Archivio Blog Cerchiamodenise - Gennaio - Dicembre 2010

Sabato, Dicembre 25, 2010
Sito Ufficiale: www.cerchiamodenise.it - MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" - Denise è Nata/Born on/Née le il 26/10/2000, Scomparsa/Disappearance/Disparue dal 01/09/2004 a Mazara del Vallo, (TP) Italy - Per informazioni utili/For useful information: 0039 340 5403309 - Official Web Site: www.cerchiamodenise.org - email: aiutiamo@cerchiamodenise.it / aiutiamo@cerchiamodenise.org -  Website: www.missingkids.it -  In caso di avvistamento, rivolgersi subito al più vicino posto di commissariato dei Carabinieri (112) o di Polizia (113)./If you think you have seen her, please immediately contact your nearest Police Station./Si vous reconnaissez Denise, adressez-vous au plus vite au poste de Police le plus proche.- Denise ha Bisogno di Noi!!
Archivio Blog Gen 2007 - Dic 2007 - Archivio Blog Gen 2008 - Dic 2008 - Archivio Blog Gen 2009 - Dic 2009 - Archivio Blog Gen 2010 - Dic 2010 - Archivio Blog Gen 2011 - Dic 2011
Home


OVUNQUE TU SIA AUGURI PICCOLA DENISE
Non esiste notte tanto lunga che impedisca al sole di risorgere.
 
Un caloroso augurio a tutti! Staff. cerchiamodenise.it

 
Vi Ringraziamo per averci espresso il vostro pensiero di vicinanza in questo periodo particolare, per tramite messaggi, lettere ecc.. Grazie!
Per scrivere commenti andate sulla bacheca del Forum/Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"

Su Facebook ci troviamo sui seguenti profili: Fans Missing Denise Pipitone Mp http://www.facebook.com/missing.d.mp#!/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282 oppure (Gruppo) Missing Denise Pipitone Mp (Una Mano in Più)
http://www.facebook.com/missing.d.mp#!/group.php?gid=80318663328 
Missing Denise Pipitone Mp
http://www.facebook.com/missing.d.mp#!/missing.d.mp



Giovedi, Dicembre 23, 2010

(IMPORTANTI NOVITA' SUL SEQUESTRO DI DENISE) Jessica Pulizzi dice: "A casa c'a purtai". guarda la puntata di Chi l'ha Visto? 22 dicembre 2010. Per il servizio diretto su Denise, spostate il cursore su 00:45:23
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-4240c4df-546b-4c31-9174-c0a2025a8f08.html#p=0

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-4240c4df-546b-4c31-9174-c0a2025a8f08.html



La verità. Jessica parlava di Denise.
Mazara del Vallo, 23/12/2010.
Un dato molto importante è stato rilevato dall'ultima udienza, riguardante la frase intercettata il giorno 11 Settembre 2004 nel commissariato di Mazara del Vallo, nel dialogo tra Jessica Pulizzi e la madre Anna Corona, dove la ragazza ha detto "A casa c'a purtai". Il perito Genovese si è espresso confermando tale frase, quindi ciò è diventato elemento di prova. Il perito sarà ulteriormente ascoltato in aula il 25 Gennaio 2011. Piera Maggio in merito a questa importante conclusione, ha commentato "Io non ho mai avuto dubbi che l'oggetto della loro conversazione fosse Denise, come si evince dal loro dialogo, e il perito non fa che confermare la mia ipotesi iniziale". E continua: "Nonostante il patetico tentativo da parte di qualcuno di mistificare questo dato di fatto, magari segnalando alla stampa che le conclusioni di tali fatti sono fuorvianti, la verità non si cambia: durante il dialogo tra madre e figlia, Jessica si esprime a bassa voce, rispetto al resto del discorso, pronunciandosi proprio in merito alla mia bimba rapita; è la stessa Jessica che in seguito si avvale della facoltà di non rispondere, è lei stessa che ha deciso di non chiarire la propria posizione: nonostante ciò, oggi una conferma ci è arrivata da parte del perito incaricato dal Tribunale ed è dinnanzi all'opinione pubblica". Infine Piera Maggio conclude con una nota dolorosa in merito alla situazione attuale che vive tutti i giorni: "E' il settimo Natale che trascorro senza la gioia della presenza di mia figlia: la mia casa è vuota e il tempo scorre lentamente senza scandire più le occasioni di festa e i momenti piacevoli. Per me non sarà veramente Natale fino a quando Denise non tornerà a casa".

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise
ufficiostampa@cerchiamodenise.it

Martedi, Dicembre 21, 2010
Denise: fonte di prova
Jessica Pulizzi parlava di Denise "io a casa ci 'a purtai"
Nel settembre 2004, 11 giorni dopo il sequestro di Denise Pipitone, nel Commissariato di Mazara del Vallo, Jessica Pulizzi durante una conversazione con la madre Anna Corona, di cui argomento era Denise, tramite un intercettazione ambientale, viene ascoltata mentre, a bassa voce bisbigliando, dice alla madre Anna Corona: "io a casa ci 'a purtai" (a casa gliela portai), e poi continuare la conversazione con un tono di voce normale. A stabilirlo è stato il perito Roberto Genovese, incaricato dal Tribunale di ascoltare e trascrivere quella intercettazione ambientale. Adesso, la perizia è stata acquisita agli atti del dibattimento e costituisce fonte di prova». Lo ha detto l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di parte civile per Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, a margine del processo, in corso davanti al Tribunale di Marsala, per il sequestro della piccola scomparsa da Mazara del Vallo (TP) l'1 settembre 2004. Sull'esito della perizia fonica, Roberto Genovese verrà ascoltato nel corso della prossima udienza, il 25 gennaio 2011.


Domenica, Dicembre 19, 2010
Denise: Processo Sesta udienza
Sesta Udienza per il sequestro di Denise
MAZARA DEL VALLO (TP) - Sesta Udienza -
Riprenderà lunedì 20, davanti al Tribunale di Marsala, il processo per il sequestro della piccola Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo il primo settembre 2004, quando aveva poco meno di quattro anni. Gli imputati sono Jessica Pulizzi, 24 anni, sorella (per parte di padre) della bambina rapita, accusata di concorso in sequestro di minorenne, ed il proprio ex fidanzato Gaspare Ghaleb, 24 anni, italo-tunisino, accusato di false dichiarazioni al pm. Durante l'udienza dovranno essere ascoltati cinque test.


Martedi, Dicembre 14, 2010
Denise: Il re del Belgio scrive a Piera Maggio


                                          Il re del Belgio scrive a Piera Maggio
Mazara del Vallo (TP), 14/12/2010
- Ieri, è pervenuta in serata a Piera Maggio, una lettera di risposta da parte del Re dei Belgi, Alberto II, che replicava alla richiesta di costituire una task force internazionale per le ricerche dei minori scomparsi. Nella lettera, il re, per tramite del proprio segretario J. van Ypersele, indica di avere inoltrato a Stefaan De Clerk, Ministro della Giustizia, l'appello della madre di Denise. La risposta del sovrano si conclude con un riferimento ad una conferenza europea tenuta nel palazzo reale a Bruxelles, a metà del mese di Novembre, con tema i diritti dei minori. La risposta del Re dei Belgi va ad aggiungersi a quella di altri paesi europei che nel corso del tempo stanno muovendosi a favore delle richieste di Piera Maggio. La prima formulazione della struttura della task force sarà inoltrata alle autorità competenti in questi giorni.

***
 Le roi Albert II répond à Piera Maggio, la maman de Denise disparue le 1er/09/2004
Mazara del Vallo (TP), 14/12/2010
-  Même le roi de Belgique Albert II, a rejoint l'initiative promue par Piera Maggio pour la mise en place d'une task force internationale concernant la recherche des enfants disparus. Dans une lettre adressée à la mère de l'enfant Denise, la règle est de savoir, par l'intermédiaire de son secrétaire, la transmission de sa demande au ministre de la Justice Stefaan De Clerck. La lettre fait référence à une conférence de presse tenue dans le palais royal à Bruxelles en Novembre, où ils ont discuté des droits des enfants. La réponse du roi de Belgique fait suite à ceux des autres pays européens qui ont déjà rejoint l'initiative promue par Piera Maggio. La première formulation de la structure de l'Équipe spéciale sera transmise aux autorités compétentes de ces derniers jours.

Press Office and Media Relationship
Associazione Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it


Lunedi, Dicembre 13, 2010

MISSING - DIFFONDETE IN RETE QUESTO VIDEOMONTAGGIO! CONTRIBUISCI ANCHE TU AD AIUTARE DENISE, LEI NON SA CHIEDERE AIUTO DA SOLA. SIAMO NOI LA SUA VOCE!
You Tube canale: denisepipitone04 http://www.youtube.com/watch?v=4W0Zw4-Bm1s


Sabato, Novembre 20, 2010
Denise: Piera Maggio testimonial in Liguria per la giornata ...




Sestri Levante, 20/11/2010.
Il 20 novembre le Nazioni Unite celebrano la giornata mondiale dei diritti dell'infanzia. L'Italia ha fatto propria la convenzione con la legge 176 del 27 maggio 1991, e con una legge del Dicembre 1997 ha istituito la Commissione parlamentare e l'Osservatorio nazionale per l'infanzia. La madre di Denise Pipitone, al ritorno dall'europarlamento, è oggi testimonial di un evento internazionale organizzato dalla Fondazione Mediaterraneo, costituitasi per volontà della Provincia di Genova e del Comune di Sestri Levante, che hanno voluto premiare gli sforzi di una madre alla ricerca della propria figlia. La richiesta di partecipazione per Piera Maggio è dovuta ad una risoluzione del Consiglio Provinciale di Genova, che ha incaricato l'ente di Sestri Levante di presentare proposte a favore dell'infanzia, estendendone il campo di applicazione anche ai casi dei minori scomparsi. "Il nostro intento è sviluppare iniziative di studio per i minori" - dichiara Angiolino Barreca, rappresentante della fondazione -"e ci proponiamo di appoggiare le ricerche dei bambini scomparsi  fornendo la nostra esperienza per scoprire le dinamiche sottese a tali gravi atti contro la persona, con lo scopo primario di prevenire piuttosto che intervenire dopo che il minore è stato portato via". "Prenderemo in considerazione molto seriamente la proposta della fondazione Mediaterraneo" - ha detto Piera Maggio - "in ogni caso estendiamo a tutte le università italiane la richiesta di stabilire un gruppo di lavoro per la realizzazione di uno studio accurato sui minori scomparsi".


Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise
ufficiostampa@cerchiamodenise.it

Mercoledi, Novembre 17, 2010
Denise: a Bruxelles si defiscono nuove linee guida per le ricerche



Denise: a Bruxelles si defiscono nuove linee guida per le ricerche


Bruxelles, 17/11/2010. Dopo la richiesta di creare una task force internazionale per le ricerche dei minori scomparsi, lanciata il 1'settembre 2010, Piera Maggio, la madre di Denise Pipitone, la bimba scomparsa a Mazara del Vallo (Sicilia-Italia) il primo settembre 2004, in mattinata sarà ospite presso il Royal Palace di Bruxelles, alla conferenza "Vulnerable Children on the run, a European Challenge" e nel primo pomeriggio interverrà presso la sala stampa del parlamento europeo alla conferenza "Strategia europee contro il fenomeno dei minori scomparsi", insieme agli onorevoli vicepresidenti del parlamento europeo Angelilli, Pittella, McMillan-Scott  e all' On. Iacolino vicepresidente della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni. Il tema proposto sarà quello di un nuovo organismo di polizia, formato in modo specifico, interno ai singoli membri dell'UE, che possa intervenire tempestivamente in caso di scomparsa di minore e sulla costituzione di un gruppo operativo unico europeo per la ricerca dei minori scomparsi attraverso i mezzi di informazione a larga scala, che si differenzi e integri rispetto a tutti i servizi di allerta e di contatto già operativi sul territorio.

***
Brussels, 17/11/2010. After the request to create an international task force for the research of missing children, launched in September 2010, miss Piera Maggio, mother of Denise Pipitone, the girl disappeared in Mazara del Vallo (Sicily-Italy) on September 1, 2004, in the morning will be a guest at the Royal Palace in Brussels, at the conference "Vulnerable Children on the run, a European Challenge" and in the afternoon she will speak at the press conference of the European Parliament "European Strategy against the phenomenon of missing children", with Vice-Presidents Angelilli Pittella, McMillan-Scott and Iacolino, Vice-President for Civil Liberties, Justice and Home Affairs. The theme will be how to constitute a new police specialized group, internal to the single members of the EU, which could act quickly in case of missing children and the creation of a European group operating only for the research of missing children through the media at large scale.

***
Bruxelles 17/11/2010 - Après la demande de création d'une task force internationale pour la recherche des enfants disparus, lancée en Septembre 2010, Piera Maggio, la mère de Denise Pipitone, la fillette disparue à Mazara del Vallo (Sicile-Italie), le 1er septembre 2004, au matin, sera l'invitée au Palais Royal à Bruxelles, lors de la conférence «Les enfants vulnérables à la course, un défi européen» et dans l'après-midi, elle prendra la parole à la conférence de presse du Parlement européen "Stratégie européenne contre le phénomène des enfants disparus », avec les vice-présidents Angelilli Pittella, McMillan-Scott et Iacolino, vice-président pour les libertés civiles, de la justice et des affaires intérieures. Le thème sera de savoir comment constituer un nouveau groupe de policiers spécialisés, interne aux membres de l'Union européenne seule, qui pourrait agir rapidement en cas de disparition d'enfants et la création d'un groupe européen d'exploitation pour la recherche d'enfants disparus à travers les médias à grande échelle.

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise
ufficiostampa@cerchiamodenise.it


Mercoledi, Novembre 10, 2010
Denise: atto vandalico contro l'auto di Piera Maggio

Denise: atto vandalico contro l'auto di Piera Maggio
Mazara del Vallo (TP), 10/11/2010.
Questa mattina ignoti hanno danneggiato la vettura della madre di Denise Pipitone, mentre questa era posteggiata davanti ad un istituto scolastico. A dare l'allarme la stessa Piera Maggio, che tornando al veicolo alle ore 13.15 circa ha scoperto che l'auto era stata oggetto di pesanti atti di vandalismo. Sono state infatti squarciate tutte e quattro le gomme. "Dopo 7 anni si ripete lo stesso fatto già avvenuto in passato" - dichiara lei stessa - "E' gravissimo perchè questi sono atti intimidatori contro la mia persona, anche valutata l'attuale situazione processuale in corso. Che cosa mi devo aspettare adesso, che qualcuno mi uccida dopo avermi sequestrato la figlia?". E continua: "Chi ha sequestrato Denise non si aspetti che questi gesti possano in alcun modo intimidirmi o modificare il mio pensiero e le mie intenzioni". Piera Maggio già in passato, dopo la scomparsa di Denise, aveva presentato varie denunce per simili atti indicando anche i nomi degli autori. Sotto il profilo giudiziario, dopo che molte false dichiarazioni sul presunto decesso della minore sono state smascherate, si è giunti ad un procedimento penale per sequestro di minorenne a carico di determinate persone, e ciò potrebbe condurre sulle tracce della bambina. L'autovettura danneggiata è stata immediatamente sequestrata dagli organi inquirenti per ulteriori accertamenti scientifici. Numerosi i messaggi di solidarietà (tramite facebook e il sito ufficiale di Denise) da parte di molti cittadini indignati, che in queste ore hanno voluto testimoniare la loro vicinanza alla famiglia della bimba.

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it 

Per scrivere commenti andate sulla bacheca del Forum/Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"

Su Facebook ci troviamo sui seguenti profili: Fans Missing Denise Pipitone Mp http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282?ref=ts oppure (Gruppo) Missing Denise Pipitone Mp (Una Mano in Più)
http://www.facebook. com/group.php?gid=80 318663328&ref=mf 
Missing Denise Pipitone Mp
http://it-it.faceboo k.com/people/Missing -Denise-Pipitone-Mp/ 1286693723

 

Martedi, Ottobre 26, 2010
Buon compleanno Denise!
Mazara del Vallo (TP), 26/10/2010. Oggi presso il Tribunale di Marsala, si terra' la quinta udienza del processo per il sequestro di Denise Pipitone, la bimba scomparsa a Mazara del Vallo il 1' settembre 2004. La data e' significativa perche' coincide con il decimo compleanno della bambina. Numerose le manifestazioni di affetto e partecipazione, a testimonianza che dopo sei anni dalla scomparsa, la piccola Denise è sempre nel cuore di tutti. A Mazara del Vallo, la Fondazione Movimento Bambino, l'Associazione Maria SS. del Paradiso-Onlus, l'Istituto Comprensivo "L.Pirandello" e l'Amministrazione Comunale, organizzerano un evento dal titolo "Insieme per Denise" in cui simbolicamente i bambini addobberanno "l'albero della speranza" con i loro pensierini. Numerossissime le dediche e gli auguri alla bimba, perchè la gente non vuole dimenticare la piccola Denise. Tra le tante espressioni di solidarietà, un importante messaggio da Bruxelles: "Auguri piccola Denise, nel giorno del tuo decimo compleanno a te va il mio affettuoso pensiero" - dichiara il Vicepresidente del Parlamento europeo con delega ai diritti dei minori Roberta Angelilli -"e mando un ideale abbraccio alla tua mamma che con forza e vigore, dal giorno della tua scomparsa, non ha mai smesso di lottare per il tuo ritorno a casa tra le braccia di chi ti ama." Non solo una manifestazione di affetto, ma anche di speranza, che prosegue: "Cara Denise ho accolto il commovente appello che la tua mamma ha rivolto alle Istituzioni europee per chiedere aiuto e sostegno legislativo nelle ricerche dei bimbi scomparsi, e ti assicuro che faremo di tutto perché non cada nel vuoto". La mamma di Denise aveva rivolto un appello ai capi di stato dell'UE il primo di settembre, ed oggi è arrivato un segno tangibile di interesse e partecipazione. D'altra parte Piera Maggio lo ha sempre detto: "Denise è viva, e questa non è la mera espressione di un interesse di madre, ma una tesi supportata da fatti concreti e molto attendibili, quali ad esempio i fotogrammi della minore di Milano ad Ottobre 2004 su cui i carabinieri del RIS di Messina si sono espressi formulando un parere di alta probabilità che fosse proprio lei". Ad oggi non è ancora stato possibile rintracciare quel gruppo di persone e quella minore in particolare, quindi non è stato ancora possibile un accertamento diretto. La mamma di Denise non intende aprire una polemica con le autorità, ma è rammaricata che la giustizia sia lenta. "Tanta gente crede che Denise sia stata cercata assiduamente per sei anni in Italia e all'estero" - dice la signora Maggio, "Ma ciò non corrisponde al vero, perchè la procura agisce investigando sulle dichiarazioni e sugli elementi di indagine, avvalorandosi di ciò che viene eventualmente recepito da segnalazioni o dalle parole di persone informate dei fatti. Ove non vi siano questi elementi, per quanto attiva, la procura non può procedere". Mancherebbe in sostanza un organismo di nuova concezione realizzato per ricerche capillari e continuative dei minori scomparsi. Per questo motivo la madre di Denise si è attivata a livello europeo perchè si potesse delineare in breve tempo una nuova figura istituzionale preposta alle ricerche in campo internazionale. Oggi, 26 Ottombre 2010, Denise ha 10 anni, e la sua mamma commossa si rivolge direttamente a lei: "Tra di noi ci sono lo spazio e il tempo, ma mai nessuno ci dividerà. Piccola mia, ovunque ti trovi, la tua mamma ti augura buon compleanno". Ufficio Pubblica Informazione Associazione Cerchiamo Denise Onlus ufficiostampa@cerchiamodenise.it

"Piccola Denise Buon Compleanno ovunque tu sia" Video su You Tube:  http://www.youtube.com/watch?v=kSoLQ55SVVY

Un dolce sorriso uno sguardo meraviglioso... lei:  Una piccola donnina che come una stella vaga nei nostri pensieri, che come una fiamma nell'oscurità della notte scalda i nostri cuori e riaccende in noi La Speranza di riabbracciarla ricorda Denise: c'è sempre un angioletto che ti guarda dall'alto e che ti guiderà nei momenti più difficili fino al giorno in cui ritornerai e potrai sussurrare ancora una volta "MAMMA TI VOGLIO BENE"
( dedicato a Denise, dalla sua mamma)

Per scrivere commenti andate sulla bacheca del Forum/Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"


Lunedi, Ottobre 25, 2010
Denise: domani la bambina compie 10 anni

Denise: domani la bambina compie 10 anni
Mazara del Vallo, 25/10/2010
. Domani, presso il Tribunale di Marsala, si terrà la quinta udienza del processo per il sequestro di Denise Pipitone, la bimba scomparsa a Mazara del Vallo il 1' Settembre 2004. La data è significativa perchè coincide con il decimo compleanno della bambina.

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise
ufficiostampa@cerchiamodenise.it


Denise: martedi' riprende il processo

Denise, riprende il processo Nel giorno del suo 10/mo compleanno
COMUNICATO - Martedì 26 Ottobre Riprendera', davanti al Tribunale di Marsala, il processo per il sequestro di Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo il 1 settembre 2004, quando aveva poco meno di 4 anni. L'udienza si terra' nel giorno del decimo compleanno della bimba. Imputati sono la 22enne Jessica Pulizzi, sorella per parte di padre di Denise, accusata di concorso in sequestro di minorenne, e il suo ex fidanzato, Gaspare Ghaleb, al quale sono contestate false dichiarazioni al Pubblico ministero.


Martedi, Settembre 14, 2010

Missing


             
      Angela Celentano Home web

Per i commenti andate sulla bacheca del Forum/Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"

Su Facebook ci troviamo sui seguenti profili: Fans Missing Denise Pipitone Mp
http://www.facebook.com/missing.d.mp#!/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282 oppure (Gruppo) Missing Denise Pipitone Mp (Una Mano in Più)
http://www.facebook.com/missing.d.mp#!/group.php?gid=80318663328 
Missing Denise Pipitone Mp
http://www.facebook.com/missing.d.mp#!/missing.d.mp



Giovedi, Settembre 02, 2010

Mazara del Vallo (TP) - Italie, 1er septembre 2010

La route de la conscience

Ce message est adressé à tous les chefs d'État et de gouvernement de l'Union européenne.

Aujourd'hui, c'est 1er Septembre et c'est un triste anniversaire. Six ans ont passé depuis que ma fille, Denise, alors âgée d'à peine quatre ans, a été saisie à l'extérieur de la maison.La recherche de ma pauvre enfant a mobilisé des millions de personnes, des gens ordinaires, la police et les services d'enquête, les politiciens et les institutions.Tout cela montre qu'il existe un fort intérêt de tous les citoyens de chaque pays à contribuer à la recherche d'enfants disparus. En ce triste anniversaire, j'ai décidé de prendre le chemin de la conscience, un chemin direct de sensibilisation pour les dirigeants de tous les pays européens. J'agis en tant que citoyenne européene, qui se sent libre de s'adresser directement à ceux qui gouvernent d'autres pays de l'Union Européenne à apporter leur attention sur ce problème qui empoisonne le monde. Et je fais appel à vous tous dans l'interprétation de la signification de l'Union Européenne comme la cohésion extraordinaire qui me permet de vous voir comme mes représentants et pas ceux d'une nation étrangère. Je vous invite à nous aider à améliorer notre maison, parce que si l'effort n'est pas commun, vous ne pouvez parvenir à aucun résultat. Comme vous pouvez le voir, beaucoup de gens sont convaincus que je suis à la recherche de quelque chose de spécial et extraordinaire pour ma fille, un enfant comme tant d'autres. En fait, ma fille est spéciale pour moi, je suis sa mère, de même que vos enfants sont spéciaux pour vous. Quelle différence peut exister dans la douleur d'une mère italienne qui a perdu un fils, le respect d'une mère qui vit en Allemagne la même situation? Le cauchemar de perdre les traces de leur bébé vécu par les parents d'un enfant enlevé en Espagne est la même angoisse dramatique des parents d'un enfant au Danemark. Mais si tous ces enfants sont spéciaux pour leurs parents, alors cela signifie qu'il existe en Europe des milliers d'enfants très spéciaux qui ont besoin de votre aide de toute urgence.Une prise de conscience doit naître, de se déplacer dans la même direction, avec la même intention.La solution au problème d'un enfant disparu en Grèce est aussi un grand avantage pour l'enfant qui vit en Bulgarie. Si la méthode est bonne, et si l'action est unanime, le résultat sera solide et durable pour tous les pays. Je demande à voir un groupe de travail international pour sauver les enfants disparus, sous votre supervision directe. Cela aura une compétence extra-territoriale pour aider les familles et il sera en mesure de fournir des lignes directrices à appliquer dans tous les pays afin de mener des recherches systématiques et ciblées. Il est important qu'il y ait une étude approfondie du problème et non pas seulement une recherche localisée rapportée seulement de l'enquête criminelle et la police, mais aussi une grande considération pour d'autres canaux en faveur de la diffusion massive au niveau européen des images d'enfants disparus. Si chaque pays est limité à une enquête au sujet de ses enfants disparus au sein de ses frontières, ceux qui kidnappent les enfants peuvent les porter en dehors de leur pays d'origine, afin qu'ils soient introuvables. Mais si certains pays européens acceptent le défi de la recherche, même pour les enfants d'autres pays (avec la pleine coopération des médias), je suis sûre que le pourcentage de réussite dans la recherche sera augmenté. Imaginez l'Union européenne en mesure de considérer comme «intouchables» tous les enfants, de sorte que personne ne pourrait enlever un enfant en Pologne, car il serait effectué une recherche en France, comme s'il était un français, et vice-versa. En cette triste journée, je n'ai pas organisé des manifestations en faveur de ma fille, comme je l'ai encouragé dans le passé, mais j'ai essayé un temps de réflexion intérieure. Si vous me voyez accablée de fatigue, et vous pouvez croire qu'une mère peut se résigner à un destin de l'injustice, vous devez savoir que vous ne voyez que la dégradation de mon corps matériel: rien n'a changé dans la vigueur et la force que j'ai dans mon âme et je recherche ma fille jusqu'à ce que je vais vivre, et peut-être plus que cela ... personne ne peut me faire renoncer au principe de recherche la vérité et la transparence qui fait souvent défaut aujourd'hui dans cette histoire. Mon cour souffre par des pensées négatives et une clarification est nécessaire. Je suis attristée par le cours de la justice qui n'a pas terminé son cycle, peut-être par manque de ce que je viens de mentionner.Cela laisse dans mes mains au lieu d'une fille unique un certain nombre de cas de la police. Je ne peux pas accepter que la bureaucratie et le manque d'une stratégie globale finira par affaiblir la flamme de l'espoir dans l'esprit des gens qui croient que Denise est en vie. Ce n'est pas une poupée de porcelaine que vous pouvez perdre ou casser, et pour lesquels nous pouvons dire "nous sommes désolés". Elle est une fille de vie, la respiration et de la souffrance, et a désespérément besoin d'aide. Donc ce que je demande n'est pas l'acte égoïste de prendre loin de moi la douleur extrême, mais je demande à rétablir la liberté et l'identité d'un être humain. Ajouter que la compréhension et la solidarité doit se manifester d'abord de comprendre la raison qui déplace les parents d'enfants disparus, sans inculpation ni se méprendre sur leurs travaux. Ces gens, dans leur douleur, doivent composer avec la vie quotidienne et l'effort épuisant à la recherche, économique et moral. Il serait plus approprié de respecter cette situation difficile de ne pas exprimer des opinions et des critiques, mais plutôt d'identifier les faits que ces gens vivent. Pour cette raison, je remercie de tout coeur tous ceux qui sont proches de moi et de ma douleur, même en silence, exprimant une participation sincère. En conclusion, je ne connais pas la solution définitive du problème des enfants disparus, mais l'expérience acquise au fil des ans me porte à croire que si une solution existe, elle doit être recherchée avec la collaboration de tous.
J'ai confiance en votre sens profond de l'humanité, parce que vous êtes la lumière et l'espoir pour nos enfants.

Piera Maggio
Une mère"

"La petite Denise Pipitone est née le 26/10/2000, à Mazara del Vallo (Trapani) - Sicile-Italie. En peu de temps, pendant les préparatifs du déjeuner, Denise a disparu, probablement enlevée devant sa maison, le 01/09/2004 dans la rue Domenico La Bruna, à l'angle de la rue Castagnola, en lien direct avec l'autoroute. La dernière fois que l'on a vu Denise, c'était à 11h45 le matin. 48 jours après sa disparition, le 18 octobre, un vigile dédié à la protection des instituts bancaires, à Milan, a vu un petit enfant accompagné par quelques nomades (un homme, deux femmes et trois enfants). Cet enfant est apparu très semblable dans des caractéristiques somatiques à la petite Denise. Il a appelé la Police, mais avant leur arrivée, les nomades quittaient l'endroit. Le garde a fait un videoclip avec son téléphone et quelques photos ont été publiés sur MISSING KIDS à cette adresse Internet :
http://it.missingkids.com/missingkids/servlet/PageServlet?LanguageCountry=it_IT&PageId=1931

Dans le videoclip, une femme du groupe de nomades a dit à l'enfant : "Danàs" et elle a répondu, dans un italien parfait, "Dove mi porti" (où me mènes-tu ?) . La première fois, ce videoclip était transmis par la télévision italienne sur TG3 (RAI 3 - dimanche - 20/03/2005), le jour après, Piera Maggio (la mère de Denise) a dit pour à la presse qu'elle était convaincue que la petite enfant capturée par le videoclip était Denise, sa fille. De plus, le garde a vu une cicatrice sous l'oeil gauche et au moment de l'enlèvement, Denise avait effectivement une petite cicatrice sous le même oeil. Après analyse de la Police Militaire Italienne, celle-ci a déclaré que les images capturées dans le videoclip avait sept points de similitude avec Denise, mais il n'est pas possible de confirmer cette hypothèse parce qu'aucun ADN n'a été prélevé de l'enfant du videoclip. L'hypothèse la plus probable quant à la disparition de Denise, est qu'elle a été enlevée devant sa maison et qu'après, elle a été laissée à un groupe de Roms, mais personne ne connaît les nomades capturés par le videoclip.

La famille ne pense pas que la petite Denise a été enlevée par des Roms, mais l'enfant peut être avec eux maintenant. Denise peut être avec une autre famille."


 

Mercoledi, Settembre 01, 2010
Denise: 1 Settembre 2010. La strada della coscienza

 
Denise: 1 Settembre 2010. La strada della coscienza

 
Questo messaggio è destinato a tutti i capi di stato e di governo europei

Mazara del Vallo (TP), 1/09/2010.  Nella giornata di oggi, il primo settembre di sei anni fa, una bambina come tante altre giocava spensierata in casa con la nonna. In pochi minuti, quella bambina sconosciuta avrebbe fatto parlare di sé il mondo, e la sua immagine si sarebbe scolpita in modo indelebile nella mente di ogni italiano. La bimba si chiamava Denise e proprio verso le 12.00 di quel terribile giorno,  veniva rapita da una mano ignobile, la motivazione forse la vendetta verso la madre, Piera Maggio, che da anni ormai senza darsi pace la cerca ovunque. Sono momenti difficili per lei oggi; dover rivivere il ricordo e l'angoscia dei primi giorni senza la sua bambina è straziante e dopo innumerevoli iniziative per le ricerche, ha deciso che questa data, il primo di settembre, deve essere il giorno della riflessione, o come vuole chiamarlo lei, il "giorno della coscienza". Ed è così, in questa disarmante semplicità di mamma, che prende la penna e scrive, senza limiti e barriere, indirizzando la propria sensibilità e il proprio dolore verso l'Europa intera. In una sincera quanto commossa lettera, la donna scrive a tutti i capi di stato e di governo dell'unione, di tutti i 27 paesi membri, facendo recapitare la stessa comunicazione presso ciascuno di loro, re o presidente, primo ministro o cancelliere, attraverso i canali ufficiali della stampa o delle relative segreterie. Nel documento tradotto in inglese per essere più facilmente comprensibile all'estero, Piera Maggio chiede alle autorità europee di costituire una task force internazionale sotto la diretta supervisione dei capi di stato, per le ricerche dei minori scomparsi e l'individuazione di linee guida e iniziative internazionali in collaborazione con i media, in modo da contrapporsi ai rapimenti di bambini. La donna si rivolge a loro "interpretando il senso dell'unione europea come quella straordinaria coesione" che permette di vedere in loro i suoi rappresentanti e non "quelli di una nazione straniera". Piera Maggio auspica che tutti i bambini siano considerati "intoccabili" e che "nessuno possa rapire un bambino in Polonia perchè sarebbe cercato in Francia come se fosse un bambino francese e viceversa". Tutto ciò per realizzare interventi "mirati" su larga scala, evitando la frammentazione territoriale delle ricerche che di fatto ne impedisce in molte circostanze un esito positivo.

http://www.cerchiamodenise.it/web/lastradadellacoscienza-20100901.pdf

Ufficio Pubblica Informazione/Press Office
Associazione Cerchiamo Denise Onlus
tel. +39 02.30.35.69.42 - fax +39 02.30.35.69.43
ufficiostampa@cerchiamodenise.it

***
Mazara del Vallo (TP) - Italy, 09/01/2010. Today, September 1st, six years ago, a girl like many others was playing carefree at home with her grandmother. Within minutes, the child would have been known around the world, and its image would have been indelibly engraved in the minds of every Italian. The girl's name was Denise and about at 12.00 of that terrible day, she was kidnapped by an ignoble hand; motivation perhaps revenge toward his mother, Piera Maggio, who looks for her everywhere, without peace, since many years. These are difficult times for her, it is heartbreaking having to relive the memories and anguish of the first day without her child, and after numerous initiatives for research, she decided that this date, September 1, must be the day of reflection, or as she wants to call it, the "day of conscience." And so, in her simple nature of being a mother, she takes the pen and writes, without limits and barriers, sending her own pain and her sensitivity to the whole of Europe. In a sincere and emotional letter, she wrote to all Heads of State and Government of the Union, to all 27 member countries, by delivering the communication to each, king or president, prime minister or chancellor, through official channels of the press or  secretariats, or embassies. In the document translated into English to be readily understood abroad, Piera Maggio asks European authorities to establish a task force under the direct supervision of heads of state, for searches for missing children and the identification of guidelines and initiatives of international cooperation, also with the media, in order to oppose the abduction of children. The woman is aimed at their "interpreting the meaning of the European Union as the extraordinary cohesion" that allows her to see them as her representatives and not "those of a foreign nation." Piera Maggio hopes that all children are considered "untouchable" and that "nobody can kidnap a child in Poland because he would be looked for in France as if the child were a French and vice versa." Anything to make interventions "focused" on a large scale, avoiding the territorial fragmentation of research that actually for many circumstances prevents a positive outcome.

Denise: September 1st 2010. The road of consciousness
This message is addressed to all Heads of State and Government of European Union


Mazara del Vallo (TP) - Italia, 1/09/2010

La strada della coscienza

Questo messaggio è destinato a tutti i capi di stato e di governo europei.

Oggi è il primo di settembre, ed è un triste anniversario. Sono trascorsi  ormai 6 anni da quando mia figlia Denise, che allora ne aveva appena 4, è stata sequestrata davanti a casa. La ricerca della mia povera bambina ha coinvolto milioni di persone, semplici cittadini, agenti di polizia e organi inquirenti, uomini politici e istituzioni. Tutto ciò dimostra che esiste ed è forte un interesse da parte di tutti i cittadini di ogni paese di poter contribuire alle ricerche dei minori scomparsi. In questo triste anniversario ho deciso di intraprendere la strada della coscienza, un percorso di consapevolezza diretto ai leader di tutti i paesi europei. Agisco da cittadina europea, che si sente libera di chiedere direttamente a chi governa altri paesi della federazione di prestare la propria attenzione a questo problema che affligge tutto il mondo. E mi rivolgo a Voi tutti interpretando il senso dell'unione europea come quella straordinaria coesione che permette a me di vedere in Voi i miei rappresentanti, e non quelli di una nazione straniera. A Voi chiedo di contribuire a migliorare la nostra casa, perché se lo sforzo non è congiunto, non si potrà raggiungere alcun risultato. Ecco vedete, molte persone sono convinte che io sia alla ricerca di qualcosa di speciale e straordinario per una bambina, mia figlia, che è come tante altre. Infatti la mia bimba è speciale per me, che sono sua madre, così come per Voi sono speciali i vostri figli. Che differenza può esistere nel dolore che prova una madre italiana nel perdere un figlio rispetto a quello di una madre che vive in Germania nella stessa situazione? L'incubo di smarrire le tracce del proprio figlio vissuto dai genitori di un bambino spagnolo rapito rappresenta la stessa drammatica angoscia dei genitori di un bambino della Danimarca. Ma se tutti questi bambini sono speciali per i loro genitori, allora significa che in Europa ci sono migliaia di bambini veramente speciali che hanno bisogno urgente del Vostro aiuto. Ciò che deve nascere è la coscienza di muoversi nella stessa direzione, con gli stessi intenti. La soluzione al problema di un bambino scomparso in Grecia sarà di grande giovamento anche al bambino che vive in Bulgaria. Se il metodo è giusto e l'azione unanime, il risultato sarà forte e duraturo per ogni paese. Ciò che Vi chiedo è di far nascere sotto la Vostra diretta supervisione, una task force internazionale per la ricerca dei minori scomparsi e l'aiuto alle loro famiglie che abbia competenza extra-territoriale e che possa elaborare direttive da applicarsi in ogni paese per lo svolgimento di ricerche sistematiche e mirate. E' importante che esista una studio approfondito del problema e che si cerchi una soluzione non più localizzata territorialmente o legata all'ambito di indagine e di polizia, ma che si considerino anche altri canali per la diffusione massiva a livello europeo delle immagini dei minori scomparsi e una sistematica azione capillare di ricerca. Se ogni paese si limita ad indagare per i propri concittadini minorenni scomparsi all'interno dei propri confini, per chi rapisce sarà sufficiente trasportare i minori al di fuori del paese di origine perché ne siano perse le tracce. Ma se ogni paese europeo (con la piena collaborazione dei media) raccoglie la sfida di cercare anche i bambini degli altri paesi, sono certa che la percentuale di successo nelle ricerche sarà di molto maggiorata. Immaginate l'Unione europea in grado di considerare come "intoccabili" tutti i bambini, in modo che nessuno possa rapire un bambino in Polonia, perché  sarebbe cercato in Francia come se fosse un francese, e viceversa. In questa giornata triste non ho organizzato manifestazioni a favore di mia figlia, come ho già promosso in passato, ma ho cercato un momento interiore di riflessione. Se mi vedete sopraffatta dalla stanchezza, e credete che una madre possa rassegnarsi ad un destino di ingiustizia sappiate che voi vedete solamente il deperimento del mio corpo materiale: non è cambiato nulla nel vigore e nella forza che ho nell'anima e cercherò mia figlia finché avrò vita, e forse oltre. Mai nessuno potrà farmi desistere dal principio di ricerca della verità e della trasparenza che oggi spesso manca nel quadro di indagine. Ho il cuore sofferente per fatti negativi e per aspetti non chiari di tutta la vicenda e sono addolorata per  il corso della giustizia che non completando il suo ciclo, forse per mancanza di ciò che Vi ho anticipato, lascia nelle mie mani al posto di una figlia, solo un numero di pratica.  Non posso accettare che la burocrazia e la mancanza di una strategia di insieme possano col tempo affievolire la fiamma della speranza negli animi delle persone che credono che Denise è viva. Non è una bambola di porcellana che si può perdere o rompere, e per la quale dispiacersi. E' una bambina viva, che respira e che soffre, e che ha disperato bisogno di aiuto. Quindi ciò che chiedo non è egoisticamente di togliere a me un dolore fortissimo, ma di restituire la libertà e l'identità ad un essere umano. Aggiungo che la comprensione e la solidarietà si devono primariamente manifestare comprendendo le ragioni che muovono i genitori dei bambini scomparsi, senza accusarli o fraintenderne l'operato.  Queste persone, nel loro dolore, devono combattere con la vita quotidiana e con l'estenuante sforzo per le ricerche, economico e morale.  Quindi ciò che sarebbe più opportuno rispetto a questa grande difficoltà non è certamente esprimere giudizi e critiche, ma piuttosto immedesimarsi con i fatti reali che queste persone vivono. Per questo motivo ringrazio dal profondo del cuore tutti coloro che sono vicini a me e al mio dolore anche nel silenzio, manifestando una sincera partecipazione. In conclusione, non dispongo della soluzione radicale del problema dei bambini scomparsi, però l'esperienza acquisita in questi anni mi porta a ritenere che se una soluzione esiste, essa debba essere ricercata con la collaborazione di tutti. Confido nel Vostro più profondo senso di umanità, perché siate la luce e la speranza per i nostri figli.

Piera Maggio
Una madre
***
Mazara del Vallo (TP) - Italy, 1/09/2010

The road of consciousness.

This message is addressed to all Heads of State and Government of European Union.

Today is September 1st, and it is a sad anniversary. Six years have passed since my daughter Denise, who then had just four, was seized outside the house. The search for my poor child has involved millions of peoples, ordinary people, police and investigative departments, politicians and institutions. All this shows that there is a strong interest from all citizens of every country to contribute to the search of missing children. On this sad anniversary, I decided to take the path of consciousness, a direct path of awareness to the leaders of all European countries. I am acting as a European citizen, who feels free to apply directly to those who govern other countries in the UE to lend their attention to this problem that plagues the world. And I appeal to you all in interpreting the meaning of the European Union as the extraordinary cohesion that allows me to see you as my representatives, and not those of a foreign nation. I urge you to help us improve our home, because if the effort is not joint, you can not reach any results. As you can see, many people are convinced that I am looking for something special and extraordinary for my daughter, a child like many others. In fact my daughter is special for me; I am her mother, just as your children are special for you. What difference can exist in the pain for an Italian mother that has lost a son, respect to a mother who lives in Germany in the same situation? The nightmare of losing the traces of their baby experienced by parents of a kidnapped child in Spain is the same dramatic anguish of the parents of a child in Denmark. But if all these children are special for their parents, then it means that in Europe there are thousands of very special children who need your help urgently. A consciousness must born, to move in the same direction, with the same intent. The solution to the problem of a missing child in Greece is also of great benefit to the child who lives in Bulgaria. If the method is right, and if the action is unanimous, the result will be strong and durable for every country.  I ask to do an international task force to save missing children, under your direct supervision. This will have extra-territorial jurisdiction to help families and it will be able to provide guidelines to be applied in any country for conducting systematic research and targeted. It is important that there is a thorough study of the problem and a search no longer localized or related only to crime investigation and police, but with a large consideration of other channels for the massive spread at European level of images of missing children. If each country is limited to investigate about its missing children within its borders,  those who kidnaps children will carry them outside their country of origin, so they will be untraceable. But if some European country accepts the challenge of searching even the children of other countries (with the full cooperation of the media), I am sure that the percentage of success in research will be greatly increased. Imagine the European Union able to consider as "untouchables" all children, so that no one could kidnap a child in Poland because it would be searched in France as if he were a French, and vice-versa. On this sad day I have not organized demonstrations in favour of my daughter, as I have promoted in the past, but I tried a time of inner reflection. If you see me overwhelmed with fatigue, and you can believe that a mother may be resigned to a fate of injustice you must know that you see only the decay of my material body: nothing has changed in the vigour and strength I have in my soul and I will search my daughter until I will live, and perhaps more than this ... nobody can make me give up the principle of seeking truth and transparency that is often lacking today in this story. My heart is suffering by negative thoughts and a clarification is needed. I am saddened by the course of justice that has not completed its cycle, perhaps for lack of what I have mentioned. This leaves in my hands instead of a daughter only a number of a police case. I cannot accept that bureaucracy and lack of an overall strategy will eventually weaken the flame of hope in the minds of people who believe that Denise is alive. It is not a porcelain doll that you can lose or break, and for which we can say "we are sorry". She is a living girl, breathing and suffering, and desperately needs help. So what I ask is not the selfish act of taking away from me the extreme pain but i ask to restore freedom and identity to a human being. Add that the understanding and solidarity must be manifested primarily to understand the reason that moves the parents of missing children, without charge or misunderstand their work. These people, in their grief, must contend with the daily life and the exhausting effort to research, economic and moral. So it would be more appropriate respect to this difficult situation to not express opinions and criticisms, but rather identifying with the facts that these people live. For this reason I thank from my heart all those who are close to me and to my pain even in silence, expressing a sincere participation. In conclusion, I don't know the final solution of the problem of missing children, but the experience gained over the years leads me to believe that if a solution exists, it must be sought with the collaboration of all.

I trust in your deepest sense of humanity, because you are the light and hope for our children.

Piera Maggio
A mother

***
Official web site: http://www.cerchiamodenise.it - http://www.cerchiamodenise.org
(*) Little Denise Pipitone was born on 26/10/2000, in Mazara del Vallo (Trapani) - Sicily - Italy. In a little bit of time, during preparatives for launch, Denise disappered, probably kidnapped in front of her home, on the 01/09/2004 in Domenico La Bruna street, at the angle with Castagnola street, that was linked to highway. The last time that Denise was seen is at 11,45 a.m. After 48 days from missing, on 18th of October, a guard that works to protect bank institutes, in Milan, saw a little child accompanied by some nomads (a man, two women and three children). This child appeared very  similar in somatic features to little Denise. He called Police, but before their arrive, nomads leave the place. The guard made a videoclip with his phone, and some photograms was published on MISSING KIDS at this internet address:  http://it.missingkids.com/missingkids/servlet/PageServlet?LanguageCountry=it_IT&PageId=1931

In videoclip, a women of the nomad group said to child: "Danàs" and she answered, in perfect italian language, "Dove mi porti" (where do you lead me?). The first time, this videoclip was trasmitted by Italian Television on TG3 (RAI 3 - Sunday - 20/03/2005), the day after Piera Maggio (Denise's mother) told to press that she was convinced that the little child captured by videoclip was Denise, her daughter.  Moreover, the guard saw a scratch under the left eye and at the time of missing, Denise effectively, had a little scratch under the same eye.  After Italian Military Police analysis, the images captured in videoclip was declared to have seven points of similitude to Denise, but it's not possible to confirm this hypothesis because no DNA was taken from the child of videoclip. The most probably hypothesis about Denise's missing is that she was kidnapped from her home and after she was left to a group of Rom, but nobody knows the nomads captured by videoclip.

Family don't think that little Denise was kidnapped by Rom, but child can be with them now. Denise may be with another family



Per i commenti andate sulla bacheca del Forum/Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"
Su Facebook ci troviamo sui seguenti profili: Fans Missing Denise Pipitone Mp http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282?ref=ts oppure (Gruppo) Missing Denise Pipitone Mp (Una Mano in Più)
http://www.facebook. com/group.php?gid=80 318663328&ref=mf  Missing Denise Pipitone Mp
http://it-it.faceboo k.com/people/Missing -Denise-Pipitone-Mp/ 1286693723


 

Martedi, Agosto 31, 2010

Iniziativa per Denise 01 Settembre 2010 Mazara Calcio


Lunedi, Luglio 19, 2010
"Condanno moralmente il loro silenzio"
CONDANNO MORALMENTE IL LORO SILENZIO!! Al di là di qualsiasi sentenza o fatto espresso in sede giudiziale, io condanno MORALMENTE l'accusata Jessica Pulizzi, e sua madre Corona Anna, per non aver collaborato in questi anni con gli organi inquirenti. Dalla metà del Marzo del 2005, infatti si sono entrambe avvalse della facoltà di non rispondere... http://www.cerchiamodenise.it/web/condannamorale.pdf  (per Piera Maggio è inaccettabile questo loro gesto)

Per i commenti andate sulla bacheca del Forum/Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends" 


Giovedi, Luglio 15, 2010
Denise: la madre chiede solidarietà per il lavoro

Denise: la madre chiede solidarietà per il lavoro
Denise: la madre chiede solidarietà per lavoro + lista (pdf)
"Un lavoro sereno e onesto" è quello che chiede Piera Maggio, madre della piccola Denise Pipitone, promuovendo una pubblica richiesta di solidarietà che ha già trovato alcuni riscontri.
"Non chiedo nulla di speciale, solo quello che in pratica chiede ogni cittadino italiano, cioè di poter vivere con il proprio lavoro mantenendo i propri figli".
Dopo la separazione dall'ex marito, mamma Piera è in difficoltà, perchè deve anche sostenere le spese legate alle ricerche della figlia rapita.
"Sarebbe davvero meraviglioso se qualcuno mi offrisse una possibilità in questo senso: purtroppo il vero ostacolo è rappresentato dal tipo di attività, perchè è impensabile che io possa svolgere un ruolo a stretto contatto con la gente, nonostante che io ringrazierei tutti per come hanno a cuore mia figlia".
Ormai la signora Maggio è un personaggio pubblico, apparsa in numerosissime trasmissioni televisive, e il suo impiego dovrebbe evitare una diretta esposizione, anche per evitarle complicazioni sul luogo di lavoro.
"Alcuni miei collaboratori mi hanno consigliato di indirizzarmi verso una attività anche molto semplice, ma di back-office, presso una azienda di medie o grandi dimensioni.
Io ce la metterò tutta, ho studiato per questo e sono molto preparata nell'uso degli strumenti tecnologici, anche se il momento economico è difficile per tutti quindi non mi faccio illusioni".
Alcuni consiglieri dell'Associazione Cerchiamo Denise Onlus, hanno realizzato a favore di questa iniziativa, una lista di possibili attività, in relazione anche alle competenze professionali della signora Maggio. La lista è disponibile al link:  
Lista delle possibili attività

Ufficio Pubblica Informazione
Ass. Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it


Denise Pipitone: nessuna traccia degli indagati nella casa d...

Denise Pipitone: nessuna traccia degli indagati nella casa di Villagrazia di Carini
Marsala (Trapani), 14/07/2010 - Non sono state trovate tracce, né biologiche, né impronte, dell'eventuale presenza della piccola Denise Pipitone, la bambina scomparsa da Mazara del Vallo (Trapani) l'1 settembre 2004, nell'immobile di Villagrazia di Carini (Palermo), utilizzato da alcuni degli indagati, in cui su incarico del gip di Marsala Caterina Greco, hanno effettuato rilievi gli esperti del Ris dei carabinieri. Sull'esito di questo ''accertamento tecnico irripetibile'' gli ufficiali del Ris hanno riferito  nell'incidente probatorio tenutosi oggi davanti al gip Greco. L'accertamento era stato disposto nell'ambito del secondo troncone d'inchiesta, che vede indagati, per concorso in sequestro di minorenne, Antonino Cinà (la casa su cui sono stati svolti i rilievi era nella sua disponibilità), la moglie Giovanna D'Assaro, il padre di questa Giuseppe D'Assaro, e Anna Corona, quest'ultima ex moglie di Piero Pulizzi (padre naturale di Denise) e madre di Jessica Pulizzi che, assieme all'ex fidanzato Gaspare Ghaleb (accusato di false dichiarazioni al pm), è attualmente sotto processo davanti al tribunale di Marsala.


Lunedi, Luglio 12, 2010
Questi sono i link dell'archivio del blog: Archivio Blog Gen 2007 - Dic 2007 - Archivio Blog Gen 2008 - Dic 2008 - Archivio Blog Gen 2009 - Dic 2009


Giovedi, Luglio 08, 2010
Denise: quarta udienza
Denise: venerdi' 9 luglio, riprende la quarta udienza del processo. Imputati la sorellastra 23 enne e l'ex fidanzato
08/07/2010 - Domani, davanti al Tribunale di Marsala, continua il processo per il sequestro della piccola Denise Pipitone, scomparsa il 1 settembre 2004, a Mazara del Vallo (TP). Gli imputati sono:  Jessica Pulizzi, 23 anni, sorellastra della bimba rapita, accusata di concorso in sequestro di minorenne e Gaspare Ghaleb, ex fidanzato di Jessica, accusato di false dichiarazioni al pm. Sara' la quarta udienza del processo e tra i testi c'e' anche la madre di Piera Maggio, alla quale il giorno della scomparsa era stata affidata la bimba.


Martedi, Giugno 29, 2010
Federica Sciarelli lancia un appello per Piera Maggio

"Sto pensando di cambiare città, non posso più andare avanti così" è quanto afferma Piera Maggio
Durante la trasmissione di CHI L'HA VISTO? del 28 giugno 2010, la conduttrice Federica Sciarelli, ha lanciato un appello per conto di Piera Maggio, che sta pensando di cambiare città per i seguenti motivi: guardate il video. cursore 00:30:15 -
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-36fc7343-85cf-4dcf-a936-d518273b1582.html  - Non sono mancate importanti novità sul caso, anche con l'ascolto in studio di una registrazione fatta nel giugno 2006, durante un incontro voluto dalla mamma di Denise, con l'ex fidanzato di Jessica Pulizzi, Gaspare Ghaleb. 00:06:40 - segue un'altra parte con un altro caso in presenza di Piera Maggio, 01:20:50 -  Link puntata: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-36fc7343-85cf-4dcf-a936-d518273b1582.html?p=0
***
Per i commenti andate sulla bacheca del Forum/Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"


Giovedi, Giugno 24, 2010

Denise: l'analisi sul cellulare di Anna Corona non chiarisce il mistero
È ancora al punto di partenza l'indagine sui momenti immediatamente successivi alla scomparsa della piccola Denise Pipitone, la bambina sequestrata a Mazara del Vallo l'1 settembre 2004.

L'incidente probatorio svoltosi davanti al giudice per le indagini preliminari di Marsala, Caterina Greco, nell'ambito del secondo troncone d'indagine non ha chiarito, infatti, il mistero della possibile presenza nei pressi di Carini (Pa) del telefono cellulare in uso ad Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi, attualmente sotto processo davanti al Tribunale di Marsala per concorso nel sequestro della bambina.

"Do per certo - ha, infatti, dichiarato l'ingegner Bruno Pellero, esperto in telecomunicazioni, incaricato dal giudice di accertare la validità dei tracciati del cellulare in uso alla Corona e relativi agli spostamenti del telefonino da Mazara a partire dalla notte tra l'1 e il 2 settembre 2004 - che tutti i contatti telefonici a cui Anna Corona ha risposto vedevano il suo telefono a Mazara del Vallo. Non sono, però, in condizione di esprimere alcun parere per tutti i contatti anomali, ovvero tutte quelle chiamate senza risposta, probabilmente per mancanza di un sufficiente segnale".

Secondo l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di parte civile che assiste Piera Maggio, madre di Denise, "Pellero conferma alcuni dati che noi non contestiamo, come ad esempio che Anna Corona riceve sms e telefonata a Mazara, ma sull'oggetto del contendere, invece, il perito non fornisce alcuna indicazione, in quanto afferma che non è possibile stabilire le cause dei numerosi tentativi di consegna degli sms non andati a buon fine".

In questo secondo procedimento sono indagati, sempre per concorso in sequestro di minorenne, Anna Corona, ex moglie di Piero Pulizzi e madre di Jessica Pulizzi, Antonino Cinà e la moglie Giovanna D'Assaro, figlia di Giuseppe D'Assaro.  Fonte - Denise: l'analisi sul cellulare di Anna Corona non chiarisce il mistero

***
L'incidente probatorio riguarda anche i risultati ottenuti dagli esperti del Ris di Roma e di Messina dopo gli accertamenti tecnici in alcune abitazioni nella disponibilità degli indagati, per richiesta dei Ris, l'udienza è stata rinviata per il 14 Luglio. L'incidente probatorio era stato fissato nell'ambito di un filone di indagine ancora aperto, relativo ai responsabili del rapimento ancora ignoti. Nel frattempo, proseguirà il prossimo 9 luglio, il dibattimento processuale nei confronti di Jessica Pulizzi, accusata del sequestro di Denise, e del suo ex fidanzato, Gaspare Ghaleb, che deve rispondere soltanto di false dichiarazioni al Pubblico Ministero.


Mercoledi, Giugno 23, 2010
A tutti i direttori di quotidiani e telegiornali
 
URGENTE
 
Milano, 23/06/2010. E' uscita in tarda serata da una agenzia la notizia dal titolo:
 
PERITO INCHIESTA SCOMPARSA PICCOLA DENISE SCAGIONA INDAGATA. IL CELLULARE DELLA DONNA SAREBBE RIMASTO A MAZARA IL GIORNO DEL RAPIMENTO.
 
Operando come operatori dell'informazione, giornalisti come Voi, vi invitiamo a verificare con la massima precisione la notizia in questione, in quanto a noi risulta palesemente falsa.
 
Il perito del tribunale in data odierna NON si è espresso nè a favore nè contro la tesi del Prof. Cusani (*)
 
Lo segnaliamo in quanto il dovere di ogni cronista è accertare la sostanziale verità dei fatti.
 
 
Porgiamo i più distinti saluti.

Ufficio Pubblica Informazione
ufficiostampa@cerchiamodenise.it
diretto: cell. 338 9800485

****************************** notizie di oggi **********************************

Denise: esiti e contestazioni sulle perizie


Denise: esiti e contestazioni sulle perizie

Marsala, 23/06/2010.
I primi dati rilevati dalle conclusioni del perito del tribunale, Bruno Pellero, durante l'incidente probatorio non sembrano essere risolutivi sui fatti avvenuti. Ad una lettura del documento infatti si evidenziano alcuni elementi già condivisi, e su altri invece non viene fatta sufficiente chiarezza. Secondo l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale della famiglia di Denise: "Il perito Pellero conferma alcuni dati che noi non contestiamo, come ad esempio che Anna Corona riceve sms (e telefonata, ndr) a Mazara del Vallo ed è proprio lei (con la conferma dell'IMEI dell'apparecchio). Sull'oggetto del contendere (1) invece il perito non fornisce alcuna indicazione, in quanto afferma che non è possibile stabilire le cause dei numerosi tentativi di consegna degli sms non andati a buon fine" (2). Di parere più negativo il Prof. Cusani, perito di parte di Piera Maggio, che stigmatizza i fatti:  "Bruno Pellero non ha fornito alcuna spiegazione logica che fosse alternativa alla nostra. Gli elementi che ha introdotto a giustificazione delle sue conclusioni portano a definire un profilo di casualità che è ragionevolmente inammissibile. A titolo di esempio, secondo il perito del tribunale, il comportamento del sistema GSM avrebbe prodotto un ordine di errori di consegna con una casualità che tradotta al gioco della roulette significherebbe ottenere 6 o 7 volte lo stesso numero di seguito (3). Da ciò l'incomprensibile conclusione che a Mazara del Vallo la copertura cellulare è buona, però il cellulare di Anna Corona perde spesso il segnale, per generici errori di rete. La mia squadra ed io (4) abbiamo la certezza dei dati da noi riscontrati: la rete GSM non si comporta in questo modo".

  Note esplicative:

(1) l'oggetto del contendere sono gli spostamenti di Anna Corona, indagata per complicità nel sequestro della bambina. Se la donna si è spostata da Mazara del Vallo, avendo dichiarato il contrario, è plausibile che possano esserci verità non rivelate.
(2) secondo il perito di parte di Piera Maggio, la mancata consegna degli sms traduce lo "spostamento" di Anna Corona (in quanto a Mazara del Vallo il campo è buono, dato già accertato). Per il perito del tribunale si tratta di una fenomenologia casuale non definibile.
(3) ciò perchè se in una zona il segnale cellulare è buono, non è affatto probabile che per 6, 7, o più volte la rete non consegni un sms stando "fermi" nella medesima zona, quando essa è ben coperta.
(4) il Prof. Cusani è ordinario di Telecomunicazioni all' Università la Sapienza di Roma ed anche uno dei massimi esperti italiani nel sistema GSM.
 
http://informazione.cerchiamodenise.it 
 Ufficio Pubblica Informazione
Ass. Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it


Denise: oggi i risultati delle perizie

Mercoledì 23/06/2010. Oggi, presso il tribunale di Marsala (TP) si svolgerà l'incidente probatorio diretto ad accertare la validità dei tracciati del cellulare in uso ad Anna Corona ed inerenti gli spostamenti della stessa da Mazara del Vallo a partire dalla notte del 1 Settembre 2004 in avanti. L'incidente probatorio riguarderà anche i risultati ottenuti dagli esperti del RIS di Roma e di Messina dopo gli accertamenti tecnici in alcune abitazioni nella disponibilità degli indagati. Come consulente di parte di Piera Maggio sarà presente il prof. Roberto Cusani, ordinario di telecomunicazioni dell'Università la Sapienza di Roma.


 

Giovedi, Giugno 17, 2010

Siamo veramente dispiaciuti di come è stata raccontata la vicenda di Denise, durante la trasmissione "TOP SECRET" del 16 giugno, puntata che trattava alcuni casi di scomparsa, anche Piera Maggio, ne è rimasta amareggiata.
Purtroppo alcuni dei fatti raccontati durante il servizio su Denise, non corrispondono così come nella realtà delle indagini svolte, citiamo ad esempio il servizio su come "Dassaro Giuseppe" è stato raccontato nella vicenda, basta poco per dare pubblicamente una visione diversa distorta sulla sorte della bambina in modo del tutto negativo. In realtà le dichiarazioni del Dassaro, risalgono dopo il suo arresto per l'omicidio di Sabina Maccarrone, non hanno trovato alcun riscontro o prove da parte delle indagini svolte a suo carico, anche in un altro caso (diverso da quello di Denise) le sue dichiarazioni erano risultate non attendibili. Lo stesso nel settembre 2004, si trovava in carcere per scontare una pena a venti anni per omicidio, ha dichiarato che Denise, veniva tenuta segregata dentro una casa nel Palermitano, tenuta da alcuni suoi parenti tra cui sua figlia, durante l'anno 2007, tre anni dopo il suo sequestro era morta. Allora ci chiediamo, perchè avrebbero dovuto somministrare dei farmaci calmanti ad una bambina cagionandone la morte, se già si era abituata a vivere con degli estranei e giocava assieme ad altri bambini? Perché un pluriomicida come Dassaro secondo le sue dichiarazioni, avrebbe trasportato il corpo della bimba morta dentro una borsa, con la sua Ape (percorrendo l'autostrada), Palermo fino a Mazara del Vallo 100Km, la bambina tenuta nel frigo e poi viceversa ritornare nuovamente a Palermo altri 100 Km per buttarla nel mare? rischiando di essere scoperto e finire nuovamente in carcere, tutto questo non ha senso se poi aveva ucciso sempre nel 2007 Sabina Maccarrone, occultandone il corpo nel pozzo di casa sua, sita nella periferia di Mazara, per poi fuggire nascondendosi per non essere arrestato? Tutto questo è assurdo e per di più senza riscontri attendibili, tanto da non essere preso in serie considerazione. Se vi ricordate il caso Madeleine McCann la bambina scomparsa nel maggio del 2007, in Portogallo, le analogie con le dichiarazioni di Dassaro Giuseppe sono identici, farmaci, barbiturici ecc... nel 2007 era la notizia del giorno e lo spunto a mentire per altri come Dassaro Giuseppe. In questo periodo presso il Tribunale di Marsala, è in corso il processo per il sequestro di Denise, per adesso due sono gli accusati, Jessica Pulizzi, e Gaspare Ghaleb, quest'ultimo per false dichiarazione al PM, Anna Corona, madre di Jessica, è indagata per sequestro di minorenne. Oltre le proprie impressioni, allusioni ecc.. sono i fatti che contano, e non le parole. L'informazione giusta va data, però no quella che crea confusione, a sfavore della vita di una bambina. Intanto il 23 giugno si terrà l'incidente probatorio, per accertare se Anna Corona, tra la notte del 1-2 settembre 2004 in poi, si è spostata da Mazara del Vallo, fino ad arrivare nei pressi di Palermo.

Per i commenti andate sulla bacheca del Forum/Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"


Lunedi, Giugno 14, 2010

Marsala (TP), 14/06/2010. Si terrà oggi alle ore 09.00 la terza udienza del processo per il rapimento della piccola Denise Pipitone, che vede coinvolti Jessica Pulizzi, accusata di sequestro, Gaspare Ghaleb accusato di falsa testimonianza al PM, e Anna Corona indagata per concorso in sequestro di minorenne. E' in programma il controinterrogatorio di Piera Maggio, madre della bambina, da parte dei legali dell'imputata Jessica Pulizzi. "Sicuramente sarà un altro giorno doloroso e pesante" dichiara la stessa Maggio "ma in ogni caso l'amore per Denise è più forte di qualsiasi difficoltà. E' l'ora della giustizia per la mia bambina e io non temo nulla".
 
Ufficio Pubblica Informazione
Ass. Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it
 

Sabato, Giugno 12, 2010
Processo per il sequestro di Denise, terza udienza

(INFORMAZIONE) - Presso il Tribunale di Marsala, Lunedì 14 giugno, si terrà la terza udienza per il sequestro della piccola Denise Pipitone, che vede coinvolti Jessica Pulizzi, accusata di sequestro, Gaspare Ghaleb accusato di falsa testimonianza al PM. Anna Corona madre di Jessica Pulizzi, è indagata per concorso in sequestro di minorenne.

Web Site, Blog, Forum official: http://www.cerchiamodenise.it/ - http://informazione.cerchiamodenise.it/ -
http://friends.cerchiamodenise.it/


Mercoledi, Maggio 26, 2010

Non esiste nessuna giustificazione plausibile per chi commette un reato tanto odioso e abominevole come rapire o far del male ad un Bambino. http://www.cerchiamodenise.it (Piera Maggio)
Alcuni servizi dopo l'udienza del 25/05/2010 - Caso Denise, sorellastra in aula. Fonte In aula anche la madre di Jessica, Anna Corona, indagata per concorso in sequestro di minorenne - / Denise, in aula la verità sul sequestro Fonte - / DENISE, LA MADRE PIANGE. "NON PROVO NULLA" Fonte - / Caso Denise: Piera Maggio, Anna Corona minacciò di uccidermi. Sospetti su Anna Corona, sulle sue tendenze omosessuali. Fonte - / La prossima udienza è stata rinviata al 14 giugno prossimo.

Per i commenti andate sulla bacheca del Forum/
Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"


 

Lunedi, Maggio 24, 2010
Denise: domani la seconda udienza

Denise: domani la seconda udienza
Mazara del Vallo, 24/05/2010.
Si terrà domani alle ore 09:00 presso il tribunale di Marsala la seconda udienza del processo per il rapimento della piccola Denise Pipitone, che vede coinvolti Jessica Pulizzi, accusata di sequestro,  Gaspare Ghaleb accusato di falsa testimonianza al PM, e Anna Corona indagata per concorso in sequestro di minorenne. Il primo teste ad essere consultato dai magistrati sarà Piera Maggio, madre della piccola sequestrata, che da anni chiede giustizia per la figlia.

La libertà di informazione, quando essa è conforme ai dettami del codice deontologico del giornalista e alla Carta di Treviso, deve risultare applicabile senza limitazioni in qualsiasi contesto. Purtroppo ciò non è vero, perché durante lo svolgimento di un processo, è il giudice a stabilire i criteri di diffusione degli eventi giudiziari. Oggi ad essere accusate per il sequestro della bambina di Mazara del Vallo ci sono delle persone sulle quali gravano pesanti indizi di colpevolezza e tutto il mondo è interessato a conoscere la verità circa la sorte della piccola Denise. La limitazione alla presenza di giornalisti durante il processo, richiesta con forza dagli avvocati difensori degli imputati, ha di fatto oscurato la voce dell'informazione tanto attesa da chi segue da anni questa penosa vicenda. E' importante che l'opinione pubblica possa direttamente conoscere le vicende giudiziarie che riguardano la piccola Denise; tanto è stato detto di sbagliato e tanta disinformazione è stata compiuta in fase di indagine, che adesso, in fase processuale, proprio dove ormai si deve giocare "a carte scoperte", i giornalisti si trovano di fronte all'ennesimo muro di gomma, al di là del quale, sotto le reticenze di chi sapeva o celate tra le pieghe della privacy, potrebbe esserci una bambina che aspetta solo di essere trovata. Denise non è "la bambina di Mazara del Vallo,, ma una bambina come tante altre in Italia e nel mondo, e sarebbe riduttivo ricondurre l'intera vicenda al solo quadro familiare; limitare ciò che è accaduto a fatti ascrivibili a poche persone non traduce in modo esatto il problema di fondo di ogni rapimento di minore. I fatti di cronaca locale ed estera, ci dimostrano che la diffusione delle notizie non deve essere limitata adducendo come motivazione la circoscrivibilità dei fatti all'ambito familiare.  I mostri esistono, e sono liberi di circolare indisturbati, fino a quando qualcuno, attraverso la pubblica informazione e con coraggio, riesce ad "inchiodarli,, alle loro responsabilità.
http://informazione.cerchiamodenise.it 

Ufficio Pubblica Informazione
Ass. Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it


Sabato, Maggio 08, 2010

DEDICHIAMO QUESTA CANZONE A TUTTE LE MAMME DEL MONDO!! You Tube:
http://www.youtube.com/watch?v=zHloW6ZFNQc
  
   
Ringrazio Dio dell'immenso dono che mi ha donato La maternità. Auguri a tutte quelle mamme che sono mamme senza aver partorito perché stanno crescendo o hanno cresciuto con amore e dedizione una creatura che attendeva amore.
Semplicemente Auguri mamme del mondo!!
Web Site, Blog, Forum official, Facebook:
http://www.cerchiamodenise.it - http://informazione.cerchiamodenise.it - http://friends.cerchiamodenise.it - Fans Missing Denise Pipitone Mp
http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282?ref=ts - Per scrivere commenti andate sulla bacheca del Forum:
Amici di Denise/Denise's Friends http://friends.cerchiamodenise.it


Mercoledi, Maggio 05, 2010

Il 5 MAGGIO GIORNATA NAZIONALE CONTRO LA PEDOFILIA! NO VIOLENCE!!

Associazione " Cerchiamo Denise" Onlus : http://www.cerchiamodenise.it/associazione/asscerchiamodenise.htm


Mercoledi, Aprile 28, 2010

(INFORMAZIONE SUI NOSTRI PROFILI SU FACEBOOK) Gentili Amici abbiamo raggiundo sul profilo Mssing Denise Pipitone Mp http://it-it.facebook.com/people/Missing-Denise-Pipitone-Mp/1286693723 il limite massimo degli Iscritti che per volere di Facebook non può contenere oltre 5000 iscritti. SE VOLETE RIMANERE SEMPRE IN CONTATTO CON NOI, Iscrivetevi a Fans Missing Denise Pipitone Mp http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-PipitoneMp/301565724282?ref=ts o ad uno dei nostri Gruppi (Gruppo) Missing Denise Pipitone Mp (Una Mano in Più) http://www.facebook.com/group.php?gid=80318663328&ref=mf - Entrambi i profili sono gestiti da noi! E' non hanno limite di iscrizione. Vi ringraziamo per la collaborazione (invitate anche i vostri amici a farlo) - (Gruppo) Missing Children denise Pipitone PP http://www.facebook.com/group.php?gid=161911585456 -
Missing Children Denise Pipitone http://www.facebook.com/profile.php?id=1569051687 - FotoAlbum Denise: http://fotoalbum.cerchiamodenise.it/ - You Tube Denise Pipitone: http://www.youtube.com/user/denisepipitone04 -
troverete maggiori informazioni sui official per Denise su: http://informazione.cerchiamodenise.it

http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282?ref=ts  
            
Missing Denise Pipitone Mp  -  Fans Missing Denise Pipitone Mp  -  (Gruppo) Missing Denise Pipitone Mp (Una Mano in Più) - (Gruppo) " Comitato Missing Cerchiamo Denise" "Committee Missing Cerchiamo Denise " "Comité Missing Cerchiamo Denise"



Lunedi, Aprile 26, 2010
Il Coraggio delle Madri - Piera Maggio - madre della piccola Denise Pipitone - alla trasmissione Le Amiche del sabato - del 24 Aprile 2010 - Video: http://www.youtube.com/watch?v=c21rFAdn28A


Venerdi, Aprile 16, 2010


Il mio amore per te è infinito come infinito è il dolore per la tua scomparsa. Ti prego, torna da me Denise. (Piera Maggio) - La crudeltà non ha limiti, chi ha tolto il sorriso a Denise deve pagare amaramente! VOGLIAMO DENISE LIBERA!!

Web Site, Blog, Forum official: http://www.cerchiamodenise.it - http://informazione.cerchiamodenise.it - http://friends.cerchiamodenise.it - Video montaggio, "DENISE E' SOLO UNA BAMBINA!" http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282?ref=ts#!/video/video.php?v=1429612742113&ref=mf  - Per i commenti andate sulla bacheca del Forum: Amici di Denise/Denise's Friends http://friends.cerchiamodenise.it


 

Giovedi, Aprile 08, 2010
Piera Maggio: ringrazia per l'affetto

Piera Maggio VI RINGRAZIA per tutte le lettere, sms, i messaggi di affetto ricevuti, per tramite l'email dei siti ufficiali, su Facebook, per i commenti sulla bacheca del Forum: Amici di Denise/Denise's Friends ecc..
Ogni giorno doniamo e riceviamo piccoli ed insignificanti gesti: un saluto, un Abbraccio, un Bacio, un Sorriso, una Carezza... gesti piccoli ma che ai cuori più sensibili portano un po' di luce e colore ai giorni bui e tristi. basta poco per rendere speciale un giorno normale (non so se potrete comprendere)... fa piacere sapere che ci siete, fa piacere ricevere un vostro pensiero, fa piacere sapere che la nostra Denise, fa parte anche di voi che le volete bene! Grazie di essere nella nostra vita! (Piera Maggio)  Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"


 

Martedi, Aprile 06, 2010
Puntata della trasmissione "Chi l'ha visto?" del 5 aprile 2010, per seguire gli ultimi sviluppi sul sequestro della piccola Denise Pipitone. Il servizio su Denise, cursore 00:59:34. Grazie Link: Chi L'ha Visto? Puntata del 5 aprile 2010 Link diretto: Chi L'ha Visto? gli scavi della casa sospetta


Venerdi, Aprile 02, 2010

LA PACE SIA CON VOI!

Che la Colomba della pace porti tanta serenità nei cuori di chi crede, e tanta luce per illuminare chi è cieco. Da parte nostra vi auguriamo una Serena Pasqua
Official Web Site, Blog, Forum, YouTube, FotoAlbum, Facebook: http://www.cerchiamodenise.it  - http://informazione.cerchiamodenise.it  - http://friends.cerchiamodenise.it - http://www.youtube.com/user/denisepipitone04 - 
http://fotoalbum.cerchiamodenise.it - http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282?ref=ts
Se vuoi scrivere un commento vai sulla bacheca: Amici di Denise/Denise's Friends

Giovedi, Aprile 01, 2010

IN SPAGNA, QUALCUNO STA VENDENDO LE FOTO DI DENISE, VIOLANDO LE LEGGI MORALI CHE CIRCONDANO DENISE.....LEGGI Policy per la diffusione dell'immagine di Denise http://www.cerchiamodenise.it/policy.pdf

Nel mese di Marzo 2010, tramite l'email dei siti ufficiali di Denise, http://www.cerchiamodenise.it ci è pervenuta questa segnalazione, più volte negli anni scorsi siamo stati avvisati di questo uso improprio dell'immagine di Denise. La famiglia di Denise, vieta tutti coloro che usano le foto della bimba per altri scopi che non siano legati alla sua ricerca, infatti dopo il sequestro hanno istituito la Policy per la diffusione dell'immagine di Denise http://www.cerchiamodenise.it/policy.pdf - Policy for Denise's photo broadcasting http://www.cerchiamodenise.org/policy.pdf -
La mamma di Denise, è rammaricata E INDIGNATA per quanto sta accadendo.
Vi ringraziamo per le vostre senalazioni e collaborazione.

Alcune email di segnalazione:

venerdì 27 giugno 2008 11.19 - Gentilissimi,
mi chiamo Ilaria, sono italiana e vivo a Salamanca, in Spagna.
Proprio in questa città, qualche giorno fa prima di rientrare in Italia, ho notato che in un negozio dentro la stazione dei treni c'era una foto incorniciata (un quadro in vendita) che mi è sembrata subito la vostra carissima Denise. Stupefatta e dubbiosa, ho fatto su internet una ricerca nelle foto da voi rese pubbliche e ho notato che la somiglianza era veramente tanta, troppa...così il mattino dopo (purtroppo una domenica quindi il negozio era chiuso) quando sono tornata in stazione ho fatto delle foto al quadro e alla vetrina, che vi inoltro prontamente.
Ovviamente io non so se la commercializzazione di questa foto abbia il vostro consenso, in caso contrario posso dare la mia disponibilità per cercare di contattare almeno il negozionante di Salamanca. (Foto allegate)
Cordiali saluti, ............. ( per motivo privacy omettiamo il nome della persona)

**********
giovedì 7 febbraio 2008 18.36 - Buonasera,
mia sorella, che vive a Barcellona-Spagna, mi ha detto di aver trovato in un negozio la foto di Denise venduta a mo' di poster.
Non sapendo se la cosa possa essere stata in qualche maniera autorizzata, penso sia il caso di comunicarvelo.
La società indicata sul retro della foto-poster è la "DIEZUNA", e dovrebbe essere una società di Barcellona.
Non so dirvi di più.
 Spero l'informazione sia utile.
 Cordiali Saluti ............. ( per motivo privacy omettiamo il nome della persona)
************
Sent: Wednesday, March 17, 2010 4:05 PM
Subject: uso improprio dell'immagine di Denise

Buon giorno,
non sapendo a chi comunicare quanto segue, mi rivolgo a voi.
Il 12 marzo ero in vacanza a Terrassa vicino Barcellona in Spagna; entrato in un negozietto con vari articoli per la casa, ho notato che erano in vendita varie stampe con immagini come peluches, paesaggi e di bambini. Scorrendo queste stampe, con grande meraviglia ho notato una serie di foto di Denise in vendita. Quanto accaduto mi ha scosso molto poichè probabilmente o sicuramente, la foto è stata scaricata da internet e utilizzata violando le leggi sulla privacy e sopratutto sono state violate le leggi morali che circondano Denise. Capisco che sia una notizia inutile per comprendere ciò che è accaduto alla piccola, ma ho voluto comunicarvelo perchè credo che dobbiate essere a conoscenza che all'estero viene utilizzata l'immagine di Denise per un fine economico.
Vi allego una foto scattata all'interno del negozio "Crack" di Terrassa. (Foto allegata)
Cordiali Saluti ............. ( per motivo privacy omettiamo il nome della persona)

 

   


Venerdi, Marzo 19, 2010

La mamma di Denise: e allora mi chiedo! (pdf)

L'indagata Anna Corona, madre dell'imputata Jessica Pulizzi, accusate entrambe del sequestro di Denise, durante una delle sue interviste ha parlato di Dio, di amore, di fratellanza e della loro innocenza, ma qual è la loro dimostrazione in tutto questo?

Queste due donne Jessica Pulizzi, e Anna Corona, si sono trincerate dietro i loro diritti, avvalendosi della facoltà di non rispondere a metà marzo 2005, non hanno collaborato con gli inquirenti a fare chiarezza sul caso e sulle loro posizioni, non hanno aiutato Denise, una bambina innocente che al momento del suo sequestro aveva quasi quattro anni, strappata con violenza dall'amore dei suoi genitori con un vile e ignobile gesto.

Allora mi chiedo se al posto di Denise, ci fosse stata la vera sorella di Jessica Pulizzi, (di madre e di padre) avrebbero fatto lo stesso? Si sarebbero comportati nello stesso modo? CHIEDETEVELO ANCHE VOI!!

Maggio Pietra                                        Se vuoi scrivere un commento vai sulla bacheca: Amici di Denise/Denise's Friends


 

Mercoledi, Marzo 17, 2010

Caso Denise, al via il processo - Trapani, assente la sorellastra
Si è aperto davanti al tribunale di Marsala (Trapani) il processo per la scomparsa di Denise Pipitone. L'imputata, la sorellastra Jessica Pulizzi, 22 anni, non è presente perché, dicono i difensori, è malata. L'accusa è di concorso in sequestro di minore, con l'aggravante applicata quando la vittima ha meno di 14 anni. Alla sbarra anche l'ex fidanzato, l'italo tunisino Gaspare Ghaleb, accusato di false dichiarazioni al pm.

Piera Maggio, insieme a Piero Pulizzi, padre naturale sia di Denise che dell'imputata, si è costituita parte civile. "Da questo processo mi aspetto che si possa arrivare a conoscere la verità", ha detto Piera Maggio, davanti al tribunale di Marsala poco prima che si aprisse il processo a Jessica Pulizzi. "Mi aspetto che quanti in questi ultimi 5 anni e mezzo - ha aggiunto la mamma di Denise - non hanno chiarito la loro posizione possano dare un contributo per chiarire qual è stata la realtà dei fatti".
"Siamo sulla pista giusta - ha osservato Pietra Maggio - e le persone che sono per adesso sotto accusa hanno tanto da chiarire ancora e devono dire la verità. Il tempo trascorso per chiarire i fatti è stato molto lungo". "Questi imputati - ha aggiunto -  si sono trincerati dietro i loro diritti però non hanno tenuto in considerazione che questa vicenda riguarda una bambina che quando è scomparsa aveva 4 anni. Parlano di fratellanza e amore ma non si comportano di conseguenza".

"Voglio che si arrivi a conoscere la verità e a scoprire chi ha compiuto questo atto mostruoso". Lo ha detto Piero Pulizzi, autista, padre naturale della piccola Denise e dell'imputata Jessica. "Io non so cosa sia successo - ha aggiunto - ma è mia ferma intenzione a qualsiasi costo che vengano scoperti e condannati i responsabili sequestro di Denise". Fonte

***
Caso Denise: dopo sei anni di misteri al via processo a sorellastra
Palermo, 14 mar. - (Adnkronos) - Dice di ''aver atteso questo momento per anni''. Di aver nutrito la sua caparbieta' con la fede, perche' ''l'unica cosa importante e' ritrovare la mia bambina''. Adesso, pero', alla vigilia dell'apertura del processo a carico di Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise Pipitone accusata del sequestro della piccola, sparita nel nulla il primo settembre del 2004 a Mazara del Vallo (Trapani), Piera Maggio non nasconde la tensione. ''Sono molto nervosa - dice all'ADNKRONOS - questi sono giorni difficili, non che gli ultimi anni non lo siano stati. Ho vissuto nell'angoscia, ho fatto appelli o teso la mano anche a chi non ha voluto collaborare con gli investigatori, ho sopportato insinuazioni sul mio conto e sulla mia famiglia. Ma ora dico basta: adesso e' arrivato il momento di andare avanti giuridicamente per scoprire la verita'''.
Non si arrende mamma Piera. E martedi' prossimo giura che sara' presente in quell'aula di Tribunale a Marsala. ''Spero - dice - di poter guardare fisso negli occhi queste persone, che per tutto questo tempo hanno continuato a dire assurdita' e a calpestare il dolore di una madre''. Lo scorso 18 gennaio il gup di Marsala Lucia Fontana ha rinviato a giudizio Jessica Pulizzi, all'epoca dei fatti minorenne e oggi 22enne. L'accusa per lei e' di concorso nel sequestro di Denise. Rinvio a giudizio anche per l'ex fidanzato della ragazza, il tunisino Gaspare Ghaleb, 24 anni, accusato di false testimonianze al pm.
Piera Maggio, insieme a Piero Pulizzi, padre naturale sia di Denise che dell'imputata, si e' costituita parte civile. E il legale della famiglia, Giacomo Frazzitta, non nasconde la soddisfazione per la decisione del gup. ''Per la prima volta - spiega - sara' applicata la legge su sequestro di minorenne, approvata lo scorso luglio, proprio dopo le dure battaglie della signora Maggio, che non ha esitato ad incatenarsi anche davanti al Quirinale per essere ascoltata. Il reato verra' discusso davanti a un tribunale ordinario collegiale e non piu', come in passato, a un giudice monocratico. La nostra speranza ora e' che la riapertura delle indagini e questo processo ci aiutino a trovare Denise". (segue)
Non e' vendetta quella che chiede la signora Maggio, ma solo ''giustizia e un'accelerazione delle indagini, perche' - dice malinconicamente - purtroppo si e' perso tempo utile a ritrovare mia figlia. Lo scorso 11 novembre insieme al mio avvocato ho chiesto al capo di gabinetto del ministro Alfano un'ispezione presso la Procura dei minori di Palermo, che ascolto' Jessica Pulizzi, all'epoca dei fatti ancora minorenne. Per due anni nei confronti di questa persona non si e' proceduto''.
E poi c'e' la vicenda di un casolare a Villagrazia di Carini, nel palermitano, che potrebbe essere stato una delle prigioni della piccola Denise. La casa e' stata localizzata, dopo una consulenza tecnica depositata dalla parte civile, seguendo le tracce telefoniche del cellulare di Anna Corona, mamma di Jessica Pulizzi. Piera Maggio durante una puntata della trasmissione 'Chi l'ha visto?' ha denunciato il mancato sequestro dell'immobile.
''Ecco, io voglio che qualcuno mi spieghi il perche' di questi ritardi''. Il gip di Marsala Caterina Greco ha incaricato gli esperti del Ris di Messina e Roma di effettuare un ''accertamento tecnico irripetibile'' nell'immobile, mentre l'avvocato Frazzitta ha gia' prodotto le visure catastali di altri cinque immobili, tutti adiacenti il casolare, che sarebbero stati nella disponibilita' di Antonino Cina', nipote di Anna Corona.
Ma la burocrazia e la magistratura hanno tempi troppo lunghi per una mamma che, in un'affollata mattina di mercato del 2004, un mercoledi', e' stata privata della sua bambina. Pochi minuti, forse dieci, sono bastati perche' Denise fosse inghiottita nel nulla, davanti casa in via Domenico La Bruna, un quartiere alla periferia nord di Mazara del Vallo. Un cuginetto racconta alla nonna di averla vista poco prima. Poi piu' nulla, nessun testimone, nessuna traccia. Immediata la denuncia ai carabinieri e le ricerche.
Nelle prime ore dopo la sparizione l'allora procuratore capo di Marsala, Silvio Sciuto, e' ottimista: "La bambina e' viva e si trova in citta'", dice davanti a telecamere e giornalisti. La pista privilegiata e' quella di una vendetta privata, maturata nell'ambito familiare, fatto di contrasti e gelosie tra la nuova e la vecchia famiglia del padre di Denise. Gia', perche' Jessica e Denise hanno lo stesso papa' e l'ipotesi degli investigatori e' che la ragazza possa aver identificato in Piera Maggio la responsabile della separazione dei suoi genitori. Per tutto il mese Mazara del Vallo e' passata al setaccio. Polizia, carabinieri, reparti speciali e unita' cinofile percorrono strade, fiumi, grotte, pozzi, anfratti. Della piccola, pero', non c'e' traccia.
Alla pista privata se ne affiancano altre, come l'ipotesi legata a riti occulti o traffici di organi. Tutta l'Italia si mobilita per il piccolo angelo di 4 anni: le segnalazioni si moltiplicano. Ognuna viene vagliata, analizzata, studiata. Perche' anche il piu' piccolo particolare puo' rivelarsi utile, fondamentale. Piera Maggio, intanto, non si arrende. L'importante e' tenere alta l'attenzione. E cosi' ad uno ad uno i giornali, le emittenti tv, i convegni e le piazze parlano di lei: della bimba castana dai grandi occhi scuri con una cicatrice appena sotto l'occhio.
Nell'ottobre del 2004 le indagini sembrano imboccare la pista giusta. Una speranza arriva da un filmino girato con un videotelefono da una guardia giurata davanti una banca di Milano. Nei pochi fotogrammi una bambina, Danas, in compagnia di una donna rom. Quelle immagini fanno il giro dell'Italia, rimbalzano da una tv all'altra. Mamma Piera giura: "E' lei Denise''.
Gli investigatori, pero', sono cauti. Le segnalazioni si susseguono: la bimba e' vista a Cremona, a Verona, a Bologna. Poi fuori dai confini italiani. Ma gli accertamenti danno ogni volta esito negativo: quelle bambine non sono Denise Pipitone. Poi la pista della vendetta familiare trova nuovo impulso. Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise viene iscritta nel registro degli indagati. Per gli investigatori avrebbe un ruolo nel sequestro della bambina. A tradirla sarebbe stata una frase, pronunciata in dialetto, mentre aspettava di essere sentita in Questura pochi giorni dopo la scomparsa della bambina e registrata da alcune cimici. "Io a casa ci 'a purtai", dice Jessica alla madre che la interroga su dove fosse stata quel maledetto primo settembre.
Il racconto di Jessica non convince gli investigatori, soprattutto perche' il tabulato telefonico smentisce le sue dichiarazioni. L'allora 17enne nelle ore in cui Denise spariva nel nulla si trovava proprio nella stessa zona del sequestro. A confermarlo ci sarebbero i segnali lasciati dal suo cellulare. Il 22 settembre Jessica fornisce una nuova versione, ma ancora una volta il suo alibi frana, smentito da alcuni testimoni.
Da quel momento, pero', Jessica si avvale della facolta' di non rispondere anche se si dichiarera' sempre estranea al sequestro. Una scelta che Piera Maggio condanna senza mezzi termini: ''Una persona innocente risponde. Come si puo' rimanere in silenzio di fronte al dramma di una mamma e della sua bambina?''. Per gli investigatori nella vicenda della scomparsa della piccola probabilmente si possono individuare due fasi: una prima che ha visto un coinvolgimento di Jessica Pulizzi e una seconda in cui la piccola potrebbe essere stata affidata a terze persone, magari dei nomadi, che la sorellastra di Denise conosceva.
E' il 2007 quando le "verita'" di Giuseppe D'Assaro gettano nello sconforto l'Italia intera. Il sedicente collaboratore si autoaccusa di aver gettato in mare il corpo senza vita della piccola. Ma nelle sue agghiaccianti rivelazioni l'uomo tira in ballo anche Rosalba Pulizzi, zia di Denise e sua ex moglie, sostenendo che dopo il rapimento la donna avrebbe portato la bambina nell'abitazione della figlia Giovanna e del genero Antonino Cina', a Palermo. Li' la bimba sarebbe morta stroncata da una dose massiccia di tranquillanti. Rosalba Pulizzi e Giovanna D'Assaro negano. "E' un pazzo" dicono.
"Nei confronti del mio ex marito - aggiunge Rosalba Pulizzi - provo rabbia e ribrezzo perche' e' un assassino, un pazzo. Io non potrei mai fare del male ad una bambina perche' sono una mamma''. Per gli investigatori D'Assaro ha una scarsa attendibilita'. Anche Piera Maggio respinge l'ipotesi della morte. Con forza. "'Mia figlia e' viva - dice -, ne sono certa. E' un legame il mio, che mi permette di andare avanti e di credere, so che lei e' ancora su questa terra, ho dei segnali. D'Assaro e' una persona malata, che forse aveva appreso qualcosa e ci ha costruito sopra le sue dichiarazioni farneticanti".
In questi lunghi sei anni mamma Piera non si e' mai arresa. Ha creato un sito, www.cerchiamodenise.it, si e' spesa per far riconoscere il reato di sequestro di minori e per sensibilizzare l'opinione pubblica sul dramma di tante mamme, a cui proprio come lei, e' stato strappato all'improvviso ''un pezzo di vita e di cuore''. ''Non c'e' giustificazione, si deve essere dei mostri per prendersela con una bambina'' dice e a giornalisti ed investigatori ripete con ostinazione: ''E' viva. Questa storia non e' ancora finita''.
A chi le chiede quale sia la sua piu' grande paura quando ritrovera' la figlia, la signora Maggio risponde: "Ho paura di non riuscire a riportarla indietro. Ho paura che non ritrovero' piu' la Denise che ho lasciato, quella con cui giocavo. Ho sognato spesso in questi anni il nostro incontro - ammette -. Mi auguro che lei mi riconosca, che possa avere qualche ricordo del mio viso. Spero di poter ricominciare con lei da dove abbiamo interrotto, anche se so che chi l'ha portata via ha stravolto la sua vita e la sua identita'''. A sostenerla c'e' l'affetto della gente.
''Anche questo mi da' la forza di andare avanti. Inizialmente qualcuno non ha capito - si rammarica mamma Piera -, sono stata vittima del chiacchiericcio e del pregiudizio, ora il mio dramma e' compreso da tutti''. Ci sono voluti, pero', quasi sei anni di sofferenza e un impegno ingente, anche economico. Gia', perche' ''le spese sono tante e le famiglie dei bambini scomparsi non vengono sostenute finanziariamente da nessuno. In cinque anni e mezzo ho dato fondo ai miei risparmi, ma non mi arrendero' mai. Devo andare avanti''. Fonte1 Fonte2 Fonte3 Fonte4 Fonte5 Fonte6

Domenica, Marzo 14, 2010
Da questo link protrete vedere vari video interviste di Piera Maggio: http://www.youtube.com/user/extradigitale
***

Indagini per scoprire l'immobile dove la piccola sarebbe stata portata subito dopo la scomparsa del primo settembre 2004
Marsala.  Il giudice delle indagini preliminari di Marsala Caterina Greco ha incaricato esperti del Ris dei carabinieri di Messina e Roma di effettuare un "accertamento tecnico irripetibile" nell'immobile di Villagrazia di Carini, nel Palermitano, in parte distrutto e in parte in buone condizioni, all'interno del quale potrebbe essere stata tenuta dai suoi sequestratori la piccola Denise Pipitone, scomparsa da Mazara del Vallo l'1 settembre 2004. Inoltre, nel corso dell'udienza tenutasi davanti al gip Greco, l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di parte civile di Piera Maggio, madre di Denise, ha prodotto le visure catastali di altri cinque immobili, tra Carini e Villagrazia di Carini, che sarebbero stati "nella disponibilità di Anna Corona", madre di Jessica Pulizzi, imputata per concorso nel sequestro della bambina (il processo, davanti al tribunale di Marsala, inizierà martedì prossimo), anche lei indagata per lo stesso reato. E questo pomeriggio, la sezione di pg dei carabinieri della Procura di Marsala avvierà gli accertamenti per individuare i cinque immobili indicati dal legale e verificare lo stato dei luoghi. 
Il gip Greco ha, poi, rinviato al 18 marzo l'udienza per l'affidamento dell'incarico agli esperti che dovranno eseguire l'incidente probatorio diretto ad accertare la validità dei tracciati del cellulare in uso ad Anna Corona e inerenti gli spostamenti dello stesso da Mazara del Vallo a partire dalla notte del 2 Settembre 2004 in poi. "Il gip - ha dichiarato l'avvocato Frazzitta - ha ritenuto che il collegio peritale indicato nel Servizio centrale operativo della polizia é incompatibile con la consulenza tecnica di parte della Procura di Marsala, in quanto il dottor Gioacchino Genchi fa parte anch'egli della polizia di Stato. E quindi il magistrato ha revocato l'incarico agli esperti dello Sco e disposto un rinvio breve al 18 marzo per conferire questo incarico all'ingegnere Pellero, dell'Università di Savona, esperto in telecomunicazioni".  Fonte

 

Venerdi, Marzo 12, 2010

COMUNICATO STAMPA - Denise: accertamenti su tracciati telefonici e alcune abitazioni
Mazara del Vallo, 12/03/2010. E' stato fissato per sabato 13 marzo 2010 alle ore 11.00 avanti il giudice per le indagini preliminari, Dott.ssa Caterina Greco, l'incidente probatorio diretto ad accertare la validità dei tracciati del cellulare in uso ad Anna Corona ed inerenti gli spostamenti dello stesso da Mazara del Vallo a partire dalla notte del 2 Settembre 2004 in avanti. L'incidente probatorio riguarderà anche il conferimento dell'incarico ad esperti del RIS di Roma e di Messina per procedere agli accertamenti tecnici in alcune abitazioni nella disponibilità degli indagati. Come consulenti di parte di Piera Maggio saranno presenti il prof. Roberto Cusani, ordinario di telecomunicazioni dell'Università la Sapienza di Roma e il generale Luciano Garofano, ex comandante del RIS di Parma. Martedì 16 marzo c.m. avrà inizio il processo, contro Jessica Pulizzi e Gaspare Ghaleb, imputati di sequestro di minorenne e false dichiarazioni al pm, presso il tribunale di Marsala, presieduto dal Dott. Riccardo Alcamo.

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it
tel. 02.30.35.69.42 - fax 02.30.35.69.43 - cell. 338 98.00.485

*****************                                 ********************                                    ******************
Lettera di Piera Maggio Condanno moralmente il loro silenzio! (pdf)

Gentili signori, voglio esprimere il mio parere in merito a coloro che credono che Denise non sia più in vita.
Ogni individuo è libero nei propri pensieri e opinioni personali, purché non vada a ledere o condizionare la vita altrui.
Mi rivolgo a coloro che pensano o credono che Denise sia deceduta: nessuno ha la certezza matematica che Denise sia viva, ma ATTENZIONE neanche la sicurezza dell'opposto.
E' importante sapere che dietro ogni scomparsa ci sono storie e indagini diverse per ogni situazione. Da ciò si comprende che il caso di mia figlia è più unico che raro, per la modalità e per i fatti che lo hanno generato.
Inoltre non si tratta di una "scomparsa" (usato come termine generico) ma di un rapimento, ovvero un evento determinatosi dalla presenza di un adulto che ha privato Denise della sua libertà e l'ha condotta lontano dall'amore dei suoi genitori.
Psicologicamente, e ciò con una certa sistematicità, si tende a pensare che quando la persona è scomparsa da molto tempo, e quindi sono trascorsi anni di silenzio, automaticamente essa debba essere deceduta.
A parte la statistica dei casi degli scomparsi in generale che sembrerebbe avvalorare questa ipotesi, è anche vero che molti casi hanno avuto esito positivo. Persone introvabili ad un certo momento sono ricomparse.
Il pensiero comune e quindi la sottesa statistica, quando non sono accompagnati da un indagine che dimostri il decesso dello scomparso, non confermano in alcun modo un esito negativo della vicenda.
Nonostante il continuo dolore che ci affligge da anni per la paura di non rivedere più Denise, abbiamo la più forte speranza e convinzione che Denise sia viva.
Nelle indagini svolte fino ad ora, non appare alcuna conferma del decesso della bimba, anzi per varie ragioni ci si concentra sulla possibilità che sia ancora in vita, e io personalmente ne sono convinta.
Il mio cuore e anche la ragione mi dicono che Denise è viva.
Smetteremo di cercare Denise solo nel caso in cui esista una conferma tangibile che lei non sia più in vita.
L' obbiettivo è ritrovamento della mia bambina e anche la ricerca della verità e della giustizia per lei. In questo senso forse riusciamo anche ad essere di aiuto ai bambini che vivono lo stesso dramma.
Denise deve tornare a casa, in un modo o nell'altro, e le persone che hanno commesso questo atroce e abominevole reato, devono pagare per ciò che hanno fatto. Su tutto ciò non esisterà mai la parola fine.
Link:
   A coloro che credono che Denise non sia più in vita   My opinion on those who believe that Denise is no longer alive
Piera Maggio
                                   Se vuoi scrivere un commento vai sulla bacheca: Amici di Denise/Denise's Friends


 

Mercoledi, Marzo 03, 2010

"Una poesia per Denise"
Dedica una poesia a Denise - Se vuoi puoi dimostrare il tuo affetto, la tua solidarietà a Denise, o alla sua famiglia anche con una poesia. Per dedicare e scrivere una poesia a Denise vai sul il forum: http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends - La pubblicazione dello scritto avverrà subito dopo l'approvazione della redazione. Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friendsGrazie


 

Intervista a Piera Maggio: non condivido le dichiarazioni de...
Intervista a Piera Maggio a Chi L'ha Visto?: non condivido le dichiarazioni del Procuratore - Video Puntata della Trasmissione Chi l'ha visto? di lunedì 01/03/2010. Intervista di Piera Maggio, in studio l'avvocato della famiglia. Il servizio su Denise, inizia subito se volete potete spostare il cursone 00:02:50. Vi ringraziamo per la vostra vicinanza ed affetto. Link ultime puntate: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-2d76d9bf-4798-4e9c-b25b-fcbeda704863.html?p=0


Martedi, Febbraio 23, 2010
Denise: ingiustificabili dichiarazioni della Procura



COMUNICATO STAMPA   Denise: ingiustificabili dichiarazioni della Procura
Mazara del Vallo (TP), 23/02/2010, 17:01.
Sono inammissibili le dichiarazioni del procuratore capo di Marsala, Alberto di Pisa, secondo cui saranno inutili gli accertamenti sul casolare di Villagrazia di Carini (PA) in cui potrebbe essere stata segregata Denise. ''Non c'è il tetto e dopo sei anni è impossibile trovare tracce biologiche della bambina'' ha dichiarato oggi lo stesso procuratore ad una agenzia di stampa, suscitando la più viva indignazione da parte della famiglia di Denise. "Agli atti risulta solamente una perquisizione" ha dichiarato Piera Maggio, "e non accertamenti tecnici irripetibili, ovvero attività di tipo scientifico. Quindi ci domandiamo come sia possibile esprimersi in modo preventivo rispetto ad una accurata analisi del sito che ancora deve essere effettuata. Tutto ciò rappresenta un forte pregiudizio per le indagini". Inoltre secondo le dichiarazione del procuratore Di Pisa: "Il casolare di cui parla la signora Maggio è stato sequestrato fino al luglio del 2008, poi è stato dissequestrato", quindi a maggior ragione per tutto questo tempo la famiglia di Denise si sarebbe aspettata accertamenti molto più approfonditi che non una semplice perquisizione. Il giudice Sergio Gulotta a cui era stata presentata la richiesta di ulteriori verifiche sull'immobile, ritenendo che ci fossero elementi giustificativi di tale attività, aveva accolto la richiesta della famiglia interpellante che ha poi nominato perito di parte il generale Luciano Garofano, ex Comandante del Ris di Parma. Grave pregiudizio per le attività investigative deriverebbe anche dal mancato avviso circa l'eventuale inizio delle attività peritali sul casolare. Infatti l'avvocato della famiglia di Denise, Giacomo Frazzitta, sarebbe stato avvisato dalla questura di Trapani solamente la sera del giorno prima, e non già per comunicargli l'inizio degli accertamenti (fatto di per sè dovuto), ma la revoca postuma degli stessi per richiesta della controparte, calpestando quindi il diritto della parte offesa di potersi rivolgere con il dovuto anticipo ai propri tecnici. Tutti questi elementi costituiscono un quadro inquietante, presumendo che non dovrebbe esserci ostruzionismo da parte degli organi inquirenti su quelle attività di indagine, giustificate da riscontri oggettivi, che potrebbero fare luce sul caso ancora irrisolto.

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it
tel. 02.30.35.69.42 - fax 02.30.35.69.43 -

***
(23/02/2010) Dichiarazioni del procuratore capo di Marsala Alberto di Pisa.  Fonte 

Puntata Chi L'ha Visto? del 22 febbraio 2010 - se volete seguire direttamente il caso Denise spostate il cursore 00:29:24 Link: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-1a716f08-a88f-4a42-87ca-14e6077b99d8.html


 

Iniziative per sensibilizzare e contribuire alle ricerche di Denise, e sulle tematiche dei Bambini scomparsi
 
L'Associazione Cerchiamo Denise Onlus è da sempre impegnata attivamente a livello nazionale ed internazionale per garantire che ogni più piccola possibilità di intervento a favore del ritorno a casa della piccola Denise non sia lasciato inespresso.

Numerose e rilevanti sono state le iniziative che hanno permesso negli ultimi anni una maggiore diffusione dei tratti somatici della piccola, raggiungendo un vasto pubblico e sensilizzando milioni di persone sulla tematica dei bambini scomparsi. Per questo motivo, nell'ottica di offrire a chiunque la possibilità di proporre valide iniziative che possano contribuire alle ricerche, l'Associazione Cerchiamo Denise Onlus lascia spazio a persone, comitati, associazioni, aziende, enti ed istituzioni pubbliche e private, di proporsi come promotrici di eventi di rilievo sul territorio nazionale ed internazionale. A tale fine è stato designato l'addetto stampa di Piera Maggio quale incaricato per la raccolta dei progetti e per la loro valutazione.

Chiunque sia seriamente intenzionato a promuovere attività divulgativa e iniziative di rilievo a favore della piccola Denise Pipitone è inviatato a contattare i seguenti recapiti:

Associazione Cerchiamo Denise Onlus
Addetto Stampa - Portavoce di Piera Maggio
"Iniziative per la ricerca di Denise Pipitone"
Cell. 338.98.00.485 -
ufficiostampa@cerchiamodenise.it
Tel. 02.30.35.69.42 - Fax 02.30.35.69.43

Martedi, Febbraio 09, 2010
Anna Corona, la nuova indagata
VIDEO 1°parte di un servizio trasmesso il 9/2/2010 nel corso del programma "I fatti vostri" da RAI2 riguardante il caso Denise Pipitone e la nuova inchiesta. http://www.youtube.com/watch?v=FLu5XM24xtY - 2°parte di un servizio trasmesso http://www.youtube.com/watch?v=WtckBx_Uedo - VIDEO  puntata del Lunedì 08/02/10 CHI L'HA VISTO? dove si è parlato del caso Denise, Piera Maggio è stata ospite in studio. Home page Chi L'ha Visto? http://www.chilhavisto.rai.it/dl/clv/index.html - LINK diretto: Per vedere il servizio su Denise, dovete spostare il cursore 00:42:52 - http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-095da462-576d-452b-b421-bd001966cae1.html - Link diretto del servizio su Denise: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-324eba1d-48c4-458e-944a-d897597f44af.html


 

Mercoledi, Febbraio 03, 2010
DENISE: INDAGATA LA MADRE DELLA SORELLASTRA
DENISE: INDAGATA LA MADRE DELLA SORELLASTRA
(AGI) - Trapani, 3 feb. - Indagata per concorso in sequestro di persona dalla Procura della Repubblica di Marsala (Trapani) Anna Corona, madre di Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise Pipitone gia' rinviata a giudizio per il rapimento della bambina scomparsa a Mazara del Vallo il primo settembre del 2004. Alla Corona e' stata notificata una richiesta di incidente probatorio, relativo ad alcuni accertamenti che la Procura ha disposto su un cellulare in uso alla donna. Le verifiche tecniche riguardano gli spostamenti della scheda sim del telefonino, rilevati dalla rete nelle ore successive alla sparizione di Denise. Questo filone di indagine e' stato aperto in base a una consulenza tecnica stilata dal professore Roberto Cusani, docente di telecomunicazioni nell'universita' La Sapienza di Roma, per conto della famiglia Pipitone, che si e' costituita parte civile nel processo contro la Pulizzi. Con lei sara' giudicato a partire dal 16 marzo l'ex fidanzato Gaspare Ghaleb, che risponde solo di false dichiarazioni al pm.  Fonte - altre notizie...  Fonte    Fonte 
***
 Denise/ Indagata per concorso in sequestro madre sorellastra - Denise/ Indagata per concorso in sequestro madre sorellastraProcura ha notificato alla donna richiesta incidente probatorio
Roma, 3 feb. (Apcom) - L'inchiesta sulla scomparsa di Denise Pipitone, la bambina rapita a Mazara del Vallo il primo settembre del 2004, va avanti e c'è una nuova indagata, per concorso in sequestro di persona, dalla procura di Marsala: è Anna Corona, la madre di Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise, già rinviata a giudizio due settimane fa. Alla donna è stata notificata infatti la richiesta di incidente probatorio, riguardo ad alcuni accertamenti sul cellulare intestato alla donna che hanno rilevato spostamenti la notte tra il primo e il due settembre 2004. La consulenza del professor Roberto Cusani, docente di telecomunicazioni alla Sapienza di Roma, depositata dalla parte offesa, la famiglia Pipitone, sul traffico di telefonico di una sim intestata alla madre di Jessica Pulizzi, evidenziava uno spostamento 'anomalo' notturno tra l'1 e il due settembre 2004, tra la mezzanotte e le sei del mattino. L'allora consulente della procura Gioacchino Genchi non aveva considerato tali dati, ora invece la procura ha accolto la richiesta della famiglia di Denise, ha riaperto le indagini e ha chiesto di fare accertamenti nei limiti e nei termini della consulenza del professor Cusani. La procura ha così fatto richiesta di incidente probatorio, per cristallizzare la prova, notificandola alle parti. Ora il gip dovrà decidere sulla richiesta della procura. Il 16 marzo si apre il processo nei confronti di Jessica Pulizzi, rinviata a giudizio due settimane fa per sequestro di persona, e nei confronti del suo ex fidanzato, il tunisino Gaspare Ghaleb, accusato di false dichiarazioni al pubblico ministero.  Fonte


Domenica, Gennaio 31, 2010


Nella Vita tutto quello che non ti uccide, ti rinforza  ( Piera Maggio)

Venerdi, Gennaio 29, 2010
Diffamazione a mezzo stampa: sentenza favorevole per Piera Maggio

Diffamazione a mezzo stampa: sentenza favorevole per Piera Maggio
Mazara del Vallo, 29/01/2010.
Nei giorni scorsi è stata pronunciata la sentenza del processo che vede Piera Maggio contro Marino Matteo, ex marito della sorella, secondo la quale l'uomo è stato dichiarato colpevole di diffamazione a mezzo stampa. La vicenda risale ai primi mesi successivi al sequestro di Denise Pipitone (avvenuto il 1' settembre 2004): a quell'epoca Marino Matteo aveva utilizzato il palcoscenico di una nota trasmissione televisiva nazionale che si occupa di persone scomparse, per rilasciare una intervista diffamatoria contro le sorelle Maggio, riportando fatti e situazioni inesistenti con il solo scopo di ottenere il pubblico discredito delle due donne. Gli organi inquirenti, che avevano ascoltato l'uomo in diverse occasioni, avevano evidenziato che gli avvenimenti in oggetto non erano supportati da fatti riscontrabili. Marino Matteo è stato condannato a 4 mesi di reclusione e al risarcimento danni nei confronti di Piera Maggio, che nel processo si era costituita parte civile.

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it
tel. 02.30.35.69.42 - fax 02.30.35.69.43

 

Giovedi, Gennaio 28, 2010

Vi informiamo che da oggi su Facebook nasce anche Fans Missing Denise Pipitone Mp. Se volete potete iscrivervi. grazie a tutti!!
http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282?ref=ts  
            
Missing Denise Pipitone Mp  -  Fans Missing Denise Pipitone Mp  -  (Gruppo) Missing Denise Pipitone Mp (Una Mano in Più) - (Gruppo) " Comitato Missing Cerchiamo Denise" "Committee Missing Cerchiamo Denise " "Comité Missing Cerchiamo Denise"

 

Martedi, Gennaio 26, 2010
Denise: Parla il procuratore di Marsala

Questa sera a "Chi l'ha visto?": Denise, il procuratore di Marsala: "Controllare alibi e movimenti della madre di Jessica"
http://www.rai.it/dl/clv/News/ContentItem-66ff507c-21b8-42a1-971d-d6946f7d1d84.html
Marsala (Trapani), 25/01/2010 - Bisogna verificare l'alibi e i movimenti di Anna Corona, la madre di Jessica Pulizzi. "Va accertato anche se la scheda sim intestata a lei si sia trovava effettivamente in piena notte presso un'abitazione nel palermitano, nelle ore immediatamente successive alla scomparsa della piccola Denise Pipitone". Così il procuratore Alberto Di Pisa sulle nuove indagini decise dal gup il 18 gennaio scorso. Sarà disposta anche una perizia calligrafica sul foglio presenze al lavoro di Anna Corona del 4 settembre 2004, per accertare se la sua firma è autentica o è stata apposta da una collega.- [Chi L'ha Visto? Vai alla pagina del caso Denise Pipitone]

CHI L'HA VISTO? Puntata del Lunedì 25/01/2010, caso Denise. Potete visualizzare la puntata da questo link: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-0fe0fd26-1fd9-46ea-9f92-f8aeb2ab9b21.html?p=0 - Per visualizzare direttamente il servizio su Denise, puntate il cursore 00:49:55 - Grazie per la vostra attenzione

Per coloro che intendano inviare un messaggio di solidarietà per la bimba, è attivo il forum: http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends
Pour tous ceux qui aimeraient envoyer un message de solidarité à la fillette, le forum est actif
http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends"


 

Sabato, Gennaio 23, 2010
Intervista al papà naturale di Denise
" Cinque anni di attesa, voglio la verità. Chi ha fatto del male a Denise, chi l'ha strappata alla madre, deve pagare" Intervista al papà naturale di Denise "Chi l'ha strappata alla madre, deve pagare" (pdf)

Per coloro che intendano inviare un messaggio di solidarietà per Denise, è attivo il forum:  http://friends.cerchiamodenise.it - potete anche lasciare un messaggio sul Sito-Blog di Piero Pulizzi (papà per sempre) http://www.pieropulizzi.it


Venerdi, Gennaio 22, 2010

VIDEO della trasmissione "MATTINO CINQUE" Venerdì 22 gennaio/2010, si è parlato del caso Denise. Continuano gli appelli per la ricerca della piccola, La lotta di Piera Maggio continua...

Denise Pipitone: [1°p] gli accusati.
http://www.youtube.com/watch?v=ntPPzBSxgYk - Denise Pipitone: [2°p] gli accusati. http://www.youtube.com/watch?v=qXld9pyPSXM.

Per ogni dettaglio relativo al caso di Denise, sono consultabili i siti ufficiali: http://www.cerchiamodenise.it    e   http://informazione.cerchiamodenise.it Inoltre per coloro che intendano inviare un messaggio di solidarietà per Denise, è attivo il forum:  http://friends.cerchiamodenise.it  /- FotoAlbum Denise: http://fotoalbum.cerchiamodenise.it -  (Associazione "Cerchiamo Denise" onlus) http://www.cerchiamodenise.it/associazione/asscerchiamodenise.htm  /- You Tube Denise Pipitone: http://www.youtube.com/user/denisepipitone04

 

Martedi, Gennaio 19, 2010
Denise: dichiarazioni del legale e della famiglia sulla riap...


MARSALA
- Denise: dichiarazioni del legale e della famiglia sulla riapertura delle indagini - Nella giornata di ieri, il gup Lucia Fontana ha rinviato a giudizio Jessica Pulizzi, la sorellastra di Denise, per il sequestro della bambina. Stesso provvedimento per l'ex fidanzato della Pulizzi, il tunisino Gaspare Ghaleb, accusato di false dichiarazioni al pm. "Il risultato più importante che abbiamo raggiunto è stata la riapertura dell'indagine sulla bambina a scopo di ritrovamento" queste le parole dell'Avv. Giacomo Frazzitta, legale della famiglia di Denise Pipitone, sequestrata a Mazara del Vallo 5 anni fa, che continua: "Attualmente sono al vaglio degli inquirenti due filoni tra loro compatibili: uno vede Jessica Pulizzi quale imputata per sequestro di persona, con un processo previsto il 16 marzo prossimo davanti al tribunale collegiale di Marsala; l'altro è quello collegato agli elementi peritali e investigativi da noi presentati grazie ai nostri consulenti, e che vedrà la procura indagare su altri soggetti che potrebbero essere implicati nella vicenda".  A queste dichiarazioni si aggiungono quelle della madre della bimba, Piera Maggio: "Non poteva essere altrimenti, a mio parere, visti gli elementi di indagine nei confronti degli imputati. Non traggo alcuna soddisfazione personale da questo processo, ma vedo l'inizio di una chiarificazione sui fatti che sarebbe dovuta avvenire anni fa." E in merito alla nuova normativa applicata al processo in corso, il primo del suo genere, aggiunge: "Mi sento orgogliosa di aver partecipato alla creazione di due nuove leggi in Italia per tutelare i minori dai sequestratori, inasprendo le pene ed espandendo per le stesse il campo di applicazione".

Ufficio Pubblica Informazione
Associazione Cerchiamo Denise Onlus
ufficiostampa@cerchiamodenise.it
tel. 02.30.35.69.42 - fax 02.30.35.69.43 -



«INDAGINI SI RIAPRONO» - «Il giudice dell'udienza preliminare ha adottato la decisione che noi ci aspettavamo»: così Piera Maggio, madre di Denise, ha commentato il rinvio a giudizio di Jessica Pulizzi, 22 anni, accusata di concorso in sequestro di minorenne, e dell'ex fidanzato 24enne. Anche per l'avvocato Giacomo Frazzitta, legale della famiglia Pipitone, «è una decisione importante perché adesso le indagini sulla scomparsa di Denise si riaprono a 360 gradi. E perché si applica per la prima volta la legge sul sequestro di minorenne che è stata approvata lo scorso luglio dopo le battaglie condotte dalla mamma di Denise». «Il reato - spiega Frazzitta - sarà discusso davanti a un tribunale ordinario collegiale e non più, come in passato, da un giudice monocratico. Adesso speriamo soprattutto che la riapertura delle indagini e questo processo ci aiutino a trovare Denise. Se ci sarà un cambio di atteggiamento da parte di Jessica, che finora si è avvalsa della facoltà di non rispondere? Ci auguriamo di sì. L'orientamento del gip conferma che la linea della Procura di focalizzare le indagini sull'ambito parentale ha una sua ragione».
Non ha nascosto, invece, la sua delusione l'avvocato Gioacchino Sbacchi, difensore di Jessica Pulizzi, che uscendo dall'aula del gup ha detto: «Giustizia non è fatta». «Il rinvio a giudizio - ha, però, aggiunto - non significa ancora nulla, perchè sarà il processo a stabilire la sentenza».

***
http://www.agi.it/palermo/notizie/201001182026-cro-rt10218-denise_gup_dispone_nuove_indagini_sul_sequestro

(AGI) - Trapani, 18 gen. - Ulteriori indagini sul sequestro della piccola Denise Pipitone sono state disposte dal Gup di Marsala (Trapani), Sergio Gulotta, che respinto la richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura della Repubblica. La decisione giunge simultaneamente al rinvio a giudizio disposto dall'altro Gup Lucia Fontana per la sorellastra di Denise, Jessica Pulizzi. Il Gup Gulotta ha ritenuto che occorrano nuove attivita' investigative in base alla documentazione presentata dall'avvocato Giacomo Frazzitta, che assiste la madre di Denise, Piera Maggio, costituitasi parte civile. I documenti propongono undici nuove piste investigative, riguardanti sia indagati per i quali la Procura chiedeva l'archiviazione, sia "almeno tre soggetti che non sono stati mai indagati e per alcuni dei quali, a nostro avviso, esistono prove schiaccianti",ha detto Frazzitta. Il legale ha sottolineato che "le indagini vengono riaperte per trovare Denise, non soltanto per l'individuazione dei responsabili". Per l'avvocato, nella decisione del Gup Gulotta, ha avuto una particolare rilevanza la consulenza tecnica su alcune intercettazioni, stilata dall'ingegnere Roberto Cusani, ordinario di telecomunicazioni dell'Universita' "La Sapienza" di Roma. (AGI) Cli/Pa/Rap


Lunedi, Gennaio 18, 2010
" Udienza decisiva per i due indagati"

MAZARA DEL VALLO - UDIENZA DECISIVA - Oggi 18/01/2010, alle ore 16, si terrà presso la Procura Della Repubblica di Marsala, l'udienza decisiva per i due attuali indagati Jessica Pulizzi e Gaspare Ghaleb, accusati rispettivamente (sequestro di Denise, e falsa testimonianza al PM). Oggi saranno i difensori degli accusati ad annunciare le loro richieste.
Sulle richieste di rinvio a giudizio, il gup Fontana si dovrà pronunciare.  A meno che, i difensori dei due indagati non decidano di chiedere il processo con rito abbreviato. In quel caso sarà lo stesso Gup a decidere, sulla base delle prove raccolte nel corso delle indagini, e non il tribunale.

Domenica, Gennaio 17, 2010

Missing/Help us/In aiuto a Denise Pipitone
Sito, Blog Ufficiale: http://
www.cerchiamodenise.it - http://informazione.cerchiamodenise.it - MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" - Denise è Nata/Born on/Née le il 26/10/2000, Scomparsa/Disappearance/Disparue dal 01/09/2004 a Mazara del Vallo, (TP) Italy - Per informazioni utili/For useful information: 0039 340 5403309 - Official Web Site: http://www.cerchiamodenise.org  - email: aiutiamo@cerchiamodenise.it / aiutiamo@cerchiamodenise.org
- Website Polizia/Police: http://
www.missingkids.it - http://www.bambiniscomparsi.it  In caso di avvistamento, rivolgersi subito al più vicino posto di commissariato dei Carabinieri (112) o di Polizia (113)./If you think you have seen her, please immediately contact your nearest Police Station./Si vous reconnaissez Denise, adressez-vous au plus vite au poste de Police le plus proche.
***
Denise Pipitone, nacida el 26/10/2000, desaparecida el 01/09/2000 en la ciudad de Mazara del Vallo.Sicilia (Italia).
Ayudanos a encontrarla.
***
Denise Pipitone nascido a pessoa 26/10/2000-perdida em 01/09/04 para Mazara del vallo. Sicília (Itália) - Ajuda nós para a achar
***
Geboren geworden Denise Pipitone 26/10/2000- Overledene 01/09/04 aan Mazara del vallo. Sicilië (Italië) - helpt ons het terugvinden
Denise ha Bisogno di Noi!!  aiutateci a diffondere le locandine per la ricerca. grazie
Locandina Universale Multilingua:  Locandina Missing Denise EUR - Ita-Ing-Fra - Age progression 2008 (jpg)

 Tutte le locandine, gli stampati e foto di DENISE da scaricare 


Denise's posters, printouts and photos dowload



Ufficiali per Denise, siti, blog, associazione, album, facebook, videomontaggi  you tube:

Sito per le ricerche: http://www.cerchiamodenise.it  Sito per estero: http://www.cerchiamodenise.org Blog: http://informazione.cerchiamodenise.it .

Per inserire i vostri commenti:  Amici di Denise/Denise's Friends   http://friends.cerchiamodenise.it .

Associazione "Cerchiamo Denise" onlus: http://www.cerchiamodenise.it/associazione/asscerchiamodenise.htm .

Album cerchiamodenise.it: http://fotoalbum.cerchiamodenise.it .

You Tube: canale - denisepipitone04  http://www.youtube.com/user/denisepipitone04 - alcuni dei videomontaggi: http://www.youtube.com/watch?v=v9Qp28diRyE - http://www.youtube.com/watch?v=fEqLFzqlDbM .

Facebook: Missing Denise Pipitone Mp http://it-it.facebook.com/people/Missing-Denise-Pipitone-Mp/1286693723 - (Gruppo) Missing Denise Pipitone Mp (Una Mano in Più) http://www.facebook.com/group.php?gid=80318663328&ref=mf  - (Fan) Fans Missing Denise Pipitone Mp
http://www.facebook.com/pages/Fans-Missing-Denise-Pipitone-Mp/301565724282?ref=ts - (Gruppo) Fans Missing Denise Pipitone Mp http://www.facebook.com/group.php?gid=153587665456 - (Gruppo) " Comitato Missing Cerchiamo Denise" "Committee Missing Cerchiamo Denise " "Comité Missing Cerchiamo Denise" http://www.facebook.com/group.php?gid=69815248033  -  (Gruppo) Missing Children denise Pipitone PP Globale http://www.facebook.com/group.php?gid=161911585456

***
Video della trasmissione di sabato 16/01/10 "Le amiche del sabato" è andato in onda su rai uno alle ore 14,30 si è parlato del tema dei figli strappati, hanno trattato il caso Sequestro di Denise. Gentili Amici grazie per la solidarietà e affetto. potete visionarlo su You Tube: Amiche del 16/1/10: DENISE(1) http://www.youtube.com/watch?v=_69ZaoIeqsU - Amiche del 16/1/10: DENISE(2) http://www.youtube.com/watch?v=XufJujRq_ws 

Video della trasmissione Domenica cinque, in onda su canale 5 del 29/11/2009 - Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone ospite di Barbara D'Urso. Una parte del video: http://www.youtube.com/watch?v=gYdAavclEKU

Sabato, Gennaio 09, 2010
"Dedica per Denise, da parte di mamma Piera"
(Una Dedica per Denise, da parte di mamma Piera) - Piccola dolce Denise, Possa la Vita cantare nel tuo cuore. E possa la Vita custodirti nel suo cuore più sacro. Vedremo e sentiremo ogni vibrazione dei nostri sentimenti di AMORE per TE!! Siamo qui ad aspettarti!      Pietra Maggio

Per coloro che intendano inviare un messaggio di solidarietà per la bimba, è attivo il forum: http://friends.cerchiamodenise.it . Amici di Denise/Denise's friends

Venerdi, Gennaio 08, 2010
Denise, pm: processate Jessica

Denise, pm: processate Jessica - Tra 10 giorni decisione su rinvio a giudizio sorellastra
MARSALA (TRAPANI) - Processate Jessica Pulizzi, è stata lei a rapire la sorellastra Denise, per vendetta. E' questa la richiesta avanzata al Palazzo di Giustizia di Marsala dai pubblici ministeri Laura Cerroni e Anna Sessa, davanti al gup Lucia Fontana che tra dieci giorni dovrà decidere sull'eventuale rinvio a giudizio. Un processo che potrebbe finalmente fare luce su un "giallo" che dura da oltre cinque anni, quello del sequestro della piccola Denise Pipitone, avvenuto a Mazara del Vallo il primo settembre del 2004.

Il reato contestato a Jessica Pulizzi, 22 anni, che all'epoca era ancora minorenne, è quello di concorso in sequestro di persona con l'aggravante applicata quando la vittima ha meno di 14 anni. Una fattispecie introdotta con il pacchetto sicurezza varato dal governo, fortemente sollecitata dalla mamma di Denise e dal suo legale. Il rinvio a giudizio è stato chiesto anche per l'altro indagato, Gaspare Ghaleb, ex fidanzato della Pulizzi, che però deve rispondere solo di false dichiarazioni al Pm. Alle richieste dell'accusa si sono associate anche le parti civili, rappresentate dall'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio e Tony Pipitone, genitori di Denise, e l'avvocato Rosa Tumbarello, che assiste Piero Pulizzi, padre naturale della piccola rapita, nonché genitore di Jessica Pulizzi.

Un uomo diviso a metà: da un lato l'affetto per una figlia nata fuori dal matrimonio, rapita quando aveva appena quattro anni, dall'altro quello per l'altra figlia "legittima", che è anche l'unica accusata del sequestro della sorellastra. Sulle richieste di rinvio a giudizio, il gup Fontana si dovrà pronunciare nell'udienza del 18 gennaio prossimo. A meno che, in quella data, i difensori dei due indagati non decidano di chiedere il processo con rito abbreviato. In quel caso sarà lo stesso Gup a decidere, sulla base delle prove raccolte nel corso delle indagini, e non il tribunale.

L'avvocato Gioacchino Sbacchi, il legale di Jessica Pulizzi molto noto per avere assistito tra gli altri anche Giulio Andreotti, non scopre le sue carte in vista dell'udienza decisiva. "Ci sono dei tempi procedurali - spiega - rispetto ai quali mi pare prematuro annunciare quale sarà la nostra richiesta". Una schermaglia giudiziaria che lascia indifferente Piera Maggio: "Per me non cambia nulla, l'importante è che finalmente si arrivi alla verità sulla scomparsa di mia figlia dopo cinque anni interminabili di sofferenza".   Fonte

Alcune precisazioni da parte del Comitato "Cerchiamo Denise"
Le parti civili nell'udienza preliminare caso Denise, sono rappresentate dall'avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, l'avvocato Luisa Calamia, legale di Tony Pipitone, genitore legittimo di Denise. L'avvocato Rosa Tumbarello, legale di Piero Pulizzi, padre naturale di Denise nonchè genitore dell'accusata Jessica Pulizzi, nata da un precedente matrimonio. Lettera di Piera Maggio Condanno moralmente il loro silenzio! (pdf)


 

" UDIENZA PRELIMINARE caso Denise"
MAZARA DEL VALLO - Oggi 08/01/2010, si terrà presso la Procura Della Repubblica di Marsala (TRIBUNALE) l'udienza per i due attuali indagati Jessica Pulizzi e Gaspare Ghaleb, accusati rispettivamente (sequestro di Denise, e falsa testimonianza al PM), sono previsti la requisitoria dei pm, e l'intervento delle parti civili. L'udienza successiva previo rinvio, è stata convocata per l'11 gennaio, la quale il Gup Lucia Fontana, dovrà decidere l'eventuale rinvio a giudizio degli imputati o il non luogo a procedere.


 

Venerdi, Gennaio 01, 2010




Sito Ufficiale: www.cerchiamodenise.it - MISSING Denise Pipitone "Aiutaci a Trovarla" " Help us find her" " Nous aider à trouver" - Denise è Nata/Born on/Née le il 26/10/2000, Scomparsa/Disappearance/Disparue dal 01/09/2004 a Mazara del Vallo, (TP) Italy - Per informazioni utili/For useful information: 0039 340 5403309 - Official Web Site: www.cerchiamodenise.org - email: aiutiamo@cerchiamodenise.it / aiutiamo@cerchiamodenise.org -  Website: www.missingkids.it -  In caso di avvistamento, rivolgersi subito al più vicino posto di commissariato dei Carabinieri (112) o di Polizia (113)./If you think you have seen her, please immediately contact your nearest Police Station./Si vous reconnaissez Denise, adressez-vous au plus vite au poste de Police le plus proche.- Denise ha Bisogno di Noi!!

 




Al di là di qualsiasi sentenza o fatto espresso in sede giudiziale, io condanno moralmente l'indagata Jessica Pulizzi e sua madre Anna Corona, per non aver collaborato con gli organi inquirenti............Lettera di Piera Maggio Condanno moralmente il loro silenzio! (pdf)

 

                 
Please respect the: Policy for Denise's photo broadcasting
Si prega di rispettare la: Policy per la diffusione dell'immagine di Denise
 http://www.cerchiamodenise.it/policy.pdf onde evitare che qualcuno faccia un uso improprio dell'immagine e delle iniziative a favore di Denise Pipitone.


****
Se vuoi contribuire in aiuto a Denise, puoi farlo anche tu, vai su:  Iniziative pubbliche per Denise  segui semplicemente le istruzioni. Ringraziamo anticipatamente coloro che parteciperanno all'iniziativa.
Nessuno è inutile a questo mondo se alleggerisce un pò il fardello altrui. Charles Dickens (1812 - 1870)
***
Per ogni dettaglio relativo al caso di Denise, sono consultabili i siti ufficiali: http://www.cerchiamodenise.it    e   http://informazione.cerchiamodenise.it Inoltre per coloro che intendano inviare un messaggio di solidarietà per la bimba, è attivo il forum:  http://friends.cerchiamodenise.it  /- FotoAlbum Denise: http://fotoalbum.cerchiamodenise.it -  (Associazione "Cerchiamo Denise" onlus) http://www.cerchiamodenise.it/associazione/asscerchiamodenise.htm  /- You Tube Denise Pipitone: http://www.youtube.com/user/denisepipitone04  -
***

Locandina Universale Multilingua:  Locandina Missing Denise EUR - Ita-Ing-Fra - Age progression 2008 (jpg)

 Tutte le locandine, gli stampati e foto di DENISE da scaricare 
 Denise's posters, printouts and photos dowload
 
Locandina Italiano EUR con numeri utili  (jpg) foglio orizzontale   Poster EUR - Age progression 2008 (jpg)

      
Clicca sui loghi

**********************************************************************************************************