su di lei e sulla sorella Alice. Solo in commissariato e dopo la scomparsa di Denise, viene a conoscenza che quella bambina è sua sorella. Molte le contraddizioni in cui è caduta l'imputata. Alcune riguardano delle frasi che l'accusa e la parte civile con i verbali alla mano gli contestano.

La prima: "Io a casa ci la purtai" che Jessica dichiara di non aver mai detto. Ed ancora: "Nun ci lu ricu dunne a mise" e "A picciridda asciddricò". Si è difesa Jessica Pulizzi, negando di aver preso Denise la mattina del 1° settembre 2004. Risulta poco chiara però la ricostruzione di quella mattinata. Jessica dice di essere stata, prima dal meccanico per fare il tagliando al motorino, di essere tornata a casa e di essere andata con la sorella Alice a fare un prelievo del sangue in un centro di analisi. Su questo punto il PM le contesta il fatto che non risulta nessun rimborso per quella prestazione sanitaria. E alla domanda successiva del PM, che le chiede se ricorda di aver tenuto i risultati di quegli esami, Jessica ha detto di non ricordarlo. Successivamente dice di essere andata al mercatino e dopo all'Istituto Commerciale. Anche qui una contestazione, secondo la quale nel verbale del 30/03/2005 Jessica affermava di essersi recata prima all'Istituto Commerciale e dopo al mercatino.

Altra domanda del PM e altro imbarazzo arrivano quando viene chiesto come mai non ha parlato di questi spostamenti del 1° settembre 2004 negli interrogatori del 2 e 3 e lo fa solo l'11 di settembre. La Pulizzi risponde che si era chiusa in se stessa per le accuse che gli inquirenti gli muovevano e solo l'11 ha capito che era meglio raccontare la verità, per dire che lei non c'entrava nulla con la scomparsa di Denise. Molti non so e non ricordo, tante negazioni e altrettante contraddizioni hanno caratterizzato l'esame della Pulizzi. Un fatto del tutto inedito è emerso dalla deposizione, quando, rispondendo alle domande dell'Avv. Frazzitta, Jessica Pulizzi dice di aver pensato che il padre poteva essere il responsabile della scomparsa di Denise perché era l'unica persona che cercavano i poliziotti nell'immediatezza.

"Ha perso un'occasione per dire la verità. Le sue giustificazioni sono poco credibili, e i tanti fatti discordanti venuti oggi alla luce confermano le bugie dette sin dall'inizio". Così Piera Maggio ha commentato le parole di Jessica Pulizzi. Rilasciando le dichiarazioni ai giornalisti, la mamma di Denise ha voluto inoltre sottolineare il fatto che la Pulizzi non ha mai avuto il coraggio di guardare la foto di sua figlia che l’avv. Frazzitta le ha fatto porre dinanzi, e come non sia mai riuscita nemmeno una volta durante tutta l’udienza a pronunciare il nome Denise. La prossima udienza è stata fissata il 26 febbraio alle ore 9.00. ( Fonte:marsala.it)
Denise : Jessica Pulizzi si dichiara innocente, ma per il PM si contraddice

Marsala (Trapani), 19/2/2013 - Nella trentesima udienza del processo per il sequestro di Denise Pipitone, ha deposto l’imputata Jessica Pulizzi. “In commissariato, quando mi interrogarono tra l'1 e il 2 settembre, mi dicevano che ero stata io a prendere Denise. Allora, io ho rifiutato di parlare. Successivamente, ho ripreso a parlare per far capire che io non c'entravo nulla”, ha detto ribadendo la sua innocenza e dichiarato di aver appreso solo dieci giorni dopo la scomparsa che la bambina fosse nata quasi 4 anni prima dalla relazione tra suo padre Pietro e Piera Maggio. A dirglielo, mentre era in commissariato con i suoi genitori, era stata la madre, Anna Corona, e subito dopo arrivò la conferma di Pietro Pulizzi. Ma il pm Sabrina Carmazzi le ha contestato che Fabrizio Foggia, suo ex fidanzato, in una precedente udienza aveva detto che lei sapeva della gravidanza e aveva sospetti proprio sul padre. Jessica Pulizzi ha detto di aver interrotto i rapporti con il padre da quando ha ricevuto l'avviso di garanzia: “Ho capito che anche lui sospettava di me”. Alle domande perché, quando fu interrogata per la prima volta “fornì un numero di telefono cellulare non più attivo da quasi un mese, e cioè dal 3 agosto 2004” e come mai al padre che le chiedeva se nella mattinata del primo settembre 2004 era andata al mercatino rispose di no, mentre, invece, come da lei stesso poi dichiarato c'era andata “per comprare un panino e degli slip”, l’imputata ha risposto di aver dato quel numero di telefono perché non ricordava quello nuovo e di avere detto no al padre perché il mercatino quel giorno non lo percorse tutto come al solito. La sorellastra di Denise ha confermato quanto affermato il 30 marzo 2005, quando agli inquirenti dichiarò di avere saputo nella primavera del 2004 da un negoziante di Mazara che suo padre aveva comprato vestiti a Piera Maggio: “Poi ho bucato con un coltellino di un portachiavi le ruote dell'auto di Piera Maggio, una Fiat Punto bianca. Ricordavo il numero di targa”. “Rinfacciai a mio padre - ha proseguito l'imputata - che non aveva soldi per me e invece li aveva per altre”. Altre contestazioni del pm hanno riguardato contraddizioni tra quanto dichiarato in aula e quanto da lei messo a verbale nel 2005 sul fatto che fosse a conoscenza o meno della relazione tra il padre e Piera Maggio e su dove lei incontrasse quest’ultima. In risposta ha affermato di aver telefonato alla madre di Denise ne 1999, per suggerirle di “stare lontana” da suo padre. Rispondendo alle domande dell'avvocato di parte civile Giacomo Frazzitta, che gli ha chiesto: “La bambina l'ha presa lei?”, Jessica Pulizzi ha risposto: “No”, dichiarando di non ricordare bene dov'era stata tra le 11 e le 12:30 del primo settembre 2004 e negando di avere pronunciato a bassa voce con la madre Anna Corona la frase “a casa c'ha purtai”. Sempre durante il controesame condotto dall'avv. Frazzitta, è emerso che Jessica Pulizzi ha già patteggiato una condanna per favoreggiamento. Una vicenda relativa ad una lite tra un suo ex fidanzato e un altro giovane che fu ferito con un coltello. Il processo proseguirà il 26 febbraio, con i primi i testi citati dagli avvocati difensori Gioacchino Sbacchi e Fabrizio Torre. “Jessica ha perso un'altra occasione per dire la verità. Troppe le sue contraddizioni e poco credibili le sue giustificazioni”, ha commentato al termine dell’udienza Piera Maggio. Fonte:
http://www.chilhavisto.rai.it/dl/clv/News/ContentItem-8809b200-5d3b-4ead-9dc7-e6a47c552b9f.html

Denise: Piera Maggio, Jessica ha perso occasione dire verita'

Denise: Piera Maggio, Jessica ha perso occasione dire verita'
18:46 19 FEB 2013
(AGI) - Trapani, 19 feb. - "Jessica ha perso un'altra occasione per dire la verita'. Per me lei ha nuovamente sequestrato mia figlia oggi". Lo ha affermato Piera Maggio, madre della piccola Denise Pipitone, scomparsa a Mazara del Vallo il primo settembre 2004, al termine dell'udienza odierna del processo he si celebra davanti al Tribunale di Marsala per il sequestro della minore in cui ha deposto la principale imputata, Jessica Pulizzi, sorella per parte di padre della bambina. "Troppe le sue contraddizioni rispetto ai verbali -ha proseguito Maggio- e poco credibili le sue giustificazioni. Jessica sta mentendo spudoratamente. Aveva difficolta' a guardare la foto di mia figlia e non riusciva neppure a pronunciare il suo nome. Sono cose che abbiamo notato tutti". Fonte:
http://www.agi.it/cronaca/notizie/201302191846-cro-rt10337denise_piera_maggio_jessica_ha_perso_occasione_dire_verita

martedì 19 febbraio 2013

Jessica Pulizzi continua a mentire sul sequestro di Denise

19.02.2013 - JESSICA PULIZZI, NELLA 30esima UDIENZA CON LA SUA DEPOSIZIONE PIENA DI MENZOGNE E CONTRADDIZIONI, RESA DAVANTI AL TRIBUNALE DI MARSALA, HA RAPITO PER LA SECONDA VOLTA LA NOSTRA DENISE, REITERANDO IL REATO. ( Piera Maggio)

Denise: 30esima udienza del processo. In aula Jessica Pulizzi per essere ascoltata dai giudici.

Denise: 30esima udienza del processo. In aula Jessica Pulizzi per essere ascoltata dai giudici.

Mazara del Vallo, 19/02/2013. Si terrà oggi alle ore 9: 00 presso il Tribunale di Marsala, la 30esima udienza del processo per il sequestro di Denise Pipitone, rapita a Mazara del Vallo il 1’ settembre 2004. Sarà ascoltata in aula l’imputata, Jessica Pulizzi, che in questa udienza, almeno secondo quanto anticipato dai suoi legali, ha deciso di rendere pubbliche dichiarazioni in merito alla vicenda dopo nove anni di silenzio, in cui si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Per quanto concerne Gaspare Ghaleb, ex fidanzato di Jessica, imputato anch’egli nel processo per falsa testimonianza, e mai presentatosi in aula, il suo legale ha fatto sapere che invece si avvarrà della facoltà di non rispondere. Nel frattempo l’avvocato di Piera Maggio ha depositato opposizione alla richiesta di archiviazione riguardante Anna Corona, madre dell’imputata, in quanto secondo i nuovi rilievi di indagine e il processo in corso, la posizione della donna si è aggravata.

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise
ufficiostampa@cerchiamodenise.it

lunedì 4 febbraio 2013

"Sequestro di Minorenne" La Legge 94/2009 entrata in vigore il 14 agosto 2009

Piera Maggio, On. Barbara Mannucci, avv. Giacomo Frazzitta
Palazzo Montecitorio (Roma) Sala del Mappamondo, foto della conferenza stampa avvenuta il 23 Novembre 2009, "Presentazione nuova figura di reato sequestro di minorenni, e art. 574- Bis sottrazione di minore"

La Legge 94/2009 entrata in vigore il 14 agosto 2009 con cui sono state introdotte nel codice penale due nuove fattispecie di reato. L'avv. Giacomo Frazzitta, ne è stato l'estensore, sostenitrice dell'iter legislativo Sig.ra Piera Maggio, l'On.le Barbara Mannucci, del PDL prima firmatiaria dell'emendamento al pacchetto sicurezza.

l' art. 574 bis c.p. sottrazione e trattenimento all'estero del minore;

l'art. 605 commi 3,4,5 c.p. Sequestro di Minorenne.

L'iter della proposta di modifica del codice penale e' iniziato nel 2006 a seguito del sequestro della minore Denise Pipitone.
La Sig.ra Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, ha sostenuto con caparbietà l'iter legislativo, si è incatenata e ha fatto lo sciopero della fame davanti al Quirinale il 26/10/2007 giorno del Settimo Compleanno di Denise, per ottenere l'approvazione della ribattezzata "LEGGE DENISE", ottenendo nell'agosto del 2009 il varo della modifica del codice penale, nell'ambito del c.d. Pacchetto sicurezza che il Governo Berlusconi emano' quell'anno.
http://www.cerchiamodenise.it/associazione/prospettivediriforma.htm


mercoledì 30 gennaio 2013

L'opposizione alla richiesta di archiviazione nel procedimento "Denise", contro Anna Corona

A breve sarà depositata l'opposizione alla richiesta di archiviazione nel procedimento "Denise", contro Anna Corona, con delle motivazioni complesse.

Terminata l'analisi, da parte nostra, degli atti di indagine posti dalla Procura di Marsala nel procedimento a carico di Anna Corona la cui posizione è certamente aggravata rispetto a quanto già si conosceva, importanti indicazioni emergono anche dal satellitare installato sulla autovettura di Anna Crorona e che in questi giorni e' sotto verifica da parte del nostro consulente informatico Dott. Pietro Indorato .

ADERITE ALL'INIZIATIVA: “ UNITI PER DENISE LIBERA E GIUSTIZIA PER I COLPEVOLI” (condividi)
http://www.cerchiamodenise.it/denise/unitiperdenise.pdf

(aderisci e condividi)

martedì 29 gennaio 2013

Hai Visto questo Minore? E' questa donna?

Hai Visto questo Minore? E' questa donna?
Polizia di Stato sezione minori bambiniscomparsi.it
Fotogrammi del videoclip sul sito

http://it.missingkids.com/missingkids/servlet/PageServlet?LanguageCountry=it_IT&PageId=1931
Fotogrammi estrapolati dal videoclip girato in data 18.10.2004 alle ore 12:30 circa a Milano, in via Ettore Ponti - angolo con Piazza Ohm, da una guardia giurata e raffiguranti una minore somigliante a PIPITONE Denise insieme ad una donna.

venerdì 25 gennaio 2013

Piera continua la battaglia più agguerrita che mai! servizi TV su Denise. Le vergognose verità non dette, "Chi L'ha Visto?" e "Vita in diretta"

Servizio su Denise Pipitone, "La vita in diretta" Andato in onda il: 24/01/2013 Durata: 02:56:02
L'INTERVISTA DI PIERA, CHE CONTINUA LA SUA BATTAGLIA PIU' AGGUERRITA CHE MAI!

(servizio diretto su Denise, spostate cursore su 01:17:34) http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html#ch=1&day=2013-01-24&v=173406&vd=2013-01-24&vc=1


***

Per coloro che non hanno potuto seguire la puntata di Chi L'ha Visto? su Denise Pipitone - 23 gennaio 2013 LE VERGOGNOSE VERITA' NASCOSTE, TUTTO QUESTO E' ALLUCINANTE. Grazie per tutta la solidarietà espressa. Un caro saluto a voi! http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-9593318f-1bde-4bed-8a9f-0b2a72cf3b8a.html

ADERITE ALL'INIZIATIVA: “ UNITI PER DENISE LIBERA E GIUSTIZIA PER I COLPEVOLI” (condividi)
http://www.cerchiamodenise.it/denise/unitiperdenise.pdf

(aderisci e condividi)

martedì 22 gennaio 2013

Denise: 29esima udienza. Escusso consulente tecnico di parte civile

Denise: 29esima udienza. Escusso consulente tecnico di parte civile. sempre più conferme sulla responsabilità di Jessica Pulizzi, del sequestro di Denise.

Mazara del Vallo 22/01/2013 – Si è svolta questa mattina, davanti al tribunale di Marsala, il processo sul rapimento di Denise Pipitone, avvenuto il 1° settembre 2004. Due sono gli imputati del procedimento: Jessica Pulizzi, sorellastra per parte di padre di Denise, accusata di concorso in sequestro di minorenne, e il suo ex fidanzato Gaspare Ghaleb, che deve rispondere del reato di false dichiarazioni al pubblico ministero. Oggi è stata la volta del consulente tecnico delle parti civili dott. Pietro Indorato, che ha spiegato tutte le inconcruenze sulle trascrizioni che già il dott. Genovese, aveva elaborato come consulente della Procura. Sono emerse ed evidenziate sulla base di miglioramenti software, frasi che non lasciano dubbi sulla responsabilità da parte di Jessica Pulizzi, sul sequestro di Denise.
Nella prossima udienza il 19 febbraio sarà sentita Jessica Pulizzi.
Informazione.cerchiamodenise.it

INTERVISTA A PIERA MAGGIO: Domenica in - Così è la vita

INTERVISTA A PIERA MAGGIO: "Domenica in" - Così è la vita
* Durata: 02:03:09 * Andato in onda il: 20/01/2013
http://www.rai.tv/dl/replaytv/replaytv.html?refresh_ce#day=2013-01-20&ch=1&v=172021&vd=2013-01-20&vc=1
SERVIZIO DIRETTO SPOSTARE CURSORE 01:51:17/02:03:11

sabato 12 gennaio 2013

Questa è la vostra VOCE, che non sta in silenzio davanti agli orrori! Denise ha bisogno del vostro AIUTO, UNITEVI A NOI! ♥ Grazie per la collaborazione.

Vi chiediamo di aderire a questa iniziativa e di invitare i vostri contatti a farlo. La spedizione se potete deve avvenire oltre email, anche tramite semplice lettera prioritaria. Denise ha bisogno del vostro AIUTO, UNITEVI A NOI! ♥ Grazie per la collaborazione.
Questa è la VOSTRA la voce! che non sta in silenzio davanti agli orrori. In questo momento avete modo di farvi sentire. Grazie FATE GIRARE IL MESSAGGIO.

INIZIATIVA: “ UNITI PER DENISE LIBERA E GIUSTIZIA PER I COLPEVOLI” (condividi)

http://www.cerchiamodenise.it/denise/unitiperdenise.pdf

(aderisci e condividi)

INIZIATIVA: “ UNITI PER DENISE LIBERA E GIUSTIZIA PER I ...COLPEVOLI”

In molti ci avete chiesto come poter essere di aiuto a Denise. Chiediamo pertanto a coloro a cui sta a cuore la sorte della mia bimba, di aderire in massa a questa iniziativa chiamata “UNITI PER DENISE LIBERA E GIUSTIZIA PER I COLPEVOLI”.
A tutti i genitori, padri madri e a tutte le persone di buon cuore, chiediamo di sentirsi “parte lesa” per Denise, in quanto è come se fosse figlia vostra. Qualsiasi mamma a questo mondo oggi dopo gli ultimi eventi, dovrebbe sentire il bisogno di essere al mio fianco, ma soprattutto difendere una bambina dai troppi silenzi, dalle parole non dette, dalle bugie, dalla burocrazia e da una giustizia lenta che da troppi anni si fa attendere. Da anni sono liberi di circolare i mostri che hanno fatto del male a Denise, circondati dall’ipocrisia e dalla cattiveria che in loro regna.
A tutti coloro che desiderano compiere una azione buona per una bambina chiediamo di scrivere alla Procura della Repubblica di Marsala, una lettera in cui indichiamo a grandi linee il contenuto. http://www.cerchiamodenise.it/denise/unitiperdenise.pdf

(Piera Maggio)

Download dal sito/blog: http://www.cerchiamodenise.it/ -
http://informazione.cerchiamodenise.it/

***

“Spettabile Procura della Repubblica di Marsala,
in qualità di cittadini chiediamo che sia data forte accelerazione al processo per il sequestro di Denise, che ormai da troppi anni aspetta una risposta definitiva. Chiediamo di sapere dove si trova la bambina e vogliamo che i colpevoli del sequestro siano consegnati alla giustizia. Chiediamo risposte concrete in tempi accettabili.
In fede
nome, cognome, data, città”

La lettera andrà spedita al seguente indirizzo:

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala - Piazza Borsellino, 1, 91025 - Marsala (TP) - Centralino: 0923 - 765111 - Email: tribunale.marsala@giustizia.it

DENISE: SEMPRE PIU’ CONFERME SULLE RESPONSABILITA’ DEGLI IMPUTATI, LE POSIZIONI DI JESSICA PULIZZI E ANNA CORONA, SEMPRE PIU’ GRAVI.

DENISE: SEMPRE PIU’ CONFERME SULLE RESPONSABILITA’ DEGLI IMPUTATI, LE POSIZIONI DI JESSICA PULIZZI E ANNA CORONA, SEMPRE PIU’ GRAVI.

Mazara del Vallo, 12/01/2013 - Nel processo "Denise" quelli del commissariato che si sono recati a casa di Anna Corona alle 16 del 1 settembre per cercare la piccola Denise dichiarano che Anna Corona, li ha fatti accomodare nella casa al piano terra, che sappiamo non essere la casa della stessa perché è' ubicata al secondo piano della palazzina. Tutti riferiscono di non essere saliti nei piani superiori .
Inoltre finalmente il Tribunale ha ammesso la consulenza del Prof. Roberto Cusani, il nostro consulente Dott. Pietro Indorato, che ha trascritto le intercettazioni e alla prossima udienza il 22 gennaio ci saranno i nostri testimoni . Jessica Pulizzi sarà sentita dal Tribunale, il 19 febbraio.

venerdì 11 gennaio 2013

INIZIATIVA: “ UNITI PER DENISE LIBERA E GIUSTIZIA PER I COLPEVOLI”


Mazara del Vallo, 11/01/2013

INIZIATIVA: “ UNITI PER DENISE LIBERA E GIUSTIZIA PER I COLPEVOLI”

In molti ci avete chiesto come poter essere di aiuto a Denise. Chiediamo pertanto a coloro a cui sta a cuore la sorte della mia bimba, di aderire in massa a questa iniziativa chiamata “UNITI PER DENISE LIBERA E GIUSTIZIA PER I COLPEVOLI”.
A tutti i genitori, padri madri e a tutte le persone di buon cuore, chiediamo di sentirsi “parte lesa” per Denise, in quanto è come se fosse figlia vostra. Qualsiasi mamma a questo mondo oggi dopo gli ultimi eventi, dovrebbe sentire il bisogno di essere al mio fianco, ma soprattutto difendere una bambina dai troppi silenzi, dalle parole non dette, dalle bugie, dalla burocrazia e da una giustizia lenta che da troppi anni si fa attendere. Da anni sono liberi di circolare i mostri che hanno fatto del male a Denise, circondati dall’ipocrisia e dalla cattiveria che in loro regna.
A tutti coloro che desiderano compiere una azione buona per una bambina chiediamo di scrivere alla Procura della Repubblica di Marsala, una lettera in cui indichiamo a grandi linee il contenuto.

(Piera Maggio)

***

“Spettabile Procura della Repubblica di Marsala,
in qualità di cittadini chiediamo che sia data forte accelerazione al processo per il sequestro di Denise, che ormai da troppi anni aspetta una risposta definitiva. Chiediamo di sapere dove si trova la bambina e vogliamo che i colpevoli del sequestro siano consegnati alla giustizia. Chiediamo risposte concrete in tempi accettabili.
In fede
nome, cognome, data, città”


La lettera andrà spedita al seguente indirizzo:

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala - Piazza Borsellino, 1, 91025 - Marsala (TP) - Centralino: 0923 - 765111 - Email: tribunale.marsala@giustizia.it

DENISE: 28esima udienza del processo. Indignata Piera Maggio per decisione Procura.


DENISE: 28esima udienza del processo. Indignata Piera Maggio per decisione Procura.


Mazara del Vallo, 11/01/2013. Si terrà oggi presso il Tribunale di Marsala, la ventottesima udienza del processo per il sequestro di Denise Pipitone, rapita 8 anni fa dalla cittadina siciliana. Proseguiranno le audizioni degli inquirenti che hanno svolto attività di indagine nei periodi successivi al sequestro della bambina. Nota rilevante in questa fase del processo è la richiesta di archiviazione per Anna Corona, madre dell’accusata e anch’ella indagata per i fatti relativi al rapimento. “Nonostante ciò che è emerso nel processo sulle responsabilità attribuibili ad Anna Corona” – commenta indignata Piera Maggio - “Incredibilmente la procura della Repubblica di Marsala ha richiesto l’archiviazione dell’indagine a suo carico. Mi vedo costretta quindi a inviare una lettera al Presidente della Repubblica e ad organizzare una pubblica raccolta di consensi e sostegno (tramite il sito ufficiale e il blog) per richiedere con grande forza che si faccia al più presto giustizia per Denise, ma soprattutto voglio che sia data risposta alla domanda: a giudizio di questa procura, se non loro, chi ha preso Denise?”. Il 22/01/2013 verrà sentita in aula Jessica Pulizzi, i cui legali hanno annunciato che non si avvarrà della facoltà di non rispondere come avvenuto invece in questi anni.

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise
ufficiostampa@cerchiamodenise.it

mercoledì 9 gennaio 2013

La Procura di Marsala chiede l'archiviazione per Anna Corona nonostante ciò che è emerso nel processo per presunti i rapitori di Denise Pipitone . PIERA MAGGIO: DIRE DI ESSERE INDIGNATI E' VERAMENTE POCO

VERGOGNA.. SI DEVONO VERGOGNARE! TUTTI COLORO CHE STANNO FACENDO IN MODO CHE NON EMERGA LA VERITA' SUL SEQUESTRO DI DENISE. (NON DEMORDO, CONTINUO NELLA LOTTA PER LA VERITA', GIUSTIZIA, MA SOPRATTUTTO SAPERE DOVE HANNO PORTATO DENISE, QUESTI DUE MOSTRI: ANNA CORONA E JESSICA PULIZZI) FORSE O MAGARI DENISE, HA DECISO ALL'ETA' DI QUASI 4 ANNI, DI ANDARE A VIVERE DA SOLA? SONO STATI GLI ALIENI A PRENDERLA? GLI ZINGARI ? COSI' COME AVEVANO SOSTENUTO I DIFENSORI DI JESSICA PULIZZI E ANNA CORONA, DURANTE IL PROCESSO, PER QUESTA PROCURA DI MARSALA, CHI HA PRESO DENISE?. FORSE FINO ADESSO ABBIAMO TUTTI GIOCATO ALLA FAVOLA DEL LUPO E CAPPUCCETTO ROSSO?. (P.M)
Gli avvocati di Jessica parlano di speculazioni fantasiose che hanno messo in dubbio l' innocenza di Anna Corona e sono certi della non colpevolezza di Jessica . La procura e' d'accordo almeno per quanto riguarda Anna Corona, e quindi cosa ci stiamo a fare? chi ha preso Denise, per la Procura di Marsala?

La Procura di Marsala chiede l'archiviazione per Anna Corona nonostante ciò che è emerso nel processo per presunti i rapitori di Denise Pipitone .

1) abbiamo scoperto che l'orario nel foglio di presenze dell'hotel Ruggero II di Mazara ove lavorava la madre di Jessica Pulizzi la Sig.ra Anna Corona e' stato apposto dalla sua amica e collega F.sca Adamo, ma questa intervistata dalla troupe di "chi ...l'ha visto" nel 2010 e sentita più volte nel 2004 dagli inquirenti non l'aveva mai riferito . Potrebbe esser stata una dimenticanza e quindi questo fatto non significa nulla .

2) la persona che guida la Ford Fiesta, il 1 settembre del 2004, che va a sbattere nel marciapiede, secondo quanto riferisce il testimone oculare ha dei capelli biondi con una ciocca rossa. L'amica di Anna Corona, la sig.ra F.sca Adamo all'udienza ha riferito che in quel periodo portava i capelli chiari con una mèche rossa. Consideriamo anche questa una coincidenza e la valutiamo come tale .

3) la nonna di Jessica riferisce di esser stata avvisata, da sua figlia Anna Corona alle 12:15, di andare a casa dalle ragazze perché era successo una cosa grave . Anche questo consideriamolo come un cattivo ricordo della signora anziana che avrebbe confuso date e fatti .

4) la nonna sentita in udienza dice di avere saputo che Denise Pipitone era figlia del suo ex genero Piero Pulizzi " quando l'hanno trovata", così si esprime letteralmente la nonna . Ma scusate hanno trovato Denise e noi no ne sappiamo nulla ? beh, no, si tratta certamente di un lapsus dell'anziana signora .

5) gli agenti che si recano senza mandato di perquisizione a casa di Anna Corona, questa li fa accomodare, così lei ci riferisce nella casa al piano terra della vicina, fatto questo confermato anche dalla vicina di casa che è stata sentita al processo qualche settimana fa. Scopriamo, dopo che sentiamo il M.llo Di Girolamo, che la signora Corona fa ispezionare spontanemente dimostrando collaborazione, la casa della vicina e non quella propria . Certamente si sarà confusa!

In conclusione questi sopra riportati sono le ultime novità processuali della vicenda a cui aggiungiamo l'ennesima intercettazione captata sul motorino di Jessica Pulizzi, ove è possibile rilevare due voci che dicono in dialetto: " vai a pigliare a Denise, ma Peppe cosa ti ha detto? È l'altra voce risponde dove la devo portare? Al di la' di tutto, quello che più mi sconvolge, è' la risposta.

Infatti volendo ragionare sempre in maniera garantista potremmo dire che si tratta di due persone che casulamente si aggiravano attorno al motorino di Jessica e parlavano di un'altra Denise, ma la risposta fuga qualsiasi dubbio perché con la frase dove la devo portare si fa esplicito riferimento ad un "pacco persona" quindi ad un sequestrato !! Esprimete le vostre valutazioni . Grazie

A breve conosceremo le motivazioni per cui la Procura di Marsala ha chiesto l'archiviazione per Anna Corona. Magari si potranno trovare spunti per la difesa di Anna Corona, visto che ne chiedono l'archiviazione. http://informazione.cerchiamodenise.it

martedì 1 gennaio 2013

BUON ANNO A TUTTI, MENO CHE A "QUALCUNO"

BUON ANNO A TUTTI, MENO CHE A "QUALCUNO"

Se il 2012 ti ricorda che hai fatto tanti sbagli, tu ricordagli che lui è finito, mentre tu hai un 2013 per rifarti e ricominciare.
AUGURI DA PARTE NOSTRA!! www.cerchiamodenise.it





Please respect the: Policy for Denise's photo broadcasting
Si prega di rispettare la: Policy per la diffusione dell'immagine di Denise

Denise's posters, printouts and photos dowload
Tutte le locandine, gli stampati e foto di DENISE da scaricare
Locandine n 6 Missing formato per Web, cellulare (zip)
***********************************************************************************************************